Scarica PDF Scarica PDF

La tubercolosi (TBC) è una grave infezione che colpisce l’uomo fin dall’antichità. Sebbene sia stata contenuta e quasi completamente debellata nel XX secolo grazie ai vaccini e agli antibiotici, l’HIV e i ceppi di batteri resistenti agli antibiotici hanno scatenato un ritorno della malattia[1] . Se pensi di avere i sintomi della TBC, rivolgiti immediatamente al medico e sottoponiti ad un trattamento di antibiotici che può durare anche due anni.

Metodo 1
Metodo 1 di 3:
Riconoscere la Tubercolosi

  1. 1
    Stai attento se conosci o vivi con qualcuno che ha contratto la TBC. Nella sua forma attiva è estremamente contagiosa, si trasmette da persona e persona con le goccioline di alito presenti nell’aria.
    • Puoi avere la tubercolosi senza mostrarne i sintomi. Puoi avere una TBC latente quando sei infetto, ma questa non si manifesta rimanendo in una fase dormiente. Non è uno stato contagioso o fatale, ma può trasformarsi in malattia attiva.
  2. 2
    Verifica se hai problemi ai polmoni. I sintomi della TBC sono inizialmente a carico dei polmoni: tosse, congestione polmonare e dolore al petto sono segnali tipici.
  3. 3
    Tieni nota di tutti i sintomi simili all’influenza che manifesti, come febbre, sudorazione notturna, brividi e stanchezza. Una TBC attiva può essere confusa con un’influenza di stagione, un raffreddore o altre patologie analoghe.
  4. 4
    Controlla il tuo peso. I pazienti spesso riferiscono un inspiegabile e rapido dimagrimento.
  5. 5
    Rivolgiti immediatamente ad un medico se presenti diversi sintomi, soprattutto se sei sieropositivo. I pazienti affetti da HIV sono ad alto rischio di contrarre un ceppo resistente agli antibiotici e dovrebbero sempre contattare il medico qualora venissero in contatto con malati di TBC.
    • Anche le persone immunodepresse rischiano di contrarre la tubercolosi. I diabetici, coloro che soffrono di malnutrizione, i malati di cancro e con patologie renali sono a rischio, così come gli anziani e i neonati.
    • Quando il tuo sistema immunitario è compromesso, la TBC latente può trasformarsi in malattia attiva. A questo punto sei contagioso e potresti incorrere in una sintomatologia anche mortale.
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 3:
Diagnosticare la Tubercolosi

  1. 1
    Fissa un appuntamento con il tuo medico. Probabilmente ti prescriverà degli esami di laboratorio, se necessario.
  2. 2
    Sottoponiti ad un test cutaneo. Il medico, o il tecnico di laboratorio, inietta un antigene sotto la pelle. Se mostri una reazione cutanea positiva, significa che sei affetto da TBC attiva o latente.
    • Un antigene è una sostanza che si lega con gli anticorpi del sangue. Un anticorpo è la difesa del tuo sistema immunitario contro ogni tipo di malattia.
    • Un pomfo rosso sotto la pelle indica la positività al test. Di solito, più il pomfo è grande, e più la TBC è attiva.
  3. 3
    Fai un esame del sangue. Se hai fatto in passato il vaccino per la tubercolosi, potresti mostrare dei falsi positivi al test cutaneo. Quindi il tuo medico ti potrebbe prescrivere un esame del sangue che è in grado di differenziare gli anticorpi causati dal vaccino da quelli causati dalla malattia.
  4. 4
    Sottoponiti ad una radiografia toracica. Il medico radiologo è in grado, dalle immagini dei tuoi polmoni, di determinare se hai una TBC attiva.
  5. 5
    Dai un campione di sputo al medico. Il laboratorio di analisi può capire dal muco se hai sviluppato una TBC resistente agli antibiotici.
    Pubblicità

Metodo 3
Metodo 3 di 3:
Trattare la Tubercolosi

  1. 1
    Comincia con un primo ciclo di antibiotici. Ti verranno prescritti l’isoniazide o la rifampicina per un periodo di 6-12 mesi. Concludi sempre l’intero ciclo di trattamento.
    • Se smetti di prendere i farmaci, il batterio della tubercolosi può sviluppare una resistenza agli antibiotici diventando ancora più aggressivo e mortale.
  2. 2
    Segui un secondo ed un terzo ciclo di terapia, se il medico lo ritiene necessario e se la malattia sembra resistere ai farmaci. Potrebbe essere necessaria una cura anche di due anni.
  3. 3
    Fai delle iniezioni. Se hai una TB resistente a più farmaci, saranno necessarie delle regolari iniezioni di farmaci specifici. Anche se si tratta di un caso molto raro, è quello più mortale.
    • Il batterio della tubercolosi sembra particolarmente propenso alle mutazioni che lo rendono resistente alle terapie. Per questo motivo, durante le cure, devi essere sempre seguito da un medico per essere certo di sbarazzarti completamente dell’infezione.
  4. 4
    Presentati ai regolari controlli con il tuo medico. Solo lui può determinare per quanto tempo devi prendere i farmaci. Tuttavia, se hai contratto il ceppo più comune della TBC, smetti di essere contagioso dopo 2 settimane di trattamento e non sei un rischio per gli altri finché non interrompi il ciclo di antibiotici.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Non interrompere troppo presto la cura per la tubercolosi, a meno che non ti sia stato consigliato dal medico. Rischieresti di sviluppare un ceppo di batteri resistenti agli antibiotici.
  • Ricorda che i farmaci per la TBC causano febbre, nausea, perdita di appetito e itterizia. Contatta il medico prima di sospendere la cura.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Coltura del muco
  • Antibiotici
  • Iniezioni di farmaci

wikiHow Correlati

Far Scrocchiare la Parte Bassa della Schiena
Rallentare il tuo Battito Cardiaco
Trattenere la PipìTrattenere la Pipì
Scrocchiarsi la Schiena AltaScrocchiarsi la Schiena Alta
Controllare i LinfonodiControllare i Linfonodi
Rimuovere una Cisti SebaceaRimuovere una Cisti Sebacea
Riconoscere i Sintomi dell'HIVRiconoscere i Sintomi dell'HIV
Sentirsi Meglio Dopo il VomitoSentirsi Meglio Dopo il Vomito
Capire Se Hai un'Intolleranza all'AlcoolCapire Se Hai un'Intolleranza all'Alcool
Evitare il Mal di Stomaco quando si Assumono gli AntibioticiEvitare il Mal di Stomaco quando si Assumono gli Antibiotici
Migliorare la PosturaMigliorare la Postura
Liberarsi Velocemente delle EmorroidiLiberarsi Velocemente delle Emorroidi
Liberarsi di un'Unghia IncarnitaLiberarsi di un'Unghia Incarnita
Trattare il Mal di Gola dopo aver VomitatoTrattare il Mal di Gola dopo aver Vomitato
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 3 411 volte
Questa pagina è stata letta 3 411 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità