Come Diagnosticare la Congiuntivite

Scritto in collaborazione con: Victor Catania, MD

In questo Articolo:Diagnosticare la CongiuntiviteTrattare la CongiuntivitePrevenire la Congiuntivite22 Riferimenti

La congiuntivite è l'infiammazione della congiuntiva, lo strato mucoso esterno che ricopre il bulbo oculare e la parete interna delle palpebre. L'occhio arrossato è un sintomo e non la patologia di per sé ed è correlato a diverse cause, soprattutto alle infezioni batteriche e virali. Per fortuna, si tratta di un problema facile da diagnosticare e curare.

Parte 1
Diagnosticare la Congiuntivite

  1. 1
    Riconosci i sintomi. Oltre all'arrossamento, esistono diversi segnali che indicano la presenza di quest'infiammazione. Potrebbero essere colpiti entrambi gli occhi o solo uno e i disturbi comuni sono:[1]
    • Prurito e bruciore;
    • Lacrimazione eccessiva;
    • Sensazione di corpo estraneo;
    • Fuoriuscita di secrezioni;
    • Gonfiore della palpebra;
    • Sclera (la porzione bianca dell'occhio) arrossata o rosata;
    • Sensibilità alla luce.
  2. 2
    Fai attenzione all'esposizione agli allergeni. La congiuntivite allergica (che può anche essere accompagnata da cheratite) ha gli stessi sintomi degli altri tipi di infiammazione della congiuntiva. Tuttavia, il problema è correlato al contatto con sostanze allergeniche e non ha un'eziologia virale o batterica (entrambe sono la causa principale di congiuntivite).[2] In presenza dell'allergene puoi anche soffrire di rinorrea temporanea e starnuti, che si riducono gradualmente allontanandoti dalla sostanza responsabile.
    • Nei soggetti allergici, i disturbi sono più marcati in primavera e in autunno, quando la concentrazione dei pollini è al massimo; gli altri allergeni comuni sono la forfora di gatto e cane.[3]
    • Le allergie stagionali non richiedono in genere l'intervento medico; prova un antistaminico da banco assumendolo secondo le indicazioni del bugiardino.
  3. 3
    Nota la presenza di irritanti. Se ti sei recentemente esposto a quantitativi di prodotti chimici pericolosi maggiori del solito (l'inquinamento dell'aria o il cloro della piscina), potresti notare un'irritazione oculare che ricorda i sintomi della congiuntivite.[4] Se lo stato di salute degli occhi non migliora dopo 24-36 ore dal momento in cui ti sei sbarazzato della sostanza irritante, dovresti contattare un medico.
    • Se il prodotto è una sostanza chimica industriale o un detergente, dovresti lavare immediatamente gli occhi con una soluzione sterile per almeno 15 minuti, muovendo i bulbi oculari per assicurarti che tutta la superficie venga risciacquata.[5] Puoi anche chiamare il centro antiveleni della tua regione per avere maggiori informazioni.
  4. 4
    Vai dall'oculista. Se, in base ai criteri descritti finora, sei abbastanza sicuro di avere la congiuntivite, dovresti andare dal dottore per avere una diagnosi precisa. Oltre a chiarire la situazione, il medico è in grado di stabilire la terapia migliore; ad esempio, le congiuntiviti batteriche richiedono delle cure diverse rispetto a quelle virali.[6]
  5. 5
    Sottoponiti ai test diagnostici. Sebbene siano in genere riservati ai casi gravi o a quelli che non rispondono ai trattamenti, l'oculista potrebbe decidere di eseguire degli esami per sapere qual è il ceppo batterico che causa il problema. Questo significa sottoporti a una visita completa e al prelievo di un campione di secrezione dall'occhio infetto, che viene poi inviato al laboratorio di analisi.[7]
    • Il medico potrebbe anche eseguire degli accertamenti nel caso tema che la congiuntivite sia causata da un'infezione sessualmente trasmissibile come la clamidia o la gonorrea.[8]
    • Se l'oculista stabilisce che la congiuntivite è di origine allergica, ma tu non sai a quale sostanza sei sensibile, potrebbe consigliarti dei test allergologici; in questo modo, puoi conoscere gli allergeni che causano i disturbi ed evitarli in futuro.[9]
    • La biopsia della congiuntiva è un'altra opzione diagnostica, sebbene venga eseguita raramente. Durante la procedura l'oftalmologo rimuove una piccola quantità di tessuto congiuntivale per sottoporlo a un'analisi al microscopio.[10] Questa procedura viene eseguita solo se il medico sospetta che ci sia un tumore o una malattia granulomatosa che impedisce al sistema immunitario di combattere alcuni batteri e funghi.

Parte 2
Trattare la Congiuntivite

  1. 1
    Lascia che una congiuntivite virale faccia il suo corso. Se l'oftalmologo ha stabilito che si tratta di un'infezione di natura virale, è probabile che ti consigli semplicemente di essere paziente; il sistema immunitario debella l'agente patogeno e i sintomi spariscono da soli.[11] Questo tipo di disturbo si manifesta in genere in concomitanza con l'influenza o il raffreddore.[12]
    • In certi casi (ad esempio quando il medico ritiene che la causa della congiuntivite sia un virus erpetico), viene prescritta una pomata o un collirio antivirale come l'aciclovir o il ganciclovir;[13] questi farmaci su prescrizione bloccano la proliferazione del virus che potrebbe causare ulteriori danni all'occhio.
  2. 2
    Prendi gli antibiotici per curare la congiuntivite batterica. Molte infezioni minori guariscono da sole nel giro di una settimana o due; tuttavia, l'oculista potrebbe prescriverti un antibiotico per debellare più rapidamente la congiuntivite e ridurre il tempo durante il quale sei contagioso.[14] Esiste una vasta gamma di colliri antibiotici prescrivibili e il medico sceglie quello più adatto alla tua situazione, in base a determinati criteri, fra cui:
    • Allergie ai farmaci di cui potresti soffrire;
    • La tua storia clinica (se la congiuntivite è cronica o meno);
    • Il tipo esatto di batterio responsabile dell'infezione.
  3. 3
    Rispetta tutto il ciclo di cura. Se il medico ti prescrive un collirio antivirale o antibiotico, devi assumerlo per tutto il tempo indicato. I sintomi si riducono nel giro di pochi giorni, ma dovresti continuare a prendere il farmaco come ti è stato prescritto; se interrompi la cura troppo presto, è probabile che possa manifestarsi una recidiva e i batteri potrebbero anche sviluppare resistenza al principio attivo.[15]
    • Se manifesti i sintomi di una reazione allergica ai farmaci, come eruzione cutanea, orticaria, difficoltà di respirazione o edema di volto, gola, occhi o lingua, vai immediatamente al pronto soccorso.

Parte 3
Prevenire la Congiuntivite

  1. 1
    Lava spesso le mani. Gli agenti patogeni responsabili dell'infezione sono altamente contagiosi. Per evitare di diffonderli ad altre persone (o di infettare nuovamente te stesso nel caso di congiuntivite batterica), dovresti prendere delle misure preventive; la più importante è lavare regolarmente le mani con acqua calda e sapone.[16]
    • Puoi anche tenere a disposizione un igienizzante a base d'alcol per pulire le mani quando non c'è il sapone; utilizzane uno che abbia almeno il 60% di alcol.[17]
  2. 2
    Evita di toccare e di strofinare gli occhi. Sebbene siano pruriginosi e ti creino la sensazione di un corpo estraneo a causa dell'infezione, fai del tuo meglio per non toccarli;[18] in caso contrario, trasferisci l'agente patogeno sulle mani e su tutto quello che tocchi in seguito. Anche se non hai la congiuntivite, entrare ripetutamente in contatto con gli occhi aumenta il rischio di contaminarli.
    • Quando devi farlo, ad esempio per rimuovere le secrezioni, lava accuratamente le mani prima e dopo il contatto con gli occhi e usa sempre un asciugamano pulito, se possibile.
  3. 3
    Lava gli asciugamani e la biancheria in acqua molto calda. Dovresti lavare tutti gli oggetti che entrano in contatto con il viso mentre sei malato, come gli asciugamani, i panni, le lenzuola o le federe, usando acqua molto calda e un detersivo.[19] Così facendo, sei sicuro di uccidere ogni virus o batterio ed eviti di diffondere l'infezione agli altri o nuovamente a te stesso.
    • Dovresti anche evitare di condividere questi e altri oggetti – cosmetici per gli occhi, pennelli per il trucco e via dicendo – con persone malate o quando tu sei malato.[20]
  4. 4
    Pulisci e conserva correttamente le lenti a contatto. Questi dispositivi sono un ambiente favorevole alla proliferazione di batteri che possono causare la congiuntivite. Lava regolarmente le lenti e conservale come ti è stato indicato dall'ottico;[21] la procedura è stata studiata in maniera specifica per evitare infezioni oculari.
    • Dovresti anche buttare via le lenti a contatto monouso che hai indossato mentre avevi la congiuntivite e il relativo contenitore; se utilizzi lenti a durata prolungata, puliscile in maniera opportuna.[22]

Avvertenze

  • Questo articolo non sostituisce il parere del medico; solo un oculista può diagnosticare e curare adeguatamente la congiuntivite.
  • Se hai la congiuntivite, non usare le lenti a contatto (se ne hai un paio) finché l'infezione non è stata debellata; in questo modo, eviti di contaminarle.

Riferimenti

  1. http://www.aoa.org/patients-and-public/eye-and-vision-problems/glossary-of-eye-and-vision-conditions/conjunctivitis?sso=y#3
  2. http://www.cdc.gov/conjunctivitis/about/diagnosis.html
  3. http://www.cdc.gov/conjunctivitis/about/diagnosis.html
  4. http://www.aoa.org/patients-and-public/eye-and-vision-problems/glossary-of-eye-and-vision-conditions/conjunctivitis?sso=y#3
  5. http://blink.ucsd.edu/safety/research-lab/laboratory/eye-wash.html#Eye-wash-operation
  6. http://www.cdc.gov/conjunctivitis/about/diagnosis.html
  7. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/pink-eye/basics/tests-diagnosis/con-20022732
  8. http://www.merckmanuals.com/professional/eye-disorders/conjunctival-and-scleral-disorders/acute-bacterial-conjunctivitis
  9. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/pink-eye/basics/tests-diagnosis/con-20022732
Mostra altro ... (13)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Victor Catania, MD. Il Dottor Catania è un Medico di Medicina Generale Iscritto all'Albo in Pennsylvania. Si è laureato in Medicina alla Medical University of the Americas nel 2012.

Categorie: Cura degli Occhi

In altre lingue:

English: Diagnose Pink Eye, Español: diagnosticar la conjuntivitis, Русский: диагностировать "розовый глаз", Nederlands: Bindvliesontsteking diagnosticeren, Français: diagnostiquer la conjonctivite, ไทย: สังเกตอาการตาแดง, العربية: تشخيص العين الوردية, Deutsch: Bindehautentzündung diagnostizieren

Questa pagina è stata letta 8 127 volte.
Hai trovato utile questo articolo?