Come Difendersi dai Bulli

3 Parti:Affrontare un BulloSegnalare i BulliDifendere Altre Persone

Non devi sopportare le prepotenze dei bulli. Usano intimidazioni e insulti per sminuire le persone che si sentono riluttanti o incapaci di difendersi. Se sei stanco di ascoltare i bulli, le loro intimidazioni e gli ordini che danno a destra e a manca, è il momento di prendere una posizione. Puoi imparare ad affrontarli in maniera sicura e intelligente, facendo affidamento sulle persone che ti circondano e mettendoti in gioco per fermare per sempre il bullismo. Difenditi. Comincia a leggere l’articolo dal primo passaggio per conoscere più a fondo la questione.

Parte 1
Affrontare un Bullo

  1. 1
    Guardalo negli occhi e digli di smettere. Se un bullo avvicina il suo viso al tuo, alza la mano come un ausiliare del traffico, cercando di creare una barriera tra te e lui. Guardalo negli occhi e digli tranquillamente, ma con fermezza, "Voglio che tu la smetta immediatamente".
    • Se continua a invadere il tuo territorio o a deriderti in qualche modo, è sufficiente ripetere la frase "Basta! Voglio che tu la smetta immediatamente. Smettila". Non dire o fare qualsiasi altra cosa, ma mantieni la tua posizione e ripeti le stesse parole.[1]
  2. 2
    Scopri come ragionano i bulli. I bulli tendono a prendersela con coloro che considerano riluttanti o incapaci di difendersi da soli. Scelgono bersagli facili con cui "confrontarsi" provocandoli con parole e azioni. Il modo migliore e più veloce per porre fine agli atti di bullismo è quello di alzarsi in piedi e dire con fermezza di fermarsi, ripetendo l'operazione fino a quando non ti ascolta.
    • Se provi a negoziare, a cercare la sua amicizia o manifesti il tuo fastidio, gli darai più corda peggiorando la situazione. Non lamentarti, cerca di non piangere e sii risoluto. Si annoierà e perderà interesse quando provi a difenderti, perché non avrà alcun motivo per continuare. Non c'è niente per cui divertirsi dopo aver detto "Basta". Non c'è niente da beffeggiare nelle persone che mostrano il proprio orgoglio.
  3. 3
    Cammina a testa alta e guarda i bulli dall’alto in basso. Presta attenzione al modo in cui ti poni fisicamente di fronte a loro. Anche se sono più grandi di te (e spesso lo sono), stai in piedi ben diritto e fissali negli occhi. Tieni lo sguardo gelido. Scrutali. Guardali come se sapessi qualcosa che loro non sanno.
    • Pensa ai tuoi personaggi preferiti dei film che hanno carattere e una grande forza di volontà. Immagina Vin Diesel, Arnold Schwarzenegger o Clint Eastwood mentre stanno in piedi di fronte al nemico guardandolo dall’alto: "Vieni avanti, teppistello. Spassiamocela!". Mettiti nei panni di Meryl Streep in Diavolo veste Prada, di Angelina Jolie in “Wanted” o di Mercoledì Adams della Famiglia Adams. Sii imperturbabile.
  4. 4
    Tappati le orecchie. Non ascoltare le cose che dicono e non prenderli sul serio. Lo fanno per mostrarsi superiori, non perché credono in quello che dicono, perché sono vere o perché cercano di aiutare. Provano ad abbatterti per sentirsi migliori, perché sono insicuri e deboli di cuore.
    • Formula un mantra da recitare se sei una vittima costante e ripetilo continuamente nella tua mente, mentre il bullo ti parla. Potrebbe essere il testo di una canzone che ti piace, una preghiera o una frase che ti dà coraggio. Se si avvicina, con lo sguardo gelido digli di fermarsi. Mantieni la calma e ripeti il tuo mantra.
  5. 5
    Difenditi con intelligenza. Non farti risucchiare in uno scambio di insulti. Perderai quasi sempre in qualsiasi tipo di confronto verbale diretto, anche se sei più spiritoso, divertente e intelligente (difatti lo sei). I bulli truccano il gioco. Non cercare di spuntarla con risposte argute e insulti pungenti, perché non farai altro che peggiorare la situazione.
    • Non assecondare il loro gioco. Non dare loro alcuna opportunità. Di’ di fermarsi, guardali dall’alto e offri un bersaglio che non susciti il loro interesse.
    • In alternativa, fingiti stupido. Il lottatore professionale Steve Austin, noto come "Stone Cold", era solito interrompere i lottatori che dicevano sciocchezze gridando "Cosa?" e muoversi in maniera confusa quando parlavano. In questo modo, rovinava loro la festa.
  6. 6
    Ignora i bulli online. La cosa migliore che puoi fare per resistere ai bulli senza volto che bazzicano in rete è ignorarli. Se sei vittima di bullismo on-line, tramite e-mail, messaggi, Facebook o altri social network, è necessario svincolarsi per quanto è possibile. Evita di essere risucchiato in uno scambio di insulti o in discussioni su qualsiasi piattaforma web, in particolare quelle "pubbliche". Per quanto allettante possa essere, non farti tentare dalla voglia di lanciare fango a tua volta.
    • Se necessario, modifica le impostazioni della privacy, cancella dai tuoi amici chi ti importuna o apri un nuovo account, se necessario. Solo perché non ti molesta di persona, non è meno pericoloso.
  7. 7
    Impara a dare un pugno. Non è consigliabile farsi trascinare in una lotta, ma riuscirai ad avere più fiducia e carattere se sei sicuro di saperti difendere, qualora fosse questo il problema. Impara a tirare un vero e proprio cazzotto, reggendo il confronto con chi approfitta di te.
    • Stai in piedi correttamente. Metti un piede avanti e bilancia il peso del corpo divaricando le gambe. Mantieni il busto fermo e continua a muoverti, saltando sulle punte dei piedi. Non potranno colpirti se starai in movimento.
    • Stringi il pugno. Metti il pollice nella parte inferiore delle dita, non dentro il pugno e non sul lato delle dita, come se avessi un insetto che non vuoi farti scappare. Non tenerlo troppo stretto.
    • Mira ai punti deboli. Se devi tirare un pugno, punta nei posti dove si hanno più danni. Colpire alla mascella farà più male a te che al bersaglio. Mira al naso.
    • Tieni i gomiti piegati verso il busto. Tira cazzotti e colpi diretti, non in maniera incontrollata. Se mantieni il corpo dritto, i pugni che darai saranno più potenti, perciò tieni i gomiti piegati.
    • Mettiti in posizione di difesa. Metti la mano che non scrive vicino al mento per proteggere il viso e, invece, quella con cui scrivi vicino alla guancia. Quando sei in posizione di difesa, sgancia i pugni in modo leggermente intervallato per evitare di essere colpito.

Parte 2
Segnalare i Bulli

  1. 1
    Raccogli le prove. Ogni volta che sei vittima di atti di bullismo, riportalo nel modo più specifico possibile. Scrivi chi è stato coinvolto, dove e in quale momento. Se hai ferite, scatta le foto di ogni taglio, graffio o livido sul tuo corpo. Se si strappano i vestiti, conservali. Se qualcuno ha visto quello che accaduto, parlagli per convincerlo a farsi avanti e a segnalare il comportamento scorretto.
    • Conserva ogni prova di cyberbullismo di cui sei vittima facendo copie, salvando uno screenshot o stampando copie cartacee da conservare. Utilizza questo materiale come prova.
  2. 2
    Segnala gli atti di bullismo a un'autorità. Non appena capisci di essere stato vittima di un atto di bullismo, segnala il problema con prove e testimonianze all'autorità competente incaricata di questi problemi. Assicurati di utilizzare la parola "bullo", dichiarando di sentirti ingiustamente preso di mira, di essere intimidito e molestato dal comportamento di queste persone.
  3. 3
    Dillo ai tuoi genitori. Se ti sei imbattuto in un bullo a scuola o altrove, è sempre meglio iniziare raccontandolo ai tuoi genitori. Fai in modo che siano dalla tua parte e riferisci loro tutti i dettagli. Spetta a te difenderti, ma avere il sostegno dei tuoi genitori è importante.
  4. 4
    Raccontalo agli insegnanti, al preside della scuola o ai consulenti scolastici. Aspetta e presenta con calma la tua situazione all'autorità competente. Se sei stato vittima di bullismo all’uscita di scuola, dicendolo all’usciere intento al lavoro probabilmente non basterà. Se il ragazzo che ti importuna frequenta la tua classe, dillo ai tuoi insegnanti. Se è più grande di te, prendi in considerazione l’idea di parlare con il direttore scolastico.
  5. 5
    Parla con le forze dell'ordine se il problema persiste. Se non sei a scuola o se il comportamento continua e temi che non si fermerà, contatta la polizia. Fornisci le prove che hai raccolto e segui le loro istruzioni.
  6. 6
    Di’ la verità. Non raccontare quello che è successo per fare bella figura. È meglio essere onesti e fare in modo di adottare le misure necessarie, invece di cercare di fare bella figura. Se hai dato una risposta poco piacevole a un bullo, confessalo. Se hai dato tu il primo pugno, ammettilo. In questa situazione le tue parole valgono di più.

Parte 3
Difendere Altre Persone

  1. 1
    Sii gentile con chiunque sia vittima di atti di bullismo. I bulli preferiscono come obiettivi le persone che vedono deboli. Chi ha pochi amici o è più indifeso fisicamente diventa una facile preda. Poiché i bulli non hanno fiducia in se stessi, scelgono bersagli da intimidire e dominare. Stringendo amicizia con chi probabilmente è in balia dei bulli, li priverai di qualche buona opportunità per molestare e nell’unione troverai più sicurezza.[2]
    • Potrai essere tentato di dirottare su un altro ragazzo le attenzioni dei bulli, affinché perdano interesse nei tuoi confronti. "Ehi, se molestano lui, significa che non lo faranno con me!". Non pensarlo mai. Al contrario, schierati dalla parte delle vittime e tutto andrà per il meglio.
  2. 2
    Cerca le prove degli atti di bullismo. Quando cammini per i corridoi della tua scuola e nel quartiere, tieni d'occhio i segnali di bullismo. Ogni volta che vedi un ragazzo più grande prendersela con un uno più piccolo o in qualsiasi momento vedi un compagno di classe che sembra abbattuto e nervoso, comincia a prestare attenzione e impara a combattere il bullismo.
  3. 3
    Circondati di amici. Attraversa i corridoi della scuola con amici e torna a casa con altri ragazzi del tuo quartiere, per stare al sicuro in gruppo. I bulli saranno meno propensi a prendersela con un gruppo di ragazzi.
    • Se stai di fronte a un bullo, resta in gruppo. Segui un piano. Digli di smetterla, fissandoli e consiglia ai tuoi amici di parlare allo stesso modo. Abbi fiducia in te stesso.
    • Se un bullo inizia a prendersela con un amico del tuo gruppo, non ridere e non unirti a queste manifestazioni di prepotenza. Non cercare di dirottarle altrove, altrimenti ti troverai ad assumere lo stesso comportamento aggressivo.
  4. 4
    Mostra rispetto se vuoi rispetto. Comportati con benevolenza e gentilezza con più persone in modo da guadagnarti il rispetto degli altri. Non sarai vittima di molestie se sei noto come un ragazzo che ha carattere, fiducia in se stesso e che non teme il confronto. Sii gentile con chiunque, più o meno conosciuto, anche con chi non è tuo grande amico. Non cogliere l’opportunità per sfruttare o prendere in giro gli altri per il tuo tornaconto personale.
  5. 5
    Escludi i bulli. Quando avrai costruito intorno a te una rete di persone, utilizzala per ignorare chi ti molesta e chi usa tattiche da bullo per intimidire gli altri. Elimina queste persone.
    • Se un bullo ti affronta imponendoti di non rivolgergli la parola o intimando la sua presenza in determinate attività, sii diretto riguardo a quello che stai facendo. “Non ci piace il modo in cui ti comporti. Se smetti di insultare e molestare tutti, sarai il benvenuto”.
  6. 6
    Fatti coinvolgere. Stand Up to Bullying[3] è un'organizzazione che tiene di frequente raduni ed eventi a sostegno delle vittime di atti di bullismo. Cerca di educare insegnanti, studenti e altre comunità sulle conseguenze del bullismo e su come eliminarlo.
    • Entra in contatto con un'organizzazione come Stand Up to Bullying o cerca altre organizzazioni anti-bullismo nella tua zona, condividendo le tue esperienze. Chiedi aiuto e vedi se puoi portare il tuo sostegno. Prendi l'iniziativa, facendo il primo passo per combattere il bullismo.

Consigli

  • Circondati sempre di amici che ti sostengono. Chissà… forse hanno avuto lo stesso problema con queste persone.
  • Non lasciare che il bullismo ti avveleni. I bulli sono così patetici da parlare alla gente con arroganza. Basta ignorarli, andare via o cambiare argomento, se già stavate avendo una conversazione. Se il fenomeno diventa molto serio, parlane con qualcuno, preferibilmente un adulto, o chiedi di cambiare classe.
  • Parlarne. Puoi chiedere ai tuoi genitori se è possibile andare da un terapeuta o puoi semplicemente discutere della questione con loro a tavola.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Gioventù

In altre lingue:

English: Stand Up to Bullies, Русский: защитить себя от хулиганов, Español: defenderse de los bullies, Français: lutter contre le harcèlement, Deutsch: Mobbern entgegentreten, Português: Enfrentar um Bully (Valentão), Bahasa Indonesia: Menghadapi Tukang "Bully"

Questa pagina è stata letta 19 814 volte.

Hai trovato utile questo articolo?