Diradare, significa rimuovere le piantine dal contenitore originario e ripicchettarle in vasi singoli per dar loro maggiore spazio di crescita. Il metodo qui spiegato è adatto ad ogni tipo di pianta.

Passaggi

  1. 1
    Sapere quando le piantine sono pronte. Il diradamento è necessario quando le foglie delle piantine iniziano a sfiorarsi. In generale, capita quando avranno prodotto il secondo paio di foglie. Questa fase è chiamata delle "foglie vere" dato che il primo paio è quello seminale. Se i semenzai sono troppo densi, la parte superiore di ciascun fusto di indebolirà, assottigliandosi.
  2. 2
  3. 3
  4. 4
    Scegli le piantine più forti e quelle con un panetto radicale più sviluppato. Butta quelle più deboli, piccole o con poche radici che non attecchirebbero.
  5. 5
    Ripicchettale.
    • Crea un alloggiamento con il foraterra, che sia largo e profondo a sufficienza per contenere il panetto radicale.
    • Metti la piantina a dimora e compatta il terreno attorno alla base.
  6. 6
    Etichetta. Usando un pennarello indelebile, scrivi la varietà della pianta da un lato dell'etichetta e la data dall'altro. Sistemala sul bordo del semenzaio.
  7. 7
    Annaffia. Volta al contrario la doccetta per evitare di scomporre la superficie del terreno. Annaffia abbondantemente.
  8. 8
    Lascia crescere. Ciascun seme cresce alle proprie condizioni. Controlla la busta che li conteneva. Se le piantine andranno all'esterno, sistemale in una serra a freddo o all'esterno in una zona protetta dalla luce diretta e dal vento. In questo modo si acclimateranno alle condizioni finali. Quando avranno prodotto 3 o 4 paia di foglie, saranno pronte per essere ripicchettate nella terra.
  9. 9
    Finito.
    Pubblicità

Consigli

  • Tutti gli attrezzi si comprano alla serra o in un negozio di piante.
  • Tieni un registro di ciò che pianti ogni anno, così saprai qual è lo schema di crescita, il periodo migliore per trapiantare, le zone più adatte, ecc.

Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Sementi
  • Vasi/semenzai
  • Setaccio
  • Terriccio del giusto pH - controlla sul pacchetto di semi
  • Un foraterra (o una matita, un bastoncino da ghiacciolo, ecc.)
  • Un tubo da giardino con doccetta
  • Etichette per piante
  • Pennarello indelebile

Riferimenti

  1. VideoJug A video demonstration of thinning out seedlings, featuring Tom Cole. Original source of article; shared with permission and appreciation.

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 9 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 5 970 volte
Categorie: Giardinaggio
Questa pagina è stata letta 5 970 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità