Come Curare la Ritenzione Idrica

2 Metodi:Esaminare i Problemi MediciRidurre la Ritenzione Idrica

La ritenzione idrica si verifica quando il corpo trattiene una quantità inutile di acqua; è un disturbo che crea disagio e può provocare la sensazione di gonfiore o ingrossamento, soprattutto a viso, mani, addome, seno e piedi. Esistono molti modi per trattarla, ma è fondamentale rivolgersi al medico e trovarne prima di tutto la causa. Se stai assumendo dei farmaci che sono responsabili della ritenzione idrica, parlane con il medico per trovare la maniera di ridurre questo effetto collaterale.

1
Esaminare i Problemi Medici

  1. 1
    Rivolgiti al medico. La prima cosa da fare se soffri di ritenzione idrica è una visita dal dottore; questi può eseguire un esame fisico e sottoporti a degli accertamenti per definire l'eziologia. Esistono molte patologie differenti che possono essere responsabili di tale disturbo, tra le quali:[1]
    • Una malattia del cuore, come insufficienza cardiaca o cardiomiopatia;
    • Insufficienza renale;
    • Ipotiroidismo;
    • Cirrosi epatica;
    • Un disturbo del sistema linfatico;
    • Trombosi venosa profonda;
    • Eccesso di grasso nelle gambe;
    • Un'ustione o un altro tipo di lesione;
    • Gravidanza;
    • Sovrappeso;
    • Malnutrizione.
  2. 2
    Valuta se la causa può essere imputabile agli ormoni. Non è insolito che le donne manifestino ritenzione idrica nei giorni che precedono le mestruazioni, a causa di un cambiamento ormonale.[2] Anche gli anticoncezionali possono portare a tale disturbo, così come qualsiasi altro tipo di farmaco ormonale, inclusi quelli della terapia sostitutiva.
    • Se soffri di ritenzione idrica prima delle mestruazioni, si tratta solitamente di un disagio di breve durata che sparisce velocemente non appena il ciclo mestruale si conclude.
    • Tuttavia, se il problema è persistente e fastidioso, il medico può prescriverti un diuretico, in genere in forma di pillole, che aumenta il processo idrico del corpo facendoti espellere i liquidi finora trattenuti.[3]
  3. 3
    Informati presso il dottore in merito agli effetti collaterali dei farmaci. Se segui un'alimentazione sana e non conduci una vita sedentaria, la ritenzione idrica potrebbe essere la conseguenza di uno o più farmaci che stai assumendo al momento. Se il corpo continua a trattenere i fluidi per più di qualche giorno, fissa un appuntamento dal medico e trova con lui il modo di limitare questo effetto indesiderato.[4] I farmaci che con maggiori probabilità possono causare tale problema sono:
    • Antidepressivi;
    • Chemioterapici;
    • Alcuni antidolorifici;
    • Ipotensivi.
  4. 4
    Chiedi al medico se il problema può essere imputabile a un'insufficienza cardiaca o renale. Entrambe queste gravi patologie possono essere responsabili della ritenzione idrica.[5] In tali casi, il disturbo può manifestarsi improvvisamente ed essere grave: potresti notare un rapido ed evidente cambiamento del corpo con una grande quantità di liquidi che vengono trattenuti, soprattutto nelle estremità inferiori.
    • Se temi di soffrire di una di queste due malattie, contatta il medico quanto prima; si tratta di patologie potenzialmente mortali e prima vengono diagnosticate e più efficace può essere il trattamento.

2
Ridurre la Ritenzione Idrica

  1. 1
    Cammina e muoviti tutto il giorno. Nelle persone che trascorrono una vita molto sedentaria o in quelle che svolgono un lavoro che prevede di restare sedute per molte ore, la forza di gravità può portare i liquidi verso le estremità inferiori, inducendo in questo modo la ritenzione idrica in piedi, caviglie e gambe. Puoi evitare tale inconveniente camminando spesso durante tutta la giornata; mantenere attiva la circolazione del sangue evita infatti che i liquidi ristagnino nelle estremità inferiori dell'organismo.[6]
    • Si tratta di un disturbo che si verifica anche durante un lungo viaggio aereo, quando si rimane fermi per molte ore.
    • Se devi fare un volo intercontinentale, fai in modo di alzarti, allungarti o camminare un po' almeno alcune volte.
  2. 2
    Solleva e comprimi le estremità gonfie. Se temi di soffrire di ritenzione idrica a piedi, caviglie e parte inferiore delle gambe, puoi sollevarli; in tal modo, la forza di gravità aiuta il drenaggio dei liquidi da queste zone ridistribuendoli in tutto l'organismo.[7]
    • Per esempio, se ti accorgi che i piedi sono gonfi alla sera, stenditi su un divano o sul letto appoggiando le estremità su un cuscino.
  3. 3
    Indossa le calze a compressione graduata. Se noti che piedi e caviglie sono costantemente gonfi a causa della ritenzione idrica quando sei seduto o in piedi, per esempio al lavoro, puoi acquistare queste calze che offrono sostegno alle gambe, esercitando la giusta pressione su piedi e polpacci ed evitando così l'accumulo di liquidi.[8]
    • Le calze o i calzini a compressione sono piuttosto comuni; puoi acquistarne un paio presso i negozi di ortopedia o in farmacia.

Consigli

  • Se soffri spesso di ritenzione idrica ai piedi e alle gambe, puoi dormire sollevando le estremità inferiori oltre il livello del cuore; ti basta mettere dei cuscini sotto le gambe quando ti corichi.

Avvertenze

  • Se soffri di una patologia epatica cronica, non devi bere una quantità eccessiva di acqua per trattare la ritenzione idrica. Rivolgiti al medico se hai disturbi di fegato o temi di averne e manifesti ritenzione idrica nell'area addominale o in altre parti del corpo. Un consumo esagerato d'acqua può provocare degli effetti negativi sugli organi che stanno già cercando di metabolizzare quantità eccessive di liquidi.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Disturbi & Trattamenti

In altre lingue:

English: Treat Fluid Retention, Español: tratar la retención de líquidos, Deutsch: Flüssigkeitsstau behandeln, Português: Tratar Retenção de Líquido, Русский: лечить задержку жидкости, Français: traiter la rétention d'eau, 中文: 治疗体液潴留, Bahasa Indonesia: Mengatasi Penumpukan Cairan, Nederlands: Vochtretentie behandelen, العربية: علاج احتباس السوائل بالجسم, Tiếng Việt: Điều trị chứng phù

Questa pagina è stata letta 29 494 volte.

Hai trovato utile questo articolo?