Come Curare un Mal di Testa da Sinusite

Scritto in collaborazione con: Laura Marusinec, MD

In questo Articolo:Cure MedicheRimedi Casalinghi

Il mal di testa da sinusite è causato da gonfiore, infiammazione o infezione di uno o entrambi i seni nasali. Molto spesso questo disturbo presenta gli stessi sintomi della cefalea tensiva o emicrania, anche se il più delle volte ci sono altri sintomi, come congestione, tosse, mal di gola, senso di spossatezza o rinorrea. In alcuni casi, il fattore scatenante può essere un'allergia, il cambiamento di pressione nelle orecchie, un'infezione dentale, un raffreddore, un'infezione batterica ai seni nasali stessi o la sinusite. Sebbene sia sempre importante rivolgersi al medico per ottenere una diagnosi accurata per il tipo di cefalea che presenti, ci sono molti modi per curare un mal di testa da sinusite, usando sia farmaci sia rimedi casalinghi. Solitamente la maggior parte di questi disturbi e il gonfiore che ne consegue sparisce entro 4 o 6 settimane, indipendentemente dall'assunzione di farmaci.

1
Cure Mediche

  1. 1
    Usa uno spray nasale steroideo. Gli steroidi che vanno assunti per via nasale come il fluticasone (Flixonase) non sono in libera vendita e devono essere prescritti dal medico; questi sono in grado di ridurre l'infiammazione nelle cavità nasali. Gli spray cortisonici sono particolarmente indicati quando il mal di testa da sinusite è provocato da allergie; hanno inoltre il vantaggio di non avere effetti collaterali significativi, quali sonnolenza e secchezza delle fauci, come invece accade per molti decongestionanti e antistaminici assunti per via orale. Tieni presente, tuttavia, che sono necessari alcuni giorni prima che gli steroidi inizino a fare effetto; ciò significa che non sentirai un beneficio immediato.
    • Se usi il Flixonase, il dosaggio tipico è di due spruzzi a narice una volta al giorno, preferibilmente al mattino.
    • Esistono anche altri farmaci steroidei per uso nasale, disponibili su prescrizione, come il mometasone furoato (Nasonex).
    • Tra i potenziali effetti collaterali si riscontrano disturbi digestivi, nausea, mal di testa e olfatto e gusto alterati durante l'uso dello spray.
    • Le nuove linee guida indicano gli spray nasali steroidei come farmaci di prima linea per trattare la congestione dei seni nasali.
  2. 2
    Prendi dei decongestionanti. Questi farmaci, sia da banco sia prescrivibili, possono alleviare la pressione nelle cavità nasali liberando i passaggi e facilitando il drenaggio del muco. Puoi prenderli sotto forma di spray nasali o per via orale e sono disponibili in tutte le farmacie. Rivolgiti al medico per essere certo che i decongestionanti non interferiscano con altri eventuali problemi di salute di cui soffri, come l'ipertensione arteriosa, o che non interagiscano con altri farmaci che stai assumendo.
    • Se lo desideri, puoi anche usare contestualmente degli spray nasali salini per alleviare la congestione. Assicurati però di non spruzzarli più di 6 volte al giorno. Gli spray nasali che non sono a base di soluzione salina possono aggravare la situazione o provocare un'infiammazione. Attieniti alla posologia riportata sul bugiardino del farmaco.
    • Questi spray decongestionanti non dovrebbero essere usati per più di 3 giorni consecutivi ogni volta, in quanto un uso eccessivo potrebbe provocare un gonfiore da "rebound" dei passaggi nasali.
    • Tuttavia, i decongestionanti orali, come le compresse di Sudafed o Bronkaid, possono essere presi per 1-2 settimane senza la necessità della supervisione del medico. Sebbene il gonfiore da rebound sia più raro con i decongestionanti orali, alcune persone hanno riscontrato palpitazioni o un aumento della pressione arteriosa.
    • Non usare gli spray nasali che contengono zinco, perché sono stati associati alla perdita permanente del senso dell'olfatto (anche se in casi rari).
  3. 3
    Prendi gli antistaminici. Alcune persone li trovano efficaci, soprattutto in caso di infezioni ricorrenti e prolungate ai seni nasali o per chi ha allergie, perché sono in grado di liberare il naso dalla congestione. Tra gli antistaminici orali ricordiamo la difenidramina (Benadryl), la cetirizina (Zirtec) e la loratadina (Clarityn). Tuttavia, tieni presente che alcuni di questi farmaci più diffusi, come Benadryl, possono provocare gravi effetti collaterali per la sinusite, come la secchezza delle mucose, l'addensamento delle secrezioni e anche sonnolenza.
    • Prendi una dose da 25-50 mg di Benadryl ogni otto ore in base alle necessità. A volte, questo farmaco è poco tollerato a causa dei suoi effetti collaterali come sonnolenza e sensazione di "torpore". Dovresti consultare il medico prima di somministrarlo ai bambini.
    • Prendi 10 mg di Zirtec una volta al giorno. Anche i bambini con più di 6 anni possono assumere questo farmaco, in dosi da 5-10 mg al giorno in base al peso ed età. Segui le istruzioni riportate sulla confezione o quelle del medico. Anche questo farmaco può provocare sonnolenza.
    • Prendi 10 mg di Clarityn una volta al giorno. Gli antistaminici di seconda generazione come questo provocano degli effetti collaterali minori ed è più raro che possano provocare sonnolenza. Consulta il medico prima di somministrare il farmaco ai bambini.
    • Puoi anche provare uno spray nasale antistaminico su prescrizione a base di azelastina (Astelin) o di olopatadina cloridrato (Patanase).
  4. 4
    Prendi degli antidolorifici. Puoi alleviare il dolore assumendo dei FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) in libera vendita come l'ibuprofene (Brufen) o il naprossene (Aleve) che aiutano ad aprire le vie aree riducendo l'infiammazione, oltre ad abbassare la febbre e alleviare il dolore. Chiedi al medico maggiori informazioni circa questi farmaci, se hai dei dubbi sulla posologia, e per farti indicare il più adatto per il tuo caso specifico.
    • L'aspirina (acido acetilsalicilico) è un farmaco che agisce come analgesico, allevia il dolore e inibisce i segnali di dolore che vanno al cervello. È anche un antipiretico, ossia riduce la febbre. Tuttavia, non va somministrato ai bambini.
    • Il paracetamolo (Tachipirina) può essere preso per alleviare la febbre e il dolore, ma non riduce l'infiammazione. Questo farmaco è sicuro per i bambini.
  5. 5
    Rivolgiti al medico. Se la cefalea è frequente, grave o non migliora con dei trattamenti casalinghi, devi farti visitare dal medico. Inoltre, se il problema è causato da neoformazioni, come dei polipi o altre ostruzioni nasali, devi sottoporti a un intervento chirurgico. Qui di seguito sono elencate alcune circostanze che dovrebbero indurti a recarti dal medico:
    • Se i tessuti molli sopra i seni frontali si gonfiano provocando mal di testa e febbre, allora potresti avere un'infezione dell'osso frontale.
    • Se le palpebre si gonfiano, cadono, sono calde o arrossate oppure se manifesti alterazioni della vista, allora potresti soffrire di una patologia rara ma grave che può portare alla cecità permanente. A volte potresti anche avere la febbre e un forte malessere. Se il dolore si sposta verso gli occhi o la zona circostante si gonfia, recati immediatamente al pronto soccorso.
    • Vai dal medico se il dolore ai seni nasali è associato a una sinusite frontale. L'infezione può provocare un coagulo di sangue nella zona; tale sintomo è simile all'infezione delle orbite, ma in questo caso la pupilla dell'occhio affetto rimane dilatata o comunque più grande del normale.
    • Chiunque soffra di cefalea da sinusite o abbia un'infezione che induce anche un cambiamento della personalità, rigidità nucale, febbre alta, alterazione dello stato di coscienza, sfoghi cutanei, problemi di vista o convulsioni, deve cercare cure mediche immediate. Questi sono tutti sintomi che possono indicare una diffusione dell'infezione nei tessuti circostanti, compreso il cervello.

2
Rimedi Casalinghi

  1. 1
    Fai delle irrigazioni nasali. Mescola 240 ml di acqua calda con ½ cucchiaino di sale. Usa una siringa a bulbo, disponibile in farmacia, e irriga le narici con questa soluzione salina per risciacquarle e fluidificare le secrezioni nasali, così da facilitarne la fuoriuscita e donandoti sollievo dalla congestione. Spruzza la soluzione 2 volte in ogni narice.
    • Usa acqua distillata, sterile o che hai fatto bollire e raffreddare. Risciacqua sempre lo strumento dopo averlo usato e fallo asciugare all'aria prima della prossima irrigazione.
  2. 2
    Usa un neti pot. Si tratta di uno strumento simile a una piccola teiera che negli ultimi anni ha ottenuto il sostegno da parte della classe medica e che consente di pulire i passaggi nasali. L'acqua, infatti, facilita il drenaggio e riduce l'infiammazione dei passaggi nasali dando sollievo dal dolore. In pratica devi far scorrere dell'acqua calda da una narice all'altra. Non devi usarlo, però, se le narici sono ostruite al punto da non riuscire a soffiare il naso. Per usare il neti pot devi semplicemente riempire la "teiera" con acqua calda (48 °C) e inclinare la testa per permettere all'acqua di scorrere all'interno della narice destra e uscire dalla sinistra; ripeti la procedura per l'altro lato.
    • Assicurati che si tratti di acqua distillata, sterile o preventivamente bollita e raffreddata e ricorda di risciacquare sempre lo strumento con acqua pulita e sapone per i piatti prima di usarlo ancora.
    • Si sono riscontrati alcuni casi di una rara infezione da amoeba veicolata da acqua contaminata, quindi assicurati di riempire il neti pot con acqua pura e sterile.
  3. 3
    Tieni la testa sollevata. Quando vai a dormire metti un paio di cuscini sotto la testa, in modo da tenerla sollevata. Così facendo faciliti la respirazione e riduci la pressione nei seni nasali, la responsabile della cefalea.
  4. 4
    Usa il vapore. Riempi una pentola con un litro di acqua, falla bollire sul fuoco per un minuto o due finché non inizia a produrre abbondante vapore. Quindi togli la pentola dal fuoco e mettila su una base o un tavolo resistente al calore. Copri la testa con un grande asciugamano di cotone e mettila sopra la pentola fumante. Chiudi gli occhi e tieni il viso a circa 30 cm di distanza dall'acqua, in modo da non scottarti. Inspira attraverso il naso ed espira dalla bocca contando fino a 5. Poi riduci il tempo delle inspirazioni ed espirazioni contando fino a 2. Respira in questo modo sul vapore per 10 minuti o per tutto il tempo in cui l'acqua produce vapore. Cerca di soffiare e liberare il naso durante e dopo questo trattamento.
    • Tieni i bambini lontani dalla pentola mentre l'acqua bolle e quando produce vapore. Se puoi, cerca di eseguire i suffumigi quando non ci sono bambini nei paraggi.
    • Puoi sottoporti spesso a questo trattamento, anche ogni 2 ore. Quando non sei a casa o al lavoro puoi simularlo mettendo il viso sopra una tazza di tè fumante o un piatto di minestra.
    • Se lo desideri, puoi anche aggiungere delle erbe o dell'olio essenziale (una o due gocce) all'acqua bollente. La menta romana, la menta piperita, il timo, la salvia, l'origano, la lavanda e l'olio di melaleuca hanno anche proprietà antibatteriche, antifungine e antisettiche.
  5. 5
    Fai una doccia calda. Una lunga, calda doccia con molto vapore agisce in modo simile ai suffumigi appena descritti. L'acqua bollente prodotta dalla doccia crea aria umida e calda che aiuta a liberare i passaggi nasali bloccati e alleviare la pressione. Prova a soffiare il naso liberamente, il calore e il vapore aiuteranno ad allentare e fluidificare le secrezioni presenti nei seni nasali e facilitarne l'espulsione.
    • Puoi anche ottenere dei benefici simili mettendo un impacco caldo sul viso per dilatare i passaggi nasali e alleviare la pressione per migliorare la situazione. Scalda un asciugamano umido nel microonde per due o tre minuti, facendo attenzione a non scottarti.
  6. 6
    Usa un umidificatore. L'aria umida e calda può allentare la congestione nasale e il dolore facilitando l'espulsione del muco dai passaggi nasali e riducendo l'infiammazione. Attieniti alle istruzioni descritte dal produttore.
    • Accendi l'umidificatore in camera da letto quando vai a dormire, perché questo è il momento in cui di solito la pressione nei seni nasali è maggiore.
    • Quando i passaggi nasali sono bloccati, è importante cercare di mantenerli umidi. Sebbene molte persone siano convinte che il trucco per ridurre la rinorrea sia mantenere il naso asciutto, in realtà così facendo le mucose si irritano ancora di più.
    • L'umidificatore è indicato soprattutto durante la stagione invernale, perché in questo periodo l'aria di casa è molto secca a causa del riscaldamento.
    • Puoi mettere una ciotola di acqua calda sul pavimento della camera per aumentare l'umidità dell'aria. Assicurati solo di non posizionarla in un punto dove potresti involontariamente calpestarla o inciamparvi.
  7. 7
    Massaggiati la zona dei seni nasali. Applica una leggera pressione usando l'indice e il medio, facendo dei movimenti circolari sulla fronte (seni frontali), sul ponte del naso e vicino agli occhi (seni orbitali), così come sotto gli occhi (seni mascellari). Continua il massaggio diversi minuti e subito dopo soffiati il naso.
    • Durante il massaggio puoi anche applicare dell'olio, come quello di rosmarino o di menta, in modo da aprire ancora di più i passaggi nasali. Assicurati solo che l'olio non entri negli occhi.
    • Se hai un amico che può aiutarti, sdraiati e lascia che sia lui a massaggiarti la testa. Chiedigli di mettere i pollici sopra le sopracciglia nella zona centrale della fronte e di strofinarli verso l'attaccatura dei capelli e poi di sollevarli. Chiedigli quindi di ripetere la procedura, ma questa volta trascinando i pollici verso le tempie e di sollevarli quando arrivano all'attaccatura dei capelli. Fai in modo che ripeta la pressione ogni volta da una posizione più alta, finché non avrà massaggiato tutta la fronte.
  8. 8
    Bevi spesso dei liquidi. Mantieni il corpo ben idratato bevendo molti liquidi (almeno otto bicchieri colmi al giorno). I passaggi nasali possono ostruirsi quando le mucose sono infiammate e non sono in grado di drenare bene il muco; i fluidi possono essere di aiuto per decongestionare il naso sciogliendo il muco denso e riducendo l'infiammazione che provoca il mal di testa da sinusite.
    • Quando il muco è più fluido, è molto più facile da espellere. Ogni volta che hai la sensazione che stia per scatenarsi la cefalea, fai uno sforzo consapevole per mantenerti idratato.
    • L'acqua è sicuramente il liquido migliore. Anche se i succhi hanno un sapore delizioso, hanno un alto contenuto di fruttosio e di calorie inutili. Se non ti piace bere la semplice acqua, aggiungi un po' di limone, del lime o delle fragole congelate.
    • Anche una tisana calda aiuta a liberarti dalla congestione nasale mantenendoti idratato.
  9. 9
    Fai attività fisica. Questo è un decongestionante naturale. Aumenta il battito cardiaco quanto basta per farti sudare, così da liberarti dalle secrezioni nasali. Cerca di fare esercizi aerobici, come la corsa o la bicicletta, per almeno 15 minuti, per ottenere i migliori benefici e trovare sollievo dal disagio.
    • Puoi anche fare un po' di esercizio moderato, come la camminata veloce.
  10. 10
    Mangia dei cibi piccanti. Le salse piccanti, i peperoncini, il rafano e altre spezie piccanti possono aiutare a liberare il naso dal muco e alleviare la pressione nei seni nasali. Riesci a soffiarti meglio il naso, se le secrezioni sono umide e liquide; è per tale motivo che i rimedi che provocano questa reazione sono efficaci.
    • Chi ama il sushi può provare il wasabi. Questo condimento piccante allevia temporaneamente la pressione e aiuta a liberare i passaggi nasali.

Consigli

  • Se hai solo mal di testa, probabilmente non si tratta di cefalea da sinusite, perché quest'ultimo tipo, in genere, manifesta anche altri sintomi, come naso chiuso, tosse, mal di gola, senso di spossatezza e rinorrea.
  • Non fumare e non bere alcolici. Evita il fumo, compreso anche quello passivo, perché può contribuire al mal di testa da sinusite aumentando l'infiammazione dei passaggi nasali e impedendone il drenaggio. Inoltre, cerca anche di ridurre il consumo di alcol, perché provoca un ispessimento delle mucose, che a loro volta causano cefalea da sinusite.
  • Stai lontano dall'aria inquinata. L'inquinamento e gli allergeni possono scatenare questo disturbo infiammando i passaggi nasali e impedendo l'espulsione del muco.

Avvertenze

  • Sebbene sia raramente mortale, il mal di testa da sinusite può essere la conseguenza di un'infezione che richiede un trattamento accurato. I seni nasali si trovano vicino al cervello e l'infiammazione può spostarsi facilmente e colpire i tessuti del cervello o gli occhi, provocando danni permanenti.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995.

Categorie: Disturbi & Trattamenti

In altre lingue:

English: Care for a Sinus Headache, Português: Tratar uma Dor de Cabeça de Sinusite, Español: tratar un dolor de cabeza por sinusitis, Français: traiter une sinusite, Русский: лечить синусовою головную боль, 中文: 应对窦性头痛, Bahasa Indonesia: Mengatasi Sakit Kepala Sinus, Nederlands: Hoofdpijn bij holteontsteking behandelen, 한국어: 부비동 두통 관리하는 법, العربية: الاهتمام بصداع الجيوب الأنفية, Tiếng Việt: Giảm đau đầu do xoang

Questa pagina è stata letta 70 971 volte.
Hai trovato utile questo articolo?