Come Dipingere con gli Acquerelli

Stai cercando di ampliare le tue competenze nell'arte pittorica? La pittura ad acquerello è una forma artistica gratificante e molto espressiva. I colori vengono realizzati con pigmenti contenuti in una base idrosolubile. Hai la possibilità di aggiungere e controllare l'acqua per creare quadri luminosi e straordinari. Spesso si scelgono gli acquerelli per realizzare paesaggi o scene naturali. Qualunque cosa tu voglia dipingere, dovrai acquistare l'occorrente, organizzarti e iniziare a fare pratica.

Parte 1 di 5:
Procurarsi l'Attrezzatura

  1. 1
    Scegli il tipo di acquerelli da comprare. Gli acquerelli si trovano in commercio sia in tubetti sia in pastiglie contenute all'interno di tavolozze o vassoi. La versione in tubetti ti consente di personalizzare un po' di più il tuo assortimento di colori, mentre le pastiglie sono vendute solitamente in una gamma di colori predefiniti.
    • Gli acquerelli si suddividono in base alle loro proprietà: alcuni sono trasparenti, altri opachi. I primi ti permettono di intravedere il fondo bianco della carta, conferendo alle sfumature una certa luminosità. Anche quelli opachi sono molto vividi, ma tendono a sembrare più spenti poiché bloccano la luce che colpisce la carta.
    • Inoltre, possono essere permanenti o non permanenti. Quelli non permanenti rimangono sulla superficie della carta e per tale caratteristica sono facili da rimuovere o fondere con altri colori non permanenti. Gli acquerelli permanenti, invece, penetrano nella carta in maniera definitiva e sono più difficili da combinare con i colori non permanenti.[1]
  2. 2
    Decidi quali tonalità desideri comprare. Probabilmente vorrai una gamma che racchiuda i colori primari, tra cui: gommagutta (giallo oro intenso), giallo hansa medio, rosso sandalo, rosa camicino, blu oltremare, blu ftalo e arancio bruciato quinacridone.[2] Una volta che avrai imparato a usare questi colori fondamentali, sperimenta con altri.
  3. 3
    Scegli i pennelli. Dovresti procurartene di varie misure, grossomodo dal n. 5 al n. 10. Per trattenere facilmente il colore, devono anche avere una bella punta. Potresti anche comprare un pennello piatto: è munito di un bordo lungo e dritto, utile per diluire o applicare uno strato di colore come base.
    • Alcuni artisti ti diranno di acquistare fin da subito pennelli di ottima qualità, mentre altri ti consiglieranno di non spendere troppi soldi all'inizio finché non sarai sicuro di voler continuare a dipingere con gli acquerelli. Nonostante la confusione che possano crearti questi suggerimenti, sceglili in base alle tue possibilità e alla costanza con cui pensi di dedicarti a questa tecnica pittorica.
  4. 4
    Compra la carta per acquerello. Non puoi derogare su questo punto, se non vuoi che sul dipinto si creino bolle quando inizi a lavorare. La carta per acquerello è pesante e ha una certa consistenza. È fatta per sopportare l'applicazione di una quantità considerevole di acqua e colore.
    • La carta per acquerello ha tre diverse consistenze: pressata a caldo con una superficie liscia, pressata a freddo con una superficie ruvida e irregolare, e ruvida con una superficie irregolare. Puoi anche scegliere una carta più spessa e pesante, quando sei alle prime armi.[3]
  5. 5
    Realizza o compra altre attrezzature per dipingere ad acquerello. Quando sei agli inizi, trova qualcosa in casa che puoi sfruttare per cominciare a dipingere. Una volta che avrai deciso di dedicarti alla pittura ad acquerello, potrai acquistare prodotti di qualità superiore, se lo vorrai.
  6. 6
    Trova una tavolozza. Se hai deciso di munirti di oggetti di uso domestico, ti conviene utilizzare un piatto di grosse dimensioni. Ti permetterà di posizionare vari colori e mescolarli. Se intendi acquistare una tavolozza, assicurati di sceglierne una con le vaschette grandi, in modo da poter mescolare l'acqua all'interno. Puoi comprarne una con diverse vaschette o acquistarne più di una da destinare a determinati colori.[4]
  7. 7
    Cerca una tavola. All'inizio puoi adoperare un semplice pezzo di cartone piuttosto robusto, appoggiato contro un muro o un tavolo. Se intendi acquistarla, sceglila di legno, plexiglass o gommapiuma: sopra potrai appoggiare la carta per acquerello. Inoltre, dovrai acquistare un cavalletto per tenere la tavola in posizione verticale mentre dipingi. Tuttavia, è una questione di scelte personali, in quanto alcuni preferiscono dipingere su una superficie piana, mentre altri a una certa inclinazione.
  8. 8
    Procurati l'occorrente per restare organizzato e pulito. Questo tipo di attrezzatura varia in base alle esigenze personali. Molti artisti preferiscono avere a portata di mano contenitori per l'acqua, tovaglioli di carta, matite e gomme. Inoltre, è consigliabile indossare una vecchia maglietta o un grembiule mentre si dipinge.
    Pubblicità

Parte 2 di 5:
Iniziare

  1. 1
    Predisponi il tuo spazio per dipingere. Trova un ambiente confortevole in cui hai piacere di trascorrere parte del tuo tempo. Scegli una zona esposta alla luce naturale. Se lavori la sera o non disponi di una buona illuminazione, procurati una lampada da tavolo potente.
    • Cerca una lampadina o una lampada a spettro completo. In questo modo la luce non sarà troppo calda né ti impedirà di dipingere con la dovuta precisione. Inoltre, assicurati che il paralume sia bianchissimo, in modo che l'illuminazione nell'ambiente in cui lavori risulti più naturale.[5]
  2. 2
    Organizza i colori, i pennelli e l'acqua. Una volta che avrai cominciato a dipingere, non ti converrà fermarti per andare in cerca dell'attrezzatura. Tieni tutto l'occorrente vicino al quadro, ma cerca anche di avere lo spazio sufficiente per muoverti comodamente.
    • Se sei destrimano, colloca le tavolozze, i pennelli e i contenitori dell'acqua sul lato destro della scrivania, mentre i tovaglioli di carta e le altre attrezzature sul lato sinistro. Inverti l'ordine se sei mancino.
    • Appoggia i pennelli piatti su un tovagliolo di carta quando non li usi. Non lasciarli mai capovolti nel contenitore dell'acqua. Non resteranno puliti e potrebbero rovinarsi in punta.[6]
  3. 3
    Colloca il foglio di carta per acquerello. Fissalo alla tavola con del nastro adesivo e mettilo al centro del piano di lavoro. Se puoi, inclina la scrivania verso l'alto oppure alza la tavola posizionando un blocco al di sotto fino a ottenere una pendenza ottimale.
    • Con una matita leggera prova a tratteggiare il soggetto o il paesaggio sul foglio di carta. Molti artisti amano dipingere senza una guida, ma all'inizio può essere utile. Tieni a portata di mano una gomma per cancellare gli errori.
  4. 4
    Scegli i colori da usare per il tuo quadro. Il rosso, il giallo e il blu ti serviranno come colori primari. Questi tre, mescolati e fusi insieme, creeranno altre tonalità che andrai a usare per dipingere e conservare una certa coerenza nel disegno. Puoi scegliere altri colori per rendere più originale la tua opera. Tuttavia, molti artisti adoperano solo i tre colori primari in tutti i loro lavori.
  5. 5
    Impara a usare i colori caldi e freddi. I colori caldi, come il rosso, l'arancio e il giallo, spiccano sulla carta, come se stessero fuoriuscendo. I colori freddi, come il blu, il viola e il verde, sono invece più sfuggenti.
    • I colori complementari, che sul cerchio cromatico sono ordinati in posizioni opposte, come il giallo e il viola, risaltano in egual misura quando sono uno accanto all'altro. In altre parole, sembrano "competere" fra loro per attirare l'attenzione dell'osservatore.
    Pubblicità

Parte 3 di 5:
Apprendere le Nozioni di Base per Dipingere con gli Acquerelli

  1. 1
    Impara a preparare l'acquerello nella tavolozza. Scegli un colore e versane una o due gocce in una vaschetta della tavolozza. Intingi il pennello nell'acqua e giralo nella vaschetta per mescolare la pittura. Se vuoi usare altri colori, mettili in vaschette differenti. Assicurati di sciacquare il pennello quando alterni tra un colore e un altro.
    • Non usare troppa acqua. Comincia con poca acqua e aggiungine altra se necessario. È più difficile arricchire un colore caricandolo, piuttosto che diluirlo.
    • Riempi la tavolozza con i colori che stai utilizzando. Premi i tubetti versando una piccola quantità di colore nelle singole vaschette della tavolozza.
  2. 2
    Impara a mescolare i colori. In questo modo, capirai l'effetto che danno quando si uniscono. È la capacità di mischiare e sovrapporre i colori a rendere la tecnica dell'acquerello così unica. Le prime volte che lo farai probabilmente resterai sorpreso dai risultati.
    • Gli acquerelli, una volta asciutti, sono molto più chiari rispetto a come risultano quando sono bagnati. Ricordatelo quando cerchi di capire come puoi schiarire o scurire qualche particolare.
    • Cerca di non esagerare. I colori non devono perfettamente fondersi tra loro. Una pennellata può contenere più gradazioni di colore anziché dare una tonalità compatta. Questo è il bello dell'acquerello.
  3. 3
    Carica il pennello con il colore. Per caricarlo completamente, immergilo nella vaschetta in modo da impregnarlo totalmente. Sollevalo e fallo scorrere sul bordo della tavolozza in modo che sgoccioli. In caso contrario, fallo scorrere sul bordo più volte in modo che non sia troppo carico.[7]
    • Dopo aver caricato il pennello, ti conviene tamponarlo. Per farlo, ti basta picchiettare su un tovagliolo di carta, così potrai rimuovere il colore in eccesso. Puoi tamponarlo leggermente o più a fondo.
  4. 4
    Impara a sciacquare i pennelli. Dovrai farlo quando passi da un colore all'altro, usando lo stesso pennello, o quando interrompi il tuo lavoro. Immergi il pennello in un contenitore pieno d'acqua e picchietta leggermente sul fondo, in modo da aprire le setole e far uscire il colore. Continua finché non sarà pulito.
    • Se devi pulire più di un pennello è meglio cambiare l'acqua, altrimenti si sporcherà e non sarai in grado di smacchiarli.
    Pubblicità

Parte 4 di 5:
Dominare le Tecniche Più Comuni

  1. 1
    Impara il bagnato su asciutto. Questa tecnica viene usata per riempire un'ampia zona con una tinta uniforme e consistente. Per iniziare, traccia un quadrato o un rettangolo sul tuo foglio da disegno e carica completamente il pennello con il colore che intendi usare.
  2. 2
    Inizia dal bordo in alto a sinistra. Senza premere, disegna un angolo con due piccole pennellate di poco più di 1 cm. Quando sollevi il pennello, dovresti vedere una piccola sacca di colore formatasi sulla superficie del foglio. Toccala qualche altra volta con il pennello per rilasciare più colore e aumentare le dimensioni della sacca.
  3. 3
    Fai scorrere il pennello lungo la parte superiore del quadrato, usando solo la punta e scendendo sul lato destra sempre per poco più di 1 cm. Alza il pennello, in modo da rilasciare altro colore. Hai ottenuto una sacca di colore.
  4. 4
    Comincia a riempire il quadrato con il colore. Traccia un'altra linea da destra a sinistra, questa volta utilizzando tutte le setole del pennello anziché solo la punta. Fermati grossomodo a metà, ricarica completamente il pennello e prosegui fino al bordo sinistro del quadrato.[8]
  5. 5
    Prosegui verso la parte inferiore del quadrato. Continua a dipingere lungo i lati e poi attraverso il foglio con pennellate lunghe poco più di 1 cm finché non avrai riempito lo spazio contenuto all'interno del quadrato. Ricordati di muoverti da destra a sinistra e da sinistra a destra quando lo colori.
  6. 6
    Impara a caricare due colori. In pratica, si tratta di mischiare due colori sul foglio, anziché sul vassoio della tavolozza. Questa tecnica ti permette di creare sfumature più lievi che vanno da un colore all'altro.[9]
  7. 7
    Usa il primo colore che hai scelto. È meglio usare la tecnica del bagnato su asciutto per caricare i colori. Ad esempio, dipingi circa metà dello spazio o del quadrato con il primo colore.
    • Alla fine della sacca traccia delle linee irregolari, invece che dritte. Risciacqua il pennello.
  8. 8
    Ricarica completamente il pennello nel secondo colore. Tocca con la punta la sacca del colore che hai fatto in precedenza. Sollevala e rilascia il colore che andrà ad amalgamarsi immediatamente, allargando la sacca.
    • Il secondo colore caricato sul pennello si fonderà con il primo. A questo punto è preferibile sciacquare di nuovo il pennello e caricarlo con il secondo colore che hai scelto. Così facendo, otterrai una transizione più netta tra le due tonalità.
  9. 9
    Impara ad ammorbidire i bordi netti. Per creare un bordo velato o vari tipi di sfumature, devi applicare l'acqua con cura.[10]
  10. 10
    Traccia una linea colorata. Sciacqua il pennello e tamponalo finché non sarà umido, ma non gocciolante.
  11. 11
    Trascinalo lungo la linea. Abbi cura di proseguire mentre la linea è ancora bagnata. Puoi fare una sola pennellata continua o diverse più corte, donando un aspetto ancora più leggero. Il colore si ricaricherà nella parte umida.
  12. 12
    Continua ad alleggerire la sacca. Sciacqua il pennello e ripeti, tratteggiando un'altra linea lungo la sacca di colore, finché il colore non si scaricherà nella parte umida.
  13. 13
    Impara a togliere l'acquerello dal foglio.[11] Questa è una tecnica utile se commetti qualche errore o se vuoi ottenere un effetto originale. Puoi semplicemente tamponare la zona con un tovagliolo di carta oppure utilizzare la parte piatta o la punta del pennello se vuoi essere più preciso.
  14. 14
    Bagna un pennello duro e pulito. È preferibile che non sia intriso d'acqua, altrimenti avrai meno controllo sul colore da rimuovere.
    • Utilizza la parte piatta del pennello se la superficie è leggermente più grande. Utilizza la punta se devi togliere solo un po' di colore.
  15. 15
    Trascina il pennello sulla zona da cui desideri eliminare il colore. Fai dei tocchi precisi, evitando di ritornare sullo stesso punto.
  16. 16
    Picchietta il pennello su un tovagliolo. In questo modo eliminerai parte del colore che hai tolto col pennello.
  17. 17
    Sciacqua e ripeti l’operazione, solo se vuoi togliere altro colore.
    Pubblicità

Parte 5 di 5:
Esercitarsi con un Semplice Paesaggio di Montagna

  1. 1
    Traccia la linea dell'orizzonte sul foglio. Utilizza una matita e un righello per disegnare una linea retta all'incirca a 1/4 dell'altezza del foglio, partendo dal bordo inferiore. Il paesaggio che andrai a dipingere si svilupperà sopra e sotto questa linea.[12]
  2. 2
    Passa il pennello intriso d'acqua nella parte superiore del foglio. Usa acqua pulita e applicala dall'alto verso il basso fino ad arrivare a 2-3 cm di distanza dalla linea dell'orizzonte.[13]
    • Prepara sulla tavolozza diverse vaschette di un solo colore. Varia la quantità d'acqua da incorporare all'interno, in modo da avere diverse sfumature di colore.
  3. 3
    Dipingi il cielo. Carica un pennello di misura media con una tonalità vivida e dipingi dall'alto verso il basso, fermandoti a circa 2-3 cm dalla linea dell'orizzonte.[14]
    • Il colore dovrebbe sbiadirsi gradualmente man mano che scendi verso l'orizzonte. Puoi lasciare un poco di spazio tra queste variazioni.
    • Prova anche a lasciare nel cielo una zona senza colore per dare l'idea del sole che sorge sopra le vette delle montagne. Assicurati di sfumare i contorni fra la zona colorata e quella non dipinta.
  4. 4
    Carica il pennello con un altro colore e vai oltre la metà superiore del cielo. In questo modo farai risaltare il cielo rispetto all'orizzonte.[15]
    • Utilizza un tovagliolo di carta o un panno per rimuovere il colore in alcuni punti e creare le nuvole e altre sfumature nel cielo.
  5. 5
    Lascia asciugare il cielo. Puoi interrompere il lavoro oppure soffiare sul foglio finché non sarà asciutto al tatto. In questo modo accelererai il processo, ma abbi cura di usare la carta per acquerello, altrimenti si formeranno delle bolle.[16]
  6. 6
    Dipingi una catena montuosa. Inizia a circa 5 cm sopra la linea dell'orizzonte e usa una tonalità scura e concentrata per tracciare uno zig-zag sul foglio. Fai in modo che si stagli a qualche centimetro sopra l'orizzonte, senza toccarlo.
    • Non preoccuparti di uniformare il colore delle montagne: al contrario, le irregolarità le renderanno più realistiche.
  7. 7
    Realizza le montagne usando la stessa tonalità. Dipingi scendendo verso la linea dell'orizzonte, ma fermati sopra, a poco più di 1 cm da essa.[17]
  8. 8
    Dipingi la zona intermedia. È quella compresa tra le falde dei monti e l'orizzonte. Intingi un pennello rigido nella stessa vaschetta usata per dipingere le montagne e mantienilo orizzontalmente, come uno scalpello, picchiettando su vari punti dell'orizzonte.[18]
  9. 9
    Continua a dipingere lungo la linea dell'orizzonte. Continua a impugnare saldamente il pennello, come se fosse uno scalpello, sovrapponendo le pennellate e facendo tratti più scuri e più chiari. La pennellata più bassa dovrebbe essere più scura, dal momento che sarà il bordo di un lago.[19]
    • Dai corpo al disegno con pennellate orizzontali irregolari.
    • Lascia punti più chiari o più scuri per conferire al disegno un aspetto più naturale.
  10. 10
    Dipingi un lago in primo piano. Questa è la parte che risalterà maggiormente nel dipinto. Carica un pennello largo e rigido con il colore e molta acqua per creare una tonalità più chiara. Con un tratto preciso, trascina il pennello da un lato all'altro del foglio senza fermarti.[20]
    • Per dare l'idea del riverbero del sole sull'acqua, fai pennellate molto leggere partendo da un punto in cui il lago si sviluppa appena sotto l'orizzonte. In questo modo spunterà il bianco della carta tra una pennellata e l'altra.
    • Continua a dipingere in questo modo man mano che ti muovi verso la parte inferiore del foglio, fermandoti a circa 2-3 cm dal fondo.
  11. 11
    Lascia asciugare il lago. Anche in questo caso, puoi farlo asciugare all'aria o soffiare.[21]
  12. 12
    Termina di dipingere la parte inferiore del primo piano. Carica il pennello con una tonalità scura e, andando in senso orizzontale, dipingi una linea doppia, irregolare e scura sul fondo del lago. Riempi il primo piano con questa tonalità, alleggerendo la mano laddove il lago e il cielo sono più chiari.[22]
    • Se vuoi aggiungere qualche canna, asciuga il pennello rigido, caricalo con il colore più scuro e traccia delle pennellate verticali scendendo verso la riva del lago. Evita di dipingerle lungo tutte le sponde. Piuttosto, scegli una singola zona in cui inserirle.
  13. 13
    Ammira la tua opera. Il tuo primo quadro è finito e puoi firmarlo, metterlo su una base e incorniciarlo. Continua a esercitarti in modo da imparare altre tecniche più difficili, come la spugnatura, la pittura a spruzzo, con il sale, a secco e tante altre ancora.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 17 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Pittura
Questa pagina è stata letta 115 934 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità