Scarica PDF Scarica PDF

Le vene gonfie possono essere dolorose e antiestetiche. Il gonfiore è dovuto a vari fattori, anche se solitamente si manifesta in caso di ostruzione o cattiva circolazione. Le vene varicose e la tromboflebite (trombi venosi) sono fra le cause più comuni. Probabilmente hai notato che le vene si ingrossano nei pressi della superficie cutanea e provocano una sensazione dolorosa. Nella maggior parte dei casi è possibile rimediare direttamente a casa. Assicurati di intervenire subito, altrimenti la situazione peggiorerà.

Parte 1
Parte 1 di 4:
Trovare Subito Sollievo

  1. 1
    Mettiti delle calze a compressione graduata per trovare sollievo. Si tratta di calze dalla tenuta ben aderente che migliorano la circolazione esercitando pressione sulle gambe. Alcune possono essere comprate senza alcuna prescrizione, mentre per modelli più specifici bisogna rivolgersi a uno specialista [1] .
    • Segui le raccomandazioni del produttore per quanto riguarda quando e per quanto tempo devi indossare le calze a compressione. Assicurati di controllare la condizione della tua pelle sotto le calze più volte al giorno. L'età avanzata, il diabete, danni ai nervi e altri disturbi possono esporre un individuo a maggiore rischio di danni alla pelle associati a infezioni alla cute e problemi di pressione. Le calze devono essere della dimensione appropriata per la persona che li utilizza e non troppo strette.
    • Calze contenitive. Sono delle semplici calze aderenti ed esercitano una pressione minima sull'intera gamba (non una zona in particolare). Vanno bene in caso di lieve gonfiore.
    • Calze a compressione graduata che non richiedono prescrizione. Vengono vendute in farmacia e offrono una pressione più mirata. La confezione dovrebbe indicare che sono graduate.
    • Un medico può prescriverti calze a compressione specifiche, che garantiscono una pressione massima. Possono essere mirate per diverse parti delle gambe, in modo da intervenire sulle zone che più lo richiedono. Indossale seguendo le istruzioni che ti vengono date. Non interromperne l'uso senza prima aver consultato il tuo medico [2] .
  2. 2
    Solleva le gambe. Per favorire la circolazione dalle gambe al cuore, sdraiati e alza le gambe al di sopra del livello del cuore. Rimani in questa posizione per almeno 15 minuti; ripeti 3-4 volte al giorno [3] .
    • Se ti sdrai sul letto, metti dei cuscini sotto le gambe. Se ti stendi sul divano, puoi appoggiare dei cuscini su una sedia e metterla di fronte a te. Se usi una poltrona reclinabile, regolala fino a sollevare le gambe al di sopra del livello del cuore.
    • Non sollevare le gambe più di 6 volte al giorno: ricorda che questa procedura esercita molta pressione sulle pareti venose.
  3. 3
    Combatti il gonfiore con farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Danno sollievo bloccando il rilascio di prostaglandine, responsabili dell'ingrossamento e del dolore. È importante prenderli a stomaco pieno per evitare mal di pancia e iperacidità [4] .
    • Non iniziare a prenderli senza prima aver consultato il tuo medico. Può raccomandarti le dosi giuste per trovare sollievo, senza eccessi. Assumerli per più di 2 settimane può causare effetti collaterali come ulcere gastriche o intestinali.
    • Alcuni dei FANS più comuni includono ibuprofene, naprossene e ketoprofene.
  4. 4
    Considera altri medicinali. Se soffri di tromboflebite è possibile che il medico ti prescriva dei farmaci per fluidificare il sangue o sciogliere i trombi. Essendo venduti su prescrizione, devi parlarne con uno specialista per capire se fanno al caso tuo [5] .
    • I medicinali che fluidificano il sangue prevengono i trombi e migliorano la circolazione. Alcuni dei più comuni sono l'eparina, il fondaparinux, il warfarin e il rivaroxaban.
    • I farmaci che sciolgono i trombi agiscono su quelli già esistenti. Solitamente vengono prescritti per i casi più gravi. Uno dei medicinali più usati è l'alteplase, che dissolve appunto i trombi già formati.
  5. 5
    Combatti il gonfiore con rimedi naturali. Se per un motivo o per un altro non puoi prendere FANS, considera delle soluzioni naturali. Prima però parlane con il tuo medico, per assicurarti che le dosi siano corrette ed evitare complicazioni [6] .
    • L'estratto di radice di liquirizia può essere usato per via orale o topica. Assicurati di diluirlo correttamente. Va evitato in caso di patologie cardiovascolari, tumori sensibili agli ormoni (seno, ovaie, utero o prostata), pressione alta, diabete, malattie epatiche o renali, potassio basso, disfunzione erettile, gravidanza o allattamento [7] .
    • Prima di usare un metodo che sfrutta la compressione, come compresse o calze, applica della calendula sulla zona interessata.
    • Anche i sali di Epsom possono attenuare il gonfiore. Versane 1-2 tazze nella vasca da bagno e lasciali sciogliere prima di immergerti. Non devi usarli per lavarti: siediti e rilassati [8] . Fai almeno un bagno alla settimana, oppure un pediluvio ai sali di Epsom tutti i giorni.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 4:
Stretching per Favorire la Circolazione

  1. 1
    Se sei rimasto seduto a lungo, fai stretching. Se lavori alla scrivania, viaggi in macchina/aereo o trascorri una buona parte della giornata seduto in casa, fai stretching diverse volte al giorno. La sedentarietà può far ingrossare le vene, in quanto fa diminuire la circolazione. Puoi provare diversi esercizi, anche da seduto [9] .
    • Mentre sei seduto, allunga le gambe davanti a te sotto la scrivania, toccando il pavimento solo con i talloni.
    • Piega le dita dei piedi puntandole verso di te e mantieni la posizione per 30 secondi. Dovresti sentire tensione nei polpacci, ma mai dolore.
    • Punta i piedi verso l'esterno e mantieni la posizione per 30 secondi. Sentirai tensione nella zona anteriore della gamba, ma assicurati che non sia doloroso.
  2. 2
    Allunga il torace un paio di volte al giorno. Non devi stirare solo le gambe. Questo esercizio è utile per i muscoli del torace, inoltre rafforza quelli della schiena e combatte la cattiva postura. Infatti, anche una postura corretta favorisce la circolazione.
    • Siediti dritto. Immagina che il torace sia tirato verso l'alto da alcuni fili attaccati al soffitto. Intreccia le dita e gira i palmi verso l'alto. Solleva il mento, inclina la testa all'indietro e guarda il soffitto. Inspira profondamente in questa posizione, espira e rilassa [10] .
  3. 3
    Approfitta di tutte le pause. Che tu sia seduto davanti alla scrivania o che stia guidando, cogli ogni opportunità che ti si presenti per alzarti. Se non dovessi averne, prenditi del tempo appositamente per fare una pausa.
    • Mentre sei in macchina, approfitta degli autogrill, delle soste al bagno o dei punti panoramici per alzarti e fare un po' di stretching. Non devi fermarti solo per fare il pieno o andare in bagno: fai una sosta quando ti va. Anche alzarti per qualche minuto può portare giovamento alle vene delle gambe.
    • Quando sei al lavoro, cerca la scusa di alzarti nel corso della giornata. Invece di mandare un'e-mail, cammina fino alla scrivania o all'ufficio della persona con cui vuoi parlare. In pausa pranzo, vai a mangiare da qualche parte invece di rimanere seduto alla scrivania [11] .
    • Può essere molto difficile in volo, ma se il viaggio è lungo cerca di alzarti e camminare fino al retro dell'aereo. Vai anche al bagno.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 4:
Cambiare Stile di Vita

  1. 1
    Riconosci i sintomi delle vene gonfie. Dal momento che ne soffri, probabilmente conosci già molti sintomi. Se li accusi, dovresti rivolgerti a un medico e iniziare un trattamento. Prima intervieni, prima troverai sollievo. Tali sintomi si manifestano solo nelle zone ingrossate [12] .
    • Alcuni dei sintomi più comuni includono sensazione di gonfiore, pesantezza e indolenzimento alle gambe, leggero gonfiore a carico di piedi o caviglie e prurito. Probabilmente osserverai anche un ingrossamento manifesto delle vene, in particolare sulle gambe.
    • Sintomi più gravi includono gonfiore e dolore alle gambe o ai polpacci dopo essere stato in piedi o seduto a lungo, alterazioni cutanee nella zona di gambe o caviglie, secchezza, irritazione e desquamazione cutanea (la pelle si spacca con facilità), piaghe cutanee che non guariscono facilmente, ispessimento e indurimento della pelle di gambe/caviglie.
  2. 2
    Evita di stare in piedi a lungo. Ciò affatica le gambe, quindi rischi di accusare dolore e soffrire di cattiva circolazione. Cerca di prenderti una pausa e sederti regolarmente [13] .
    • Non incrociare le gambe quando ti siedi. Se possibile, tienile sollevate per favorire la circolazione. Quando ti sdrai, sollevale sul livello del cuore per combattere il gonfiore.
  3. 3
    Non sederti con le gambe incrociate al livello delle ginocchia. In questa posizione ostacolerai la circolazione e le vene della parte inferiore del corpo si dilateranno (perché il drenaggio venoso diretto al cuore verrà limitato) [14] .
  4. 4
    Fai esercizio fisico. Cerca allenamenti che stimolino i muscoli delle gambe. Ciò farà in modo che il sangue rifluisca verso il cuore e nel resto del corpo, esercitando meno pressione sulle vene delle gambe [15] .
    • A chi soffre di questo problema si raccomandano esercizi come camminata, jogging e nuoto. Quest'ultimo è particolarmente efficace perché mantiene il corpo in orizzontale, quindi è più difficile che il sangue si accumuli nelle gambe e faccia ingrossare le vene.
  5. 5
    Perdi peso. Se hai dei chili di troppo, dovresti provare a dimagrire per trattare le vene gonfie. In una persona sovrappeso viene esercitata una maggiore pressione sulla parte inferiore del corpo, gambe e piedi inclusi. Ciò può causare un maggiore afflusso di sangue nella zona, quindi rigonfiamento delle vene [16] .
    • Per dimagrire in modo sano, controlla la tua alimentazione. Limita le porzioni e cerca un buon equilibrio. Scegli proteine magre, prodotti lattiero-caseari scremati, cereali integrali, fibre, oli sani, frutta e verdura fresca. Evita dolciumi, cibi fritti, lavorati, ricchi di grassi trans o idrogenati [17] .
    • Parla con un nutrizionista per valutare i tuoi obiettivi di dimagrimento. Ti dirà se sono realistici o gestibili e ti guiderà meglio per raggiungerli. Ti darà anche una mano a preparare un piano alimentare in base ai medicinali che prendi.
  6. 6
    Smetti di fumare. Oltre a essere dannoso in generale, il fumo può anche aumentare la pressione nelle vene. Alcune sostanze incidono negativamente sui vasi sanguigni, pareti venose incluse. Meglio smettere, in modo che le vene non si dilatino troppo e non si gonfino [18] .
    Pubblicità

Parte 4
Parte 4 di 4:
Trattamenti Chirurgici

  1. 1
    Rivolgiti al tuo medico per chiedergli delucidazioni sulla scleroterapia. È una procedura relativamente indolore che consiste nell'iniettare una soluzione chimica o salina nelle vene per indurre l'obliterazione fibrosa. È efficace per le vene varicose o a ragnatela di minori dimensioni. Possono essere necessarie diverse sedute, da fare ogni 4-6 settimane. A trattamento ultimato, le gambe verranno bendate con una fascia elastica per diminuire il gonfiore [19] .
    • Esiste anche un trattamento chiamato microscleroterapia, specifico per le vene a ragnatela. Consiste nell'usare un ago molto sottile per iniettare una sostanza chimica liquida nelle vene.
  2. 2
    Considera il laser, una procedura generalmente usata solo per le vene varicose piccole. Il laser viene applicato sulla pelle che si trova nella zona della vena ingrossata. Genera un'energia tale da riscaldare il tessuto venoso, distruggendo tutti gli elementi ematici nelle vicinanze. Successivamente, la vena ingrossata viene ostruita e chiusa. Il corpo la riassorbirà dopo qualche tempo [20] .
  3. 3
    Informati sull'ablazione venosa. Consiste nel trattare le vene con un calore intenso e può essere eseguita con la radiofrequenza o il laser. Il medico bucherà la vena, vi infilerà un catetere fino all'inguine e vi applicherà del calore. Il calore chiuderà e distruggerà la vena, che nel tempo scomparirà [21] .
  4. 4
    Informati sulla flebectomia ambulatoriale. È una procedura chirurgica che consiste nel fare minuscole incisioni cutanee per rimuovere vene di piccole dimensioni. Per asportarle dalla gamba, il medico si servirà di un apposito uncino. È un trattamento efficace per vene a ragnatela o comunque di piccole dimensioni [22] [23] .
    • In casi normali, è un intervento chirurgico ambulatoriale in anestesia locale, quindi rimarrai sveglio durante la procedura. Potresti osservare delle leggere contusioni.
    • La flebectomia può essere eseguita insieme ad altre procedure, ablazione inclusa. Il tuo chirurgo saprà se è il caso di associarla ad altri trattamenti [24] .
  5. 5
    Informati sullo stripping venoso. È una procedura invasiva solitamente eseguita nei casi di vene varicose più gravi. Dopo l'anestesia, il chirurgo eseguirà delle piccole incisioni cutanee per asportare le vene dalla gamba. Dovresti assistere a un recupero completo nel giro di 1-4 settimane [25] .
    • Pur asportando le vene, questa operazione non influisce affatto sulla circolazione, che resterà a carico di altre vene situate a una maggiore profondità nelle gambe.
    Pubblicità

Consigli

  • Non sentirti in imbarazzo quando fai stretching in pubblico, per esempio sull'aereo o in ufficio. Nel lungo termine ti darà talmente tanti benefici che ne vale assolutamente la pena.
  • Quando fai stretching, non arrivare al punto di sentire dolore. Questi esercizi danno generalmente una lieve sensazione di fastidio che diventa tollerabile e piacevole una volta che ci si abitua.
Pubblicità

Avvertenze

  • Le vene varicose sono una tipologia comune di gonfiore e certi soggetti sono più predisposti a soffrirne. Ecco alcuni fattori di rischio: invecchiamento, essere di sesso femminile, avere valvole difettose dalla nascita, obesità, gravidanza, aver avuto trombi in passato o casi di vene varicose in famiglia [26] .
  • In caso di trombi, questi possono arrivare fino ai polmoni, causando una grave embolia polmonare. È un fenomeno raro, ma dovresti discuterne con il tuo medico [27] .
Pubblicità

wikiHow Correlati

Liberarsi delle Vene VaricoseLiberarsi delle Vene Varicose
Prevenire le Vene VaricosePrevenire le Vene Varicose
Avere Gambe PerfetteAvere Gambe Perfette
Prevenire la Comparsa dei CapillariPrevenire la Comparsa dei Capillari
Migliorare la Circolazione SanguignaMigliorare la Circolazione Sanguigna
Far Scrocchiare la Parte Bassa della Schiena
Trattenere la PipìTrattenere la Pipì
Riconoscere i Sintomi dell'HIVRiconoscere i Sintomi dell'HIV
Scrocchiarsi la Schiena AltaScrocchiarsi la Schiena Alta
Controllare i LinfonodiControllare i Linfonodi
Rallentare il tuo Battito Cardiaco
Evitare il Mal di Stomaco quando si Assumono gli AntibioticiEvitare il Mal di Stomaco quando si Assumono gli Antibiotici
Sentirsi Meglio Dopo il VomitoSentirsi Meglio Dopo il Vomito
Liberarsi Velocemente delle EmorroidiLiberarsi Velocemente delle Emorroidi
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Timothy Sherman, RN
Co-redatto da:
Infermiere Registrato
Questo articolo è stato co-redatto da Timothy Sherman, RN. Timothy Sherman lavora come Infermiere Registrato in Texas. Si è laureato in Scienze Infermieristiche alla Wichita State University nel 2012. Questo articolo è stato visualizzato 89 641 volte
Questa pagina è stata letta 89 641 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità