Come Diagnosticare la Sindrome di Asperger

Scritto in collaborazione con: Tasha Rube, LMSW

In questo Articolo:Riconoscere i SegnaliConfermare la DiagnosiCompiere i Passi Successivi14 Riferimenti

La sindrome di Asperger, che nel nuovo Manuale Diagnostico Statistico (DSM) è collocata nel livello 1 dello spettro autistico, rientra tra i Disturbi Pervasivi delle Sviluppo ed è caratterizzata da deficit delle capacità di comunicazione e socializzazione. Le persone affette da sindrome di Asperger hanno un quoziente intellettivo medio-alto e non è escluso che possano avere successo da adulti, ma hanno notevoli difficoltà nell’interazione con gli altri e presentano capacità non verbali limitate. I sintomi della sindrome di Asperger sono comuni a quelli di molti altri disturbi, pertanto la sua diagnosi talvolta è difficile.

Parte 1
Riconoscere i Segnali

  1. 1
    Presta attenzione alla comunicazione non verbale. Sin dalla prima infanzia la maggioranza dei soggetti affetti da sindrome di Asperger mostrano delle differenze sostanziali nel modo di comunicare. Tali differenze sono i sintomi più evidenti, specialmente quando sono ancora bambini, prima ancora che abbiano acquisito gli strumenti utili per comunicare più efficacemente.[1] Cerca di rilevare le seguenti caratteristiche nello stile comunicativo:
    • Tendenza a evitare il contatto visivo.[2]
    • Uso limitato delle espressioni facciali e/o scarsa prosodia e pragmatica.
    • Linguaggio del corpo goffo o maldestro e gestualità limitata.
  2. 2
    Individua i segnali del mutismo selettivo, la cui principale caratteristica risiede nel rifiuto, da parte del bambino, di comunicare in particolari contesti e situazioni sociali, soprattutto se sono presenti persone con cui non si trova a proprio agio. Generalmente si esprime senza alcuna inibizione con i propri genitori e fratelli, mentre mostra un blocco totale nel momento in cui si trova a interfacciarsi con gli insegnanti o con gli estranei. In molti casi il mutismo selettivo con il passare degli anni scompare.[3]
    • Talvolta, il soggetto può avere difficoltà nel parlare a causa di un sovraccarico sensoriale o di una crisi (meltdown). Tuttavia l’incapacità di comunicare in situazioni che presentano un carico eccessivo di stimoli ambientali non deve essere scambiata per mutismo selettivo, ma in ogni caso quest’ultimo rappresenta anche un segnale della sindrome di Asperger.
  3. 3
    Cerca di capire se il bambino ha difficoltà nell’interpretare correttamente i segnali comunicativi dei suoi interlocutori. Il suo approccio generalmente è dominato da insensibilità verso i sentimenti, le intenzioni e la comunicazione implicita degli altri. Potrebbe fare confusione tra le varie espressioni facciali, i gesti e i movimenti del corpo che esprimono felicità, tristezza, paura o sofferenza. Ecco come potrebbero manifestarsi le sue difficoltà:
    • Il soggetto non si accorge di aver detto qualcosa di offensivo o di essersi comportato in maniera tale da mettere gli altri in imbarazzo.
    • Il bambino affetto dalla sindrome di Asperger potrebbe assumere degli atteggiamenti violenti mentre gioca, non rendendosi conto che le spinte e altre forme di aggressività fisica possono nuocere ai suo compagni.
    • Il soggetto chiede ripetutamente agli altri come si sentono (per esempio: “Sei triste?”, “Sei sicuro di essere stanco?”), perché non riesce a cogliere i loro stati d’animo. Se l’altra persona gli risponde in maniera poco sincera, potrebbe confondersi e cercare di ottenere una risposta a tutti i costi, invece di soprassedere.
    • Quando gli si fa notare che il suo comportamento era inadeguato, potrebbe sorprendersi, rattristarsi e scusarsi ripetutamente, perché probabilmente non ne aveva idea; potrebbe addirittura sentirsi peggio della persona che ha ferito con i suoi modi bruschi.
  4. 4
    Nota la sua tendenza a monopolizzare la conversazione. Le conversazioni con i soggetti che soffrono di Asperger spesso sono a senso unico, specialmente se sono incentrate su argomenti a cui sono interessati particolarmente o su questioni morali come i diritti umani. Il bambino o l’adulto con Asperger può parlare ininterrottamente, ignorando l’interlocutore che tenta di intervenire; non riesce nemmeno a capire che l'altra persona si sta annoiando.[4]
    • Alcuni soggetti con Asperger talvolta sono consapevoli di questa loro tendenza e temono di affrontare gli argomenti di loro interesse. Se notano che il loro interlocutore evita di parlare del loro argomento preferito, o temono di annoiare qualcuno, cercano di soffocare i propri istinti, per paura di non essere accettati.
  5. 5
    Molti manifestano un interesse ossessivo per alcuni argomenti. Per esempio, un soggetto con Asperger appassionato di calcio potrebbe imparare a memoria i nomi di tutti i calciatori delle squadre più importanti. Se ama la scrittura, potrebbe scrivere romanzi ed elargire consigli dettagliati sull’argomento sin dalla giovane età. In seguito, proprio grazie a queste passioni, potrebbe intraprendere una brillante carriera.[5]
  6. 6
    Valuta se il soggetto ha difficoltà a trovare amici. Le persone affette da sindrome di Asperger spesso non riescono a stringere facilmente amicizia e a relazionarsi con gli altri, nonostante i loro sforzi, a causa delle loro capacità comunicative limitate. La mancanza del contatto visivo e la modalità di comunicazione alquanto impacciata talvolta sono erroneamente interpretate come segnali di maleducazione e comportamento asociale, sebbene in realtà desiderino confrontarsi con il mondo esterno.[6]
    • Specialmente i bambini potrebbero non manifestare il loro desiderio di interagire con gli altri, ma questo loro atteggiamento cambia man mano che crescono e avvertono la necessità di andare d’accordo con i propri compagni e integrarsi in un gruppo.
    • Alcuni finiscono con l’avere solo pochi amici intimi, gli unici che sono in grado di comprenderli appieno, oppure si circondano di conoscenti con cui non riescono a entrare in perfetta sintonia.
    • Le persone affette da autismo sono maggiormente soggette a episodi di bullismo e tendono a fidarsi di coloro che approfittano di loro.
  7. 7
    Osserva i problemi di coordinamento. I movimenti dei bambini affetti da sindrome di Asperger possono sembrare goffi o impacciati. Spesso inciampano o battono la testa contro i muri e i mobili. Raramente eccellono nelle attività fisiche o negli sport.[7]

Parte 2
Confermare la Diagnosi

  1. 1
    Informati sulla sindrome di Asperger per prendere decisioni con cognizioni di causa. La diagnosi corretta, così come le cure più adeguate per la sindrome di Asperger, sono ancora incerte e in fase di studio. Potresti consultare vari medici e psicoterapeuti, per poi restare confusa dagli approcci differenti adottati da ciascuno di essi. Se svolgerai delle ricerche per conto tuo, riuscirai a comprendere meglio i vari approcci e a prendere la decisione più adeguata per te o per il tuo familiare.
    • Leggi le testimonianze delle persone affette da autismo. Circolano molte informazioni errate e fuorvianti sull’argomento, tuttavia le persone che soffrono di questo disturbo sono le uniche in grado di fornire dati più precisi sui disturbi dello spettro autistico e sulle cure più efficaci. Leggi la letteratura prodotta dalle organizzazioni a tutela dell’autismo.
    • Il sito dell'Organizzazione Mondiale per l'Autismo (OMA), nato per promuovere gli interessi delle persone con autismo, pubblica costantemente informazioni aggiornate sulla diagnosi, il trattamento e la convivenza con i soggetti affetti da sindrome di Asperger.
    • Per avere una conoscenza più approfondita del disturbo, potresti leggere anche dei libri scritti dagli ammalati, come “Anni senza capir l'antifona” di Giorgio Gazzolo. Se conosci l'inglese, puoi leggere “Nerdy, Shy, and Socially Inappropriate” di Cynthia Kim e “Loud Hands: Autistic People, Speaking”, una raccolta di saggi scritti da autori affetti da autismo.
  2. 2
    Tieni un diario su cui annotare tutti i sintomi che riesci a individuare. Ognuno di noi talvolta manifesta delle difficoltà nelle relazioni sociali oppure altri sintomi della sindrome di Asperger, ma se prenderai nota di ciascun atteggiamento, potrai notare degli schemi inusuali che si ripetono continuamente. Se il soggetto soffre davvero di Asperger, i sintomi si presenteranno più e più volte, non soltanto un paio di volte.
    • Metti per iscritto la descrizione dettagliata di ciò che osservi, in modo tale da offrire ai potenziali medici e psicoterapeuti il maggior numero di informazioni necessarie per ottenere una diagnosi corretta.
    • Ricorda che alcuni sintomi della sindrome di Asperger sono comuni ad altri disturbi, come il disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) e il deficit di attenzione e iperattività (ADHD). È importante che ti predisponga ad accettare che la persona possa essere affetta da un altro disturbo (o da più disturbi), affinché riceva le cure adeguate.
  3. 3
    Fai un test online. In rete puoi trovare molti test il cui scopo è quello di dare un’indicazione attendibile dei tratti della sindrome di Asperger. Sono composti da una serie di domande riguardanti le attività sociali, il tempo libero, i punti di forza e le debolezze dell’individuo, al fine di rilevare la presenza dei sintomi più comuni del disturbo.
    • I risultati di questi test online non sostituiscono la diagnosi e/o il parere di un esperto, ma potrebbero indicare la necessità di ulteriori approfondimenti clinici. Se il test rivela una tendenza all’autismo, dovresti consultare il tuo medico per approfondire la questione.
  4. 4
    Chiedi il parere del tuo medico curante. Dopo aver svolto un test online e aver individuato la presenza di una disfunzione, fissa un appuntamento con il tuo medico curante per esporgli i sintomi e condividere i tuoi timori. Mostragli anche il diario in cui hai annotato gli atteggiamenti inusuali. Probabilmente ti rivolgerà una serie di domande specifiche. Se conferma la diagnosi di un disturbo pervasivo dello sviluppo o la sindrome di Asperger, fatti indicare un medico specialista.
    • Il primo incontro con un medico potrebbe rappresentare un’esperienza debilitante, perché probabilmente non hai mai condiviso le tue preoccupazioni con gli altri prima d’ora. Parlarne apertamente potrebbe cambiare tutto. Ma ricorda che, indipendentemente dal fatto che il problema riguardi te o tuo figlio, la cosa più giusta da fare è agire, anziché ignorare il problema.
  5. 5
    Consulta un medico specialista per ottenere una diagnosi più precisa. Prima di recarti all’appuntamento con lo psichiatra o lo psicologo, fai una ricerca per capire se è specializzato nella diagnosi e nel trattamento dei disturbi dello spettro autistico. La visita specialistica solitamente consiste in un colloquio informativo e in un test con domande simili a quelle del test online. Dopo aver formulato la diagnosi, lo specialista ti darà delle indicazioni su come procedere.[8][9]
    • Durante la visita non esitare a rivolgergli delle domande specifiche sulla diagnosi e l’approccio terapeutico.
    • Se non sei completamente certo della correttezza della diagnosi, chiedi un secondo parere medico.

Parte 3
Compiere i Passi Successivi

  1. 1
    Lavora in squadra con un team di professionisti fidati. Per affrontare il problema della sindrome di Asperger è necessario impegnarsi su più fronti, avvalendosi della collaborazione di insegnanti, educatori, medici e psicoterapeuti. È fondamentale affidarsi all'aiuto esterno di professionisti competenti e compassionevoli. Prima di tutto, dovresti trovare uno psicologo o uno psicoterapeuta con cui entrare in sintonia e in cui riporre la tua fiducia, che possa affiancarti in un percorso lungo e difficile, aiutandoti ad affrontare le numerose sfide che l’autismo comporta.[10]
    • Se dopo alcune sedute di terapia, ti sembra che qualcosa non vada per il verso giusto oppure ti mette a disagio, non esitare a cercare un altro psicoterapeuta che si adatti meglio alle esigenze tue o di tuo figlio. La fiducia è un elemento chiave nel trattamento della sindrome di Asperger.
    • Oltre a trovare uno psicoterapeuta fidato, dovresti chiedere il supporto di educatori, nutrizionisti e altri professionisti che possano aiutarti a soddisfare le esigenze specifiche tue o di tuo figlio.
    • Non rivolgerti a uno specialista che adotta le punizioni corporali, trattiene i pazienti con la forza, impedisce loro di mangiare, ritiene che “un po’ di pianto” (panico) sia normale, non ti permette di assistere alle sedute di psicoterapia o sostiene le organizzazioni considerate distruttive dalla comunità autistica. Gli autistici che sono sottoposti a questo genere di trattamento potrebbero sviluppare il Disturbo Post-traumatico da Stress (PTSD) .[11][12][13]
    • Generalmente se frequenta con piacere le sedute di psicoterapia, probabilmente esse sono valide. Se invece ti sembra più ansioso del solito, disubbidiente o spaventato, allora gli fanno più male che bene.[14]
  2. 2
    Cerca un sostegno psicologico. Convivere con una persona affetta da autismo non è affatto semplice e imparare ad affrontare i problemi che ne derivano richiede un impegno particolare e costante. Oltre a consultare i medici e gli psicoterapeuti per individuare le cure più adeguate, rivolgiti a un gruppo di sostegno psicologico per soggetti affetti da autismo. Circondati di persone a cui poterti rivolgere in caso di dubbi e perplessità o semplicemente per parlare dei tuoi problemi.
    • Ricerca online le associazioni per il supporto dei familiari di soggetti affetti da autismo, dislocate su tutto il territorio nazionale.
    • Iscriviti a un gruppo di studio che si occupa dei disordini dello spettro autistico, per avere accesso a molte risorse, tenerti informato sugli approcci terapeutici più all’avanguardia e confrontarti con altre persone.
    • Iscriviti a un’associazione costituita da genitori, familiari e tutori di soggetti con autismo, come l’Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici (ANGSA), che è un’organizzazione senza scopo di lucro.
  3. 3
    Organizza la tua vita in maniera tale da soddisfare le esigenze educative particolari del bambino. Le persone affette da sindrome di Asperger incontrano maggiori difficoltà nell’affrontare le problematiche del vivere quotidiano rispetto a quelle neurotipiche, specialmente nell’ambito dei rapporti sociali. Tuttavia potrebbero riuscire ad avere dei rapporti di amicizia e relazioni amorose sorprendenti (ad esempio, potrebbero sposarsi e avere dei figli), oltre a intraprendere una carriera lavorativa brillante. Se presterai maggiore attenzione ai bisogni del soggetto, aiutandolo a superare gli ostacoli e lodando i suoi successi, gli darai la possibilità di vivere una vita appagante.
    • Il sistema ideale per semplificare la vita di una persona affetta da Asperger è quello di rispettare una routine fissa che riesca a offrirgli una sensazione di sicurezza e una maggiore stabilità. Pertanto, anche nel caso di un minimo cambiamento, cerca di spiegargliene il motivo e di prepararla adeguatamente.
    • Una persona con sindrome di Asperger potrebbe imparare a interagire con gli altri mediante la simulazione. Per esempio potresti insegnargli a salutare le altre persone e a stringere loro la mano, stabilendo il contatto visivo. Lo psicoterapeuta potrà indicarti gli strumenti e le tattiche più efficaci per riuscirci.
    • Assecondare le sue passioni e permettergli di coltivarle è un ottimo sistema per sostenere una persona che soffre di Asperger. Cerca di stimolare i suoi interessi e aiutala a emergere.
    • Dimostra il tuo affetto alla persona affetta da autismo. Il regalo più grande che tu possa farle è accettarla per quella che è.

Consigli

  • Quando affronti il problema del tuo disturbo con qualcuno, sarebbe preferibile che tu gli esponga i tuoi sintomi più comuni, specificando che questi sono particolarmente intensi nel caso della sindrome di Asperger (per esempio, tutti commettono degli errori nelle loro relazioni interpersonali, ma nei soggetti con Asperger sono più frequenti).
  • Offriti di condividere i link di alcuni articoli. Leggi i blog di autori autistici, trova gli articoli che preferisci e aggiungili ai Preferiti per stamparli o inviarli tramite posta elettronica alle persone curiose. Ciò potrebbe ritornare utile a quelli che non hanno esperienza in merito ai Disturbi Pervasivi dello Sviluppo e che ti mettono in difficoltà, a causa della loro ignoranza.
  • Se sospetti che qualcuno sia affetto dalla sindrome di Asperger, individua i sintomi, effettua dei test online e approfondisci l’argomento.

Avvertenze

  • La sindrome di Asperger potrebbe essere accompagnata da altri disturbi, come quello ossessivo-compulsivo, l’ansia, la depressione, il deficit di attenzione e iperattività (ADHD), ecc. Se temi di soffrire di uno di questi disturbi, comunicalo a una persona cara o al tuo medico curante.
  • Se le persone si rifiutano di crederti, non mollare. La sindrome di Asperger è un disturbo neurologico che dovrebbe essere diagnosticato e affrontato adeguatamente, pertanto è fondamentale consultare uno specialista per confermare i tuoi sospetti.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Tasha Rube, LMSW. Tasha Rube è un'Assistente Sociale Registrata nel Missouri. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Assistenza Sociale presso l'Università del Missouri nel 2014.

Categorie: Salute

In altre lingue:

English: Test for Asperger's, Español: hacerte una prueba para saber si tienes el síndrome de Asperger, Deutsch: Auf Asperger‐Syndrom testen, Français: détecter le syndrome d'Asperger, Português: Examinar a Síndrome de Asperger, Русский: выявить синдром Аспергера, Bahasa Indonesia: Menguji Sindrom Asperger, 中文: 测试是否患有亚斯伯格症候群, العربية: إجراء اختبار متلازمة أسبرجر

Questa pagina è stata letta 45 627 volte.
Hai trovato utile questo articolo?