Scarica PDF Scarica PDF

La mitosi e la meiosi sono processi simili che tuttavia hanno differenze precise. I gameti vengono prodotti attraverso la meiosi e sono fondamentali per la riproduzione sessuale; sono gli ovuli e gli spermatozoi, così come spore e polline. La mitosi invece fa parte della riproduzione di tutti gli altri tipi di cellule dell'organismo. È il processo con cui creiamo nuove cellule epiteliali, delle ossa, del sangue e altre, note come "cellule somatiche". Puoi individuare la differenza tra mitosi e meiosi considerando le fasi di entrambi i processi.

Parte 1
Parte 1 di 2:
Identificare la Mitosi

  1. 1
    Considera che cosa accade nella mitosi. Con questo processo vengono create cellule diploidi. Senza la replicazione mitotica, il tuo corpo non sarebbe in grado di guarire e di crescere. Quando avviene la mitosi, il tuo DNA si replica. Le cellule si dividono e mostrano fasi chiare, note come interfase, profase, metafase, anafase e telofase. Il processo di base della mitosi è il seguente:[1]
    • Per cominciare, il DNA si condensa in cromosomi che si allineano.
    • I cromosomi figli vengono separati e si spostano ai poli della cellula (sui bordi).
    • Infine, la cellula si divide in due nuove cellule, con un processo chiamato citodieresi o citocinesi.
  2. 2
    Conta il numero di divisioni. Nella mitosi, le cellule si dividono una volta sola. Le nuove cellule vengono chiamate "figlie". Molte cellule umane si riproducono dividendosi in 2 nuove cellule.[2]
    • Controlla il numero di cellule figlie. Nella mitosi dovrebbero essere solo 2.
    • La cellula originale non è più presente al termine della mitosi.
  3. 3
    Assicurati che sia presente una serie completa di cromosomi. Le due cellule figlie sono identiche per quantità e tipo di cromosomi rispetto al nucleo della cellula progenitrice. Se la nuova cellula non ha una serie completa di cromosomi, è stata danneggiata o la mitosi non è stata completata. Tutte le cellule somatiche umane in salute dovrebbero avere una serie completa di cromosomi.[3]
    • Le cellule che hanno cromosomi in eccesso o che ne hanno pochi non funzionano bene e muoiono o diventano cancerose.[4]
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 2:
Identificare la Meiosi

  1. 1
    Considera come vengono prodotti i gameti nella meiosi. La replicazione meiotica è responsabile della capacità di un organismo di riprodurre metà del numero delle cellule "figlie" note anche come cellule aploidi.[5] Quando un organismo si riproduce, crea dei gameti. Queste cellule non hanno un set di DNA completo. Hanno metà dei cromosomi rispetto a quelle create con la replicazione mitotica.
    • Per esempio, le cellule degli ovuli e dello sperma sono meiotiche e contengono metà di una serie completa di cromosomi.
    • Il polline è un gamete. Come i gameti umani, contiene all'interno metà dei cromosomi rispetto alle altre cellule della pianta.
  2. 2
    Considera la sinapsi. Questo termine indica il processo per cui due coppie cromosomiche condividono e scambiano DNA. Il processo è una parte della meiosi, ma non della mitosi, quindi ti aiuta a distinguere i 2 tipi di riproduzione.[6]
    • La sinapsi si verifica quando due estremità dei cromosomi si incontrano e condividono informazioni genetiche. Quando le cellule si separano, le informazioni vengono mescolate in due delle quattro cellule.
    • Questo accade durante la profase 1 della meiosi.
    • Questo processo è distinto dal crossover cromosomico, in cui i cromosomi omologhi scambiano materiale genetico.[7]
  3. 3
    Conta il numero di divisioni nella meiosi. In questo processo, la cellula si divide più volte che nella mitosi. Questo è fondamentale per la riproduzione dei gameti. Dato che i gameti devono contenere metà dei cromosomi rispetto alle cellule normali, nella riproduzione meiotica le cellule si dividono due volte, nelle fasi chiamate meiosi I e meiosi II. Questo significa che tutte le fasi indicate per la mitosi, si ripetono due volte nella meiosi:[8]
    • Per cominciare, il DNA si replica, come nella mitosi.
    • Poi, una cellula si divide in due, proprio come nella mitosi. Le coppie omologhe si dividono nella prima serie di divisioni cellulari (meiosi I). Poi, i cromatidi fratelli si dividono di nuovo nella seconda serie (meiosi II).
    • Infine, le due cellule si dividono ancora. Questa terza divisione cellulare non è presente nella mitosi, quindi ti aiuterà a individuare le differenze tra i due processi.
  4. 4
    Controlla il numero di cellule figlie. Con la divisione meiotica, le cellule figlie finali sono 4. Questo numero è necessario per creare cellule che contengono metà dei cromosomi rispetto a quelle progenitrici. Senza la riduzione nei cromosomi, i gameti non sarebbero in grado di svolgere la loro funzione nella riproduzione sessuale.[9] Per esempio, quando gli spermatozoi e gli ovuli (cellule aploidi) si incontrano, formano una cellula diploide completa.[10]
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Identificare i Funghi CommestibiliIdentificare i Funghi Commestibili
Realizzare un Modellino del Sistema Solare
Costruire un PluviometroCostruire un Pluviometro
Controllare la Temperatura dell'Acqua senza un TermometroControllare la Temperatura dell'Acqua senza un Termometro
Fare Cristalli di Sale
Capire se la Roccia che hai Trovato è un MeteoriteCapire se la Roccia che hai Trovato è un Meteorite
Evitare le Scosse ElettrostaticheEvitare le Scosse Elettrostatiche
Creare un OlogrammaCreare un Ologramma
Fare una Relazione su un Esperimento ScientificoFare una Relazione su un Esperimento Scientifico
Calcolare il Valore PCalcolare il Valore P
Pubblicare un Articolo ScientificoPubblicare un Articolo Scientifico
Configurare un BarometroConfigurare un Barometro
Costruire un Anemometro
Creare Elettricità StaticaCreare Elettricità Statica
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Meredith Juncker, PhD
Co-redatto da:
Dottoranda in Biochimica e Biologia Molecolare
Questo articolo è stato co-redatto da Meredith Juncker, PhD. Meredith Juncker è una dottoranda in Biochimica e Biologia Molecolare al Louisiana State University Health Sciences Center. I suoi studi si concentrano sulle proteine e sulle malattie neurodegenerative. Questo articolo è stato visualizzato 8 026 volte
Categorie: Scienze
Questa pagina è stata letta 8 026 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità