Come Dare le Dimissioni con Garbo

Siccome non puoi essere sicuro di quando i tuoi futuri datori di lavoro chiameranno per chiedere referenze o verificare una determinata esperienza lavorativa, un impiego va lasciato nel modo più pacifico possibile, con eleganza e dignità. Questo è importante da ricordare qualunque sia il motivo per cui lo fai, per quanto la causa sia dovuta a un conflitto. Quando sei sicuro di volertene andare da un'impresa, prepararti alle dimissioni e darle con rispetto e dignità ti garantisce un procedimento che avverrà nel modo più professionale e garbato possibile.

Metodo 1 di 2:
Prepararti a Dimetterti

  1. 1
    Determina i dettagli per assicurarti di non tentennare. Prima di annunciare le dimissioni, devi mettere in ordine i tuoi piani. L'ultima cosa che vuoi è dare informazioni false o tutt'altro che definitive mentre cerchi di andare via.
    • Se non ordini tutto nel dettaglio, per l'attuale datore di lavoro può essere più difficile assumere un sostituto e riorganizzarsi dopo le tue dimissioni.
    • Una situazione del genere potrebbe portarti a mettere fine negativamente al rapporto lavorativo, con cattive referenze e/o rischiando di essere effettivamente licenziato invece di andartene di tua volontà.
    • Devi essere assolutamente sicuro di voler dare le dimissioni. Che tu abbia trovato lavoro altrove o che te ne stia andando per altri motivi, è importante attenerti al piano dopo aver fatto l'annuncio.
  2. 2
    Per andartene senza problemi, dai il preavviso in base a quanto previsto dal contratto. Stabilisci esattamente quale sarà l'ultimo giorno di lavoro e informa l'impresa in anticipo, seguendo la politica aziendale. Per il tuo datore di lavoro attuale e per quello futuro (se dovesse essercene uno), è più importante sapere la data precisa in cui lascerai questo impiego.
    • Per la maggior parte delle compagnie e delle posizioni, mandare il preavviso nei tempi previsti è consuetudinario e accettabile.
    • Tuttavia, la compagnia potrebbe richiedere più tempo a causa di esigenze aziendali specifiche.
    • Per esempio, se sei l'unica persona che lavora nel dipartimento di informatica, probabilmente ti verrà chiesto di fermarti qualche tempo in più per consentire al datore di lavoro di trovare un sostituto.
  3. 3
    Chiedi un periodo di pausa per occuparti di questioni private. Se devi risolvere un problema personale, assicurati di comunicare le date o i tempi necessari che ti serviranno per trovare una soluzione prima delle dimissioni.
    • Per esempio, se ti trasferirai in un altro posto o darai le dimissioni per una malattia, il capo potrebbe essere flessibile e offrirti del tempo per occuparti delle questioni private.
  4. 4
    Cerca di andare al lavoro fino all'ultimo giorno. Dopo aver dato le dimissioni, potrebbe essere difficile rimanere per il tempo restante. Ciò può essere dovuto a molte ragioni, come essere stufo di questo impiego o ansioso di iniziarne uno nuovo.
    • Se lasci l'impiego attuale prima del giorno in cui dovresti farlo, è probabile che questo comportamento verrà considerato un'insubordinazione.
    • Ciò ti escluderà da una possibile riassunzione futura e spingerà il capo a dare cattive referenze sul tuo conto.
  5. 5
    Scrivi una lettera di dimissioni e firmala. Una comunicazione di questo tipo generalmente è molto breve e diretta. Ecco cosa dovresti scrivere:
    • Inizia con un saluto formale rivolto al supervisore e/o alle altre persone da avvisare. Per esempio, scrivi “Gentile Signor Bianchi,”.
    • Prosegui con una frase che esprima chiaramente lo scopo della lettera, come “Le mando la presente per dimettermi dal mio incarico di responsabile del progetto...”.
    • Indica l'ultimo giorno in cui andrai al lavoro. Alla frase anteriore, aggiungi “...a partire dal 6 settembre 2014.”.
    • Ringrazia il capo per averti dato la chance di lavorare per/con lui. Per esempio, scrivi “La prego di accettare i miei ringraziamenti per avermi dato l'opportunità di maturare nuove conoscenze, competenze e abilità nel settore”.
    • Chiudi educatamente scrivendo “Grazie” o “Cordiali saluti”.
    • Scrivi il tuo nome e firmati.
  6. 6
    Fissa una riunione con il manager o le risorse umane. Innanzitutto, devi sapere chi dovresti avvisare. Probabilmente dovrai parlare con il tuo supervisore diretto.
    • Tuttavia, in alcuni casi può essere necessario che sia presente anche un membro delle risorse umane.
    • Per esempio, è necessario se te ne vai a causa di un conflitto con il supervisore o per un problema noto alle risorse umane. Una volta che ti sarai informato sulle persone che dovranno partecipare all'incontro, fissa un orario.
    • Sarebbe meglio partecipare di persona alla riunione, in modo da avere un incontro faccia a faccia nello stesso ufficio o in un altro posto.
    • Se non sei nelle vicinanze, basta una telefonata.
    • Per esempio, è preferibile se devi guidare per quattro ore o prendere un aereo solo per parlare con il supervisore.
    • Quando richiedi di fissare una riunione, non devi spiegare il motivo. Tutto quello che devi dire è “Oggi potete dedicarmi qualche minuto per discutere di una questione importante?”.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Finalizzare le Dimissioni

  1. 1
    Ringrazialo per aver trovato il tempo di vederti. Siccome sei stato tu a richiedere la riunione, dovresti controllarne l'andamento. Per impostare un tono positivo, dovresti ringraziare il datore di lavoro per averti dedicato del tempo e ascoltare cosa hai da dire.
    • Per esempio, puoi dire “So che oggi è molto impegnato, quindi la ringrazio per avermi dedicato qualche minuto del suo tempo.”.
  2. 2
    Dai la notizia. Ti basta dire che hai deciso di lasciare la compagnia. Sebbene non sia obbligatorio, puoi anche fornire una breve spiegazione, ammesso che questo non darà luogo a polemiche.
    • Per esempio, puoi dire “Ho deciso di dare le dimissioni per inseguire un'altra opportunità.” o “Ho preso la decisione di lasciare la compagnia per motivi personali.”.
    • Poi, comunica la data in cui te ne andrai dal lavoro. Come affermato prima, puoi dare il preavviso in base a quanto determinato dal contratto, a meno che non si preveda diversamente.
  3. 3
    Ringrazialo per averti dato l'opportunità di imparare e crescere con la compagnia. Molti lavori offrono grandi conoscenze ed esperienze a un dipendente, e in genere ciò permette di arricchire il proprio bagaglio e fare carriera.
    • Riconoscerlo è importante, così come lo è trasmettere gratitudine. In questo modo, lascerai una buona impressione duratura.
  4. 4
    Offriti di trovare e/o formare la persona che ti sostituirà al fine di facilitare la transizione. Se te ne vai rimanendo in buoni rapporti con l'impresa e vuoi dare una mano a individuare un sostituto, puoi proporre la tua assistenza.
    • Offrire assistenza per assumere o formare la persona che ti sostituirà toglie un bel peso di dosso al capo o alle risorse umane, che magari non conoscono approfonditamente il tuo lavoro.
    • Il datore di lavoro potrebbe non accettare l'offerta, ma questa proposta serve a dimostrare che sei gentile e leale nei confronti della compagnia.
  5. 5
    Richiedi una lettera di raccomandazione. Se te ne vai in maniera pacifica, fare questa richiesta può darti benefici. È ideale anche se in questo momento non ne hai bisogno.
    • Non puoi essere certo della quantità di referenze che potrebbe richiederti un futuro datore di lavoro.
    • Di conseguenza, è meglio richiedere una lettera di raccomandazione mentre il tuo lavoro è ancora fresco nella mente del supervisore.
  6. 6
    Fai domande sui passaggi successivi. Tutte le compagnie hanno procedure particolari da implementare quando qualcuno dà le dimissioni. Se durante l'incontro non ti vengono spiegate, dovresti chiedere.
    • Per esempio, chiedi “Come procediamo d'ora in poi?” o “Devo fare qualcosa in particolare da oggi all'ultimo giorno?”. Ecco alcune informazioni importanti da sapere:
      • Chiedi se ci sarà un colloquio finale. Questo incontro permette al dipendente che ha dato le dimissioni di fare critiche costruttive all'impresa e presentare altre opinioni.
      • Devi sapere qual è la procedura da seguire per restituire ciò che appartiene alla compagnia (telefono, macchina, computer, tablet, ecc.).
      • Devi essere a conoscenza degli eventuali documenti da firmare.
  7. 7
    Dai la lettera di dimissioni dopo averla firmata. Verso la fine dell'incontro, consegna questo documento. Dovrebbe includere i dettagli descritti prima, che avresti dovuto esprimere anche verbalmente. La lettera verrà archiviata dalle risorse umane.
  8. 8
    Evita di mentire. Devi essere sincero nel corso di tutto il procedimento che ti porta a dare le dimissioni. Se non vuoi rivelare troppo, meglio fornire informazioni vaghe o non dire assolutamente nulla.
    • Per esempio, se non vuoi spiegare che stai dando le dimissioni perché non credi che la compagnia sia etica, puoi semplicemente affermare che te ne vai per motivi personali.
    • Essere vago è meglio che mentire dicendo che devi prenderti cura di un familiare.
  9. 9
    Non elencare tutti gli aspetti negativi del lavoro. È meglio fare in modo che l'incontro sia il più positivo possibile, senza presentare la lista delle numerose caratteristiche negative che ti hanno spinto ad andartene. Comunque, se ti licenzi per un problema preciso e che vuoi spiegare, puoi esprimerlo.
    • In ogni caso, una cosa è spiegare un solo problema, un'altra illustrare una lista infinita di aspetti negativi che hanno contribuito alla tua decisione.
  10. 10
    Sii modesto per evitare di sembrare arrogante. Non gongolare visibilmente per la tua nuova professione o scelta di vita. Se sei contento di quello che succederà a livello personale o lavorativo, è naturale volerne parlare con gli altri, ma senza esagerare.
    • Infatti, durante l'incontro e prima dell'ultimo giorno, è importante esprimere il meno possibile le tue emozioni, comportandoti discretamente.
    • Se non fai che parlare della tua nuova vita, ciò potrebbe generare sensazioni negative collegate alle tue dimissioni, come risentimento o rabbia.
  11. 11
    Sii sempre cortese. In qualunque contesto ti trovi, è obbligatorio essere il più gentile e rispettoso possibile, dal momento in cui decidi di dare le dimissioni all'ultimo giorno di lavoro. Non sai assolutamente chi conosceranno o con chi interagiranno queste persone in futuro.
    • Per il bene della tua carriera e della tua reputazione, non può essere sottolineata abbastanza l'importanza di essere sempre professionale, anche quando è molto difficile riuscirci.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Questa pagina è stata letta 4 486 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità