Come Curare un Ascesso sulla Cute di un Gatto

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

In questo Articolo:Ottenere Assistenza Veterinaria per il Tuo GattoTrattare l'Ascesso a Casa14 Riferimenti

Se il tuo gatto è stato ferito da un altro animale, è possibile che la sua ferita si trasformi in un ascesso. Ciò che ne causa la formazione sono i batteri che penetrano nell'organismo, proprio attraverso la ferita.[1] Se pensi che il tuo gatto possa avere un ascesso, portalo da un veterinario per curare la sua ferita e ottenere degli antibiotici: il veterinario ti informerà su come occupartene e somministrare i farmaci. Durante la guarigione dovrai tenere il gatto in casa e controllare la sua ferita.

Parte 1
Ottenere Assistenza Veterinaria per il Tuo Gatto

  1. 1
    Controlla se si sia sviluppato un ascesso sulla cute del gatto. In caso di ferite, l’organismo invia i globuli bianchi nell'area interessata per poter combattere i batteri che penetrano attraverso la ferita. In seguito i tessuti circostanti si gonfiano e iniziano a morire; questo forma una cavità che si riempie di pus, un liquido costituito da batteri, globuli bianchi e tessuti morti.[2] Man mano che il ciclo si ripete, l'area attorno alla ferita continua a gonfiarsi creando una protuberanza che al tatto può essere sia soffice sia dura. Tra gli altri indicatori della presenza di un ascesso vi sono:[3]
    • Dolore o segni di dolore (come lo zoppicare).
    • Una piccola crosta circondata da pelle arrossata o più calda.
    • Fuoriuscita di pus o liquido attorno all'area.
    • Perdita di peli sulla cute interessata.
    • Il gatto si lecca o mordicchia un punto della pelle.
    • Perdita di appetito o energia.
    • Una ferita da cui fuoriesce pus.
  2. 2
    Porta il gatto da un veterinario. Nel caso l'ascesso dreni il pus spontaneamente, puoi curarlo a casa. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, un ascesso richiederà un trattamento specializzato da parte di un veterinario,[4] il quale visiterà il gatto e constaterà la presenza di altri sintomi comuni come la febbre, indicatore di un’infiammazione in atto.
    • Se l'ascesso è aperto e drenante, è possibile trattare il gatto senza sedarlo.
    • Se l'ascesso non è aperto, potrebbe essere necessario sedare il gatto per incidere l'area infiammata.
  3. 3
    Chiedi degli antibiotici. Il veterinario potrebbe prelevare parte del pus per una coltura antibiotica.[5] Il test gli permetterà di scegliere l'antibiotico più efficace da prescrivere. Raccolto il campione, il veterinario procederà a incidere gli ascessi non drenanti (cioè ascessi non aperti che non drenano pus e impurità) e a indicare una cura antibiotica.[6]
    • Somministra gli antibiotici come indicato e completa tutto il trattamento. Avverti il veterinario se riscontri dei problemi durante la somministrazione dei farmaci.[7]
  4. 4
    Controlla che non ci sia bisogno di un drenaggio. A volte può essere necessario effettuare un drenaggio attraverso dei tubi che tengono la ferita aperta. Questi tubi aiutano il pus a continuare a defluire dalla ferita. Se l'ascesso non viene drenato, il pus potrebbe continuare ad aumentare e causare più problemi al gatto.
    • Segui le indicazione del veterinario in merito alla cura dei drenaggi, alle sue complicazioni e ai casi in cui andrebbe subito avvertito.
    • Il veterinario rimuoverà i drenaggi 3-5 giorni dopo l'applicazione.[8]

Parte 2
Trattare l'Ascesso a Casa

  1. 1
    Durante la guarigione, tieni il tuo gatto confinato in una stanza. Questo è il modo migliore per proteggerlo da ulteriori complicazioni mentre la ferita guarisce.[9] La ferita continuerà a rilasciare liquidi per un po’ di tempo, quindi è possibile che il pus che ne fuoriesce vada a finire sui mobili, sui tappeti o sul pavimento. Per questo dedicare una stanza specifica al gatto è la soluzione migliore.
    • Tieni il gatto in una stanza con una superficie facile da pulire come un bagno, una lavanderia o un'anticamera.
    • Assicurati che la stanza sia abbastanza calda e che il gatto abbia a disposizione tutto ciò di cui ha bisogno, come cibo, acqua, una lettiera e alcune soffici coperte o asciugamani dove dormire.
    • Mentre il gatto rimane nella stanza, controllalo spesso per coccolarlo e assicurarti che stia mangiando, bevendo e facendo i suoi bisogni come dovrebbe.
  2. 2
    Indossa dei guanti quando tratti la sua ferita. L’ascesso produrrà del pus, un liquido costituito da sangue, batteri e altri fluidi biologici. Non toccare la ferita a mani nude: assicurati di indossare guanti in vinile o in lattice ogni volta che la pulisci o ispezioni.
  3. 3
    Mantieni la ferita pulita utilizzando della normale acqua tiepida.[10] Prendi un panno o uno strofinaccio pulito e immergilo in acqua tiepida, quindi usalo per rimuovere tutto il pus dalla ferita del gatto. Risciacqua il panno e ripeti fino a quando tutto il pus visibile è sparito.
    • Pulisci l'area attorno ai drenaggi con un panno o uno strofinaccio imbevuto di acqua tiepida.
  4. 4
    Rimuovi le croste con cura. Se attorno all'apertura di un ascesso pieno di pus trovi una crosta, rimuovila inumidendo l'area con un panno imbevuto di acqua calda. Non devi preoccuparti delle croste se non c'è pus o gonfiore. Se non sei sicuro, chiedi consiglio al veterinario.
    • Per staccare una crosta che si è formata sulla ferita del gatto, immergi un panno in acqua tiepida, quindi strizza il panno per eliminare l'acqua in eccesso e posizionalo sulla ferita. Tienilo lì per alcuni minuti, così da ammorbidire la crosta. In seguito pulisci delicatamente la ferita con il panno. Ripeti questo processo 2-3 volte finché la crosta non si ammorbidisce e si stacca.
    • Gli ascessi richiedono circa dai 10 ai 14 giorni per formarsi, quindi continua a controllare l'area attorno alla crosta per vedere se inizia a gonfiarsi. Se noti gonfiore o pus, porta il gatto dal veterinario.[11]
  5. 5
    Prima di utilizzare dell'acqua ossigenata, chiedi consiglio al veterinario. Infatti, come dimostrato da alcuni studi, l'acqua ossigenata potrebbe peggiorare ulteriormente la ferita, oltre a causare dolore durante l'utilizzo.[12] La migliore opzione è utilizzare dell'acqua naturale o una soluzione antisettica speciale a base di acqua e iodio.[13]
    • Per sicurezza, chiedi consiglio al tuo veterinario per comprendere se l'acqua ossigenata può essere una buona scelta per trattare la ferita del gatto.
    • Se usi l'acqua ossigenata, assicurati di diluirla con acqua naturale in una proporzione di 1:1. Quindi imbevi un batuffolo di cotone o una garza nella soluzione e comincia a pulire delicatamente il pus o le impurità attorno alla ferita. Non utilizzare la soluzione direttamente sulla ferita. Puoi ripetere l’applicazione 2-3 volte al giorno.
  6. 6
    Tieni d'occhio la ferita del tuo gatto. Controllala 2-3 volte al giorno. Quando controlli la ferita, assicurati che non sia gonfia: il gonfiore indica che la ferita è infetta. In questo caso, avverti il veterinario.
    • Tenendo la ferita sotto controllo, cerca di prestare attenzione alla quantità di pus che sta drenando. La ferita dovrebbe rilasciare meno pus, con il passare dei giorni. Se credi che la quantità di liquidi sia la stessa o stia aumentando, avverti il veterinario.
  7. 7
    Impedisci al gatto di leccarsi o mordicchiarsi le ferite. È importante assicurarsi che il gatto non lecchi o mordicchi i drenaggi o la ferita, perché i batteri all'interno della sua cavità orale potrebbero peggiorare lo stato della ferita o causare un'infezione.[14] Se credi che il gatto stia leccando la ferita eccessivamente o stia mordicchiando i drenaggi, chiedi consiglio al veterinario.
    • Per evitare che il gatto lecchi o mordicchi la ferita, potrebbe essere necessario fargli indossare un collare elisabettiano fino alla completa guarigione.

Consigli

  • Se il tuo micio si è azzuffato con un altro gatto, controlla che non abbia ferite o sintomi di ascessi in formazione.
  • Se noti i segni della presenza di ascesso, porta subito il gatto dal veterinario per una visita e la prescrizione di antibiotici. Ciò ridurrà la probabilità di un'infezione più grave.

Avvertenze

  • Le risse tra gatti aumentano la probabilità non solo di ferite e ascessi, ma anche di contagio di malattie pericolose come la leucemia felina e la rabbia. Controlla che il tuo gatto abbia ricevuto tutti i vaccini necessari per far sì che sia protetto e in salute.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Pippa Elliott, MRCVS. La Dottoressa Elliott è una veterinaria con oltre trenta anni di esperienza. Si è laureata all'Università di Glasgow nel 1987 e ha lavorato come specialista in chirurgia veterinaria per sette anni. In seguito, ha lavorato per più di dieci anni come veterinaria in una clinica per animali.

Categorie: Gatti

In altre lingue:

العربية: علاج الخراج في القطط, Français: traiter un abcès chez un chat, Nederlands: Een abces bij een kat behandelen, Português: Tratar um Abcesso em um Gato, Deutsch: Einen Abszess bei einer Katze behandeln, Tiếng Việt: Điều trị áp xe ở mèo, ไทย: รักษาฝีแมว, Bahasa Indonesia: Menangani Abses pada Kucing, Español: tratar abscesos en los gatos, Русский: вылечить гнойник у кошки, 中文: 治疗猫身上的脓肿

Questa pagina è stata letta 4 700 volte.
Hai trovato utile questo articolo?