Come Curare un'Infezione dell'Orecchio

Scritto in collaborazione con: Laura Marusinec, MD

In questo Articolo:Riconoscere l'InfezioneCure MedicheTrattare a Casa il Dolore dell'InfezioneTenere la Situazione sotto OsservazioneAntibiotici e altri Trattamenti MediciPrevenzione

Un'infezione dell'orecchio (conosciuta anche come otite media) è un problema piuttosto comune in neonati e bambini, ma può colpire anche gli adulti. Quasi il 90% dei bambini soffre di almeno un'infezione all'orecchio prima di compiere i tre anni. Si tratta di una patologia che può diventare molto dolorosa a causa dell'accumulo di fluidi che crea pressione sul timpano. Molte otiti medie possono essere curate direttamente a casa con rimedi casalinghi, ma nei casi più gravi o quando l'infezione colpisce un bambino molto piccolo, può rendersi necessaria l'assunzione di antibiotici prescritti dal medico per debellarla completamente.

Parte 1
Riconoscere l'Infezione

  1. 1
    Sappi chi corre un rischio maggiore di contrarre l'infezione all'orecchio. In generale, sono i bambini che hanno più probabilità di soffrire di otite media rispetto agli adulti. Questo perché le trombe di Eustachio (i condotti che dalla metà di ciascun orecchio raggiungono la parte posteriore della gola) sono più piccole nei bambini e quindi più inclini a riempirsi di liquido. Inoltre i bambini hanno anche un sistema immunitario più debole rispetto agli adulti e possono essere maggiormente soggetti alle infezioni virali come il raffreddore. Tutto ciò che blocca i canali uditivi può causare un'otite. Tieni presente, comunque, che ci sono altri fattori di rischio che possono facilitare lo sviluppo di questa infezione, tra cui:
    • Allergie;
    • Infezioni respiratorie come raffreddori e sinusiti;
    • Infezione o problemi alle adenoidi (tessuto linfatico nell'area superiore della gola);
    • Fumo del tabacco;
    • Eccessiva produzione di muco o saliva, come avviene spesso durante la dentizione;
    • Vivere in un clima freddo;
    • Sbalzi repentini di altitudine o di clima;
    • Alimentazione con latte artificiale;
    • Malattie recenti;
    • Frequentare un asilo nido, soprattutto un asilo nido piuttosto grande, con molti bambini.
  2. 2
    Riconosci i sintomi di un'infezione dell'orecchio medio. Tale infezione, chiamata anche otite media acuta, è la più diffusa ed è causata da un virus o batterio. L'orecchio medio è lo spazio che si trova dietro il timpano e che contiene delle minuscole ossa che trasmettono le vibrazioni all'orecchio interno. Quando l'area si riempie di fluido, possono entrare dei batteri e virus e provocare un'infezione. L'otite, generalmente, si sviluppa dopo un'infezione delle vie respiratorie come un raffreddore, sebbene anche le allergie gravi possono provocarla. I sintomi principali sono:
    • Dolore all'orecchio o otalgia;
    • Sensazione di pienezza nell'orecchio;
    • Malessere generale;
    • Vomito;
    • Diarrea;
    • Perdita dell'udito nell'orecchio infetto;
    • Acufene;
    • Vertigini;
    • Fuoriuscita di liquido dall'orecchio;
    • Febbre, soprattutto nei bambini.
  3. 3
    Comprendi la differenza tra un'infezione dell'orecchio medio e "l'orecchio del nuotatore". L'orecchio del nuotatore, conosciuto anche come otite esterna o "infezione dell'orecchio esterno" colpisce il condotto uditivo esterno a causa della presenza di batteri o funghi. L'umidità è il principale responsabile di questo tipo di malattia (ecco perché viene detta del nuotatore), ma anche dei graffi o degli oggetti estranei penetrati nel condotto uditivo possono causare tale problema. I sintomi in genere iniziano in forma lieve, ma spesso peggiorano e comprendono:
    • Prurito nel condotto uditivo;
    • Arrossamento dell'area interna dell'orecchio;
    • Disagio che peggiora quando tiri o spingi l'orecchio esterno;
    • Fuoriuscita di liquido dalle orecchie (inizialmente di colore chiaro e inodore fino a diventare pus).
    • Tra i sintomi più gravi è possibile riscontrare:
      • Sensazione di pienezza o ostruzione dell'orecchio;
      • Riduzione dell'udito;
      • Grave dolore che si irradia verso l'esterno, al viso o al collo;
      • Gonfiore dei linfonodi del collo;
      • Febbre.
  4. 4
    Osserva i segni di otite nei bambini. I bambini possono manifestare sintomi differenti rispetto ai ragazzi più grandi e agli adulti. Dato che i bambini spesso non sono in grado di descrivere il loro stato di malessere, presta attenzione a questi loro comportamenti:
    • Strattonano, tirano o si grattano l'orecchio;
    • Muovono continuamente la testa;
    • Sono infastiditi, irritati o piangono continuamente;
    • Dormono male;
    • Hanno la febbre (soprattutto i neonati e i bambini molto piccoli);
    • Fuoriesce del liquido dall'orecchio;
    • Sono goffi nei movimenti o hanno problemi di equilibrio;
    • Hanno problemi di udito.
  5. 5
    Sappi quando è il momento di rivolgersi immediatamente a un medico. La maggior parte delle infezioni dell'orecchio può essere curata a casa, spesso con successo. Tuttavia, se tu o i tuoi figli presentate alcuni sintomi, dovete contattare subito il medico. Questi sintomi includono:
    • Sangue o pus che drena dall'orecchio (può sembrare bianco, giallo, verde o rosa/rosso);
    • Febbre alta persistente, soprattutto se è più di 39 °C;
    • Capogiri o vertigini;
    • Torcicollo;
    • Acufene;
    • Dolore o gonfiore dietro o intorno all'orecchio;
    • Il dolore all'orecchio dura più di 48 ore.

Parte 2
Cure Mediche

  1. 1
    Porta il tuo bambino dal medico, se ha meno di sei mesi. Se noti la presenza di qualunque sintomo di infezione dell'orecchio in un neonato, devi portarlo immediatamente dal pediatra. I bambini così piccoli non hanno ancora sviluppato pienamente il loro sistema immunitario e hanno un rischio molto più elevato di contrarre infezioni gravi; quindi dovranno sicuramente assumere fin da subito degli antibiotici.
    • Non cercare di curare l'infezione dei neonati e bambini molto piccoli con rimedi casalinghi. Rivolgiti sempre al pediatra per trovare la terapia più appropriata.
  2. 2
    Lascia che il medico esamini le orecchie di tuo figlio o le tue. Se temi che tu o il tuo bambino abbiate una grave infezione all'orecchio, preparatevi a sottoporvi a vari test, tra cui:
    • Un esame visivo del timpano con un otoscopio. Può essere difficile riuscire a tenere fermo il bambino durante questo esame, ma si tratta di un test importante per stabilire se c'è un'infezione in corso.
    • Un esame per verificare la presenza di qualunque materiale che blocca o riempie l'orecchio medio usando un otoscopio pneumatico, che soffia un po' d'aria nel timpano facendolo muovere avanti e indietro. Se è presente del liquido, il timpano non si sposta facilmente o prontamente come ci si aspetterebbe normalmente, indicando così la probabile presenza di un'infezione.
    • Un esame con un timpanometro, che si avvale del suono e della pressione per verificare la presenza di eventuali fluidi nell'orecchio medio.
    • Se l'infezione è cronica o si tratta di un caso grave, sarà necessario rivolgersi a un audiologo per eseguire un test dell'udito e determinare se si è verificata una perdita di questo senso.
  3. 3
    Preparati al fatto che il medico potrebbe esaminare il timpano in maniera più scrupolosa, se l'infezione è resistente o cronica. Se tu o tuo figlio iniziate a provare un profondo malessere a causa di problemi di orecchio, il medico potrà creare un'apertura nel timpano ed estrarre un campione di liquido dall'orecchio medio. In seguito il campione verrà inviato a un laboratorio per essere analizzato.
  4. 4
    Sii consapevole del fatto che è possibile curare a casa molte infezioni dell'orecchio. Molte otiti si risolvono da sole senza bisogno di alcun trattamento. Alcune scompaiono nel giro di pochi giorni, ma comunque la maggior parte si riduce spontaneamente nell'arco di 1-2 settimane, anche senza alcuna terapia. Negli USA l'American Academy of Pediatrics (l'associazione dei medici pediatrici) e l'American Academy of Family Physicians (l'associazione dei medici di famiglia) consigliano un approccio "attendista" seguendo queste linee guida:
    • Per i bambini da 6 a 23 mesi di età: aspettare per capire l'evoluzione dell'infezione se il dolore dell'orecchio interno è lieve, dura meno di 48 ore e la temperatura è inferiore a 39 °C.
    • Per i bambini di 2 anni: si consiglia di attendere nel caso in cui il dolore a uno o entrambe le orecchie interne sia lieve, perduri da meno di 48 ore e la temperatura sia inferiore a 39 °C.
    • Trascorse le 48 ore, se il problema persiste, è importante consultare un medico. Spesso verrà somministrato un antibiotico per prevenire la diffusione dell'otite e ridurre il rischio di ulteriori infezioni potenzialmente pericolose per la vita (seppure rare).
    • Anche se raramente, possono svilupparsi alcune complicanze più gravi, tra cui la mastoidite (un'infezione delle ossa intorno al cranio), meningite, diffusione dell'infezione al cervello o anche perdita dell'udito.
  5. 5
    Fai molta attenzione quando devi prendere un aereo con un bambino che ha un'infezione all'orecchio. Se tuo figlio ha l'infezione attiva, corre un rischio maggiore di soffrire di un disturbo chiamato barotrauma, che può avvenire quando l'orecchio medio cerca di equilibrare i cambiamenti di pressione. Masticare una gomma durante il decollo o l'atterraggio può ridurre questo rischio.
    • Se hai un bambino con un'infezione all'orecchio, allattalo col biberon durante il decollo e l'atterraggio, per aiutarlo a regolare la pressione nell'orecchio medio.

Parte 3
Trattare a Casa il Dolore dell'Infezione

  1. 1
    Prendi degli antidolorifici da banco. Puoi assumere l'ibuprofene o il paracetamolo se il dolore non si riduce da solo o se non si sviluppano altri sintomi. Questi farmaci inoltre possono aiutare a ridurre la febbre di tuo figlio e farlo sentire un po' meglio.
    • Non dare mai l'aspirina ai bambini e ragazzi di età inferiore ai 18 anni, in quanto questo farmaco è stato associato alla sindrome di Reye, che provoca gravi danni al cervello e al fegato.
    • Somministra i farmaci con dosaggio pediatrico quando sono destinati al tuo bambino. Segui le indicazioni per la posologia che sono riportate sulla confezione o informati dal pediatra.
    • Non dare l'ibuprofene ai bambini di età inferiore ai 6 mesi.
  2. 2
    Applica un impacco caldo. Una fonte di calore sulla zona aiuta a ridurre il dolore provocato dall'infezione. Puoi usare un panno caldo umido.
    • In alternativa, puoi riempire un calzino pulito con del riso o fagioli e legare o cucire l'estremità aperta. Metti il calzino nel forno a microonde per 30 secondi per volta finché il riso non raggiunge la temperatura desiderata. Applica l'impacco sull'orecchio.
    • Puoi anche usare il sale come rimedio naturale. Riscalda una tazza di sale e mettila dentro un panno. Legala con un elastico e appoggiala sull'orecchio affetto per 5-10 minuti, quando il calore è sopportabile, mentre sei disteso.
    • Appoggialo sull'area dolorante non più di 15-20 minuti alla volta.
  3. 3
    Riposa molto. Il corpo ha bisogno di riposo per guarire dalle infezioni. Assicurati di non chiedere troppo al tuo organismo e di non esagerare con le attività durante la fase attiva dell'otite, soprattutto se hai anche la febbre.
    • I pediatri solitamente non consigliano di tenere il bambino a casa da scuola per un'infezione all'orecchio, a meno che non abbia la febbre. In ogni caso, assicurati di controllare le sue attività per essere certo che riposi quanto deve.
  4. 4
    Mantieniti idratato. Devi bere più liquidi, soprattutto in caso di febbre.
    • I ricercatori raccomandano di bere almeno 3 litri di liquidi al giorno, se sei un maschio, e almeno 2,2 litri, se sei di sesso femminile.
  5. 5
    Prova a mettere in atto la manovra di Valsalva solo se non provi alcun dolore. Questa è una tecnica che può essere utilizzata per aprire le trombe di Eustachio e alleviare la sensazione di orecchio "tappato" che spesso accompagna l'otite nella fase attiva. Assicurati di eseguire la manovra solo se al momento non provi dolore alle orecchie.
    • Fai un respiro profondo e chiudi la bocca.
    • Stringi le narici per chiudere il naso e, quando è ben chiuso, "soffia" dal naso delicatamente.
    • Non soffiare troppo forte, però, altrimenti potresti danneggiare il timpano. A questo punto dovresti sentire un "pop" alle orecchie, segno che si sono aperte.
  6. 6
    Metti nell'orecchio qualche goccia di olio caldo di verbasco o di aglio. Entrambi questi oli sono antibiotici naturali e possono dare sollievo dal dolore causato dall'infezione. Usa un contagocce per instillare 2-3 gocce di olio caldo (mai bollente) in ciascun orecchio.
    • Consulta sempre il pediatra prima di provare questi rimedi sui bambini.
  7. 7
    Prova un rimedio naturale. Una ricerca ha riscontrato che un rimedio a base di erbe, soprattutto olio di oliva, aglio e verbasco, può essere utile nel ridurre il dolore causato dall'otite media.
    • Consulta sempre il medico prima di applicare questo rimedio. Non somministrare farmaci alternativi al tuo bambino senza chiedere prima il parere del pediatra.

Parte 4
Tenere la Situazione sotto Osservazione

  1. 1
    Monitora con attenzione la condizione dell'orecchio. Misura spesso la febbre o quella di tuo figlio e presta attenzione ad altri eventuali sintomi che potrebbero manifestarsi.
    • Se si sviluppa la febbre e noti dei sintomi simil-influenzali come nausea o vomito, l'infezione potrebbe essersi aggravata e i trattamenti casalinghi che stai mettendo in pratica potrebbero non essere sufficientemente efficaci.
    • Tra i sintomi che devono indurti ad andare dal medico ci sono: stato confusionale, rigidità e gonfiore del collo, dolore o arrossamento intorno all'orecchio. Questi sintomi indicano che l'infezione può essersi diffusa e che devi sottoporti immediatamente a una terapia.
  2. 2
    Presta attenzione nel caso provassi un intenso dolore all'orecchio che si placa quasi immediatamente senza poi alcuna dolenzia. Questo potrebbe significare che il timpano è rotto e, in questo caso, può causare la perdita temporanea dell'udito. Una rottura del timpano rende l'orecchio più suscettibile alle infezioni, aggravando ancora di più la situazione.
    • Oltre all'assenza di dolore, potresti anche notare della fuoriuscita di liquido dall'orecchio.
    • Sebbene un timpano rotto guarisca generalmente entro un paio di settimane, anche senza trattamento, alcuni problemi potrebbero perdurare e richiedere un intervento o un trattamento medico.
  3. 3
    Chiama il medico, se il dolore peggiora entro 48 ore. Anche se la maggior parte dei curanti consiglia un approccio "attendista" fino a 48 ore dall'insorgenza della sintomatologia, se il dolore aumenta durante questo periodo, devi contattare il medico. Egli sarà in grado di consigliarti un trattamento più incisivo o anche prescriverti degli antibiotici.
  4. 4
    Sottoponi te stesso o tuo figlio a un esame dell'udito, nel caso in cui il liquido continuasse a formarsi all'interno dell'orecchio anche dopo tre mesi dall'insorgenza dell'otite. Questo può essere un problema correlato a notevoli disturbi dell'udito.
    • A volte, può verificarsi una momentanea ipoacusia (perdita dell'udito), specialmente nei bambini fino a due anni di età.
    • Se tuo figlio ha meno di 2 anni ed è soggetto a frequenti accumuli di liquido nelle orecchie, oltre ad altri disturbi di udito, il medico non aspetterà tre mesi per iniziare il trattamento. I problemi di udito che insorgono a questa età potrebbero influire sulla capacità del bambino di parlare, oltre ad altre difficoltà di sviluppo.

Parte 5
Antibiotici e altri Trattamenti Medici

  1. 1
    Fatti prescrivere degli antibiotici dal medico. Gli antibiotici non curano un'infezione all'orecchio, se questa è causata da un virus, pertanto non sempre vengono prescritti nel trattamento delle otiti medie. In ogni caso, tutti i bambini di età inferiore ai 6 mesi vengono curati con gli antibiotici.
    • Comunica al tuo curante la data dell'ultima assunzione di antibiotici e la loro tipologia; in questo modo aiuti il medico a scegliere quello più efficace per te.
    • Assicurati che tu o il tuo bambino prendiate tutte le dosi del farmaco nei tempi previsti, per evitare possibili recidive.
    • Non interrompere l'assunzione degli antibiotici prima di avere completato l'intero ciclo come ti è stato prescritto, anche se inizi a sentirti meglio. Se interrompi il trattamento antibiotico prematuramente, potresti non uccidere tutti i batteri, che in questo modo diventerebbero resistenti al farmaco, rendendo ancora più difficile trattare questo tipo di infezione.
  2. 2
    Chiedi al medico che ti prescriva delle gocce auricolari. Le gocce per le orecchie, come quelle a base di antipirina-benzocaina-glicerina (Auralgan), possono aiutare ad alleviare il dolore causato dall'otite media. Sappi comunque che il medico non ti prescriverà le gocce auricolari se hai i timpani lacerati o perforati.
    • Per dare le gocce a un bambino, scalda prima la soluzione mettendo il flaconcino nell'acqua calda o tenendolo tra le mani per qualche minuto. Fai sdraiare il bambino su una superficie piana con l'orecchio infetto rivolto in alto verso di te. Assicurati di somministrargli il dosaggio raccomandato. Fai in modo che il bambino mantenga la testa inclinata con l'orecchio infetto verso l'alto per circa 2 minuti.
    • Dato che la benzocaina provoca intorpidimento, è meglio se ti fai aiutare da qualcun altro per somministrare le gocce nelle tue orecchie. Evita che il contagocce tocchi le orecchie infette.
    • La benzocaina può provocare un lieve prurito o arrossamento. Inoltre, è stata anche associata a una rara ma grave malattia che intacca i livelli di ossigeno nel sangue. Non somministrare mai una quantità superiore a quella raccomandata e consulta il pediatra per essere certo di dare il giusto dosaggio a tuo figlio.
  3. 3
    Consulta il medico in merito ai tubi di ventilazione trans-timpanici, se soffri di ricorrenti infezioni alle orecchie. Le otiti medie che si ripresentano frequentemente possono essere curate con una procedura chiamata miringotomia. Con il termine ricorrente si intende che si sono verificati tre episodi negli ultimi sei mesi o quattro episodi durante l'anno precedente, con almeno una recidiva negli ultimi sei mesi. Anche gli individui con un'infezione all'orecchio che non scompare dopo il trattamento sono dei validi candidati per questa procedura.
    • La miringotomia, che consiste nell'incisione chirurgica della membrana del timpano, è una procedura che può essere eseguita in regime di day hospital. Il chirurgo inserisce dei piccoli tubi nel timpano in modo che i fluidi presenti dietro di esso possano drenare più facilmente. Il timpano in genere si chiude nuovamente quando il tubo cade o viene rimosso.
  4. 4
    Valuta con il medico la possibilità di sottoporti a un'adenoidectomia per togliere le adenoidi gonfie. Se le adenoidi, delle masse di tessuto che si trovano dietro la cavità nasale, ti si gonfiano spesso, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per rimuoverle.

Parte 6
Prevenzione

  1. 1
    Rispetta le scadenze dei richiami dei vaccini. Molte gravi infezioni batteriche possono essere prevenute con le vaccinazioni. I vaccini contro l'influenza stagionale e quelli contro lo pneumococco in genere aiutano a ridurre gli episodi di otite media.
    • Tu e ciascun membro della tua famiglia dovreste farvi vaccinare ogni anno contro l'influenza, in quanto il vaccino vi protegge e vi difende meglio dalle infezioni.
    • Gli esperti consigliano di vaccinare i bambini con il PCV13: vaccino anti-pneumococcico coniugato 13 valente. Chiedi al pediatra qualche consiglio in merito.
  2. 2
    Tieni le mani, i giocattoli e le superfici dove gioca tuo figlio puliti. Lava spesso le mani a tuo figlio, i suoi giocattoli e detergi le zone dove passa la maggior parte del tempo, in modo da ridurre il rischio di infezione.
  3. 3
    Evita di dargli il ciuccio se possibile. I ciucci possono trasmettere ogni tipo di batteri, compresi quelli responsabili dell'otite media.
  4. 4
    Allattalo al seno, anziché dal biberon. I batteri si possono trasmettere più facilmente con l'allattamento artificiale e, di conseguenza, aumentano le probabilità di infezioni.
    • L'allattamento al seno rafforza inoltre il sistema immunitario del bambino e lo aiuta a combattere più facilmente le infezioni.
    • Se devi assolutamente allattarlo in modo artificiale, fai assumere al bambino la postura più eretta possibile, in modo che il latte scenda nell'esofago e non si canalizzi nelle orecchie.
    • Non allattare mai un bambino con il biberon quando è sdraiato per un pisolino o per dormire la notte.
  5. 5
    Riduci l'esposizione al fumo passivo. Questo è un passaggio importante, sia per prevenire possibili infezioni dell'orecchio, ma anche per la salute e la sicurezza generale.
  6. 6
    Non abusare degli antibiotici. Un uso prolungato di tali farmaci facilita la resistenza di alcuni batteri nel tuo corpo o in quello di tuo figlio e in questo modo non vengono più uccisi dai medicinali. Assicurati di assumerli solo se ti vengono prescritti dal medico o quando non puoi mettere in atto altre soluzioni.
  7. 7
    Non mandare tuo figlio all'asilo o prendi le dovute precauzioni. In queste strutture i bambini hanno il 50% di probabilità in più di sviluppare un'otite media a causa della facile trasmissione delle infezioni, batteriche e virali.
    • Se non puoi evitare di mandarlo all'asilo, insegnagli alcune tattiche per cercare di evitare la diffusione di infezioni, come i raffreddori, che possono peggiorare fino a diventare otiti.
    • Insegna a tuo figlio a non mettere i giocattoli o le dita in bocca. Dovrebbe anche evitare di toccare con le mani il viso e le zone delle mucose come la bocca, gli occhi e il naso. Fai in modo che si lavi sempre le mani dopo aver mangiato e dopo essere stato in bagno.
  8. 8
    Segui un'alimentazione sana che includa i probiotici. Mangia una grande varietà di frutta e verdura fresca, cereali integrali e proteine magre, per aiutare l'organismo a rimanere forte e sano. Alcune ricerche hanno rilevato inoltre che i batteri "buoni" come i probiotici sono in grado di difendere il corpo dalle infezioni.
    • Il lactobacillus acidophilus è un ceppo di batteri comunemente presente nei probiotici e puoi trovarlo in molti yogurt.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995.

Categorie: Cura delle Orecchie

In altre lingue:

English: Cure an Ear Infection, Español: curar una infección de oído, Português: Curar uma Infecção de Ouvido, Deutsch: Eine Ohrenentzündung heilen, Français: guérir une infection des oreilles, 中文: 治疗耳部感染, Русский: лечить воспаление уха, Bahasa Indonesia: Menyembuhkan Infeksi Telinga, Čeština: Jak vyléčit ušní infekci, हिन्दी: कान में होने वाले संक्रमण का इलाज़ करें, العربية: علاج التهاب الأذن, ไทย: รักษาโรคติดเชื้อในช่องหู, Tiếng Việt: Chữa trị Bệnh Viêm tai, 한국어: 이염 치료하는 법, Türkçe: Kulak Enfeksiyonu Nasıl Tedavi Edilir, 日本語: 耳の感染症を治す

Questa pagina è stata letta 83 954 volte.
Hai trovato utile questo articolo?