Come Curare la Paronichia

Scritto in collaborazione con: Sarah Gehrke, RN

In questo Articolo:Immergere l'Area nell'Acqua CaldaSeguire un Trattamento Medico per la Paronichia AcutaTrattare la Paronichia Cronica19 Riferimenti

La paronichia è un'infezione cutanea che interessa l'unghia o il tessuto peringueale. I sintomi comprendono arrossamento, dolore e gonfiore nelle zone circostanti l'unghia. Che sia di forma acuta o cronica, in linea di massima è facile da curare. Se è acuta, basta immergere la zona interessata nell'acqua calda qualche volta al giorno. Se non migliora nel giro di una settimana, il medico potrebbe prescrivere un antibiotico. D'altro canto, la paronichia cronica è perlopiù causata da infezioni micotiche e colpisce diverse aree. In questi casi, il medico potrebbe prescrivere un unguento antifungino e il sito potrebbe impiegare qualche settimana per guarire.[1]

1
Immergere l'Area nell'Acqua Calda

  1. 1
    Riempi una ciotola o una bacinella con acqua calda. Nella maggior parte dei casi, la paronichia acuta può essere trattata immergendo l'area interessata nell'acqua calda alcune volte al giorno. Se devi immergere un dito, ti basta una ciotola, mentre se devi mettere a bagno i piedi, adopera una bacinella. L'acqua dovrebbe essere molto calda, ma non troppo da bruciarti o darti fastidio.[2]
    • La paronichia acuta dura poco e si sviluppa all'improvviso. Di solito, colpisce un solo dito delle mani o dei piedi e spesso è causata da un'infezione batterica. I sintomi comprendono arrossamento, gonfiore, pus e dolore pulsante intorno all'unghia.
  2. 2
    Aggiungi il sale o una soluzione salina se la pelle è lacerata. La semplice acqua calda è efficace solo se hai un po' di arrossamento e gonfiore. Se ti sei tagliato, puoi aggiungere nell'acqua calda qualche cucchiaio di sale, i sali di Epsom o una soluzione salina.[3]
    • Puoi adoperare il sale anche se non presenti lesioni cutanee. Alcune persone adorano tenere i piedi nell'acqua calda con i sali di Epsom.
    • Evita di usare l'alcol denaturato o l'acqua ossigenata per pulire l'area interessata perché possono rallentare la guarigione.[4]
  3. 3
    Metti i piedi o le mani in ammollo per 20 minuti, 3-4 volte al giorno. Se l'acqua si raffredda prima di 20 minuti, aggiungine altra per mantenere la temperatura o sostituisci la prima bacinella con un'altra piena di acqua calda. Di solito, il paronichia acuta scompare dopo alcuni giorni di trattamento a base di semplice acqua calda.[5]
    • Il calore dell'acqua aumenta l'afflusso di sangue nella zona interessata e, di conseguenza, aiuta il corpo a combattere l'infezione.
  4. 4
    Asciuga l'area bagnata e, se vuoi, applica la vaselina e una benda. Asciugala con un asciugamano pulito dopo averla messa a bagno. Se l'infezione non è grave e non vi è nessuna ferita, non fasciarla. Se, invece, c'è una lesione cutanea, puoi applicare uno strato sottile di vaselina o pomata antibatterica e ricoprire il tutto con una benda.[6]
    • Non è tassativo fasciare l'area colpita dalla paronichia, ma ti conviene proteggere la lesione se lavori con le mani o se sono esposte ad agenti patogeni.
    • Togli la benda prima di bagnare la zona con l'acqua calda e cambiala se dovesse bagnarsi, ad esempio quando lavi le mani o fai la doccia.
    • Utilizza un cotton fioc per applicare la pomata o la vaselina. Dopo averlo usato, buttalo e non rimetterlo nel contenitore se è entrato in contatto con la pelle.
  5. 5
    Mantieni le mani pulite ed evita di rosicchiare le unghie o succhiare le dita. Lavale regolarmente con acqua calda e sapone (non troppo da scottarti). Anche se, come regola generale, dovresti tenerle lontane dal viso, è particolarmente importante non rosicchiare le unghie né succhiare le dita durante il trattamento della paronichia.[7]
    • Se stai curando tuo figlio contro l'infezione e riesce a seguire le indicazioni terapeutiche, digli di non mettere le mani in bocca, altrimenti la lesione non guarirà.
    • Se è ancora troppo piccolo, fai del tuo meglio per impedirgli di mordere o succhiare le dita. Il pediatra potrebbe prescrivere un antibiotico per prevenire le complicazioni causate dalla presenza dei batteri nella bocca.

2
Seguire un Trattamento Medico per la Paronichia Acuta

  1. 1
    Consulta il medico se soffri di diabete. Se sei diabetico, dovresti consultarlo prima di provare a curarla da solo. Il diabete può compromettere la capacità del corpo di combattere le infezioni, quindi il medico potrebbe prescriverti un antibiotico o un antimicotico.[8]
  2. 2
    Chiamalo se i sintomi non migliorano nel giro di una settimana. Se hai fatto abluzioni per una settimana e i sintomi persistono o peggiorano, il medico potrebbe prescriverti una cura antibiotica o antimicotica. Recati presso il suo studio e mostragli l'infezione. Potrebbe prescriverti un esame colturale in modo da stabilire il miglior metodo di trattamento.[9]
  3. 3
    Vai dal medico in caso di ascesso. Chiamalo immediatamente se noti un ascesso o una lesione dolorosa con essudato purulento. Effettuerà un'anestesia locale, praticherà una piccola incisione per drenare l'ascesso e rivestirà la ferita con una garza e una fasciatura. Cambia la medicazione 2 o 3 volte al giorno e mantieni l'area coperta per un paio di giorni.[10]
    • L'ascesso è caratterizzato da un rigonfiamento sensibile o doloroso al tatto. Se il dito non è interessato da questa infezione, gli unici sintomi sono gonfiore e infiammazione. In caso di ascesso, invece, il gonfiore peggiora e causa più dolore: hai l'impressione che sotto pelle si sia formato un accumulo di sostanze. Man mano che si sviluppa, potrebbe cominciare a spuntare una testa, come se fosse un brufolo, e secernere pus.
    • Non drenare mai l'ascesso da solo. Potresti esporre l'area al contatto con numerosi agenti patogeni o diffondere l'infezione.[11]
  4. 4
    Immergi la zona affetta nell'acqua calda 2 giorni dopo il drenaggio. Se l'ascesso è stato drenato, tieni coperta l'area e cambia regolarmente la medicazione nell'arco di 48 ore. Dopo 2 giorni, togli la benda e immergi il sito nell'acqua calda per 15-20 minuti, 3-4 volte al giorno, finché i sintomi non migliorano.[12]
    • Dopo 2 giorni dovrebbe cominciare a cicatrizzarsi e probabilmente non sarà più necessario bendarlo. Se la pelle è ancora lesionata e vuoi proteggerla, fasciala dopo aver messo a bagno l'area. Se preferisci, continua a bendarla finché la ferita non si rimargina.
  5. 5
    Chiedi al medico se devi prendere un antibiotico. A seconda della gravità dei sintomi e dei risultati dell’esame colturale, il medico potrebbe prescrivere una cura antibiotica per alleviare i sintomi persistenti o dopo aver drenato l'ascesso. Segui le istruzioni relative alla posologia e alle modalità d'uso e non sospendere l'assunzione, anche se ti senti meglio.[13]
    • Una sospensione precoce dell'antibiotico potrebbe provocare il ritorno dell'infezione.

3
Trattare la Paronichia Cronica

  1. 1
    Chiedi al medico se devi assumere un antimicotico. Solitamente la paronichia cronica è causata da un'infezione fungina e spesso colpisce varie dita delle mani o dei piedi. I sintomi includono arrossamento, gonfiore, dolore e pelle spugnosa o umida. Probabilmente il medico ti prescriverà un esame colturale e altri accertamenti per diagnosticare con precisione questa forma infettiva di paronichia. Dopodiché, in base ai risultati ti indicherà il farmaco adatto per combattere l'infezione.[14]
    • In genere, i medici prescrivono un unguento antimicotico topico da applicare sulle aree interessate 2 o 3 volte al giorno. Prendi qualsiasi farmaco seguendo le indicazioni del tuo medico curante. Ci vorranno diverse settimane per eradicare l'infezione fungina.
    • Si può essere contemporaneamente affetti da un'infezione micotica e batterica. In questi casi, il medico potrebbe prescrivere una terapia farmacologica più articolata.
  2. 2
    Tieni le mani pulite e asciutte. Lavale regolarmente, anche prima di applicare l'unguento antimicotico. Dopodiché asciugale accuratamente, e anche se dovessero bagnarsi. Evita di tenerle umide durante le tue attività quotidiane.[15]
    • Assicurati di tenerle lontane dal viso e dalla bocca.
  3. 3
    Indossa i guanti se devi toccare sostanze irritanti. È difficile evitare l'esposizione all'acqua e ai prodotti che contengono sostanze irritanti quando si lavora dietro il bancone di un bar, si lavano i piatti e si pulisce casa. Devi proteggere le mani se si bagnano continuamente o sono soggette al contatto con agenti chimici. Se puoi, indossa 2 paia di guanti: uno di cotone per assorbire l'umidità e un altro in vinile o gomma per respingere l'acqua e i prodotti chimici.[16]
    • Devi portare i guanti durante la manifestazione dei sintomi. Ti conviene indossarli anche quando non puoi fare a meno di esporre continuamente le mani all'umidità o a sostanze chimiche irritanti. Ti aiuteranno a prevenire ulteriori episodi infettivi di paronichia cronica.
  4. 4
    Informati sugli interventi chirurgici se non puoi farne a meno. Se l'infezione si diffonde sotto le unghie o se i sintomi persistono malgrado le cure, probabilmente è necessario sottoporsi a un piccolo intervento chirurgico. È possibile che il medico debba rimuovere parzialmente o totalmente l'unghia e applicare un unguento antimicotico sul letto ungueale.[17]
    • Avrai bisogno di riposare ed evitare di usare il dito affetto per 2 giorni dopo la rimozione dell'unghia. Cerca di tenerlo sollevato al di sopra dell'altezza del cuore per prevenire emorragie e l'insorgere del dolore pulsante. Prendi gli antidolorifici prescritti dal medico seguendo le sue istruzioni.[18]
    • Fai attenzione a non bagnare la medicazione e sostituiscila nell'arco di 1-7 giorni. Il medico ti indicherà per quanto tempo dovrai tenere la fasciatura e come cambiarla.[19]

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Sarah Gehrke, RN. Sarah Gehrke lavora come Infermiera Registrata in Texas. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche alla University of Phoenix nel 2013.

Categorie: Disturbi & Trattamenti

In altre lingue:

English: Treat Paronychia, Español: tratar la paroniquia, Português: Tratar a Paroníquia, Français: soigner le périonyxis, Deutsch: Paronychie behandeln

Questa pagina è stata letta 1 252 volte.
Hai trovato utile questo articolo?