Scarica PDF Scarica PDF

Capire come definire la propria personalità può essere difficile; riuscirci, però, può aiutarti a comprendere meglio te stesso e gli altri. Definendo la tua personalità, puoi pensare ai tratti positivi che ti rendono una brava persona e riflettere su quelli su cui potresti ancora dover lavorare. Ognuno ha tratti positivi e negativi, perciò definire la tua personalità può aiutarti a determinare dove eccelli e dove potresti ancora voler crescere. Puoi facilmente definire la tua personalità se decidi come descriverti e approfondisci alcuni dei sistemi più comuni e popolari utilizzati per questo scopo.

Parte 1 di 4:
Determinare come Descrivere Te Stesso

  1. 1
    Fai un elenco dei tratti della tua personalità. Con il termine “tratti”, si indicano le parti del carattere che di solito non cambiano molto nel corso del tempo.[1] Sono caratteristiche di te che possono essere positive, mentre altre potrebbero essere un po' più negative. La tua personalità è la somma di tutti questi tratti e caratteristiche, è ciò che ti rende unico. Elencare i tuoi tratti può aiutarti a definire la tua personalità.
    • Ad esempio, potresti scrivere di essere sensibile, premuroso, testardo, determinato, ambizioso, lavoratore instancabile e affidabile.
    • Usa termini che descrivono come pensi, ti comporti e ti senti in generale.[2]
    • Ad esempio, potresti includere nella tua lista: calmo, nottambulo, socievole, buon pianificatore, disponibile. Guarda online gli elenchi dei tratti della personalità che altri hanno utilizzato per definire se stessi. Scopri quali sono applicabili a te, quindi aggiungi le tue parole.
    • Includi parole che famigliari e amici usano spesso per descriverti. Ad esempio, se ti dicono sempre che sei divertente, inseriscilo nella lista. Puoi anche chiedere loro di aiutarti a trovare le parole più giuste per descriverti.
  2. 2
    Esamina il tuo atteggiamento e le tue azioni. Alcuni studi suggeriscono che la tua personalità influenza il modo in cui affronti le avversità e la tua visione della vita.[3] Altre ricerche suggeriscono che i tratti della personalità influenzano il comportamento.[4] Pertanto, osserva il tuo atteggiamento e le tue azioni per capire come definire la tua personalità.
    • Considera il tuo atteggiamento nei confronti del cambiamento. Scrivi di un cambiamento importante avvenuto nella tua vita. Ad esempio, potresti scrivere che ti sei sentito nervoso e preoccupato quando hai traslocato.
    • Pensa a come gestisci le sfide e gli ostacoli. Quindi chiediti se sei uno che corre dei rischi e come rispondi ai fallimenti o alle battute d'arresto. Annota i tratti della personalità che ti vengono in mente.
    • Ad esempio, pensa a come reagisci quando qualcuno è scortese con te. Potresti scrivere: "Dico loro con calma di smetterla e cerco di capire cosa c'è che non va".
    • Pensa alle cose che fai. Le descriveresti come attività individuali o sociali?
    • Ad esempio giardinaggio, lettura e pittura sono attività individuali. Le attività sociali includono per esempio gli sport di squadra e la partecipazione a club e organizzazioni.
  3. 3
    Scegli tre caratteristiche che ti rappresentano meglio. Pensa a tre parole che potrebbero essere usate per descrivere la maggior parte dei termini compresi nella tua lista. Queste tre parole ti aiuteranno a definire la tua personalità.[5] Esamina il tuo elenco e trova le parole che potrebbero essere utilizzate come sinonimi o per descrivere alcune delle altre parole.
    • Ad esempio, il termine “ambizioso” potrebbe riassumere l'essere determinato, laborioso e concentrato sull’obiettivo.
    • Per fare un altro esempio, i termini energico, amante del divertimento, indipendente e alla ricerca del brivido potrebbe essere riuniti nella parola "avventuroso".
    • Identifica tre parole (o comunque non più di cinque) che potrebbero dare a qualcuno un’idea generale di te.
    • Ad esempio potresti scrivere che sei estroverso, attivo e accomodante.
    Consiglio dell'Esperto
    Jessica Elliott, ACC, CEC

    Jessica Elliott, ACC, CEC

    Executive Coach Certificata
    Jessica Elliott è un'Executive Coach Certificata e imprenditrice con molteplici passioni. È la fondatrice di LIFETOX, dove organizza esperienze mirate al raggiungimento della piena consapevolezza personale e ritiri, e J Elliott Coaching, che fornisce consulenze esecutive per professionisti, team e organizzazioni. Jessica ha oltre quindici anni di esperienza come imprenditrice e più di tre anni di esperienza come executive coaching. Ha ricevuto l'accreditamento ACC (Associate Certified Coach) attraverso l'International Coaching Federation (ICF) e l'accreditamento CEC (Certified Executive Coach) attraverso la Royal Roads University.
    Jessica Elliott, ACC, CEC
    Jessica Elliott, ACC, CEC
    Executive Coach Certificata

    Prova percorsi diversi per capire te stesso ed elimina quelli che non ti servono. Consulta alcuni podcast e audiolibri, prova ad andare a un ritiro e sperimenta qualsiasi altra cosa che supporti la crescita personale, purché tu senta che fa per te. Non avere paura di sperimentare nuovi percorsi nel viaggio alla scoperta di te stesso e sappi che non puoi fallire, scoprirai solo strade alternative verso la comprensione.

    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Usare i Big Five per Definire la Personalità

  1. 1
    Prova i “Big Five” per descrivere la tua personalità. Questo metodo, popolare e ben studiato negli Stati Uniti, chiamato anche CANOE o OCEAN (dalle iniziali delle corrispondenti parole inglesi), classifica la personalità a partire da una combinazione di cinque ambiti o dimensioni: coscienziosità, gradevolezza, stabilità emotiva, apertura mentale ed estroversione.[6] L'utilizzo di questo sistema può aiutarti a definire la tua personalità utilizzando termini su cui è stata fatta una ricerca specifica e che molte persone comprendono.
    • Rispetto a ogni tratto, decidi se ti descriveresti come “molto” o “poco” aderente a quelle caratteristiche o se ti trovi in una via di mezzo.
    • Confronta il tuo elenco di tratti, atteggiamenti e comportamenti con le descrizioni dei tipi di personalità dei “Big Five” per definire la tua personalità.
  2. 2
    Determina quanto sei coscienzioso. Se sei molto concentrato sui tuoi obiettivi, organizzato, attento ai dettagli e al tuo impatto sugli altri, affidabile, puoi considerarti coscienzioso.[7] Le persone coscienziose sono poco impulsive e piuttosto razionali nelle loro azioni e nei loro programmi. Dall’altro lato, potresti essere poco coscienzioso se sei più impulsivo e spontaneo.
    • Ad esempio, se sei coscienzioso e vieni invitato a una vacanza all’ultimo momento, penseresti a quanto ti costerà o a come ti avvantaggia.
    • Una persona meno coscienziosa andrebbe in vacanza senza preoccuparsi troppo di queste cose.
  3. 3
    Esamina il tuo grado di gradevolezza. È probabile che tu ti definisca gradevole o amichevole se sei gentile, disponibile, fiducioso o se ti dai da fare per organizzare eventi e far funzionare le cose senza intoppi.[8] Potresti descriverti come meno amichevole, o antipatico, se sei più scettico e sospettoso nei confronti delle persone e guardi maggiormente ai tuoi interessi, o se ti ritrovi spesso in conflitto con gli altri.
    • Se ti capita di dire a te stesso cose come "Posso ridurre un po' della tensione in questa situazione e aiutarci a scendere a compromessi", probabilmente sei molto amichevole.
    • Pensieri cose come "Probabilmente hanno un movente segreto. Farò solo ciò che è meglio per me" sono invece caratteristici delle persone meno amichevoli.
  4. 4
    Cerca segnali che potrebbero indicare che sei nevrotico. Sii onesto con te stesso e chiediti se sei molto emotivo o sensibile, lunatico o imprevedibile e se ti lasci trascinare da emozioni intense.[9] Se piangi spesso, chiedi scusa inutilmente per le cose che fai o dici, trovi stressante il contatto fisico, questi potrebbero essere segnali di un alto livello di nevroticità. Le persone meno nevrotiche sono più calme, meno eccitabili e più stabili emotivamente.
    • Ad esempio, se cose di tutti i giorni come il traffico o perdere l'autobus rovinano completamente il tuo umore e la tua giornata, potresti essere nevrotico.
    • Se invece piccoli fastidi e contrattempi non ti impensieriscono, probabilmente sei poco nevrotico.
  5. 5
    Chiediti se sei aperto a fare nuove esperienze. Se hai una personalità aperta significa che accetti facilmente i cambiamenti, le novità e l’apprendimento di cose nuove. Sei flessibile, vedi la vita come un'opportunità per esplorare e definisci la tua personalità in base alla tua curiosità.[10] Potresti invece essere più chiuso se sei più conservatore e preferisci la routine e la tradizione alle nuove esperienze.
    • Se dici a te stesso: "Questa è un'opportunità per vivere una nuova esperienza che potrebbe trasformarsi in un'avventura epica con persone straordinarie", probabilmente hai una personalità aperta.
    • Se preferisci attenerti a un piano sicuro e prudente anziché provare quello rischioso, probabilmente sei più chiuso.
  6. 6
    Decidi se sei estroverso. Potresti definirti estroverso se sei socievole, ti piace passare il tempo con gli altri e stare in mezzo alla gente. Se invece sei più tranquillo, meno frizzante e ti piace stare da solo, potresti definirti introverso.
    • Ad esempio, sei estroverso se pensi "Come riuscirò a divertirmi? Quali nuove persone posso incontrare?" quando un tuo amico ti parla di una festa. Potresti essere introverso se preferisci restare a casa a leggere o lavorare a un progetto di bricolage piuttosto che andare alla festa.
    • Tieni presente che timidezza e introversione non sono la stessa cosa: potresti essere bravo a interagire con gli altri ma preferire comunque stare da solo; potresti voler essere socievole ma avere difficoltà a trovare un terreno comune. Considera il tuo desiderio di stare con gli altri come un indicatore.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Determinare se Hai una Personalità di Tipo A o di Tipo B

  1. 1
    Informati sulle personalità di tipo A e B. Distinguere gli individui in personalità di tipo A e di tipo B è molto popolare, soprattutto nel mondo degli affari. Alcune ricerche hanno collegato questo sistema di classificazione delle personalità alla salute e al successo.[11] Puoi definire la tua personalità capendo se sei più una persona di tipo A o di tipo B.
    • Fai un quiz online per capire il tuo tipo di personalità, come il test (in inglese) sul sito della University of North Carolina Charlotte.[12] Puoi anche dare un’occhiata alle vecchie valutazioni del lavoro per farti un'idea.
    • Confronta il tuo elenco di tratti con le caratteristiche delle personalità di tipo A e B. Cerca di capire se hai più tratti che sono di tipo A o di tipo B, tenendo presente che la maggior parte delle persone ha tratti che rientrano in entrambe le categorie.
  2. 2
    Identifica i tratti della tua personalità di tipo A. Le personalità di tipo A sono generalmente di successo, laboriose e danno molto valore al tempo. Se questo ti descrive e sei anche competitivo e orientato agli obiettivi, potresti definirti una personalità di tipo A..[13]
    • Le personalità di tipo A sono spesso anche più ostili, stressate, ansiose e impazienti rispetto a quelle di tipo B.
    • Ad esempio, se tendi a essere molto stressato ed estremamente turbato quando qualcosa ti fa fare anche solo un po' tardi, potresti essere di tipo A.
    • Per fare un altro esempio, potresti essere di tipo A se eviti senza grossi problemi una serata fuori con i tuoi amici per finire un lavoro.
    • Controlla il tuo elenco di tratti per vedere se hai menzionato parole come laborioso, motivato, impegnato, concentrato o impaziente e vedere così se sei di tipo A.
  3. 3
    Decidi se sei più una personalità di tipo B. Puoi definirti di tipo B se sei più rilassato, creativo e tollerante verso gli altri.[14] Le persone di tipo B sono speso più ritardatarie di quelle del tipo A, ma hanno anche meno ansia.
    • Osserva il tuo elenco di tratti per vedere se hai incluso i termini rilassato, accomodante, pacifico, non sempre affidabile o dotato di buona immaginazione.
    • Pensa se ti capita spesso di procrastinare quando hai incarichi o lavori da svolgere.
    • Ad esempio, preferiresti giocare a basket con i tuoi amici piuttosto che terminare un rapporto urgente?
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Esplorare Altri Modi di Definire la Propria Personalità

  1. 1
    Informati sull’indicatore Myers-Briggs. Questo sistema di analisi della personalità si basa sulla ricerca dello psicologo Carl Jung ed è ampiamente utilizzato.[15] Esso classifica la personalità secondo quattro dimensioni. Ogni dimensione ha due preferenze opposte a essa associate. Combinando la tua preferenza rispetto a ciascuna delle quattro dimensioni, definirai la tua personalità secondo uno dei 16 tipi possibili.
    • Le quattro dimensioni sono: introversione/estroversione (I/E); sensibilità/intuizione (S/N); sentimento/ragionamento (F/T); giudizio/percezione (J/P).
    • Confronta il tuo elenco personale di tratti con le tue preferenze su ciascuna delle quattro dimensioni dell’indicatore Myers-Briggs.
    • Ad esempio, il tuo elenco indica che sei più introverso o estroverso? Hai più parole relative al ragionamento o al sentimento?
    • Potresti, ad esempio, essere una personalità ISFP (introversa, sensibile, sentimentale, percettiva) basandoti sui tratti della tua lista.
  2. 2
    Trova il tuo enneagramma. Con questo sistema di classificazione della personalità ti definisci secondo nove diversi tipi di personalità.[16] Sebbene di solito ci sia una certa sovrapposizione tra i nove tipi di personalità all'interno di una persona, la maggior parte degli individui è più simile a un tipo rispetto agli altri otto.
    • Valuta il tuo elenco di tratti per capire se possono essere descritti da uno dei nove tipi di personalità secondo il sistema dell’enneagramma.
    • Cerca indizi che ti caratterizzano principalmente come un: riformatore, aiutante, realizzatore, individualista, ricercatore, lealista, entusiasta, sfidante o pacificatore.
    • Se ad esempio nella tua lista vedi tratti come mediatore, risolutore di problemi e diplomatico, potresti essere un pacificatore.
    • Visita il sito http://www.enneagraminstitute.com per saperne di più sull'utilizzo di questo sistema di classificazione della personalità.
  3. 3
    Ricorri al Keirsey Temperament Sorter. Puoi usare questo sistema per definire la tua personalità secondo quattro temperamenti o tipi: guardiano, artigiano, idealista e razionale.[17] Similmente al Myers-Briggs e ai Big Five, c'è una grande quantità di ricerche relative al sistema Keirsey.
    • Usa il tuo elenco di tratti per determinare quale dei quattro tipi di personalità, o temperamenti, ti descrive meglio.
    • Ad esempio, se nella tua lista personale hai tratti come fantasioso, pacifico e ottimista, suggeriscono che sei un idealista.
    • Molte persone combinano l’indicatore Myers-Briggs con il sistema Keirsey per definire la propria personalità.
    • Puoi fare una versione breve del questionario Keirsey sul sito http://www.keirsey.com.
    Pubblicità

Consigli

  • Non importa che tipo di personalità senti di avere, dovresti sempre lavorare per valorizzare te stesso e la tua unicità.
  • Non perdere una grande opportunità solo perché qualcosa non si adatta a come definisci la tua personalità.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Jessica Elliott, ACC, CEC
Co-redatto da:
Executive Coach Certificata
Questo articolo è stato co-redatto da Jessica Elliott, ACC, CEC. Jessica Elliott è un'Executive Coach Certificata e imprenditrice con molteplici passioni. È la fondatrice di LIFETOX, dove organizza esperienze mirate al raggiungimento della piena consapevolezza personale e ritiri, e J Elliott Coaching, che fornisce consulenze esecutive per professionisti, team e organizzazioni. Jessica ha oltre quindici anni di esperienza come imprenditrice e più di tre anni di esperienza come executive coaching. Ha ricevuto l'accreditamento ACC (Associate Certified Coach) attraverso l'International Coaching Federation (ICF) e l'accreditamento CEC (Certified Executive Coach) attraverso la Royal Roads University. Questo articolo è stato visualizzato 4 440 volte
Categorie: Personalità
Questa pagina è stata letta 4 440 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità