Come Dimenticare Qualcuno che Ami

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

In questo Articolo:Muovere i Primi Passi per Andare AvantiRidurre il dolore della perditaEvitare gli Errori più Comuni

Per molti, un impegno, una relazione duratura è il culmine della vita – qualcosa per cui battersi al di sopra di tutto. Purtroppo, non sempre tutte le storie d'amore hanno un lieto fine. Alcune relazioni finiscono con strazio e durano nel dolore per uno o entrambi i partner. In questi casi, imparare a dimenticare la persona su cui hai investito tanto tempo ed energie può essere difficile. Dimenticare qualcuno che ami non è mai semplice, ma con il tempo, la pazienza e alcune intelligenti strategie difensive, alla fine riuscirai a uscirne come una persona ancora una volta soddisfatta e felice.


Nota: Questo articolo si occupa del periodo in seguito a una rottura di coppia. Per avere consigli più adatti alla perdita di un caro amico o un familiare, leggi l’articolo Come Superare una Perdita e il Dolore.

Parte 1
Muovere i Primi Passi per Andare Avanti

  1. 1
    Sii indulgente con te stesso. Dopo una rottura potresti scoprire di avere molto tempo e denaro da non spendere più per il tuo ex. Vedila come una benedizione! Investire tempo e soldi per te stesso anziché per un’altra persona ti permetterà di gioire delle cose più belle di cui dovevi fare a meno quando eri fidanzato. Ricorda che non c'è niente di sbagliato nel dimostrare a se stessi amor proprio – soprattutto dopo il dolore di una separazione.
    • Per fare un esempio, se sei un drogato dello shopping, vai per negozi con i tuoi amici. Se invece sei un appassionato del rock classico, una nuova chitarra può essere tutto quello che ti serve!
  2. 2
    Trasferisciti. Uno dei modi migliori per lasciarsi alle spalle i ricordi dolorosi associati al vecchio rapporto è quello di lasciarselo letteralmente alle spalle. Un semplice cambiamento di scenario può avere un notevole effetto nel miglioramento dell’umore – posti, suoni ed esperienze nuove stimolano i sensi, rendendo il dolore di una rottura lontana e poco importante.
    • Ovviamente le opzioni quando si tratta di viaggi possono variare in base agli impegni lavorativi, all’età e alle circostanze di vita. Se hai la possibilità di fare un viaggio senza badare a spese in un luogo esotico, vai a occhi chiusi! Tuttavia, anche un viaggio più modesto in zone vicine, che non hai mai visto prima, può essere un'esperienza illuminante.
  3. 3
    Trova nuove persone con cui vivere. Sei la gente di cui ti circondi. Se sei alla ricerca di un cambiamento di vita (ad esempio, se cerchi di andare avanti dopo una rottura), prova a cambiare la compagnia che frequenti. Gli atteggiamenti e le opinioni dei nuovi amici possono modificare il modo di considerare il tuo passato rapporto e le scelte future. Ad esempio, da una prospettiva diversa (fornita in questo caso da un nuovo amico) un rapporto che una volta sembrava la parte più importante della tua vita può iniziare a sembrare sciocco o infantile. Inoltre, i nuovi amici possono offrirti suggerimenti tratti dalle proprie esperienze, che non potresti avere parlando con le persone con cui esci di solito.
    • Questo consiglio è particolarmente importante se, dopo una rottura, scoprissi che alcuni amici si sono schierati dalla parte del tuo ex. Non badare a queste persone e concentra, invece, le tue energie sulla ricerca di nuove conoscenze che siano in grado di rispettare le tue scelte.
  4. 4
    Entra in contatto con vecchie amicizie. Altre persone importanti contano nella tua vita. Puoi ritrovarle dopo aver rotto il rapporto di coppia, che ti aveva portato a mettere da parte qualche amico a favore della relazione che avevi con il tuo ex. Non è niente di cui vergognarsi – ognuno deve bilanciare il proprio tempo tra il partner e le amicizie. Invece, prova a ricontattare le persone che non incontri da un po’. Potresti scoprire che le vostre vite sono cambiate dall'ultima volta che vi siete visti. In questo modo avrai l'opportunità di lasciarti coinvolgere in nuove conversazioni e "recuperare" il tempo perso!
  5. 5
    Distraiti svolgendo attività e hobby. Nel corso di una relazione, quando distribuisci il tempo tra i tuoi interessi e desideri e quelli del tuo partner, può essere difficile fare tutto ciò che vorresti. Uno dei "lati positivi" di una rottura è che improvvisamente hai molto più tempo da dedicare a te stesso. I momenti dopo una rottura possono essere caratterizzati da sentimenti di tristezza e depressione, ma se riesci ad alzarti, uscire e dedicarti ad hobby e passioni, ti accorgerai che più tempo spenderai per fare ciò che ti piace fare, meno tempo meno sprecherai a pensare quanto sei triste.
    • A volte, dopo una rottura, le emozioni più negative possono farti avvertire una sensazione di noia o farti sentire come se non avessi hobby o interessi di grande rilievo. In realtà non è vero, ma se ti senti in questo modo, prova a fare qualcosa di nuovo! Ad esempio, prova a iscriverti a un corso o a far parte di un’associazione – in alcune città esistono anche "club per single" che promuovono attività ricreative.
  6. 6
    Concentrati a migliorare te stesso. Come già detto, dopo una rottura potresti improvvisamente scoprire di avere un sacco di tempo a tua disposizione. Non sprecarlo, piuttosto cerca di impegnarti a migliorare te stesso fisicamente o mentalmente. Se ti arricchisci, sarai più attraente agli occhi degli altri e potrà essere più facile trovare un nuovo partner, ma, ancora più importante, ti sentirai meglio. Di conseguenza, aumenterà la fiducia in te stesso e sarai ancora più affascinante.
    • È appurato che l’attività fisica ha effetti benefici sull'umore. È stato clinicamente dimostrato che combatte la depressione, l'ansia e lo stress. Ogni forma di esercizio fisico intenso offre questi vantaggi, perciò scegli uno sport che ti piace!
    • Allenare il corpo non è l'unico modo per migliorare se stessi: puoi anche arricchire la mente, imparando un nuovo mestiere, scoprendo un nuovo sbocco creativo o acquisendo padronanza in un nuovo settore di studi. Per esempio, potresti provare a imparare una nuova lingua, ad accrescere le tue capacità professionali o a suonare uno strumento musicale.
  7. 7
    Prendi in considerazione un’avventura o un "ripiego". Non c’è nulla di male in una relazione di ripiego, in cui vivere con qualcuno un rapporto in maniera spensierata e leggera in seguito alla rottura di un legame importante, finché i tuoi obiettivi e le tue intenzioni saranno chiari dall’inizio. Dicendo qualcosa come: "Sai, devo farti sapere che sono appena uscito di un rapporto difficile, quindi sto cercando qualcosa che non sia troppo pesante", metterai al corrente il partner che sei solo in cerca di un'avventura e non di un rapporto che possa sfociare nel matrimonio, per esempio.
  8. 8
    Quando sarai pronto, incontra altre persone. Dopo aver dedicato tempo a te stesso, aver avuto qualche avventura e apprezzato la vita da single, probabilmente alla fine vorrai cominciare una nuova relazione seria. Sii aperto a questa possibilità, ma non impegnarti in nulla di troppo serio finché non ti sentirai pronto. Abbandonarsi in una relazione, mentre si sta ancora cercando di superare gli strascichi della vecchia, non è giusto per te e l’altra persona.
    • Gli esperti delle relazioni sentimentali sono in disaccordo sul fatto che sia appropriato o meno riavviare un rapporto con qualcuno con cui si è già verificata una brutta rottura. Questa è soprattutto una questione di scelte personali – se pensi che il tuo ex (e/o tu) possa evitare di commettere gli stessi errori che hanno portato alla rottura, puoi considerare di tornare insieme con lui, anche se non dovresti sentire alcun obbligo a farlo. Se la rottura è stata il risultato di un abuso, in nessun caso è consigliabile riaprire un rapporto.

Parte 2
Ridurre il dolore della perdita

  1. 1
    Rimuovi eventuali ricordi del tuo ex dalla tua vita. Dopo una rottura, è consigliato non interagire con le persone e le cose che ti ricordano l’ex. Questo può comportare la scelta di non interagire con alcune amicizie in comune che rischiano di menzionare l’ex. Può anche significare allontanarsi da luoghi e oggetti che possono far riaffiorare ricordi dolorosi. Ad esempio, potrebbe essere necessario chiedere a un amico di restituire una vecchia camicia che l’ex aveva l’abitudine di farti indossare. Mantenere queste persone e cose fuori dalla tua vita (almeno fino a quando non ti sentirai meglio) ti darà la possibilità di liberarti dai sentimenti dolorosamente persistenti che i ricordi del tuo ex possono darti.
  2. 2
    Ripiega su amici e familiari. Le persone che ami – familiari, guide personali e amici intimi – vogliono vederti felice. Se dopo una rottura non sei felice, non aver paura di "appoggiarti" a queste persone per ricevere sostegno emotivo. A volte parlando semplicemente con un vecchio amico, un genitore, un fratello o qualcun altro che è ti vicino quando hai un problema, potrai eliminare così tanto lo stress accumulato da sentirti liberato di un peso. La gente che ti sta vicino può anche darti consigli intelligenti su come affrontare ciò che provi per affrontare cose più grandi e migliori.
    • Anche se scopri che i consigli che ricevi dai confidenti più stretti non sono così perfetti, il senso di unione che proverai da questo genere di relazioni può essere esattamente quello che ti serve quando vacilli per la perdita di un ex.
  3. 3
    Datti molto tempo. Non è possibile sanare un cuore infranto in un giorno. Anche se non è così comune, alcune persone impiegano mesi o addirittura anni per sentirsi "100%" in seguito a una dolorosa rottura. Non cercare di affrettare il processo di recupero – non esiste un sostituto del potere di guarigione naturale del tempo. Quando ti allontanerai dalla rottura, scoprirai di non essere più ancorato a quella situazione. Occuperà i tuoi pensieri sempre meno, finché un giorno riuscirai a non pensarci del tutto. Quando questo giorno arriverà, festeggia – sei sulla strada della felicità!
    • Ricorda che, dopo una rottura, il tuo stato emotivo migliorerà a lungo andare. Potranno passare singoli giorni o settimane in cui ti sentirai sempre peggio – anche se dovrebbero essere presi sul serio, non sono necessariamente una prova che stai "ricadendo" nel buio post-traumatico. Piuttosto, prendi questi dossi lungo la strada per quello che sono – ostacoli su un percorso che, anche se traballante, ti porterà gradualmente verso l'alto.

Parte 3
Evitare gli Errori più Comuni

  1. 1
    Non guardare indietro. Il periodo dopo una rottura può essere pieno di incertezze. Puoi sentirti come se avessi fatto un errore o come se non sarai mai più in grado di trovare di nuovo partner. Questi sentimenti, anche se sgradevoli, non sono così rari. Non permettere che qualche sentimento temporaneo di poca autostima saboti la tua possibilità di sfuggire a un rapporto in cui non sei felice – l’ultima cosa che vorrai fare è elemosinare il perdono al tuo ex subito dopo aver rotto. Dai alla rottura il tempo di "essere metabolizzata" prima di iniziare a mettere in discussione la tua decisione. Un’ottima regola generale è quella di guardare avanti dopo una rottura, non indietro.
    • Se stai seriamente rimpiangendo di aver rotto con il tuo ex, dai a te stesso un limite di tempo durante il quale non prenderai per niente in considerazione la possibilità di tornare insieme. Di preferenza non dura meno di 2-3 mesi. Se desideri ancora tornare insieme dopo questa scadenza, valuta attentamente le conseguenze prima di agire.
  2. 2
    Non permettere nessun contatto con l’ex fino a quando sarai emotivamente "ristabilito". Nei giorni, nelle settimane e anche nei mesi immediatamente successivi la separazione, le tue emozioni potrebbero essere molto confuse. Potresti scoprire che senti contrastanti sentimenti di tristezza, sollievo, frustrazione e/o altre emozioni. Questo è assolutamente normale – le rotture possono portare a lunghi periodi di disagio emotivo in cui non ci si sente "giusti" per un molto tempo. La buona notizia è che questi periodi passano quasi sempre. Tuttavia, anche se sei nell’occhio del ciclone, è quasi sempre una buona idea evitare tutte le forme di contatto con la tua ex finché non ti sentirai meglio. Quando ti stai ancora riprendendo da una rottura, non sei in condizione di gestire l’emozione di rivedere l’ex, perché rischi di farti sommergere dal passato. Se puoi farne a meno, non vederlo, non chiamarlo, non scrivergli né messaggi né email, o comunque non interagire con l’ex fino a quando non sarai sulla buona strada per andare avanti.
    • A volte, bisogna prevedere qualche deroga a tale norma, al fine di recuperare eventuali oggetti personali che il tuo ex ha ancora o per risolvere qualsiasi questione formale (conti bancari, ecc.) rimasta irrisolta. Non evitare questi compiti, perciò se devi incontrare l’ex per simili ragioni, cerca interagire nella maniera più breve, essenziale ed educata possibile. Se non riesci a sopportare di vederlo, prova a inviare un amico in tua vece.
  3. 3
    Non prendere decisioni avventate subito dopo la rottura. Come già detto, dopo una rottura puoi essere inondato da forti emozioni, a volte contrastanti. Anche se inizialmente può sembrare una buona idea adottare misure drastiche subito dopo aver rotto con qualcuno, non prendere decisioni importanti finché non avrai avuto il tempo di riprenderti e considerare con calma le tue possibilità. Una singola cattiva decisione presa in un momento di rabbia o frustrazione può avere conseguenze durature, che a lungo andare possono rendere più difficile il superamento di questa situazione. Qui di seguito troverai un elenco delle cose che non devi fare dopo una rottura:
    • Rivolgerti a uno dei suoi amici per vendetta.
    • Rovinare gli oggetti e i beni appartenenti all’ex.
    • Sabotare le relazioni successive dell’ex.
    • Affrontare l’ex in pubblico in modo imbarazzante.
    • Diffondere voci offensive sull’ex (anche se sono vere).
  4. 4
    Non mettere gli abusi subiti sotto il tappeto. Per chiarire questo punto, se il tuo ex ha abusato di te in qualsiasi modo, puoi e dovresti dirlo alle autorità competenti. Leggi:
  5. 5
    Non aver paura di ricevere un aiuto da un professionista, se ne hai bisogno. Oggi, purtroppo, l'idea di "andare da un terapeuta" per avere una mano ad affrontare i problemi personali comporta un certo stigma sociale (o tabù). A volte si pensa che la persona in cerca di aiuto sia mentalmente instabile o emotivamente "debole". Questo non è semplicemente così. Milioni di persone – in media, la gente comune – parlano con psicoterapeuti, psicanalisti, consulenti e altri professionisti per ricevere consigli e una guida nei momenti difficili. In effetti, alcuni studi hanno scoperto che in un periodo di due anni più di un quarto degli americani si affida alla terapia per il recupero del benessere psichico. Non c'è alcuna ragione di avere paura nel chiedere aiuto.
    • Alcune delle persone da prendere in considerazione sono terapeuti professionisti, psichiatri, consulenti scolastici e del lavoro e, se lo desideri, voci autorevoli all’interno della tua comunità, come preti o rabbini.

Consigli

  • Se un amico ti chiede dell’ex, allora educatamente rispondi: "Mi dispiace, ma non voglio parlarne". In questo modo se non vuoi parlarne, sarà meglio essere chiari e far cadere l’argomento.

Avvertenze

  • Alcune persone ti spingeranno ad assumere droga e alcol. Rifiutati! Non fanno bene alla salute e sono sostanze pericolose.


Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Relazioni Interpersonali

In altre lingue:

English: Forget Someone You Love, Русский: забыть любимого человека, Deutsch: Jemanden vergessen den man liebt, Français: oublier quelqu'un que l'on aime, Español: olvidarte de alguien que amas, Português: Esquecer Alguém que Você Ama, Bahasa Indonesia: Melupakan Orang yang Dicintai, 中文: 忘记自己还爱的人, Nederlands: Degene van wie je houdt vergeten, العربية: نسيان من تحب, Tiếng Việt: Quên đi người mình yêu

Questa pagina è stata letta 6 955 volte.
Hai trovato utile questo articolo?