Come Curare un'Infiammazione Cutanea

2 Parti:Trattare l'Infiammazione CutaneaPrevenire un'Infiammazione Cutanea

Un'infiammazione cutanea è una comune irritazione della pelle che si forma spesso nei climi meridionali caldo-umidi. Nota anche come sudamina o miliaria, si sviluppa quando la sudorazione viene impedita a causa dell'ostruzione dei pori della pelle.[1] Nelle sue forme peggiori, interrompe il meccanismo di termoregolazione del corpo e causa malessere, febbre e stanchezza.

Parte 1
Trattare l'Infiammazione Cutanea

  1. 1
    Informati sui sintomi dell'infiammazione cutanea. In genere ha luogo nelle zone dell'epidermide coperte dai vestiti, laddove umidità e calore fanno aderire gli indumenti alla pelle. Causa prurito e si presenta come una macchia formata da piccole bollicine rigonfie. Altri sintomi includono:
    • Dolore, gonfiore o elevata temperatura della pelle nella zona interessata;
    • Striature rosse;
    • Pus o liquidi che fuoriescono dalle zone irritate;
    • Gonfiore dei linfonodi di collo, ascelle e inguine;
    • Febbre improvvisa (oltre 38° C).[2]
  2. 2
    Sposta la persona colpita dall'infiammazione cutanea in un ambiente fresco e ombreggiato. Allontanala dal sole portandola in un'area fresca e asciutta, possibilmente intorno ai 20° C. Se non puoi farla accomodare all'interno, sistemala all'ombra.
    • Abbassando la temperatura, la maggior parte delle infiammazioni cutanee scompare presto.[3]
  3. 3
    Allenta o rimuovi gli indumenti umidi e stretti. Esponi la zona interessata e lasciala asciugare all'aria. Dal momento che questa infiammazione è provocata dall'ostruzione delle ghiandole sudoripare, è preferibile far respirare liberamente la pelle affinché il problema non peggiori ulteriormente.
    • Non usare un asciugamano per asciugare la pelle: dovrebbe essere sufficiente l'aria.[4]
  4. 4
    Consuma molti liquidi freddi. L'infiammazione cutanea è un sintomo del surriscaldamento del corpo. Perciò, evita bevande calde e bevi molta acqua fredda per abbassare la temperatura corporea.[5]
  5. 5
    Fai una doccia o un bagno freddo per abbassare rapidamente la temperatura. L'acqua non deve essere fredda, ma abbastanza fresca da darti refrigerio. Utilizza un detergente delicato o un sapone antibatterico per pulire delicatamente la zona interessata e, successivamente, tamponala o lasciala asciugare all'aria.
  6. 6
    Evita di premere le vesciche. L'epidermide si riempie di bollicine acquose per poter guarire. Queste vesciche possono dare luogo a cicatrici se vengono premute prematuramente. Anche se alcune si romperanno, prova a lasciare che la pelle guarisca naturalmente, evitando di schiacciarle.[6]
  7. 7
    Assumi farmaci da banco per alleviare il malessere. Tratta l'infiammazione cutanea con l'applicazione di una crema a base di idrocortisone 1% o una lozione di calamina e/o aloe per alleviare il prurito. Nei casi più gravi, un antistaminico come il Benadryl o il Claritin possono alleviare prurito e gonfiore.[7]
  8. 8
    Consulta il medico se i sintomi peggiorano o si prolungano oltre 2 giorni. Sebbene la maggior parte delle infiammazioni cutanee sparisce presto una volta che ci si è raffreddati, le più gravi possono comportare infezioni che necessitano di cure. Chiama il medico se il dolore aumenta o si diffonde, se comincia a fuoriuscire pus giallo o bianco oppure se l'eruzione non scompare spontaneamente. Chiama immediatamente i servizi di emergenza se tra i sintomi manifesti:
    • Nausea e vertigini;
    • Mal di testa;
    • Vomito;
    • Svenimento.[8]

Parte 2
Prevenire un'Infiammazione Cutanea

  1. 1
    Indossa vestiti larghi e traspiranti se ti trovi in un clima molto caldo. È meglio che la stoffa non strofini contro la pelle in maniera fastidiosa e lasci traspirare il corpo. La scelta migliore è costituita dai tessuti sintetici e dagli ampi indumenti da lavoro.
  2. 2
    Evita di fare attività fisica negli ambienti caldi e umidi. L'infiammazione cutanea è comunemente causata dall'esercizio fisico, quando la temperatura corporea aumenta e il corpo produce molto sudore. Se senti che si sta sviluppando un'infiammazione sulla pelle, concediti una pausa per poterti rinfrescare.
  3. 3
    Prenditi una pausa di 20 minuti per ripararti dal caldo. Se ti rinfreschi, cambi i vestiti inumiditi o sudati oppure ogni tanto fai un tuffo in una piscina fresca, offrirai al corpo un efficace aiuto nella regolazione della temperatura e nella prevenzione delle infiammazioni cutanee.
  4. 4
    Vesti un neonato come vestiresti un adulto. Il più delle volte le infiammazioni cutanee compaiono sui bambini quando i genitori, nonostante le buone intenzioni, vestono i figli più del dovuto durante i periodi caldi. Anche i bambini devono indossare abiti larghi e traspiranti quando le temperature esterne sono alte.
    • Solo perché i piedi o le mani di un bambino sembrano freddi al tatto non significa che sente freddo.[9]
  5. 5
    Dormi in un luogo fresco e ben ventilato. Le infiammazioni cutanee possono comparire durante la notte quando ci si avvolge tra lenzuola calde e umide per diverse ore. Pertanto, usa un ventilatore, apri le finestre oppure accendi l'aria condizionata se ti svegli sudato e infastidito dal caldo.[10]

Consigli

  • Porta sempre con te acqua e, possibilmente, del ghiaccio istantaneo durante le escursioni o se svolgi qualche attività sotto il sole.
  • Resta all'ombra il più possibile.

Avvertenze

  • Non applicare deodoranti antitraspiranti a base di olio, lozioni o repellenti per insetti nelle zone colpite dall'infiammazione cutanea, perché potrebbero impedire ulteriormente la traspirazione e aggravare la situazione.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Disturbi della Pelle

In altre lingue:

English: Treat Heat Rash, Deutsch: Hitzeausschlag behandeln, Bahasa Indonesia: Mengatasi Biang Keringat, Français: traiter des boutons de chaleur, Русский: лечить потницу, Português: Tratar Brotoejas, Español: tratar el sarpullido por calor

Questa pagina è stata letta 823 volte.

Hai trovato utile questo articolo?