Come Diminuire il Rischio di Esposizione all'Acetaldeide Cancerogena Causato dall'Ingestione di Bevande Alcoliche

L'acetaldeide è una sostanza probabilmente cancerogena che, per natura, si trova nelle bevande alcoliche e in molti alimenti, come banane e yogurt. Può anche essere aggiunta per conferire ai cibi l'aroma di frutta.

Anche se il Center for Disease Control non ritiene che l'acetaldeide sia un agente cancerogeno[1], è raccomandabile limitare l'esposizione a questa sostanza chimica prodotta naturalmente e che in genere si trova nelle bevande alcoliche. È importante perché l'acetaldeide, presente nelle bevande alcoliche e formata dall'etanolo in maniera endogena, è stata recentemente classificata dalla IARC come agente carcinogeno del gruppo 1 per l'uomo.

C'è la possibilità che le bevande alcoliche causino il cancro alla cavità orale, all'esofago, allo stomaco e ad altre parti del tratto gastrointestinale. Fortunatamente, chi ama le bevande alcoliche può limitare l'esposizione all'acetaldeide.

Per quanto riguarda le fonti scientifiche presenti in questo articolo, tutte le informazioni sono state raccolte da riviste scientifiche. Si prega di utilizzare PubMed per esaminare gli articoli scientifici corrispondenti. Usa parole chiave pertinenti, tra cui acetaldeide, alcool, cancro, bevande e cisteina. La relazione sull'acetaldeide prodotta dalla IARC (International Agency for Research on Cancer) può essere trovata al seguente indirizzo: http://monographs.iarc.fr/ENG/Monographs/vol71/mono71-11.pdf

Passaggi

  1. 1
    Evita le bevande alcoliche che aumentano notevolmente i livelli di acetaldeide nella bocca. Non appena bevi una bevanda alcolica, i microbi che per natura vivono all'interno della cavità orale convertono istantaneamente l'alcol in acetaldeide, così come quelli che vivono all'interno del tratto gastrointestinale. Anche il fegato produce acetaldeide quando metabolizza l'alcol, sebbene l’organismo scomponga ulteriormente questa sostanza col passare del tempo.Tuttavia, i batteri che vivono nel corpo non riescono a scomporre ulteriormente l'acetaldeide. Quest'ultima, prodotta nella bocca dai microbi, può portare al cancro alla bocca, alla gola e a tumori analoghi. Una concentrazione di acetaldeide pari o superiore a 100 micromolare può provocare il cancro.Tieni conto che la quantità di acetaldeide prodotta dall'alcol nella bocca non è necessariamente correlata alla quantità di acetaldeide preesistente nelle bevande prima di essere bevute. Tuttavia, la quantità (concentrazione) di alcol presente nelle bevande e nell'organismo è un fattore importante che rischia di aumentare i livelli dell'acetaldeide nella bocca e nel resto del corpo.
    • È stato dimostrato che Calvados, un brandy francese alla mela che ha una gradazione alcolica al 40%, produce la più alta quantità di acetaldeide nella bocca dopo un sorso (un sorso equivale a 5 ml o un cucchiaino). Dal momento del sorso e per almeno cinque minuti dopo, aumenta il livello dell'acetaldeide, favorendo l'insorgere del cancro.

      Anche una soluzione di alcool puro al 40%, simile alla normale vodka e ad altri tipi di superalcolici, dopo un sorso produce livelli di acetaldeide capaci di provocare il cancro, ma generalmente restano inferiori rispetto al Calvados. Persino il vino con gradazione alcolica al 12,5% è in grado di aumentare il potenziale cancerogeno dell'acetaldeide con sorsi da 5 ml, anche se i livelli di questa sostanza sono sensibilmente più bassi (variano in base al tempo trascorso dal sorso, ma possono arrivare a circa la metà di quelli prodotti dalle bevande con una concentrazione alcolica al 40%).

      Il livello di acetaldeide prodotto da una birra composta per il 5% da alcol è pari a circa la metà di quello prodotto dal vino, e rimane al di sotto della soglia cancerogena (anche se può variare a seconda della marca o del tipo di birra). La birra leggera produce meno acetaldeide. Tieni conto che le dimensioni del sorso possono modificare questi risultati, perciò un bel sorso di birra può aumentare i livelli cancerogeni dell'acetaldeide. Un sorso di birra da 5 ml non è esagerato. La quantità del sorso può alterare i livelli di acetaldeide ed esistono diversi studi scientifici che dimostrano i differenti livelli di acetaldeide a parità di condizioni.
  2. 2
    Evita le bevande alcoliche in cui preesistono elevati livelli di acetaldeide. Il livello alcolico di una bevanda non ha alcuna relazione con l'acetaldeide che contiene.
    • Generalmente, vodka e gin contengono la più bassa concentrazione di acetaldeide (da 0 a circa 300 micromolare). La ragione principale è che vengono distillati più volte per ottenere un prodotto molto puro. Vodka e gin sono generalmente prodotti con un sistema di distillazione a colonna, che produce un alcol quasi puro. Se si utilizzano alambicchi, il loro impiego viene combinato con quello dei distillatori a colonna. Con il gin, di solito, solo la distillazione finale avviene tramite l'uso degli alambicchi.

      Un altro motivo per cui la vodka e il gin sono relativamente privi di acetaldeide consiste nel fatto che di solito sono a base di cereali (a volte patate).

      La frutta, a differenza dei cereali, è la fonte principale di acetaldeide, sebbene anche il lievito usato per le bevande alcoliche produca acetaldeide. Stando così le cose, i superalcolici a base di frutta possono contenere fino a circa 26000 micromolare di acetaldeide. È probabile che non abbiano alcun contenuto di acetaldeide, ma bisogna notare che in media hanno circa 20000 micromolare di acetaldeide. È meglio evitare il vino di Porto, lo sherry e altri vini liquorosi, in quanto contengono stabilmente alti livelli di acetaldeide, in parte a causa del processo di invecchiamento.

      L'acetaldeide dello sherry oscilla tra 1000-12000 micromolare, mentre il Porto da 500 a 18000. I vini non fortificati e il cognac possono avere da 0 a circa 5000 micromolare di acetaldeide. I vini bianchi possono avere livelli relativamente bassi. Il whiskey e il bourbon possono avere livelli di acetaldeide relativamente alti, in quanto sono generalmente prodotti con l'impiego di alambicchi.

      La birra può avere fino a circa 1500 micromolare, ma in media la concentrazione di questa sostanza si avvicina a 200. Le birre lager e chiare, che non presentano gli aromi fruttati di alcune birre ale, dovrebbero avere le più basse concentrazioni di acetaldeide. Inoltre, la birra prodotta in serie, confezionata utilizzando le più sofisticate attrezzature di imbottigliamento che ne impediscono l'ossidazione, dovrebbe avere concentrazioni più basse.
      Il Calvados ha tra i 500 e i 1500 micromolare di acetaldeide.
      • Tieni conto che non esiste alcun modo per conoscere la quantità di acetaldeide presente in ogni marca di bevanda alcolica, perciò è meglio evitare quelle che generalmente sono note per avere livelli piuttosto alti. Inoltre, non è detto che la birra e il vino con elevate quantità di acetaldeide aumentino i livelli di questa sostanza solo perché la contengono (non è una relazione diretta).
  3. 3
    Diluisci le bevande alcoliche. Usa bevande analcoliche che difficilmente contengono acetaldeide, come bibite gassate, acqua seltzer e acqua tonica, per diluire il contenuto di alcool e acetaldeide. In questo modo potrai mantenere bassa la quantità di questa sostanza nella bocca e nella gola. I succhi di frutta possono contenere acetaldeide.
    • A titolo esemplificativo, diciamo che un bicchiere di birra da 350 ml e un sorso da 45 ml di vodka hanno la stessa concentrazione (micromolare) di acetaldeide. Anche se il sorso di vodka e la birra contengono circa la stessa quantità di alcool, il sorso di vodka contiene una quantità totale di acetaldeide molto inferiore.
      Pertanto, se diluisci la vodka con una bevanda analcolica per raggiungere un totale di 350 ml, la vodka avrà una quantità totale di acetaldeide molto inferiore a quella della birra, che dovrebbe corrispondere approssimativamente alla stessa quantità di acetaldeide prodotta in bocca quando bevi la birra.
  4. 4
    Mantieni un'eccellente igiene orale. Meno microbi si trovano in bocca, meglio è. Usa lo spazzolino, il filo interdentale e il collutorio senza alcool. Tuttavia, tieni conto che non riuscirai a eliminare completamente i microbi che vivono nella bocca.
    • Tieni presente che i collutori contenenti alcol possono aumentare l'incidenza di tumori orali fino a cinque volte (anche se alcuni studi non lo dimostrano).
  5. 5
    Prendi l'aminoacido L-cisteina prima di bere alcolici. La L-cisteina (non l'acetilcisteina o NAC) neutralizza immediatamente l’acetaldeide e si usa con successo per abbassare i livelli di acetaldeide nell'organismo, in particolare nello stomaco, quando si consuma l'alcol.
  6. 6
    Bevi acqua subito dopo aver fatto un sorso o bevuto bevande alcoliche. Se rimuovi dalla bocca e dalla gola l'alcol ingerito, anche gran parte dell'acetaldeide e dei residui alcolici che si possono trasformare in questa sostanza verranno rimossi.Meno tempo l'acetaldeide resta a contatto con bocca e gola, meno tempo il potenziale cancerogeno dell'alcol resta a contatto con le cellule. Naturalmente un po' di acetaldeide verrà eliminata nello stomaco e nel tratto gastrointestinale inferiore, ma in ogni caso l'alcol consumato arriva in queste parti dell'organismo, formando ulteriore acetaldeide. La L-cisteina dovrebbe aiutare a prevenire i danni causati nell'organismo.
  7. 7
    Bevi le bevande alcoliche il più rapidamente possibile. Ricorda che, ogni volta che fai un sorso da una bevanda alcolica, i livelli di acetaldeide hanno un'impennata in bocca. Bevi tutto d'un fiato in modo che l'alcol resti a contatto con la bocca e la gola per il minor tempo possibile. Fallo in modo sicuro e responsabile.
  8. 8
    Limita il consumo delle bevande alcoliche. Il rischio di tumori provocati dall'acetaldeide contenuta nelle bevande alcoliche aumenta in modo diretto. Ciò significa che praticamente ogni drink, o bevuta, aumenta il rischio di cancro, persino uno al giorno. Tre drink lo triplicano.Inoltre, se bevi fino al punto di intossicarti, avrai un livello piuttosto alto di alcol e acetaldeide nell'organismo anche quando avrai finito di bere.
    • Un drink equivale a 350 ml (con gradazione alcolica al 5%) di una birra normale, a 120 o 150 ml di vino, a 90 ml di vino fortificato o da dessert e a circa 45 ml di superalcolici. Tieni conto che queste razioni si basano sugli standard prodotti dal governo degli Stati Uniti. In realtà, potrebbero variare da paese a paese.
  9. 9
    Evita assolutamente di bere se non hai il gene aldeide deidrogenasi (ALDH2). In assenza di questo gene, le persone non sono in grado di scomporre l'acetaldeide in acetato (composto non cancerogeno) all'interno del corpo tanto quanto coloro che ne sono provvisti. Pertanto, corrono un rischio molto maggiore di tumori causati dall'acetaldeide. Le popolazioni asiatiche hanno un deficit di aldeide deidrogenasi 2.
  10. 10
    Evita le bevande alcoliche fatte in casa. Sebbene sia plausibile che la birra e il vino fatti in casa non contengano più acetaldeide di tante altre bevande prodotte industrialmente, nell'alcol fatto in casa sono stati scoperti livelli molto elevati di questa sostanza. Lo stesso vale per i distillati (come le grappe). L'imbottigliamento e metodi poco adeguati di produzione (fermentazione e così via) possono aumentare la quantità di acetaldeide.
    Pubblicità

Consigli

  • In questo articolo un sorso equivale a 5 ml (un cucchiaino). Sorsi più grandi o più piccoli possono provocare diverse concentrazioni di acetaldeide. Tuttavia, tieni presente che la concentrazione di alcool presente nella bevanda è un fattore importante.

Pubblicità

Avvertenze

  • È possibile che tutte queste precauzioni non servano a molto. Il Center for Disease Control non ha riconosciuto l'acetaldeide come sostanza cancerogena e gli articoli pubblicati dalla American Medical Association hanno dimostrato che tra alcolismo e cancro esiste solo una relazione di terzo grado.
  • Fai ricerche più approfondite su questo argomento. È stato dimostrato che bere alcol diminuisce il rischio di cancro ovarico (The Queensland Institute of Medical Research in Australia, 2004), promuove ossa più forti (Twin Research and Genetic Epidemiology Unit, St. Thomas' Hospital di Londra, 2004) e riduce il rischio di ictus (Centers for Disease Control and Prevention, 2001). Bere moderatamente può allungare la vita, ma troppo può accorciarla, dichiarano i ricercatori italiani. La loro conclusione è basata sui dati raccolti da 34 importanti studi che hanno coinvolto più di 1 milione di persone e 94000 decessi.
  • Bevi sempre in modo responsabile.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 13 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 4 188 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità