Il dolore alla zona lombare ha un'eziologia molto variabile. Se soffri di lombalgia, potresti avere una patologia degenerativa, come l'artrite, o aver subito un trauma acuto, per esempio una frattura. Ogni malattia ha una serie di sintomi peculiari; potresti quindi riuscire a escluderne alcune prestando attenzione ai disturbi che lamenti. Se la sofferenza persiste, è meglio rivolgersi al medico per una diagnosi formale.

Parte 1 di 3:
Considerare le Cause Comuni di un Dolore Minore

  1. 1
    Rifletti su un trauma recente. Se hai subito da poco un incidente di qualsiasi tipo, il dolore potrebbe derivare da una lesione. Nello specifico, se il disagio è iniziato subito dopo un infortunio, è molto più probabile che tu stia soffrendo per un episodio acuto piuttosto che per una malattia degenerativa.[1]
    • Esistono numerosi tipi di traumi differenti, come una caduta, un incidente stradale oppure un allenamento troppo vigoroso in palestra.
    • In certi casi, si tratta di una lesione minore che guarisce spontaneamente, ma in altre circostanze potrebbe trattarsi di qualcosa di più grave. Se il dolore non si riduce entro pochi giorni, vai dal dottore per assicurarti di non aver subito un infortunio meritevole di cure mediche, per esempio una frattura.
    • Gli strappi e le distorsioni sono piuttosto comuni durante l'attività fisica, ma guariscono solitamente entro una settimana senza l'intervento di un dottore.[2]
  2. 2
    Valuta il livello di attività. Restare seduto a lungo, soprattutto al computer, può causare dolore lombare. Sebbene l'inattività generi a volte delle patologie della schiena che richiedono cure specialistiche, in altri casi il trattamento è semplice quanto la causa stessa. Se ritieni che la lombalgia derivi da uno stile di vita troppo sedentario, cerca di aumentare il livello di attività per trovare un po' di sollievo.[3]
    • Prova ad alzarti spesso per fare una pausa passeggiando durante tutto il giorno. È importante allontanarsi dalla scrivania almeno una volta ogni 60 minuti; puoi impostare dei promemoria sul computer o sull'orologio per mantenere tale impegno.
    • Se possibile, usa una scrivania per lavorare in piedi ed evitare così di rimanere seduto tutto il giorno.
    • Se non puoi muoverti durante le ore lavorative, cerca di migliorare il comfort usando dei cuscini di supporto lombare o una sedia ergonomica.
    • Se questi rimedi non migliorano la situazione, potrebbe esserci un problema più serio, vale quindi la pena fissare un appuntamento con il medico.
  3. 3
    Tieni in considerazione le abitudini del sonno. Dormire nel modo sbagliato o su un materasso non adatto potrebbe causare dolore alla parte bassa della schiena; cambiando abitudini o acquistando un materasso migliore, puoi porre facilmente fine ai tuoi disturbi.[4]
    • La posizione prona è la peggiore per la zona lombare; prova a riposare supino per capire se il dolore si affievolisce. Potresti anche mettere un cuscino sotto le ginocchia come ulteriore sostegno; in alternativa, dormi su un fianco infilando un cuscino tra le ginocchia. Puoi provare con guanciali di diverso spessore fino a trovare quello giusto per te.
    • Il materasso dovrebbe essere sodo per sostenere la schiena, ma non troppo duro da provare disagio alle spalle; i modelli di media durezza sono in genere i più adatti per la maggioranza della gente.
  4. 4
    Analizza le calzature. È molto importante che le scarpe forniscano un buon supporto per la salute della colonna vertebrale. Se indossi spesso quelle scomode o con un sostegno scarso, questa abitudine potrebbe essere l'origine del dolore.[5]
    • Evita i tacchi alti, perché alterano l'allineamento della spina dorsale.
    • Se opti per dei modelli bassi, accertati che offrano sostegno all'arco plantare; le calzature senza tacco, come le infradito, sono dannose per la schiena quanto quelle alte, se non peggiori.
  5. 5
    Monitora la tua tecnica di sollevamento dei carichi. In certi casi, la lombalgia si scatena per aver trasportato malamente degli oggetti pesanti, soprattutto se il lavoro è durato a lungo. Se porti spesso delle borse o altri carichi simili, cerca di ridurne il peso per capire se hanno un impatto sulla lombalgia.[6]
    • I bambini lamentano spesso mal di schiena a causa di zainetti troppo pesanti; per evitare che questo accada, controlla che il peso della cartella di tuo figlio non superi il 20% di quello del suo corpo.
  6. 6
    Soppesa l'attività fisica. In certe occasioni la lombalgia è causata da un'eccessiva attività, soprattutto se non sei in forma o ti alleni in maniera sporadica.[7] Valuta se hai svolto recentemente dell'esercizio che può aver contribuito alla sofferenza; per esempio, gli sport come il golf che prevedono torsioni ripetitive del tronco sono spesso la causa del dolore.
    • Anche la corsa è un fattore responsabile di tale disturbo; correre su superfici irregolari o sulla pista innesca anche altri problemi correlati alla pronazione del piede, che alterano i movimenti muscolari e diffondono il dolore fino alla schiena.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Valutare i Sintomi

  1. 1
    Valuta la sede e il tipo di dolore. Esistono molte tipologie diverse di lombalgia. Identificando l'esatto punto dolente, oltre al genere di sofferenza (fitta dolorosa, bruciante, acuta e via dicendo), puoi risalire alla causa.[8]
    • La spondilolistesi può scatenare il dolore nella zona lombare, nel sedere e nelle gambe;[9]
    • Se provi un dolore acuto isolato in un lato della regione lombare, potresti avere dei calcoli renali;
    • L'irritazione del nervo sciatico provoca dolore e formicolio nella parte bassa della schiena, che possono però estendersi a una gamba e/o un piede;
    • La discopatia degenerativa lombare innesca spesso delle fitte o un intorpidimento doloroso alla schiena;[10]
    • La fibromialgia è caratterizzata da una sofferenza diffusa in molte aree del corpo, lombi inclusi;[11]
    • Il disagio causato dai nodi muscolari è solitamente localizzato oppure si diffonde al sedere o nella parte alta delle cosce;
    • Tuttavia, ricorda che la lombalgia è un disturbo complesso e in certe occasioni i sintomi non sono concordi con la diagnosi. Questa è la ragione per cui è fondamentale sottoporsi a una valutazione completa da parte del medico, in modo che possa riconoscere la malattia e identificare la causa della sofferenza.
  2. 2
    Tieni in considerazione i momenti in cui si manifesta il disagio. Le varie patologie lombari possono rendere dolorose certe attività o posizioni. Annota i momenti in cui cominci a provare il disturbo, quali movimenti sembrano esacerbarlo e quali posizioni hanno un effetto lenitivo.
    • Se la situazione peggiora quando stai in piedi, ti pieghi all'indietro o torci il busto ma migliora piegandoti in avanti, il problema potrebbe interessare i processi articolari delle vertebre;[12]
    • Se il dolore si innesca senza una ragione apparente ed è accompagnato da una sensazione simile a uno "schiocco", forse soffri di sciatalgia;[13]
    • Se la sofferenza si inasprisce quando ti siedi, potresti avere un'ernia del disco;[14]
    • Se stai peggio quando cammini, ma trovi un po' di sollievo piegandoti in avanti o sedendoti, il dolore potrebbe avere origine dalla stenosi spinale, un restringimento degli spazi fra i vari elementi della colonna vertebrale;[15]
    • Il disagio che compare e scompare durante tutto il giorno può essere correlato a un organo interno, come un rene o il pancreas.[16]
  3. 3
    Fai attenzione all'intorpidimento e alla debolezza. Esistono diverse altre malattie che possono innescare questi sintomi, oltre alla lombalgia; in tal caso, devi essere molto preciso nel comunicare al medico l'esatta sede e intensità del disagio per identificare la causa di fondo.[17]
    • La spondilolistesi è fonte di debolezza alla schiena e alle gambe;[18]
    • La stenosi spinale causa problemi di debolezza durante la deambulazione;
    • La sciatalgia innesca in genere questo sintomo in una sola gamba;
    • Le infezioni sono fonte di debolezza generalizzata, febbre e brividi;[19]
    • La sindrome della cauda equina, un grave infortunio del midollo spinale, genera intorpidimento della zona genitale e dell'interno cosce.[20]
  4. 4
    Prendi nota della rigidità. Alcune patologie che causano dolore lombare possono anche innescare rigidità muscolare, impedendo i movimenti; se lamenti questo sintomo, informane il medico perché è un buon indizio diagnostico.
    • La spondilolistesi genera rigidità lombare;[21]
    • Esistono diverse malattie infiammatorie articolari, come la sindrome di Reiter, che provocano rigidità dei muscoli, soprattutto nei pazienti più giovani.[22]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Sottoporsi a Esami Medici per Confermare la Diagnosi

  1. 1
    Fatti visitare. Quando ti rivolgi al medico per la lombalgia, vieni sottoposto a un esame fisico completo che prevede una serie di test studiati per isolare il punto esatto del dolore. Il dottore valuta l'opportunità di eseguire uno o più accertamenti specifici in base alla sintomatologia.
    • Il test di Patrick (noto anche come FABER test) permette di individuare delle patologie a carico dell'articolazione sacroiliaca.[23]
    • La presenza del segno di Lasègue permette di individuare l'ernia del disco. Il medico ti chiede di sdraiarti supino e sollevare una gamba mantenendola dritta; se provi dolore durante il movimento, è probabile che ci sia un'ernia.[24]
    • Il medico ti fa piegare all'indietro per capire se c'è una stenosi spinale; i pazienti che soffrono di tale patologia lamentano dolore durante questo movimento.[25]
  2. 2
    Sottoponiti agli esami del sangue. È molto probabile che il dottore voglia eseguire delle analisi di laboratorio; sebbene possa sembrare strano, si tratta però di uno strumento diagnostico importante. Gli esami ematici permettono di escludere delle patologie di base che potrebbero contribuire alla lombalgia, per esempio le infezioni.[26]
  3. 3
    Fai delle radiografie. Si tratta spesso del primo accertamento richiesto dal medico per cercare di individuare l'origine del dolore; durante la procedura si sfruttano delle radiazioni per creare le immagini delle ossa.[27]
    • Si tratta di un mezzo diagnostico utile per riconoscere i problemi delle ossa, come le fratture e gli speroni ossei, ma non è in grado di identificare le patologie che colpiscono i tessuti molli.
    • Si consapevole che le radiografie sono solo una parte degli strumenti a disposizione del dottore per giungere a una diagnosi; i raggi X non sono sufficienti per fornire una risposta definitiva. Esistono persone le cui radiografie evidenziano delle alterazioni degenerative ma che non provano dolore; per esempio la degenerazione discale, l'osteoartrosi del processo articolare (zigapofisi) e gli osteofiti sono presenti in quasi il 90% della popolazione oltre i 64 anni d'età.[28]
  4. 4
    Sottoponiti a una risonanza magnetica o una tomografia computerizzata. Se il medico suppone che il dolore sia causato da una patologia dei tessuti molli, è probabile che richieda questo tipo di accertamenti; entrambe le procedure sono in grado di ricreare delle immagini dei tessuti, inclusi i legamenti, la cartilagine e i dischi intervertebrali.[29]
    • Sono esami utili per diagnosticare malattie come l'ernia al disco, la stenosi spinale e le malattie degenerative delle articolazioni; tuttavia, il medico valuta gli esiti di tali test in accordo agli altri risultati per giungere a una conclusione logica in merito al tuo stato di salute. Dei riscontri positivi durante la risonanza magnetica non sono necessariamente motivo di preoccupazione, dato che gli studi hanno dimostrato che una percentuale variabile tra il 52 e l'81% dei pazienti asintomatici ha un disco protruso.[30]
  5. 5
    Esegui una scintigrafia ossea. Sebbene non sia una procedura tanto comune quanto gli altri esami di diagnostica per immagini, viene utilizzata a volte per osservare meglio le ossa e prevede l'iniezione di una piccola quantità di materiale radioattivo nel corpo del paziente prima di rilevare le immagini.[31]
    • La scintigrafia ossea si rivela molto efficace per individuare tumori e l'osteoporosi.
  6. 6
    Sottoponiti all'elettromiografia (EMG). Se lamenti sintomi quali intorpidimento o fitte dolorose, il medico potrebbe optare per questo test, che misura l'attività elettrica del corpo per diagnosticare un danno o una compressione ai nervi.[32]
    • Sia il danno sia la compressione del nervo possono avere diverse cause, come un'ernia al disco o la stenosi spinale. L'EMG non è in grado di definire la fonte del problema neurologico, ma aiuta il medico a comprendere la patologia di fondo che ti affligge.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Limitarsi a un'autodiagnosi del problema potrebbe causare più danni che benefici; se lamenti sintomi gravi o che durano più di pochi giorni, vai subito dal medico.
  • Esistono molte cause meno comuni di lombalgia, tra cui il cancro, l'aneurisma e i fibromi uterini.[33]
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Somministrare un'Iniezione di Vaccino Antinfluenzale

Come

Far Crescere più Velocemente il Seno

Come

Usare un Preservativo

Come

Distinguere il Dolore Renale dal Dolore Lombare

Come

Determinare il tuo Gruppo Sanguigno

Come

Crescere In Altezza

Come

Riconoscere il Cancro allo Stomaco

Come

Far Abbassare Velocemente la Pressione del Sangue

Come

Farsi un Clistere

Come

Fumare una Sigaretta

Come

Diventare Più Alti Naturalmente

Come

Fare Sesso Durante il Ciclo

Come

Capire se il Dolore al Braccio Sinistro è Correlato al Cuore

Come

Far Durare il Sesso Più a Lungo
Pubblicità
  1. https://www.hss.edu/conditions_in-depth-overview-low-back-pain.asp
  2. https://www.hss.edu/conditions_in-depth-overview-low-back-pain.asp
  3. https://zyga.com/patients/facet-pain/symptoms/
  4. http://www.medicinenet.com/degenerative_disc/page3.htm
  5. https://www.hss.edu/conditions_in-depth-overview-low-back-pain.asp
  6. http://www.spine-health.com/conditions/spinal-stenosis/spinal-stenosis-symptoms-and-diagnosis
  7. https://www.hss.edu/conditions_in-depth-overview-low-back-pain.asp
  8. http://www.ninds.nih.gov/disorders/backpain/detail_backpain.htm#3102_3
  9. http://www.webmd.com/back-pain/guide/pain-management-back-pain#1
  10. https://www.hss.edu/conditions_in-depth-overview-low-back-pain.asp
  11. https://www.hss.edu/conditions_in-depth-overview-low-back-pain.asp
  12. http://www.webmd.com/back-pain/guide/pain-management-back-pain#1
  13. https://www.hss.edu/conditions_in-depth-overview-low-back-pain.asp
  14. http://spinecenter.ucla.edu/sacroiliac-joint-disease
  15. http://orthoinfo.aaos.org/topic.cfm?topic=a00534
  16. https://www.hss.edu/conditions_in-depth-overview-low-back-pain.asp
  17. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/back-pain/basics/tests-diagnosis/con-20020797
  18. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/back-pain/basics/tests-diagnosis/con-20020797
  19. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/2146754
  20. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/back-pain/basics/tests-diagnosis/con-20020797
  21. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/8208267
  22. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/back-pain/basics/tests-diagnosis/con-20020797
  23. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/back-pain/basics/tests-diagnosis/con-20020797
  24. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/007425.htm

Informazioni su questo wikiHow

Jasper Sidhu, DC
Co-redatto da
Chiroterapeuta
Questo articolo è stato co-redatto da Jasper Sidhu, DC. Vantando oltre 20 anni di esperienza, il Dottor Sidhu lavora come Chiroterapeuta a Toronto. Ha conseguito il titolo di chiroterapeuta al Canadian Memorial Chiropractic College nel 1994 e ha poi completato un corso di 3 anni per ottenere una Certificazione in Riabilitazione. Questo articolo è stato visualizzato 2 395 volte
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 2 395 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità