Scarica PDF Scarica PDF

Lo strappo muscolare alla schiena è un disturbo particolarmente invalidante! Fa espiare l'idea di credersi immune al dolore. Tuttavia, c'è una buona notizia: in genere, guarisce spontaneamente. Fortunatamente, esistono rimedi per trattare la zona lesionata in modo da non sentire troppo dolore ed evitare che si infiammi eccessivamente. Di seguito troverai un elenco di strategie e cure valide che servono a lenire il dolore nella zona lombare e guarire più velocemente, in modo da poter tornare a vivere serenamente la tua vita.

Metodo 1
Metodo 1 di 11:
Applica il ghiaccio nei primi giorni dopo lo strappo.

  1. 1
    Il freddo aiuta a diminuire il gonfiore. In caso di strappo muscolare alla schiena, inizia a trattare la lesione con il freddo. Adopera un impacco di ghiaccio mettendo un asciugamano sulla zona interessata per proteggere la pelle. Posiziona l'impacco sopra l'asciugamano e lascialo agire per 15-20 minuti.[1]
    • Tenendo a bada l'infiammazione iniziale, puoi contenere anche il dolore.
    • Usa l'impacco fino a 3 volte al giorno: al mattino, nel tardo pomeriggio e circa mezz'ora prima di andare a letto.[2]
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 11:
Ricorri al calore dopo 3 giorni.

  1. 1
    Favorisce l'afflusso di sangue nell'area dolorante. Se si tratta di un infortunio poco recente o ricorrente, opta per la termoterapia al posto del freddo. Metti un asciugamano sulla zona interessata per proteggere la pelle, dopodiché posiziona un cuscinetto termico. Lascialo agire per circa 15 minuti in modo che possa alleviare il dolore, aumentare la circolazione sanguigna e favorire la guarigione.[3]
    • Non addormentarti lasciando il termoforo sulla zona lesionata! Potrebbe peggiorare la situazione o ustionare la pelle.
    • Per ottenere risultati migliori, prova ad applicarlo 3 volte al giorno.[4]

Metodo 3
Metodo 3 di 11:
Prendi antinfiammatori non steroidei (FANS).

  1. 1
    Sono in grado di lenire il dolore e l'infiammazione. I FANS includono alcuni analgesici da banco, tra cui l'ibuprofene (Brufen), il naprossene (Synflex) e l'aspirina. Comprane uno in farmacia e assumilo seguendo le indicazioni riportate nel foglietto illustrativo, in modo da diminuire il dolore e l'infiammazione.[5]
    • Se vuoi somministrare un antidolorifico a un bambino, consulta prima il pediatra.
    • Non superare le dosi raccomandate, altrimenti possono insorgere altri problemi.
    Pubblicità

Metodo 4
Metodo 4 di 11:
Riposa e abbi pazienza.

  1. 1
    Non avere fretta di guarire. In genere, lo strappo muscolare alla schiena va via spontaneamente nel giro di poche settimane. Evita di stancarti fisicamente o sollevare oggetti pesanti, e dai alla schiena il tempo necessario per guarire.[6]
    • Aspetta che il dolore sia scomparso completamente prima di riprendere le tue normali attività quotidiane, in particolare se ti alleni o pratichi sport. Non devi farti male di nuovo o peggiorare ulteriormente il trauma.

Metodo 5
Metodo 5 di 11:
Non restare immobile per troppo tempo.

  1. 1
    Un po' di attività fisica ti aiuta a guarire. Anche se non devi strapazzarti, la sedentarietà può effettivamente prolungare i tempi di guarigione e la durata dei sintomi. Quindi, cerca di alzarti e camminare per qualche minuto, all'incirca ogni ora. Sentiti libero di svolgere attività che non favoriscono il dolore. Mantieniti in movimento per accelerare i tempi di recupero.[7]
    • Prova ad alzarti almeno una volta ogni ora. Puoi anche passeggiare per non restare steso troppo a lungo.
    Pubblicità

Metodo 6
Metodo 6 di 11:
Prova qualche esercizio di stretching.

  1. 1
    Non sforzati e fermati immediatamente se senti dolore. Inizia con un esercizio di flessione lombare sdraiandoti supino: porta entrambe le ginocchia al petto e piega la testa in avanti finché non senti la schiena allungarsi. Un'altra opzione consiste nel portare le ginocchia al petto, partendo supino con le piante dei piedi aderenti al pavimento. Quindi, posiziona le mani dietro un ginocchio in modo da tirarlo delicatamente verso il petto, finché non senti la schiena allungarsi. Distenditi lentamente e ripeti l'esercizio con l'altra gamba.[8]
    • Mantieni la posizione per circa 10 secondi.
    • Il medico potrebbe anche consigliarti di provare particolari esercizi di stretching.
    • Non sforzarti nel tentativo di far passare il dolore, altrimenti rischi di peggiorare la situazione. Se un movimento inizia a farti male, fermati subito.

Metodo 7
Metodo 7 di 11:
Dormi in posizione fetale.

  1. 1
    Metti un cuscino tra le gambe per creare un ulteriore supporto. Dormendo supino, rischi di sollecitare eccessivamente la schiena. Sdraiati su un fianco, piegando le ginocchia verso il petto. Aggiungi un cuscino tra le gambe per stare più comodo.[9]
    • Se vuoi dormire supino, prova a mettere un cuscino o un asciugamano arrotolato sotto le ginocchia per ridurre la pressione esercitata sulla schiena.
    Pubblicità

Metodo 8
Metodo 8 di 11:
Fai un massaggio decontratturante.

  1. 1
    Può avere un effetto lenitivo. Il massaggiatore saprà manipolare correttamente i muscoli lesionati. Prendi un appuntamento presso un centro specializzato e spiega il punto in cui è localizzato il trauma. Con questo trattamento è possibile alleviare la tensione, rilassare i muscoli e migliorare la circolazione sanguigna nell'area interessata, oltre che attenuare il dolore.[10]
    • Non chiedere a una persona inesperta di massaggiare la schiena, altrimenti potrebbe peggiorare la situazione.
    • Cerca su Internet un massaggiatore nelle tue vicinanze oppure chiedi consiglio al tuo medico.

Metodo 9
Metodo 9 di 11:
Rivolgiti a un chiropratico.

  1. 1
    Secondo alcune ricerche, la chiropratica contribuisce ad alleviare il mal di schiena. I chiropratici sono specializzati nella manipolazione manuale della colonna vertebrale, ovvero eseguono dei trattamenti di tipo manipolativo con cui vanno a massaggiare e correggere correttamente la schiena. Prendi un appuntamento per consultarne uno e spiegargli il tuo problema. Tratterà la zona lesionata in modo da restituire il benessere alla tua schiena.[11]
    • Il chiropratico è un'ottima scelta anche nel caso in cui tu preferisca un trattamento più naturale.
    • Inoltre, è in grado di consigliarti e insegnarti esercizi di stretching adatti ad alleviare lo strappo lombare.
    Pubblicità

Metodo 10
Metodo 10 di 11:
Consulta un agopuntore.

  1. 1
    L'agopuntura rappresenta un approccio olistico che incide sui sintomi. Consiste nell'inserimento di aghi molto sottili in punti specifici del corpo. Sebbene gli studi sull'argomento non permettano di trarre conclusioni definitive, sulla base di alcune evidenze è considerato un trattamento utile contro il mal di schiena, che può dimostrarsi efficace se non mostri segni di miglioramento con altri metodi. Trova un agopuntore nelle tue vicinanze e prendi appuntamento per un consulto.[12]
    • Puoi trovare un agopuntore tramite Internet. Anche il tuo medico curante potrebbe consigliartene uno.

Metodo 11
Metodo 11 di 11:
Rivolgiti al medico se il dolore persiste.

  1. 1
    Potrebbe prescriverti una terapia farmacologica o indirizzarti verso uno specialista. Se dopo una settimana non noti nessun miglioramento, recati al suo studio. Ti visiterà ed eventualmente ti prescriverà analisi ed esami per capire il tuo problema. Potrebbe anche prescriverti un antidolorifico o un antinfiammatorio oppure mandarti presso uno specialista in grado di curare efficacemente il tuo disturbo alla schiena.[13]
    • Consultalo subito se non riesci a stare in piedi o camminare, in caso di intorpidimento alle gambe, febbre alta o forte dolore addominale.
    Pubblicità

Consigli

  • Per alleviare lo strappo, potresti anche provare alcuni esercizi di yoga che consentono di allungare e allenare la schiena in modo blando.[14]
Pubblicità

Avvertenze

Pubblicità

wikiHow Correlati

Liberarsi dei Crampi alla CosciaLiberarsi dei Crampi alla Coscia
Sbarazzarsi dei Crampi alle Dita dei PiediSbarazzarsi dei Crampi alle Dita dei Piedi
Dare Sollievo alle Gambe Dopo uno Sforzo o una Lunga CamminataDare Sollievo alle Gambe Dopo uno Sforzo o una Lunga Camminata
Sconfiggere la Sindrome del PiriformeSconfiggere la Sindrome del Piriforme
Abbassare i Livelli di MiostatinaAbbassare i Livelli di Miostatina
Liberarti di un Crampo al Collo
Trattare uno Spasmo alla SchienaTrattare uno Spasmo alla Schiena
Riconoscere uno Strappo Muscolare al GinocchioRiconoscere uno Strappo Muscolare al Ginocchio
Affrontare un Crampo al PiedeAffrontare un Crampo al Piede
Alleviare il Dolore ai Muscoli della Parte Posteriore della CosciaAlleviare il Dolore ai Muscoli della Parte Posteriore della Coscia
Alleviare i Dolori MuscolariAlleviare i Dolori Muscolari
Stare in Piedi CorrettamenteStare in Piedi Correttamente
Eseguire degli Esercizi di Fisioterapia per i PiediEseguire degli Esercizi di Fisioterapia per i Piedi
Curare il TorcicolloCurare il Torcicollo
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scott Anderson, MA, ATC, SFMA, DNSP
Co-redatto da:
Specialista in Medicina dello Sport e Prevenzione delle Lesioni
Questo articolo è stato co-redatto da Scott Anderson, MA, ATC, SFMA, DNSP. Scott Anderson è il Direttore Sanitario di SyncThink, una premiata startup fondata dall'Università di Stanford. In precedenza, ha ricoperto il ruolo di Direttore di Medicina dello Sport/Preparazione Atletica per 10 anni, nello specifico dal 2007 al 2017. Ha oltre 18 anni di esperienza clinica e manageriale. È inoltre un riconosciuto relatore internazionale su tematiche di specializzazione clinica, che includono chinesiologia dello sviluppo, neuroscienze/traumi e disfunzioni del movimento. Le sue certificazioni e specializzazioni avanzate includono Stabilizzazione Neuromuscolare Dinamica (DNS), Sicurezza nello Sport, Valutazione del Movimento Funzionale Selettivo (SFMA) e Scrutinio dei Movimenti Funzionali (FMS). Ha conseguito una laurea di primo livello in Formazione Atletica alla Washington State University nel 2000 e una laurea di secondo livello in Amministrazione Atletica presso il Saint Mary's College nel 2002. Questo articolo è stato visualizzato 255 192 volte
Categorie: Disturbi Muscolari
Questa pagina è stata letta 255 192 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità