Scarica PDF Scarica PDF

Quando indossi un paio di scarpe nuove o fai dei lavori di giardinaggio, può capitare di procurarsi delle vesciche. Si tratta di piccole bolle o sacche di fluido che resta intrappolato fra gli strati esterni della pelle; possono essere generate da attrito, scottature, infezioni, dal freddo o dall'esposizione a sostanze chimiche (farmaci inclusi). Se devi prenderti cura di una vescica infetta (piena di liquido giallastro o verdastro), devi monitorarla accuratamente man mano che migliora; sebbene sia possibile in certi casi trattarla a casa, nelle situazioni più gravi è necessario l'intervento del medico.

Parte 1 di 3:
Drenare una Vescica Infetta a Casa

  1. 1
    Valuta se è il caso di drenare la bolla. In genere, non dovresti rompere quella che non si apre spontaneamente, per evitare di aggravare la situazione e causare un'infezione; tuttavia, se si trova su un'articolazione o una zona soggetta a pressione, dovresti drenarla.[1]
    • Eliminando il pus, riduci la pressione e di conseguenza il dolore; ricorda che devi controllare la vescica, tenerla fasciata e pulita dopo averla drenata.
  2. 2
    Pulisci la zona. Per evitare di diffondere l'infezione, lava le mani e la vescica; strofina la pelle circostante con alcol denaturato o una soluzione a base di iodio per uccidere tutti i batteri.[2]
    • Dovresti anche disinfettare l'ago strofinandolo con l'alcol, lo iodio oppure tenendolo su una fiamma per un minuto.
  3. 3
    Fora la bolla. Prendi l'ago sterilizzato e buca la base della vescica in diversi punti, per permettere al liquido di uscire; non esercitare troppa pressione per evitare che la bolla scoppi.[3]
    • Vale la pena prendere un batuffolo di cotone o una garza per assorbire e pulire via il fluido o il pus;
    • Lava la zona con acqua ossigenata, soluzione salina o acqua e sapone; evita l'alcol o lo iodio perché irritano la ferita.
  4. 4
    Spalma una pomata. Dopo aver drenato la bolla, puoi notare che la pelle è diventata molle e cadente. Non devi però staccarla, perché potresti danneggiare la ferita e peggiorare l'infezione; cerca di lasciarla intatta quanto più possibile e applica una pomata antibiotica.[4]
  5. 5
    Copri la zona con una fasciatura. Si tratta tecnicamente di una ferita che devi proteggere con un cerotto o un bendaggio. Puoi anche utilizzare una garza, ma ricorda che la cosa importante è cambiare la medicazione ogni giorno per permettere alla vescica di guarire.[5]
    • Lavati sempre le mani prima e dopo aver cambiato il bendaggio;
    • Togli la medicazione ogni giorno prima di fare il bagno e lascia che l'acqua lavi la bolla durante la doccia; asciuga la zona tamponando e metti nuovamente la benda.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Usare Rimedi Naturali non Verificati

  1. 1
    Applica un impasto di aglio. Schiaccia uno spicchio e riducilo in una sorta di purea; in alternativa, puoi comprare la pasta, ma accertati che non contenga troppi ingredienti diversi. Spalmalo direttamente sulla vescica; valuta di mescolarlo con un po' di olio di ricino per facilitare l'applicazione.
    • L'aglio è un antibiotico naturale che uccide i batteri o i virus che possono infettare la vescica.[6]
  2. 2
    Usa il gel di aloe vera. Applicane alcune gocce sulla bolla; se stai usando la linfa appena estratta dalla pianta, puoi strizzare una foglia direttamente sopra la pelle e spalmare il gel che ne fuoriesce. Se opti per un prodotto commerciale, scegline uno che annoveri il gel di aloe vera come primo ingrediente sulla lista e che non contenga eccipienti.
    • L'aloe possiede delle sostanze antinfiammatorie e antibiotiche naturali che trattano l'infezione e contemporaneamente idratano la pelle.[7]
  3. 3
    Spalma l'olio di melaleuca sulla bolla. Scegline uno puro e mettilo direttamente sulla zona interessata. Vale la pena inumidire un cotton fioc con una goccia di olio e tamponarlo sulla vescica; in alternativa, puoi comprare una pomata a base di quest'olio.
    • Si tratta di una sostanza antibatterica, antimicrobica e antinfiammatoria, sebbene siano necessarie ulteriori ricerche per quantificarne l'efficacia contro le infezioni batteriche, fungine e virali.[8]
  4. 4
    Applica delle erbe bagnate sulla pelle. Prendi un pizzico di origano o timo e aggiungilo a mezzo cucchiaino di acqua molto calda. Lascia il materiale vegetale in ammollo finché non aumenta di volume; aspetta quindi che l'impasto si raffreddi e applicalo direttamente sulla bolla. Entrambe queste piante aromatiche vengono usate tradizionalmente contro le infezioni.[9]
    • Se riesci a trovare del verbasco, dell'achillea millefoglie o della piantaggine maggiore nei dintorni, prendine alcune foglie (o i fiori, nel caso del verbasco) e schiacciale per ridurle in pasta; aggiungi qualche goccia di olio di ricino per rendere il composto più facile da spalmare. Ricopri la vescica con questa miscela dalle proprietà antinfiammatorie.[10]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Prendersi Cura di una Vescica Infetta

  1. 1
    Presta attenzione ai segni di infezione. Se la vescica si è infettata, si riempie di un liquido torbido, giallastro o verdastro; la pelle circostante è arrossata e potrebbe essere gonfia o dolente. Se hai più di tre o quattro bolle di questo tipo, non curarle a casa, ma vai dal medico.[11]
    • Se noti delle strisce rosse sulla pelle che partono dalla bolla, c'è una continua fuoriuscita di liquidi, provi dolore attorno alla vescica o hai la febbre, potrebbe trattarsi di una grave infezione come la linfagite;[12] in questo caso, devi contattare il dottore.
  2. 2
    Mantieni la pelle asciutta e pulita. Le vesciche possono formarsi a causa del sudore che resta intrappolato sotto la pelle. Se ti alleni o sudi molto, fai subito una doccia o risciacqua via il sudore; un sapone neutro è più che sufficiente per tenere a bada le infezioni. Al termine, asciuga la pelle tamponandola delicatamente.
  3. 3
    Non irritare la zona. Se la vescica non si è aperta, fai in modo che resti intatta. Valuta di usare un cerotto salvapelle, una benda o della vaselina per evitare che le scarpe o le altre parti del corpo esercitino attrito sull'area sofferente; se la vescica si trova sulla mano, indossa dei guanti.
    • Anche la pelle umida può generare frizione e peggiorare la situazione. Puoi cospargere la zona circostante la vescica con della polvere di talco o cloruro di alluminio per mantenerla asciutta.[14]
  4. 4
    Se la situazione non migliora, rivolgiti al medico. Se hai una o due vesciche, probabilmente puoi curarle a casa; ma se sono numerose, grandi o sono diffuse sul corpo, devi andare immediatamente dal medico. Contattalo anche nel caso soffrissi di bolle dolorose, infiammate o ricorrenti;[15] in questo caso, potresti avere una patologia grave che richiede cure diverse, ad esempio:
    • Pemfigo volgare: una malattia dermatologica cronica;
    • Pemfigoide bolloso: una patologia autoimmune della pelle;
    • Dermatite erpetiforme di Duhring: un'eruzione cutanea cronica.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Trattenere la PipìTrattenere la Pipì
Far Scrocchiare la Parte Bassa della Schiena
Riconoscere i Sintomi dell'HIVRiconoscere i Sintomi dell'HIV
Liberarsi di un'Unghia IncarnitaLiberarsi di un'Unghia Incarnita
Controllare i LinfonodiControllare i Linfonodi
Rallentare il tuo Battito Cardiaco
Capire Se Hai un'Intolleranza all'AlcoolCapire Se Hai un'Intolleranza all'Alcool
Rimuovere una Cisti SebaceaRimuovere una Cisti Sebacea
Migliorare la PosturaMigliorare la Postura
Sentirsi Meglio Dopo il VomitoSentirsi Meglio Dopo il Vomito
Trattare una Cisti Sebacea infettaTrattare una Cisti Sebacea infetta
Liberarsi Velocemente delle EmorroidiLiberarsi Velocemente delle Emorroidi
Scrocchiarsi la Schiena AltaScrocchiarsi la Schiena Alta
Evitare il Mal di Stomaco quando si Assumono gli AntibioticiEvitare il Mal di Stomaco quando si Assumono gli Antibiotici
Pubblicità

Riferimenti

  1. http://www.mayoclinic.org/first-aid/first-aid-blisters/basics/art-20056691
  2. http://www.mayoclinic.org/first-aid/first-aid-blisters/basics/art-20056691
  3. http://www.mayoclinic.org/first-aid/first-aid-blisters/basics/art-20056691
  4. http://www.mayoclinic.org/first-aid/first-aid-blisters/basics/art-20056691
  5. http://www.mayoclinic.org/first-aid/first-aid-blisters/basics/art-20056691
  6. http://medherb.com/Materia_Medica/Allium_sativum_-_Antibiotic_and_Immune_Properties.htm
  7. Hamid Nasri, Mahmoud Bahmani, Najmeh Shahinfard, Atefeh Moradi Nafchi, Shirin Saberianpour, Mahmoud Rafieian Kopaei, Medicinal Plants for the Treatment of Acne Vulgaris: A Review of Recent Evidences. Jundishapur J Microbiol. 2015 November; 8(11): e25580.
  8. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1360273/
  9. Priyam Sinha, Shruti Srivastava, Nidhi Mishra, Narayan Prasad Yadav, New Perspectives on Antiacne Plant Drugs: Contribution to Modern Therapeutics,Biomed Res Int. 2014; 2014: 301304.

Informazioni su questo wikiHow

Jonas DeMuro, MD
Co-redatto da:
Specialista in Chirurgia delle Emergenze e dell'Area Critica
Questo articolo è stato co-redatto da Jonas DeMuro, MD. Il Dottor DeMuro lavora come Chirurgo Specializzato in Chirurgia delle Emergenze e dell’Area Critica Iscritto all’Albo degli Specialisti a New York. Si è laureato in Medicina presso la Stony Brook University School of Medicine nel 1996. Questo articolo è stato visualizzato 32 197 volte
Questa pagina è stata letta 32 197 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità