Scarica PDF Scarica PDF

L’acquaragia è un solvente per pulire a base di petrolio[1] . Spesso viene usata per la decorazione e per i prodotti per la pittura. Una volta usata per diluire o per pulire i pennelli, puoi metterla da parte per usarla in futuro, o cercare un luogo dove è possibile buttare rifiuti pericolosi senza contaminare l’acqua del terreno.

Metodo 1
Metodo 1 di 2:
Riutilizzare l’Acquaragia

  1. 1
    Dopo averla utilizzata, tieni l’acquaragia nel suo contenitore d’origine. Chiudi il coperchio il più ermeticamente possibile. Mantieni il contenitore lontano da qualsiasi fiamma.
    • L’acquaragia prende fuoco tra i 40 e i 62 °C.
  2. 2
    Puoi lasciare l’acquaragia nel suo contenitore chiuso per mesi ogni volta. Essa infatti non “va a male”, quindi non devi per forza disfartene dopo averla usata come solvente per la vernice. Lascia che i residui di pittura si depositino sul fondo del contenitore.
    • La cosa migliore è comprare acquaragia in piccole quantità e riusarla per molto tempo. Essa infatti evapora molto lentamente.[2]
  3. 3
    Togli il coperchio, versa l’acquaragia pulita in un nuovo contenitore spesso e adatto a contenere i rifiuti. Etichettalo immediatamente per poterlo riutilizzare. Metti la pittura rimasta sul fondo in una lettiera per gatti.
    • Metti in pratica il metodo seguente per disfarti del colore e dei rifiuti dei gatti in modo appropriato.
    • Nei negozi di belle arti, di ferramenta o su internet puoi comprare contenitori per conservare i solventi in modo sicuro. Non tutti i contenitori di plastica sono adatti a questo scopo, perché con il tempo il solvente potrebbe consumare la plastica e romperla.
  4. 4
    Usa l’acquaragia per diluire i colori a olio. Questo solvente è adatto sia ai colori ad olio per uso domestico, sia a quelli impiegati nell'arte. Aggiungi alla vernice piccole quantità, fino a raggiungere la consistenza desiderata.
    • Se pensi di aver messo troppo solvente, aggiungi altra vernice. Un colore troppo diluito non aderirà alla tela. Al contrario, se usi troppa vernice l’effetto sarà opposto.[3]
  5. 5
    Puoi donare l’acquaragia in più chiamando un centro cooperativo di costruzioni, una scuola d’arte o un centro di apprendimento nella tua zona. Almeno non andrà sprecata.
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 2:
Disfarsi dell’Acquaragia

  1. 1
    Chiama il comune o l'ufficio competente per saperne di più sullo smaltimento di materiali pericolosi. Molte città scelgono giorni appositi per lo smaltimento, in modo da diminuire l’inquinamento. A volte il ritiro dei rifiuti è gratuito o sponsorizzato da un’azienda locale.
  2. 2
    Metti la lettiera per gatti in cui hai versato l'acquaragia sporca di vernice tra i tuoi rifiuti domestici.
  3. 3
    Chiama la società che si occupa dei rifiuti o l'ufficio competente per sapere se puoi portare rifiuti pericolosi. Se devi liberartene, puoi anche lasciare i rifiuti nel loro contenitore d’origine e pagare un’agenzia locale che si occupa dello smaltimento di questi materiali.
  4. 4
    Metti dell’altro solvente sulla lettiera e porta il tutto in discarica. Rendi noto il contenuto agli addetti e paga una tassa per evitare di contaminare l’acqua del terreno.
  5. 5
    Non buttare stracci unti o pennelli sporchi di pittura nella spazzatura. Potrebbero prendere fuoco. Compra un contenitore apposito e pulisci tutto con solvente, sapone e acqua.[4]
    • Puoi anche cercare di convertire il contenitore che usavi in uno apposito per i rifiuti pericolosi.
  6. 6
    Lascia i contenitori vuoti aperti per farli asciugare. Puoi sbarazzarti del contenitore in un centro di riciclaggio. I residui rimanenti non influenzeranno il riciclo.[5]
    Pubblicità

Consigli

  • Compra un armadietto speciale per conservare i prodotti infiammabili. Puoi metterci dentro vernici, stracci, pennelli e solventi.
Pubblicità

Avvertenze

  • Non buttare mai l’acquaragia nello scarico o nella fognatura. Contaminerebbe l’acqua del terreno!
  • Sappi che l’acquaragia non può essere versata sul terreno o nella spazzatura. Devi sbarazzartene nel modo opportuno, rivolgendoti a un’agenzia che si occupa dello smaltimento di materiale pericoloso.[6]
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Un contenitore per la vernice infiammabile
  • Lettiera per gatti
  • Un contenitore per i rifiuti oleosi
  • Un contenitore plastico apposito per i solventi
  • Etichette

wikiHow Correlati

Rimuovere i Trasferibili a Caldo dai Vestiti
Togliere la Cera di una Candela da un Vasetto
Allargare i Vestiti Ristretti
Caricare la LavastoviglieCaricare la Lavastoviglie
Rimuovere i Colori che si Sono Trasferiti sul BucatoRimuovere i Colori che si Sono Trasferiti sul Bucato
Rimuovere la Muffa dal SoffittoRimuovere la Muffa dal Soffitto
Eliminare la Muffa con l'AcetoEliminare la Muffa con l'Aceto
Sturare un WCSturare un WC
Lavare gli Indumenti che Richiedono il Lavaggio a Secco in CasaLavare gli Indumenti che Richiedono il Lavaggio a Secco in Casa
Pulire il VomitoPulire il Vomito
Evitare che le Scarpe Sbattano nell'AsciugatriceEvitare che le Scarpe Sbattano nell'Asciugatrice
Rimuovere i Pelucchi dagli Indumenti
Rimuovere il Vomito dagli Interni dell'AutoRimuovere il Vomito dagli Interni dell'Auto
Fare il Bucato a Mano
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Staff di wikiHow - Redazione
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 31 915 volte
Categorie: Pulizia
Questa pagina è stata letta 31 915 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità