Come Dimezzare una Ricetta

Molti cuochi provetti sono sconcertati quando trovano la ricetta perfetta e scoprono che le dosi sono il doppio del necessario. La maggior parte delle ricette può essere dimezzata, perciò puoi sempre preparare il piatto perfetto senza preoccuparti di avere degli avanzi che andranno a male.

Parte 1 di 3:
Procedura di Dimezzamento di Base

  1. 1
    Rivedi la ricetta. Come per tutte le ricette, la prima cosa da fare è leggere la lista degli ingredienti e le istruzioni con attenzione. Così facendo saprai quali ingredienti vanno ridotti esattamente alla metà e quali invece possono essere meno precisi. Dovrai anche capire bene quali ingredienti si usano e se qualcuno in particolare vada ulteriormente diviso durante la preparazione.
  2. 2
    Dividi ciascun ingrediente della metà. Rivedi la lista facendo la metà di ogni dose. Dividi sia pesi che quantitativi.
    • Per i quantitativi, dividi semplicemente a metà. Per esempio se una ricetta richiede due mele, usane una. Se ce ne volesse una, usane mezza.
    • Per i pesi, dimezzali. Se in una ricetta ti servono 450 gr di macinato di manzo, ne userai solo 225.
    • Quando dimezzi le misure, usa la seguente guida:[1]
      • 2 cucchiai (30 ml) invece di 1/4 di tazza (60 ml)
      • 2 cucchiai e 2 cucchiaini (40 ml) invece di 1/3 di tazza (80 ml)
      • 1/4 di tazza (60 ml) invece di 1/2 tazza (125 ml)
      • 1/3 di tazza (80 ml) invece di 2/3 di tazza (160 ml)
      • 6 cucchiai (90 ml) invece di 3/4 di tazza (185 ml)
      • 1 cucchiaino e 1/2 (7.5 ml) invece di 1 cucchiaio (15 ml)
      • 1/2 cucchiaino (2.5 ml) invece di 1 cucchiaino (5 ml)
      • 1/4 di cucchiaino (1.25 ml) invece di 1/2 cucchiaino (2.5 ml)
      • 1/8 di cucchiaino (0.625 ml) invece di 1/4 di cucchiaino (1.25 ml)
      • 1 punta invece di 1/8 di cucchiaino (0.625 ml)
  3. 3
    Attenzione ai condimenti. Quando li dimezzi vai al ribasso per stare sul sicuro. Invece di calcolare esattamente la metà, meglio pensare di calare un po' la misura, specie se puoi aggiustare in seguito il sapore. Solitamente con i condimenti è meglio aggiungere dopo che non abbondare prima.
  4. 4
    Tieni conto delle sostituzioni. Se non hai un ingrediente specifico della lista o non vuoi usarlo per qualche motivo, dovrai sostituirlo con qualcosa dalle proprietà simili. Determina quanto te ne serve per raggiungere il corrispettivo dell'ingrediente originale. Poi dividi a metà il sostituto.
  5. 5
    Riscriviti la ricetta per comodità. Troverai che è più semplice scriverla da capo, includendo sia ingredienti che istruzioni. Sarà più facile fare riferimento alla versione redatta da te che non tentare di ricordare le correzioni apportate all'originale.
    • Quando riscrivi la ricetta dovrai prestare particolare attenzione a qualsiasi misura menzionata nelle istruzioni. Per esempio: una ricetta originale richiede 2 cucchiaini (10 ml) di sale, e metà va usato all'inizio della ricetta, mentre l'altra metà alla fine. Quindi, una parte delle nuove istruzioni sarà: “Usa 1 cucchiaino (5 ml) di sale” per poi aggiungere in seguito “Usa il sale rimanente.” Quando riscrivi la prima frase, fallo in modo che rifletta il dimezzamento originale oppure “Usa 1/2 cucchiaino (2.5 ml) di sale.”
    • Fai tutte le modifiche necessarie ai tempi di cottura e alle misure delle pentole quando riscrivi la ricetta. Vedi la sezione intitolata “Ulteriori Considerazioni” per altre informazioni.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Ingredienti Problematici

  1. 1
    Dividere un uovo. Le uova sono uno degli ingredienti notoriamente più difficili da dividere a metà in una ricetta, ma se hai bisogno di farlo ci puoi riuscire senza troppi problemi. Rompi il totale delle uova nella ricetta originale in una tazza misuratrice e batti leggermente per amalgamare. Poi misura e dimezza per la tua ricetta.[2]
    • Quando dimezzi un uovo, misura prima il numero di cucchiai (millilitri) che corrispondono all'intero mescolato. In seguito, misura il quantitativo dimezzato e aggiungilo alla tua ricetta.
    • Normalmente un uovo corrisponde a circa 3 cucchiai (45 ml) di uovo sbattuto, perciò ricordalo se non vuoi romperne più del necessario per calcolare tutto.
    • In alternativa puoi usare un sostituto delle uova o un brik di uova sbattute invece di quelle intere. Segui le istruzioni sul cartone per determinare a quanto corrisponde un uovo intero e quindi per dimezzare.
  2. 2
    Trita le spezie. Se una ricetta prevede spezie in bacche o di altro tipo difficile da dividere, dovrai macinare tutto con mortaio e pestello. Una volta fatto, misura il quantitativo e divi a metà. Usa il risultato per la tua ricetta.
    • Se già sai a quanto corrisponde la spezia in polvere rispetto al suo intero, puoi comprarla direttamente tritata e usarla invece di lavorare a mano. Dovrai fare delle ricerche online o in un ricettario, ma alcuni esempi includono:[3]
      • 1 stella di anice corrisponde a 1/2 cucchiaino (2.5 ml) di anice macinata; usa 1/4 cucchiaino (1.25 ml) per la metà.
      • 3 bastoncini di cannella corrispondono a 1 cucchiaino (5 ml) di quella macinata; usane 1/2 cucchiaino (2.5 ml) .
      • 3 chiodi di garofano interi corrispondono a 1/4 di cucchiaino (1.25 ml) di quelli macinati; usa 1/8 di cucchiaino (0.625 ml).
      • 1 spicchio di aglio corrisponde a 1/8 di cucchiaino (0.625 ml) di quello tritato; usane una punta per la metà.
      • 1 stecca di vaniglia corrisponde a 1 cucchiaino (5 ml) di estratto; usane 1/2 cucchiaino (2.5 ml).
  3. 3
    Misurare i pacchetti. Se ti viene chiesto l'uso di un pacchetto di un particolare ingrediente, dovrai misurare quanto è il pacchetto intero. Una volta che ricavi quest'informazione puoi dividere a metà e aggiungere l'ingrediente alla ricetta.
    • Alcuni pacchetti recheranno il peso. Se il tuo non l'ha, misura tu stessa.
    • Non cercare di "andare a occhio" per dimezzare il pacchetto, specie se usi ingredienti delicati come il lievito.
    • Ad esempio: un pacchetto standard da 7.5 gr di lievito secco attivo contiene l'equivalente di 2 cucchiaini e 1/4 (11.25 ml).[4] Se devi dimezzare la dose, usa 1, 125 o 1 cucchiaino e una presa (5.625 ml) di lievito.
  4. 4
    Se hai dubbi, misura. Essenzialmente, qualsiasi ingrediente che è difficile da dimezzare può essere ridotto attraverso la misurazione in cucchiai, tazze o con la bilancia. Misura quell'ingrediente intero e dimezza la cifra.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Considerazioni Aggiuntive

  1. 1
    Cambia la misura del contenitore.[5] Per quanto non essenziale, spesso dovrai preparare un piatto con le dosi dimezzate in un contenitore della misura adatta.
    • In generale, dovresti ridurre la misura della pentola in modo che gli ingredienti necessari raggiungano lo stesso livello di quelli originari. In altre parole, se devi riempire una teglia a metà con la pastella, scegline una più piccola che si riesca a riempire allo stesso livello con le dosi dimezzate di pastella.
    • Nota che questo è importante specie se hai una ricetta che ti richiede di riempire del tutto una teglia. Se hai una ricetta per porzioni intere, puoi usare teglie e pentole di qualsiasi misura. Per esempio se devi preparare 12 biscotti e la ricetta originale ne prevede 24, puoi ancora usare la stessa teglia. Ci sarà dello spazio in più che non pregiudicherà affatto la riuscita dei tuoi biscotti.
  2. 2
    Considera la temperatura di cottura. Rimane la stessa per la ricetta dimezzata. Dovresti trattare la temperatura come una costante e usarla per controllare la progressione del piatto mentre cuoce.
    • Dovrai anche controllare la temperatura interna dell'alimento se la ricetta lo richiede. Come quella esterna, la temperatura interna non va dimezzata e rimarrà uguale.
    • L'unico momento in cui dovrai prendere in considerazione di alzare la temperatura se cucini più di un piatto nel forno, è se lo fai in contemporanea. In questo caso, alzala di 14°C.
  3. 3
    Varia il tempo di cottura se necessario. Se cuoci qualcosa che hai dimezzato nelle dosi in una teglia di misura più piccola rispetto all'originale, probabilmente dovrai ridurre anche il tempo di cottura. Nota che di solito il tempo non si dimezza. Dovrai monitorare la preparazione a metà, ma ci potrebbe volere anche di più perché arrivi al punto di cottura esatto.
    • Per pane, torte e ciambelle il tempo di cottura sarà ridotto fra due terzi e tre quarti rispetto all'originale.
    • Per una ricetta dimezzata che comprenda carne o verdure, i tempi saranno ridotti di circa la metà. L'eccezione però è legata ai tagli individuali di carne che misurano come quelli richiesti nella tua ricetta originale. In altre parole, un arrosto da 900 gr cuocerà in metà tempo rispetto a uno di 1.800 kg, ma due hamburger da 115 gr l'uno utilizzeranno lo stesso tempo di quattro della stesso peso.
  4. 4
    Impara le eccezioni. Mentre la maggior parte delle ricette può essere dimezzata, alcune sono più difficili di altre. Se una ricetta può non riuscire bene con le dosi a metà, dovresti chiederti se rischiare comunque o se è meglio trovarne una simile che permetta invece quest'operazione.
    • Preparazioni delicate come i soufflé e i prodotti con lievitazione tendono ad essere difficili da dimezzare dato che la chimica non sempre produce i risultati sperati. Puoi provare a farlo e avere successo ma correrai sempre il rischio che qualcosa vada storto.
    Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Tazze misuratrici
  • Cucchiai
  • Bilancia da cucina
  • Matita

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Cucina
Questa pagina è stata letta 18 182 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità