Come Determinare Se Ti Serve l'Apparecchio ai Denti

Molte persone associano dei denti bianchi e regolari alla salute e alla bellezza. Se però i denti non sono naturalmente dritti, puoi prendere in considerazione la possibilità di mettere un apparecchio ortodontico, sia per motivi estetici, ma anche per gestire eventuali problemi di carattere medico. Come puoi capire se i denti miglioreranno con un apparecchio? Cosa puoi fare se pensi di averne bisogno? Ci sono alcune semplici considerazioni che puoi fare per capirlo. Continua a leggere per saperne di più.

Parte 1 di 4:
Esaminare i Denti

  1. 1
    Controlla se i denti sono affollati o storti. In questo caso si può verificare la malocclusione, ossia un’errata chiusura delle arcate dentali. I segnali di pericolo sono denti che sembrano posizionati lateralmente, che si sovrappongono l'uno all'altro o quando sono parecchio sporgenti e più lontano dai denti circostanti. Generalmente l’affollamento è il problema più comune che viene affrontato con l’apparecchio.
    • Per stabilire se i denti sono affollati, puoi usare il filo interdentale. Se hai molta difficoltà a farlo scorrere tra i denti, significa che sono troppo vicini e stretti tra loro.
  2. 2
    Capisci come la malocclusione può crearti problemi. I denti affollati o che sono troppo ravvicinati tra loro possono rendere difficile una pulizia corretta anche per i dentisti. L'accumulo di placca può causare un'usura anomala dello smalto, carie e malattie gengivali.
    • Sono molti i motivi che possono causare denti storti o affollati. In alcune persone, la bocca è semplicemente troppo piccola per contenere adeguatamente tutti i denti, che quindi crescono storti e ravvicinati. In altre persone, invece, questo accade quando spuntano i denti del giudizio.
  3. 3
    Controlla se i denti sembrano troppo distanti. L’affollamento non è l'unica situazione che può causare problemi. Se ti mancano dei denti, alcuni sono troppo piccoli oppure le fessure tra loro sono grandi, la masticazione e la funzionalità mandibolare possono venirne compromesse. La spaziatura tra i denti è un altro problema comune che viene affrontato con l’apparecchio.
  4. 4
    Osserva la masticazione. Quando mastichi, i denti dovrebbero collimare perfettamente tra loro. Se vi è un grande spazio tra quelli superiori e inferiori o se una delle due arcate sporge notevolmente oltre l’altra, potresti avere dei problemi di masticazione che devono essere corretti con l’apparecchio.
    • Quando i denti superiori si chiudono anteriormente a quelli inferiori durante la masticazione, si parla di retrusione mandibolare.
    • Nel caso siano i denti inferiori a estendersi oltre l’arcata superiore durante la masticazione, si parla di protrusione mandibolare.
    • I denti superiori che sono posizionati impropriamente all'interno dell’arcata inferiore producono un morso crociato (crossbite), che può causare un’asimmetria facciale, se non viene corretto.
  5. 5
    Sappi come i problemi della masticazione possono influire sulla tua situazione. Quando le due arcate sono disallineate, aumentano le probabilità che le particelle di cibo restino incastrate tra i denti e si decompongano provocando la placca. I residui di cibo e la placca possono portare a malattia parodontale, gengivite, ascessi dentali e persino alla perdita dei denti.
    • Le arcate disallineate possono causare anche difficoltà nella masticazione, che a sua volta può provocare dolore alle mascelle e anche disturbi gastrointestinali.
    • Il disallineamento delle mascelle può causare tensione e indurimento dei muscoli, e di conseguenza anche frequenti mal di testa.
    • Una retrusione mandibolare eccessiva può portare i denti anteriori dell’arcata inferiore a danneggiare il tessuto gengivale del palato.
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Considerare Altri Sintomi

  1. 1
    Valuta se ti resta del cibo bloccato tra i denti. Solitamente, se restano dei residui di cibo tra i denti, questi diventano un rifugio per i batteri, che possono portare a malattie gengivali e carie. L’apparecchio ortodontico può aiutare a eliminare gli spazi o le fessure tra i denti dove si deposita il cibo – e di conseguenza dove proliferano i batteri.
  2. 2
    Presta attenzione all’alito. Se hai spesso un alito cattivo, o persiste anche dopo aver spazzolato i denti e usato il filo interdentale, può essere un segno che i batteri restano intrappolati tra denti storti o affollati.
  3. 3
    Ascolta come parli. Se noti una blesità, può essere dovuta alla malocclusione o ai denti disallineati. Anche in questo caso, l’apparecchio può aiutare a eliminare la pronuncia blesa riportando nella giusta posizione sia i denti che la mascella.
  4. 4
    Osserva se provi frequenti dolori alla mascella. Se la mascella non è adeguatamente allineata, può mettere ulteriore tensione sulle articolazioni temporo-mandibolari, le giunture che fissano la mascella alla testa. Se hai spesso dolore in questa zona, potrebbe essere necessario mettere l’apparecchio per allineare e riposizionare correttamente questo osso.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Valutare se Mettere l’Apparecchio

  1. 1
    Considera perché vuoi indossare l’apparecchio. Ci possono essere molte ragioni per cui le persone scelgono di metterlo. A volte si tratta semplicemente di una scelta totalmente estetica, in quanto molte persone associano i denti bianchi e dritti alla salute e alla bellezza, e non c'è niente di sbagliato nel desiderare un sorriso bianco perlato. Tuttavia, ci sono anche delle ragioni mediche per prendere in considerazione l’uso dell’apparecchio.
    • Il disallineamento della masticazione e la malocclusione (denti storti e/o affollati che impediscono una corretta chiusura delle due arcate) sono le cause più comuni che motivano l’apparecchio.
  2. 2
    Stabilisci se sei disposto a vivere con l’apparecchio. Se sei un adulto, di solito devi indossarlo costantemente per 12-20 mesi mediamente. Invece la maggior parte dei bambini e degli adolescenti deve portarlo per circa 2 anni. Inoltre è abbastanza probabile che sia anche necessario indossare un apparecchio di contenzione (o mantenimento) per diversi mesi, una volta tolto quello ortodontico. Assicurati di essere pronto per un impegno di questo tipo a lungo termine.
    • Può anche verificarsi il caso in cui gli adulti debbano indossare l’apparecchio per un tempo più lungo rispetto ai bambini e ragazzi. Inoltre, dato che le ossa facciali degli adulti hanno smesso di crescere, l’apparecchio non sempre è in grado di correggere alcuni problemi (come l'apnea del sonno), che può invece risolvere nei bambini.
  3. 3
    Parla con amici che hanno già l’apparecchio. Soprattutto se sei un adulto che non l’ha mai indossato prima, ascoltare l'esperienza di qualcuno che l’ha avuto o lo indossa tuttora può essere di aiuto per capire se l’ortodonzia è una soluzione adatta per te.
  4. 4
    Determina se puoi permettertelo. Gli apparecchi metallici standard generalmente costano tra i 3000 e i 5000 euro. Quelli più specifici e personalizzati, come quelli in ceramica chiara o "invisibili", spesso sono molto più costosi.
    • Il Servizio Sanitario in Italia non prevede la copertura degli apparecchi ortodontici. Se hai stipulato un’assicurazione sanitaria privata puoi verificare se questo impianto rientra nelle spese coperte.
  5. 5
    Parla con un dentista generico in merito alla tua situazione dentale. Sebbene i dentisti non abbiano la formazione specializzata degli ortodontisti, restano comunque un buon punto di partenza per avere dei consigli circa i tuoi denti. Il dentista può aiutarti a decidere se è il caso di sottoporti a una visita presso un ortodontista per analizzare in dettaglio i tuoi denti e la mascella.
    • Il dentista può anche indicarti e consigliarti un buon ortodontista affidabile ed esperto nella tua zona.
  6. 6
    Informati dal dentista circa le faccette dentali. Se i denti sono dritti o non tanto storti da richiedere un apparecchio per il riallineamento, le faccette possono essere una buona soluzione. Quelle in porcellana o ceramica sono dei gusci sottili fissati sul lato anteriore dei denti per migliorarne l’aspetto estetico e offrono risultati immediati.
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Ottenere Consigli Professionali

  1. 1
    Chiedi al dentista dei dettagli in merito all’apparecchio ortodontico. Il medico può sottoporti a una radiografia ed eseguire il test della masticazione per determinare se devi farti visitare da un ortodontista specializzato.
    • Il dentista è anche in grado di dirti se i tuoi denti sono affollati o solo un po' stretti.
  2. 2
    Consulta un ortodontista. L’Associazione Specialisti Italiani Ortodonzia ha uno spazio nel proprio sito in cui puoi trovare uno specialista qualificato facendo una semplice ricerca per località. Spesso hai anche la possibilità di contattare direttamente il medico per email, per prenotare una visita o chiedere un preventivo.
  3. 3
    Informati circa i diversi tipi di apparecchi disponibili in commercio. Fortunatamente sono finiti i giorni degli orribili apparecchi con staffe esterne e delle "bocche di ferro". In base alla tua disponibilità finanziaria, alle esigenze dentali e alle preferenze estetiche, puoi scegliere tra una varietà di apparecchi differenti.
    • Quelli metallici standard in genere sono l'opzione meno costosa e più efficace. Tuttavia, alcune persone possono sentirsi a disagio a indossare un apparecchio troppo evidente.
    • Gli apparecchi in ceramica, dello stesso colore dei tuoi denti naturali, vengono inseriti sulla parte anteriore dei denti, proprio come quelli metallici, ma sono meno visibili. Sono però un po' meno efficaci rispetto a quelli metallici e anche più inclini a rompersi o a macchiarsi. Inoltre, di solito, costano di più rispetto a quelli standard.
    • Gli apparecchi invisibili sono molto diversi rispetto a quelli tradizionali. Il tipo più diffuso è l’Invisalign, che consiste in una serie di allineatori personalizzati che vengono applicati ai denti in modo da spostarli gradualmente e posizionarli correttamente. Dato che è necessario procurarsi più serie di allineatori specifici per spostare gradualmente i denti, alla fine l’Invisalign risulta l'opzione più costosa; inoltre non è adatto se hai un problema di masticazione.
  4. 4
    Chiedi all’ortodontista circa eventuali rischi associati all’apparecchio. Per quasi tutti, indossare l’apparecchio è una procedura sicura, seppure a volte scomoda. Tuttavia, a volte ci possono essere alcuni rischi correlati, quindi è importante chiedere al tuo dentista maggiori dettagli.
    • Per alcune persone, l’apparecchio può causare una perdita della lunghezza delle radici dei denti. Sebbene questo non sia quasi mai un problema reale, in alcuni casi può creare instabilità dei denti.
    • Se i denti avevano subito dei danni in precedenza, ad esempio a causa di un trauma fisico o un incidente, il movimento dentale causato dall’apparecchio può provocare macchie dei denti o irritazione del nervo dentale.
    • Se non osservi attentamente le istruzioni del medico, l’apparecchio potrebbe non correggere adeguatamente il tuo problema. Inoltre gli effetti dell’ortodonzia potrebbero svanire una volta rimosso l’apparecchio.
  5. 5
    Consulta il tuo ortodontista in merito alla corretta igiene orale. Se decidi di mettere l’apparecchio, devi prestare molta attenzione ai tuoi denti, in modo da prevenire le malattie gengivali, la carie e la decalcificazione.
    • Sii consapevole del fatto che è molto più difficile pulire bene i denti indossando l’apparecchio, soprattutto quello di metallo o in ceramica, perché entrambi sono fissati ai denti.
    Pubblicità

Consigli

  • Spazzola i denti dopo ogni pasto (colazione, pranzo, cena), se indossi l’apparecchio.
  • Gli apparecchi ortodontici sono costosi, ma alcuni ortodontisti ti permettono di pagarli a rate, anziché in un’unica soluzione. Informati circa queste possibilità di rateazione del pagamento prima di procedere all’acquisto.

Pubblicità

Avvertenze

  • È normale provare qualche forma di disagio quando si indossa l’apparecchio. Tuttavia, se il dolore è molto intenso o dura più di un giorno o due dopo l’inserimento o la regolazione, rivolgiti al medico per essere certo che non ci siano problemi.
  • Non cercare mai di raddrizzare i denti con soluzioni casalinghe o con dei kit acquistati online; potresti provocarti seri danni ai denti, infezioni e persino la perdita permanente dei denti.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 68 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Denti & Bocca
Questa pagina è stata letta 16 123 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità