Come Diluire la Vernice Acrilica

In questo Articolo:Tecniche di BaseRigenerare la Vernice Acrilica InduritaUsare un Diluente per Vernici Acriliche

La vernice acrilica viene usata comunemente dagli artisti. Puoi diluirla per ottenere differenti effetti di consistenza e colore mentre dipingi, consentendoti di raggiungere risultati che sarebbero altrimenti impossibili. L'aspetto può variare molto, alcuni acrilici possono apparire quasi come acquerelli o perfino colori a olio. Tutto quello che ti serve è conoscere le tecniche di base della diluizione, comprendere come rigenerare la vernice indurita e imparare alcuni metodi per usare gli acrilici; presto sarai in grado di ottenere diversi effetti da solo.[1]

Parte 1
Tecniche di Base

  1. 1
    Metti una piccola quantità di colore sulla tavolozza. Puoi anche usare un contenitore diverso, come una ciotola o un recipiente di plastica. Ricorda che gli acrilici si asciugano in 10-30 minuti, anche se quelli di qualità professionale impiegano spesso più tempo rispetto a quelli utilizzati dagli studenti.[2] Proprio perché si asciugano tanto in fretta, prelevarne una quantità eccessiva dal tubetto porta a uno spreco costoso. Per evitare che questo accada, dovresti iniziare sempre con piccole dosi e aggiungerne successivamente in base all'esigenza.[3]
  2. 2
    Aggiungi dell'acqua. Quando vuoi diluire leggermente il colore, dovresti prendere il pennello e inumidirlo con acqua pulita. Troppa umidità può conferire un aspetto troppo diluito alla vernice, mentre una quantità scarsa non crea un grande effetto. Per raggiungere un buon risultato, versa l'acqua nel recipiente con il colore e usa il pennello per mescolarli fra loro.
    • Assicurati di distribuire l'acqua in maniera uniforme all'interno della vernice; in caso contrario, si formeranno dei grumi o la tonalità non sarà omogenea.
    • Tieni a portata di mano della carta assorbente per tamponare il pennello quando sei pronto a dipingere. Se le setole sono troppo umide o sono troppo intrise del colore precedente, possono alterare molto la consistenza della vernice e portare a delle sbavature sull'opera d'arte.[4]
  3. 3
    Aggiungi un agente diluente o anticoagulante. Puoi usare una di queste sostanze al posto dell'acqua per una diluizione più controllata. Puoi acquistarle già pronte nei negozi di belle arti; la loro azione impedisce ai colori di asciugarsi troppo in fretta mentre li diluisci. Dovresti sempre utilizzarle rispettando le istruzioni specifiche riportate sulla confezione, ma solitamente puoi applicarle gradatamente con il pennello.[5]
    • La composizione di ciascun diluente reagisce in maniera diversa, in base al tipo di vernice acrilica che stai usando. È meglio aggiungere questa sostanza un po' alla volta, finché non ottieni l'effetto desiderato.[6]
  4. 4
    Controlla la consistenza con un mestichino. Dovresti avere un pezzo di tela di scarto o una superficie su cui comprovare la consistenza della vernice. Man mano che diluisci il colore, puoi notare che cambiano anche la densità e la tonalità della vernice. Prendi il mestichino e spalma un po' di vernice dopo avere aggiungo il diluente, per accertarti che abbia le caratteristiche che cerchi.[7]
  5. 5
    Aggiungi del gesso alla miscela di acqua e colore. Quando usi gli acrilici, questa sostanza agisce come un aggrappante per la superficie su cui vuoi stendere la vernice. Migliora infatti il potere di adesione fra la tela o le altre superfici e il colore acrilico o a olio. Tuttavia, puoi anche usarlo per smorzare la tonalità e allungare la vernice, dato che il colore del gesso altera leggermente quello dell'acrilico.
    • Puoi aggiungerlo mescolandolo direttamente alla vernice con un pennello pulito. Utilizzando il gesso con l'acqua o un altro agente diluente, puoi rendere l'acrilico troppo fluido.[8]

Parte 2
Rigenerare la Vernice Acrilica Indurita

  1. 1
    Identifica il colore che vuoi recuperare. Se la vernice si è indurita completamente, è impossibile idratarla di nuovo.[9] Tuttavia, quella che si è solo addensata ma è ancora malleabile o appiccicosa può essere rigenerata. Puoi valutarne le condizioni toccandola con un dito, il pennello o il mestichino.[10]
    • Per le vernici che sono particolarmente solide, premi con decisione usando il dito, il manico del pennello o il mestichino. Se riesci a lasciare un'impronta, è un buon segno e puoi tentare di rigenerare il colore.[11]
  2. 2
    Usa il mestichino per rivitalizzare i grumi ostinati di acrilico. Se ti sei accorto che la vernice ha cominciato a solidificarsi, puoi ancora renderla fluida. Aggiungi un po' d'acqua o di diluente e mescola con vigore. Prima di procedere verifica di avere una buona presa sulla tavolozza; è necessaria un po' di forza e potresti farla cadere accidentalmente a terra con risultati disastrosi.
    • Dovresti appoggiare la tavolozza su una superficie robusta prima di tentare questo metodo. Devi sempre avere una presa salda, perché la superficie liscia dello strumento aumenta il rischio di scivolamento quando lavori la vernice con il mestichino.[12]
  3. 3
    Picchietta le sostanze particolarmente dure come se le volessi macinare. Se dopo aver punzecchiato la vernice, ti accorgi che si è solidificata parecchio ma è ancora malleabile, potresti non essere in grado di ravvivarla limitandoti a mescolarla come al solito. In questo caso, dovresti "macinarla" con lo strumento man mano che aggiungi acqua.
    • Questo movimento forza il liquido dentro le porzioni dense e indurite. Se dopo alcuni minuti non noti alcun cambiamento nella densità del colore, è probabile che sia troppo secco.[13]

Parte 3
Usare un Diluente per Vernici Acriliche

  1. 1
    Sii consapevole dei limiti quando decidi di usare colori acrilici. I materiali per le belle arti sono molto costosi e quando sei agli inizi potresti optare per dei prodotti da studio; sono più economici, ma le tonalità hanno un potere coprente inferiore e i colori cambiano molto quando si asciugano.[14] Quelli professionali contengono invece dei pigmenti di altissima qualità, sono disponibili in una vasta gamma di colori e le tonalità subiscono variazioni minime nel processo di asciugatura.[15]
    • I prodotti per studenti non sono necessariamente meno utili o vantaggiosi; sono infatti perfetti per i progetti di larga scala o per le mani di fondo.[16]
  2. 2
    Comprendi i limiti imposti dal materiale. Oltre al fatto ben noto che gli acrilici si asciugano in fretta, ci sono altri fattori da considerare quando scegli questo tipo di pittura. Puoi aspettarti di riuscire a rigenerare con l'acqua quelli non completamente solidificati, ma non sarai in grado di reidratarli una volta asciutti.
    • Si tratta di un aspetto importante da tenere in considerazione, perché se prevedi di usare una tecnica di sfumatura, come quando viene aggiunta la gomma arabica agli acquerelli, devi sapere che non funziona con gli acrilici. Una volta che questo materiale è stato applicato ed è asciutto, non puoi reidratarlo.[17]
  3. 3
    Esercitati per creare la tonalità o l'effetto che desideri. Gli acrilici possono ricreare l'aspetto di diversi stili pittorici. Puoi utilizzarli per eseguire un'opera d'arte che assomigli agli acquerelli oppure a complessi dipinti a olio. Tuttavia, dovrai fare diverse prove e tentativi. Le varie vernici sono realizzate con differenti ingredienti dalle proprietà uniche.
    • Con l'esperienza, inizierai probabilmente a sviluppare un certo "intuito" per capire quanto diluire un determinato colore fino a raggiungere la tonalità che vuoi. Per riuscirci, dovresti prendere nota della procedura che segui per ricreare un specifica sfumatura attraverso la diluizione.
    • Uno dei tipi più comuni di vernice acrilica, e probabilmente quello che userai di più, ha una rifinitura satinata a volte chiamata "semi-opaca". Gli altri effetti comuni sono quelli lucidi e opachi.[18]
  4. 4
    Crea uno sfondo con acrilici molto diluiti su cui dipingere. Quando diluisci molto il colore fino a raggiungere la consistenza simile agli acquerelli puoi applicarlo come sfondo sulla tela. Quando questa prima mano è asciutta, puoi continuare la tua creazione senza problemi.
    • Nella maggioranza dei casi, quando l'acrilico si asciuga, diventa insolubile in acqua. Questo significa che puoi dipingere liberamente sullo sfondo senza preoccuparti che questo possa colare o diventare fangoso.[19]
  5. 5
    Mischia i colori senza timore.[20] Si consiglia di esercitarsi con la teoria dei colori e di mescolare vernici poco costose finché non si sviluppa una buona confidenza con questa tecnica. Gli acrilici si asciugano in fretta, se esiti a mescolarli o impieghi troppo tempo, saranno quindi solidi prima che tu abbia finito di applicarli sulla tela.
    • Potresti accorgerti che è possibile impedire ai colori di indurirsi mentre li mescoli usando un pezzo di carta o cartone bagnato. Non dimenticare di spruzzare la vernice con l'acqua, se utilizzi una tavolozza di plastica.[21]
  6. 6
    Usa del nastro adesivo per creare delle sezioni con bordi netti e contrastanti. Gli acrilici ben si prestano alle tecniche multistrato, soprattutto quando sono asciutti e non subiscono più gli effetti dell'umidità o dell'applicazione di altri colori. Se decidi di dipingere su uno sfondo di acrilico, puoi creare dei bordi molto netti applicando del nastro adesivo di carta in determinati punti della tela.
    • Il nastro protegge lo strato sottostante dalla seconda mano di colore. Tuttavia, questa tecnica comporta un certo rischio di strappare via la vernice quando si toglie il nastro.[22]

Consigli

  • Puoi usare l'alcol denaturato e l'acquaragia per diluire le vernici acriliche quanto basta per toglierle dagli oggetti, ad esempio dai pennelli.
  • Dovresti inumidire le tavolozze di plastica con acqua usando una bottiglia a spruzzo o cospargendole con le dita; in questo modo, eviti che il colore si asciughi troppo.
  • Le tavolozze bagnate rallentano il processo di asciugatura e spesso sono dotate di coperture e spugne che mantengono gli acrilici umidi. Tuttavia, se dimentichi di pulirle e di prendertene cura, i colori alla fine si induriranno sulla tavolozza stessa, rendendo gli usi successivi piuttosto difficili.[23]
  • Molte tavolozze per vernici acriliche sono realizzate in plastica trasparente e, nel caso i colori si indurissero, sarebbero difficili da pulire. Se trovi dei residui ostinati, prova con l'alcol denaturato.[24]
  • Diluisci e stendi maggiormente le vernici acriliche se usi un diluente per tessuti. Questi prodotti sono idrosolubili e molti pittori li utilizzano per conferire una finitura liscia e omogenea ai loro lavori.
  • L'acquaragia può essere usata con i colori acrilici che non sono a base d'acqua e rappresenta l'unico diluente possibile. Puoi anche aggiungere un tappo di alcol denaturato all'acquaragia per diluire ancora di più la vernice.
  • Accertati di pulire scrupolosamente tutti i pennelli e gli strumenti che usi per diluire la vernice. Quando il colore è molto liquido e con una tinta/consistenza leggera, la polvere e i residui di altre vernici rimaste sugli attrezzi possono sciogliersi al suo interno e rovinarlo.

Cose che ti Serviranno

  • Vernice acrilica
  • Gesso
  • Qualcosa su cui dipingere (tela o altro materiale)
  • Acquaragia (facoltativa)
  • Pennello
  • Tavolozza
  • Mestichino
  • Alcol denaturato (facoltativo)
  • Acqua

Riferimenti

  1. http://www.artlex.com/ArtLex/a/acrylicpaints.html
  2. http://www.winsornewton.com/na/discover/tips-and-techniques/acrylic-colour/drying-times-for-acrylic-paints-us
  3. http://www.finearttips.com/2013/12/beginners-guide-using-acrylic-paints/
  4. http://www.finearttips.com/2013/12/beginners-guide-using-acrylic-paints/
  5. http://www.craigcentral.com/models/thinning.asp
  6. http://www.art-is-fun.com/how-to-dilute-acrylic-paint-that-is-too-thick-or-too-hard/
  7. http://www.artistsnetwork.com/articles/art-demos-techniques/painting-knife-techniques
  8. http://www.art-is-fun.com/what-is-gesso/
  9. http://www.art-is-fun.com/acrylic-paint/
Mostra altro ... (15)

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Pittura

In altre lingue:

English: Thin Acrylic Paint, Español: diluir la pintura acrílica, Русский: разбавить акриловую краску, Português: Diluir Tinta Acrílica, Deutsch: Acrylfarbe verdünnen, Français: diluer de la peinture acrylique, Bahasa Indonesia: Mengencerkan Cat Akrilik

Questa pagina è stata letta 45 464 volte.
Hai trovato utile questo articolo?