Come Decidere Quale Piercing Fa per Te

4 Metodi:ValutazionePiercing sulle OrecchiePiercing al VisoPiercing in Altre Parti del Corpo

Decidere di farsi un piercing è sia eccitante che gratificante. Per essere sicuro che non rimpiangerai questa decisione, è importante scegliere con grande cura il punto del corpo dove farlo: deve essere un punto dove lo senti più comodo. Grazie a questo articolo, conoscerai le linee guida dei vari piercing per soppesare attentamente la tua decisione; durante la lettura troverai anche dei consigli, oltre all'indicazione di vantaggi e svantaggi per ogni tipo di piercing.

1
Valutazione

  1. 1
    Considera quanto sarà visibile il piercing. Quelli all’orecchio o sul viso si notano moltissimo e per qualcuno potrebbero essere fonte di problemi al lavoro o a scuola. Se stai pensando a questo genere di body art, accertati che non sarai costretto a toglierlo al lavoro o a lezione.
    • Se stai pensando di fartene uno, prova a valutare anche le tecniche per coprilo. A volte, gli istituti scolastici ti consentono di averne uno, purché lo copri con un piccolo cerotto durante la fase di guarigione.
  2. 2
    Prova dei piercing temporanei. Si tratta di anelli che puoi agganciare nel punto in cui vorresti fare il vero piercing; questo ti permette di valutare l’idea e di abituarti alla sua presenza.
    • Se non hai un gioiello a clip, allora puoi utilizzare delle piccole perline adesive o uno strass che si possa incollare al viso con un adesivo atossico. Anche se può sembrare un po’ sciocco, questo semplice stratagemma ti permette di valutare il piercing allo specchio da diverse angolazioni.
    • Mostralo in pubblico, se vuoi. Chiedi l’opinione delle altre persone. Guardati allo specchio per tutto il giorno, così da considerare anche l’effetto del gioiello in base ai cambiamenti di luce. Alla fine della giornata hai qualche dubbio sul punto che hai scelto? Se così fosse, puoi ripetere questo passaggio finché sarai soddisfatto.
  3. 3
    Scatta una fotografia. Falla sia di fronte che da entrambi i lati. Controlla il tuo aspetto con il piercing. Carica la foto sui social network e chiedi agli amici cosa ne pensano. Accertati che sia ben visibile, con una buona luce.
    • Carica l’immagine in un programma di fotoritocco. Puoi usare anche solo Paint, oppure qualcosa di avanzato come Photoshop. In alternativa affidati a un programma online come pixlr.com.
    • Se non hai un gioiello a clip, metti un piccolo punto nero (o l’immagine di un anello oppure di una barretta da piercing) sulla foto del tuo viso. Fai un passo indietro e valuta il risultato che vedi sul monitor del computer. Modifica il punto in cui hai messo il piercing finché non sei sicuro di dove lo vuoi. Fai diversi tentativi.
  4. 4
    Pensa alle tue imperfezioni. Per quanto strano possa sembrare, puoi sfruttare il piercing per distogliere l’attenzione o enfatizzare certe caratteristiche che tu consideri dei difetti. Per esempio, un naso tozzo o irregolare può essere facilmente “camuffato” con un piercing alla narice. Non ti piace la forma delle tue sopracciglia? Prova a mettere un anellino o ad attirare l’attenzione su altre zone del viso, per esempio con un piercing al labbro.
  5. 5
    Dormici sopra. Non prendere alcuna decisione affrettata. Concediti un paio di settimane per valutare. Continua a provare i falsi piercing e assicurati che ti piacciano. Pensa anche al lavoro necessario per mantenerlo pulito e in buone condizioni igieniche. Devi essere certo di volerlo.
  6. 6
    Chiedi consiglio a un piercer fidato e autorizzato. La persona più adatta con cui discutere di piercing e delle tue preoccupazioni ad esso correlate è proprio un body artist certificato, che abbia seguito un lungo apprendistato presso uno studio rinomato e sappia come prevenire le malattie trasmissibili con il sangue. Quando decidi di farti un piercing, affidati solo a professionisti.
  7. 7
    Se necessario, discuti della tua decisione con i tuoi genitori. Potrebbe essere necessario il loro nulla osta per procedere. In Italia non puoi sottoporti a una procedura di piercing se hai meno di 16 anni e non sei accompagnato dai tuoi genitori (tranne che per i normali fori ai lobi). Per poter decidere autonomamente, devi essere maggiorenne.

2
Piercing sulle Orecchie

  1. 1
    Valuta il classico foro alle orecchie. Si tratta del piercing più comune, e puoi vedere delle persone che lo portano sia in chiesa che nei concerti punk-rock. La maggior parte delle scuole e dei luoghi di lavoro non ha nulla da obiettare con questo genere di body art che, fra l’altro, non è neppure difficile da nascondere con un’adeguata acconciatura.
    • Aspetti positivi: si tratta di un piercing semplice, di buon gusto ed è una valida soluzione per entrare nel mondo del piercing. Se vuoi qualcosa di più audace, puoi anche fare più buchi ai lobi oppure allargare i fori già esistenti una volta che sono guariti.
    • Aspetti negativi: non è una delle scelte più “eccitanti”, se stai cercando qualcosa che ti differenzi "dalla massa". Tuttavia, resta un buon primo passo.
  2. 2
    Valuta un piercing della cartilagine dell’elice. Si tratta di un piercing piuttosto comune, versatile e relativamente indolore. Questa zona del corpo è perfetta per un piercing alla moda.
    • Aspetti positivi: si tratta di perforare una zona cartilaginea, quindi è una procedura piuttosto semplice. Inoltre è un piercing facile da mantenere pulito e, successivamente, da collegare ad altri dell’orecchio. È una scelta meno ovvia del buco al lobo e puoi decidere se applicare il gioiello nella parte alta o bassa del padiglione.
    • Aspetti negativi: è un piercing un po’ più evidente rispetto a quello del lobo, ma comunque facilmente occultabile con il giusto taglio di capelli.
  3. 3
    Cambia un po’ e sottoponiti a un piercing del trago. Questa è la porzione cartilaginea dell’orecchio che si trova davanti al canale auricolare e lo copre parzialmente come una piccola aletta. Sebbene sia una zona un po’ più difficile da forare, ti permette però di avere un piercing diverso dal solito e che si fa notare.
    • Aspetti positivi: questo è un piercing considerato più avanzato e che ti differenzia dalla massa. Un piccolo anello o una barretta di buon gusto nel trago è una bella affermazione della tua personalità. È anche leggermente doloroso, quindi puoi sfoggiare la tua resistenza.
    • Aspetti negativi: dato che la cartilagine del trago è un po’ più spessa rispetto a quella del padiglione, questo piercing fa male. L’orecchino posto in questa zona si sporca di cerume e richiede una frequente pulizia. Potrebbe essere scomodo quando indossi degli auricolari o delle cuffie.
      • La piega che si trova in prossimità del trago e che delimita la parte superiore della conca è più semplice da forare e causa meno dolore. Il risultato finale, però, è molto simile al piercing del trago. Valuta questa posizione se hai paura del dolore e sei preoccupato delle operazioni di pulizia.
  4. 4
    Piercing della conca. Questa è la zona del padiglione auricolare compresa fra l’elice e il lobo che corre lungo il bordo posteriore dell’orecchio. Anche questo è un punto molto comune per il piercing.
    • Aspetti positivi: proprio come qualunque foro all’orecchio, anche quello della conca è relativamente sicuro, guarisce in fretta ed è semplice da curare, se paragonato con i piercing del viso e del corpo. È bellissimo se si inserisce un gioiello a barretta.
    • Aspetti negativi: si tratta di uno dei piercing alle orecchie più evidenti. Si noterà moltissimo.
  5. 5
    Prendi in considerazione altre parti cartilaginee dell’orecchio. In questa parte del corpo ci sono molte pieghe, e la maggior parte può essere forata in diverse occasioni da un piercer qualificato in uno studio professionale.
    • Se vuoi un piercing all’orecchio, indossa per qualche tempo un anello a clip per valutare qual è il punto che preferisci. Lascialo in posizione per un giorno o due per capire se è proprio quello che desideri e poi chiedi al piercer qualche consiglio.

3
Piercing al Viso

  1. 1
    Piercing alla narice. Probabilmente è il tipo di piercing più comune dopo quello alle orecchie. È alla moda e molto ben accetto in quasi tutte le comunità. Si presta all’inserimento di barrette e anelli.
    • Aspetti positivi: è un piercing molto comune ed è un ottimo modo per entrare nel “mondo” dei piercing al viso. È facile da curare e guarisce relativamente in fretta.
    • Aspetti negativi: è praticamente impossibile da nascondere e non potrai toglierlo per diversi mesi durante il processo di guarigione. I gioielli a spirale sono piuttosto difficili da togliere.
  2. 2
    Piercing al setto nasale. Il setto nasale è la struttura che separa le due narici, appena sotto la cartilagine. Questa zona è sempre più popolare come punto in cui fare un piercing per varie ragioni.
    • Aspetti positivi: i piercing al setto nasale sono molto versatili e facili da nascondere. Gli anelli possono essere capovolti all’interno delle narici scomparendo completamente.
    • Aspetti negativi: con i gioielli giusti questo piercing è molto bello da vedere, ma se fai una scelta sbagliata sembrerà che hai il naso sporco. A volte è piuttosto doloroso, in base alla conformazione e alla dimensione del setto nasale.
  3. 3
    Piercing al labbro. Solitamente si preferisce un piercing appena sotto il bordo del labbro inferiore, al centro, ai lati della bocca oppure una combinazione di questi punti. A volte viene forato il labbro superiore, e in questo caso si chiama piercing "Madonna" oppure "Monroe" – in base al lato che viene scelto. Si può scegliere di forare in un solo punto oppure di applicare più piercing, in entrambi i casi si tratta di una scelta molto comune.
    • Aspetti positivi: sono disponibili molte combinazioni e varianti per i piercing alle labbra, il che significa che puoi iniziare con un solo gioiello e poi evolvere la tua body art. Se lo desideri, puoi arrivare a uno snakebite (due piercing ai lati del labbro inferiore), a un fang (due anelli ai lati del labbro che assomigliano a zanne che sporgono) oppure applicare un solo piercing, valutare se ti piace e poi aggiungerne altri in futuro.
    • Aspetti negativi: ogni piercing al labbro comporta dei rischi a livello odontoiatrico, fra cui denti scheggiati e usura dello smalto. Proprio come tutti i piercing al viso, quelli alle labbra devono essere eseguiti da un piercer abile e professionista.
  4. 4
    Piercing al sopracciglio. Questo viene considerato una dimostrazione di coraggio e virilità. Si tratta di una scelta alla moda.
    • Aspetti positivi: questo genere di piercing è molto visibile e la sua presenza è più che evidente. Viene valorizzato sia dai gioielli ad anello che quelli a barretta.
    • Aspetti negativi: è difficile da nascondere se non togliendolo o applicando un cerotto. Sta perdendo popolarità rispetto a un tempo.
  5. 5
    Piercing alla lingua. Si tratta di un tipo piuttosto avanzato di piercing facciale che la gente prende in considerazione e per il quale si fa coraggio solo quando è pronta. Non è il punto più comune per un primo piercing, ma è comunque molto diffuso per una serie di ragioni.
    • Aspetti positivi: per alcuni ha vantaggi sia estetici sia sessuali. Inoltre è facile da nascondere.
    • Aspetti negativi: è uno dei più pericolosi e dolorosi fra i piercing facciali. Esiste qualche rischio di danno ai nervi e ai vasi sanguigni se la persona che lo esegue non è un professionista esperto. Potrebbe portare a gravi conseguenze odontoiatriche.

4
Piercing in Altre Parti del Corpo

  1. 1
    Piercing all’ombelico. Uno dei piercing più comuni e più semplici da nascondere è proprio quello all’ombelico. Probabilmente è più diffuso fra le donne, e la sua bellezza è evidenziata da silhouette magre.
    • Aspetti positivi: si tratta del piercing più comune e meglio accettato dalla società.
    • Aspetti negativi: è piuttosto doloroso e richiede molte cure successive affinché non si infetti.
  2. 2
    Piercing al capezzolo. Si dice che i soldati romani si forassero i capezzoli per mostrare il proprio coraggio. Questo genere di piercing è piuttosto comune e sexy sia per gli uomini che le donne.
    • Aspetti positivi: a molte persone piacciono la stimolazione e i benefici sessuali che derivano da un piercing al capezzolo. È facile da nascondere e piuttosto alla moda.
    • Aspetti negativi: i capezzoli sono estremamente sensibili e il piercing è doloroso nel breve termine. A lungo andare la sua presenza potrebbe interferire con la produzione di latte e la possibilità per le donne di allattare al seno.
  3. 3
    Piercing in zone piatte. Le anche, la schiena, la nuca e il polso possono essere forati in diverse occasioni. Quelli “corset-style” (si applicano diversi piercing ad anello e vengono uniti con un nastro come i gancetti di un corsetto) sono molto popolari fra gli appassionati di body art e fra le persone che cercano qualcosa di diverso.
    • Aspetti positivi: sono piercing molto evidenti e spesso spettacolari, dato che il più delle volte sono difficili da togliere. Possono essere anche distribuiti sulla zona per creare un disegno sulla pelle.
    • Aspetti negativi: si tratta di piercing molto avanzati e suscettibili al rigetto. Potrebbero anche strapparsi, se esegui dei movimenti sbagliati.
  4. 4
    Piercing genitale. Le persone che amano i piercing ritengono che questo genere sia quello che offre maggior brivido e allo stesso tempo stimolazione. Per altri, si tratta solo di una prospettiva terrificante. Sebbene un piercing genitale possa offrire una stimolazione ed eccitazione sessuale in più, è anche particolarmente soggetto a infezioni, danni permanenti ai nervi e perdita di sensibilità. Rivolgiti sempre a un piercer di comprovata esperienza e serietà se desideri questo genere di piercing.
    • Le donne spesso si sottopongono a un piercing del cappuccio del clitoride con una barretta verticale, anche se è possibile una disposizione orizzontale. Sebbene esistano anche altri tipi di piercing (come la fourchette, che si applica nella parte posteriore della vulva o allo stesso clitoride), molte donne non hanno le caratteristiche anatomiche adatte e comunque si tratta di una pratica che prevede un considerevole rischio.
    • Gli uomini solitamente, si fanno inserire un piercing sul lato inferiore del frenulo, lungo il decorso dell’uretra o attraverso la punta del pene per completare quello che viene definito "Prince Albert". Esistono altri tipi di piercing come l’hafada, sullo scroto, oppure quello del prepuzio. Tuttavia, il piercer professionista deve valutare l’anatomia del cliente, oltre al fatto che alcune situazioni, come la circoncisione, giocano un ruolo decisivo sulla fattibilità o meno di un piercing genitale maschile.

Consigli

  • Prenditi cura quotidianamente di ogni piercing che hai, seguendo attentamente le istruzioni del tuo piercer: in questo modo previeni possibili infezioni. Se non lo medichi nel modo giusto, potresti avere una grave infezione e anche dover rinunciare al piercing.
  • Fai tutte le verifiche del caso in merito allo studio e al professionista a cui ti rivolgi prima di decidere di impulso di fare un piercing. Le decisioni affrettate sono quelle di cui ci si pente maggiormente, soprattutto se riguardano tatuaggi e piercing.
  • Se togli il gioiello per troppo tempo, il foro inizierà a chiudersi (completamente o parzialmente).
  • Non tentare mai di farti un piercing da solo, a meno che tu non sappia esattamente cosa stai facendo e abbia esperienza nel campo. I professionisti dovrebbero essere gli unici che applicano i piercing, dato che garantiscono il minimo dolore e rischio di infezione.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Tatuaggi & Piercing

In altre lingue:

English: Decide Which Piercing Is Best for You, Español: decidir qué piercing es mejor para ti, Português: Decidir Qual Piercing é Melhor para Você, Русский: выбрать правильный пирсинг, Deutsch: Das perfekte Piercing finden, Français: décider du piercing qui vous convient le mieux, Čeština: Jak si vybrat vhodné umístění piercingu, Bahasa Indonesia: Memilih Tindikan Terbaik, Nederlands: Beslissen welke piercing het beste bij je past

Questa pagina è stata letta 169 596 volte.

Hai trovato utile questo articolo?