Il lupus eritematoso discoide è una malattia cutanea cronica che causa lesioni arrossate e squamose in varie parti del corpo. Potrebbe sembrare simile ad altre patologie, quindi la diagnosi non è semplice. Se temi di avere il lupus eritematoso discoide vai immediatamente da un medico per ottenere una diagnosi ufficiale e iniziare le cure; un trattamento tempestivo è cruciale per ridurre le probabilità di gravi effetti collaterali, come danni permanenti e deturpanti della cute e alopecia. Le cure più comuni prevedono di ridurre l'esposizione al sole, l'applicazione di cortisonici topici e l'assunzione di farmaci antimalarici.

Parte 1 di 3:
Riconoscere i Segni del Lupus Eritematoso Discoide

  1. 1
    Riconosci i sintomi. Le persone che soffrono di questa malattia autoimmune in genere lamentano un leggero prurito e un dolore occasionale, ma molti altri pazienti non provano questi sintomi o altre sensazioni associate alle lesioni.[1] I segni si manifestano spesso nelle aree cutanee esposte al sole, ma il 50% delle lesioni si trova sul cuoio capelluto. I sintomi fisici sono:[2]
    • Lesioni arrossate, squamose e rilevate sulla parte superiore e inferiore del collo; spesso hanno la forma di una moneta e la cute sembra ispessita;[3]
    • Ostruzione dei follicoli piliferi che comporta una perdita dei capelli;[4]
    • Alterazioni del colore della pelle: le lesioni sono più chiare al centro (perdita del pigmento) e più scure ai bordi (iperpigmentazione);[5]
    • Lesioni atrofiche, cicatrici e presenza di teleangectasia, una dilatazione dei capillari sottocutanei che rende le lesioni simili a diramazioni.[6]
    • È anche comune sperimentare fotosensibilità.
  2. 2
    Ricorda che ci sono altre patologie che possono manifestare sintomi e segni simili a quelli del lupus eritematoso discoide. I sintomi includono (ma non sono i soli) le lesioni cutanee causate da:[7]
    • Sifilide;
    • Cheratosi attinica;
    • Complicazioni della sarcoidosi;
    • Lichen planus;
    • Psoriasi a placche.
  3. 3
    Vai immediatamente da un medico per ottenere una diagnosi. Se sospetti di avere questa malattia, fissa un appuntamento presso un dermatologo il prima possibile. Nella maggior parte dei casi si giunge a una diagnosi attraverso l'osservazione dei segni clinici, cioè quello che il dermatologo può vedere durante la visita. A volte si rende necessario un test di istopatologia per escludere altre patologie cutanee.
    • Il lupus discoide può verificarsi anche come parte di lupus eritematoso sistemico (LES). In realtà, esso colpisce il 25 per cento delle persone con LES, e circa il 10-15 per cento dei pazienti con lupus discoide sviluppa il LES; più è diffuso il primo, maggiori le probabilità che i sintomi di entrambi coesistano. Il medico potrebbe prescriverti uno screening per il LES durante l'esame, mandando campioni di sangue e urine ad analizzare in un laboratorio.[8]
    • I pazienti con LES hanno valori bassi o negativi di anticorpi anti-nucleo, e raramente presentano anticorpi anti-SS-A.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Considerare i Fattori di Rischio

  1. 1
    Valuta se il lupus eritematoso è stato scatenato dai farmaci. In questo caso la malattia è innescata dai medicinali e porta alcuni individui a mostrare i sintomi tipici, pur non essendo affetti da lupus eritematoso sistemico. Si tratta di un disturbo transitorio che si risolve in genere nel giro di diversi giorni o settimane dopo aver sospeso la terapia. Parla con il tuo medico se sospetti che i farmaci che stai assumendo siano la causa dei sintomi. Sebbene siano molti i medicinali che possono scatenare questi effetti avversi, i più comuni sono:[9]
    • Idralazina;
    • Procainamide;
    • Isoniazide.
  2. 2
    Prendi in esame la storia medica della tua famiglia. Molte persone che soffrono di lupus hanno dei familiari con la stessa malattia o con un altro disturbo autoimmune, come l'artrite reumatoide.[10] Se possibile, cerca di documentarti sulla tua storia familiare prima di andare dal dermatologo; le informazioni in merito allo stato di salute dei tuoi parenti sono preziose per giungere a una diagnosi.
  3. 3
    Ricorda che il lupus è più comune in certe fasce demografiche. Oltre agli altri fattori di rischio che devi considerare, sappi che anche il sesso e la razza giocano un ruolo importante. Le donne sembrano più colpite rispetto agli uomini, inoltre il lupus è più comune fra gli afroamericani e gli individui con età compresa fra i 20 e i 40 anni.[11] Il medico potrebbe considerare tutti questi dettagli prima di giungere a una conclusione in merito alla tua malattia.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Trattare il Lupus Eritematoso Discoide

  1. 1
    Proteggiti dal sole. I sintomi di questa malattia peggiorano con l'esposizione al sole o ai raggi UV in genere; per questa ragione non passare troppo tempo all'aperto quando c'è il sole. Cerca di uscire solo quando l'intensità della luce naturale non è elevata, come al mattino presto oppure nel tardo pomeriggio.[12]
    • Applica una protezione a schermo totale e indossa abiti coprenti per evitare il contatto con la luce ultravioletta.
    • Non usare i lettini abbronzanti e non sederti vicino alla finestra in ufficio.
    • Sii molto cauto quando ti trovi in zone con specchi d'acqua, neve o sabbia bianca, perché questi elementi riflettono i raggi ultravioletti.
  2. 2
    Chiedi al medico di prescriverti delle creme corticosteroidi. I prodotti topici sono molto usati per curare il lupus eritematoso discoide. Il dermatologo probabilmente ti consiglierà di iniziare con una crema ad alta concentrazione da spalmare due volte al giorno, per poi passare a un dosaggio di mantenimento. Questo cambio di posologia è pensato per evitare gli effetti negativi dei farmaci, come la formazione di cicatrici arrossate e atrofiche.[13]
    • Le iniezioni di steroidi possono essere utili per trattare le lesioni croniche, gli ispessimenti cutanei o altri sintomi che non rispondono all'applicazione delle creme. Assicurati di informarti in merito a questa possibilità presso il tuo medico.[14]
  3. 3
    Chiedi al dermatologo dei farmaci per uso orale. I medicinali antimalarici vengono spesso prescritti per completare la terapia contro il lupus eritematoso discoide. Possono essere utilizzati da soli o in combinazione e spesso contengono clorochina, idrossiclorichina e mepacrina.[15]
    • A volte si prendono in considerazione anche altri farmaci quando quelli antimalarici, i cortisonici topici e quelli iniettabili non hanno portato ai risultati sperati. In tal caso possono essere prescritti il metotrexato, la ciclosporina A, il tacrolimus e l'azatrioprina.
    • Il dosaggio del farmaco viene stabilito in base alla massa magra del paziente per minimizzare gli effetti tossici.
    Pubblicità

Consigli

  • Sii molto cauto con le lesioni che compaiono su viso, testa e collo e che peggiorano con l'esposizione al sole. Vai immediatamente dal medico per iniziare una cura in modo da minimizzare il rischio di perdita permanente dei capelli o di restare sfigurato.

Pubblicità

Avvertenze

  • Fino al 5% delle persone che soffrono di lupus eritematoso discoide con il tempo sviluppa quello sistemico, che ha delle conseguenze anche mortali quando attacca gli organi interni come cuore e reni. Sottoponiti a continui controlli presso l'ambulatorio medico, prendi i farmaci che ti vengono prescritti e non esporti al sole.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Diagnosticare il Lupus

Come

Trattare il Lupus

Come

Somministrare un'Iniezione di Vaccino Antinfluenzale

Come

Far Crescere più Velocemente il Seno

Come

Usare un Preservativo

Come

Crescere In Altezza

Come

Distinguere il Dolore Renale dal Dolore Lombare

Come

Riconoscere il Cancro allo Stomaco

Come

Fumare una Sigaretta

Come

Farsi un Clistere

Come

Far Abbassare Velocemente la Pressione del Sangue

Come

Diventare Più Alti Naturalmente

Come

Determinare il tuo Gruppo Sanguigno

Come

Fare Sesso Durante il Ciclo
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 10 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 27 664 volte
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 27 664 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità