Come Diagnosticare il Lipedema

Scritto in collaborazione con: Spencer McCleave, MD

In questo Articolo:Ottenere una DiagnosiConoscere i SintomiConoscere le Cause13 Riferimenti

Il lipedema è una malattia che provoca l'accumulo di grasso nella parte inferiore del corpo; solitamente, ne soffrono solo le donne, sebbene in alcuni casi ne siano affetti anche gli uomini.[1] Chi ne è colpito non riesce in pratica a perdere tessuto adiposo dagli arti inferiori, anche se può dimagrire a livello del tronco; le gambe sono inoltre più soggette a lividi e sono dolenti al tatto.

Parte 1
Ottenere una Diagnosi

  1. 1
    Rivolgiti al medico. Il solo modo per diagnosticare la malattia è quello di farsi visitare. Se il dottore di famiglia non è abbastanza informato in questo settore, puoi recarti presso uno specialista che esamina la situazione per stabilire se soffri effettivamente di tale disturbo o se si tratta di qualche altra patologia che coinvolge il tessuto adiposo.
    • Alcune persone si sentono a disagio a discutere dei sintomi della malattia con il proprio medico; devi invece ricordare che non hai alcun motivo per sentirti in imbarazzo e se si tratta proprio di lipedema, prima viene diagnosticato e più è facile trattarlo.
  2. 2
    Conosci gli stadi della malattia. Così come molte altre patologie o disturbi, anche il lipedema viene curato più facilmente se viene individuato presto; la malattia prevede quattro fasi.[2]
    • Durante la prima, la pelle è ancora liscia e può gonfiarsi durante il giorno, ma torna al suo stato naturale quando riposi; in questa fase la malattia risponde bene ai trattamenti.
    • Nel secondo stadio, possono svilupparsi delle rientranze e dei bozzi di grasso (lipomi) sulla pelle; potresti avere eczema o infezioni cutanee, conosciute come erisipela. Il gonfiore è ancora presente durante il giorno, ma difficilmente scompare del tutto, neppure quando riposi o sollevi le gambe; anche in questa fase della malattia il corpo reagisce bene alle cure.
    • Durante la terza fase potresti notare un indurimento del tessuto connettivo. È molto difficile che il gonfiore scompaia, indipendentemente dal fatto che tu stia riposando o abbia le gambe sollevate; potresti anche notare della pelle penzolante. È ancora possibile trattare la malattia, ma i risultati potrebbero essere meno soddisfacenti.
    • Nella quarta e ultima fase noti un aggravamento dei sintomi del terzo stadio. Quando la patologia raggiunge questo livello viene definita dagli esperti come lipo-linfedema; proprio come nella terza fase, vale sempre la pena tentare un approccio terapeutico, ma non sempre il corpo risponde positivamente ad alcuni trattamenti.
  3. 3
    Sappi cosa cerca il medico. Il modo migliore di diagnosticare la malattia è attraverso un'ispezione visiva della zona colpita. Il medico può toccare la pelle alla ricerca dei noduli che caratterizzano tale patologia; può inoltre chiederti se provi o meno dolore e quando il gonfiore aumenta o si riduce.[3]
    • A tutt'oggi non esistono ancora degli esami del sangue che permettano di diagnosticare il lipedema.

Parte 2
Conoscere i Sintomi

  1. 1
    Presta attenzione al gonfiore alle gambe. Questo rappresenta il sintomo più comune e più evidente; generalmente, colpisce entrambi gli arti inferiori e può interessare anche le cosce e i glutei. Può trattarsi di un gonfiore graduale o potresti presentare una differenza davvero notevole tra la metà superiore e inferiore del corpo.[4]
    • Per esempio, alcune persone colpite da lipedema sono molto magre dalla vita in su e sono invece sproporzionatamente grosse nell'area inferiore.
  2. 2
    Nota che i piedi restano spesso della misura "normale". Il gonfiore può essere isolato alle gambe e fermarsi all'altezza delle caviglie, rendendole simili a delle colonne.[5]
    • Tieni presente che non sempre i sintomi sono esattamente gli stessi; un'intera gamba potrebbe non essere affatto gonfia oppure potresti manifestare gonfiore dalle caviglie fino all'altezza dei fianchi. Alcune persone hanno solo una piccola tasca di grasso appena sopra le caviglie.
  3. 3
    Sii consapevole che può subire dei danni anche la parte superiore delle braccia. Sebbene la maggior parte dei pazienti manifesti sintomi solo nell'area inferiore del corpo, è possibile a volte presentare segni della malattia anche negli arti superiori; in tal caso, l'adipe è simile a quello che si sviluppa negli arti inferiori, vale a dire che puoi avere un pari accumulo di tessuto adiposo in entrambe le braccia.[6]
    • Il grasso può conferire alle braccia un aspetto a colonna che si interrompe bruscamente all'altezza dei gomiti o dei polsi.
  4. 4
    Controlla se la pelle è fredda al tatto. Le persone malate di lipedema riferiscono che le zone colpite sono fredde e morbide, simili alla pasta del pane.[7]
    • Potrebbero essere anche dolenti al tatto e potresti accorgerti che la pelle è molto suscettibile a tumefazioni.

Parte 3
Conoscere le Cause

  1. 1
    Sii consapevole che le cause della malattia non sono ancora del tutto note. Sebbene vi siano alcuni sospetti, i medici non sanno ancora con certezza quale sia l'origine del lipedema; purtroppo però senza un'eziologia certa diventa difficile trovare i giusti trattamenti.
    • Fornisci al medico quante più informazioni possibili circa il tuo stato di salute e la storia familiare, in modo da aiutarlo a stabilire le possibili cause e di conseguenza le cure.[8]
  2. 2
    Informati in merito ai possibili fattori ereditari. In molti casi, sembra che la malattia sia dovuta a componenti genetici; questo perché una persona colpita dal lipedema ha a volte altri familiari che soffrono dello stesso problema.[9]
    • Per esempio, se ti è stata diagnosticata questa patologia, è abbastanza probabile che uno dei tuoi genitori sia affetto dal medesimo disturbo.[10]
  3. 3
    Valuta i cambiamenti ormonali. Molti medici ritengono che questa possa essere una possibile causa, soprattutto perché si tratta di una patologia che colpisce con maggiore frequenza le donne e si sviluppa molto spesso durante le fasi di cambiamento ormonale, come la pubertà, la gravidanza o la menopausa.[11]
    • Sebbene l'origine del disturbo possa non sembrare importante, può essere invece utile al medico per definire il trattamento migliore.

Consigli

  • Tieni presente che se soffri di lipedema potresti essere più soggetto ad avere vene varicose, dolore alle ginocchia e diventare obeso;[12] chiedi al medico cosa puoi fare per prevenire questi effetti collaterali.

Avvertenze

  • È importante sapere che questa patologia non ha nulla a che fare con l'obesità; se sei affetto da lipedema, ricorda che non hai fatto nulla di male e che non sei tu la causa del problema.[13]

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Spencer McCleave, MD. Il Dottor McCleave lavora come Medico di Medicina Generale in Arizona. Si è laureato in Medicina alla Dalhousie University nel 1977.

Categorie: Disturbi & Trattamenti

In altre lingue:

English: Diagnose Lipedema, Português: Diagnosticar um Lipedema, Español: diagnosticar el lipedema, Русский: диагностировать липедему, ไทย: รู้ตัวเมื่อเกิดภาวะบวมน้ำเหลือง, Français: diagnostiquer un lipœdème, العربية: تشخيص الوذمة الشحمية, Nederlands: De diagnose lipoedeem stellen, Tiếng Việt: Chẩn đoán chứng phù mỡ, Bahasa Indonesia: Mendiagnosis Lipedema, Deutsch: Ein Lipödem diagnostizieren

Questa pagina è stata letta 4 865 volte.
Hai trovato utile questo articolo?