Come Distinguere un'Infezione Virale da una Batterica

3 Parti:Analizzare i SintomiValutare i Fattori di RischioChiedere Aiuto al Medico

Le infezioni batteriche e virali hanno sintomi molto simili. Fare degli esami è l'unico modo per avere un risultato sicuro, ma può trattarsi di un'opzione costosa e che richiede parecchio tempo. Ci sono alcune sottili differenze che possono aiutarti a capire da che tipo di infezione sei affetto. Ad esempio, la durata e il colore del muco possono variare a seconda che l'infezione sia batterica o virale. La prima cosa da fare se sei malato è stare a casa per curarti. Devi dare al tuo corpo il tempo necessario per riposarsi e guarire.

Parte 1
Analizzare i Sintomi

  1. 1
    Esamina la durata della malattia. In generale, le infezioni virali tendono a durare di più. Se i sintomi permangono per una settimana o oltre, potrebbe trattarsi di un virus. Comunque sia, è importante stare all'erta e rivolgerti al medico per valutare di assumere un antibiotico, se i sintomi durano per qualche tempo. I virus possono mutare causando l'insorgere di una nuova patologia, per esempio un'infezione nasale, che a sua volta potrebbe provocare anche un'infezione batterica.[1]
  2. 2
    Osserva il colore del muco. Quando espelli il muco soffiandoti il naso o tossendo, presta attenzione al suo colore. Per quanto possa sembrare una cosa disgustosa, la tonalità delle secrezioni può essere un buon indicatore per capire se hai un'infezione batterica o virale.[2]
    • Se il muco è piuttosto liquido e chiaro, è più probabile che si tratti di un'infezione virale. Se invece è di colore scuro o verdastro, potrebbe trattarsi di un'infezione batterica.
    • In ogni caso, il colore del muco non consente di identificare con assoluta certezza qual è il tipo di infezione. È importante valutare anche altri fattori.
  3. 3
    Osserva la gola. Il fatto che sia infiammata è un sintomo comune in entrambi i casi. Ciononostante, ci sono alcuni dettagli che possono indicare che si tratta di un'infezione batterica. Delle macchie bianche sono generalmente causate da batteri. Se il mal di gola non è accompagnato da altri sintomi, per esempio dal raffreddore, potrebbe trattarsi di un'infezione batterica, per esempio di una faringite.[3]
  4. 4
    Misurati la febbre. Alcune linee di febbre possono essere presenti in entrambi i casi, ma certi dettagli possono variare in base al tipo di infezione. Se i responsabili sono i batteri, è probabile che la febbre sia piuttosto alta e che tenda ad aumentare dopo i primi giorni. Al contrario, in caso di infezione virale, la febbre dovrebbe attenuarsi dopo qualche tempo.[4]
    • La temperatura normale del corpo umano è compresa in un intervallo che va da 36,5 a 37,2 °C.[5]

Parte 2
Valutare i Fattori di Rischio

  1. 1
    Analizza le probabilità di avere contratto l'influenza. L'influenza è causata da un'infezione virale. Se il virus ha già colpito alcuni familiari o colleghi di lavoro, il rischio di contagio è molto alto. Se recentemente hai interagito con qualcuno che ha avuto l'influenza, ci sono buone probabilità che sia anche la causa dei tuoi sintomi.[6]
  2. 2
    Considera l'età. I bambini piccoli sono più vulnerabili a certe infezioni virali, in particolare alle infezioni respiratorie delle vie aeree superiori. Se tuo figlio manifesta sintomi quali mal di gola, tosse e raffreddore, potrebbe aver contratto un'infezione virale di questo tipo.[7]
    • Se pensi che tuo figlio possa avere un'infezione respiratoria delle vie aree superiori, portalo dal pediatra.
  3. 3
    Prova a ricordare se negli ultimi tempi hai sofferto di infezioni nasali. Talvolta i batteri possono dare origine a un'infezione virale per poi trasformarsi in una batterica. Se recentemente sei stato colpito da una qualche infezione virale, a carico per esempio delle fosse nasali, potresti aver sviluppato un'infezione batterica secondaria. Se ti sei ammalato due volte a poca distanza l'una dall'altra, ci sono maggiori probabilità che si tratti di un'infezione batterica.[8]
    • Anche in altri casi le infezioni virali possono provocarne una batterica. Se i sintomi dovessero durare oltre due settimane, è d'obbligo consultare un medico.

Parte 3
Chiedere Aiuto al Medico

  1. 1
    Vai subito dal medico, se avverti certi sintomi. La maggior parte delle infezioni virali o batteriche può essere curata rimanendo a casa, ma in presenza di alcuni particolari sintomi è importante rivolgerti immediatamente al medico. Andare dal medico va considerato d'obbligo se la persona con questi sintomi è un bambino. I segnali che indicano che è necessario intervenire in modo tempestivo sono:[9]
    • Urinare meno di tre volte in 24 ore;
    • Respirare con difficoltà;
    • Non notare nessun miglioramento entro 3-5 giorni.
  2. 2
    Prendi degli antibiotici, se hai un'infezione batterica. Gli antibiotici servono a guarire le infezioni batteriche, mentre non sono in grado di contrastare quelle virali. Anche in caso di infezione batterica, non sempre i medici prescrivono gli antibiotici, ma potrebbero essere necessari in presenza di sintomi gravi.[10]
    • L'unico modo per determinare con certezza se hai un'infezione batterica o virale è fare degli esami specifici. Uno specialista raccoglierà un campione di muco o eseguirà un tampone faringeo, dopodiché verranno eseguiti dei test di laboratorio. Il medico potrebbe consigliarti questo tipo di esami, se sospetta che tu sia affetto da un'infezione batterica curabile con gli antibiotici.[11]
  3. 3
    Prova a usare un farmaco analgesico da banco. Se l'infezione (virale o batterica che sia) ti sta causando molto dolore, chiedi al farmacista di consigliarti un medicinale che ti aiuti ad alleviarlo. Chiedi informazioni anche in merito alle possibili interazioni con altri farmaci e segui scrupolosamente le indicazioni d'uso riportate sul foglio illustrativo.[12]
    • Se il medico ti ha prescritto un farmaco antibiotico, chiedigli a quale tipo di analgesico puoi abbinarlo senza correre rischi.
  4. 4
    Fai il vaccino contro l'influenza. Per prevenire una ricaduta, dovresti fare il vaccino antinfluenzale: ti proteggerà dai virus che causano l'influenza. Anche in caso di infezione virale, ricorda che in alcuni casi i virus possono provocarne una di tipo batterico. Il vaccino antinfluenzale può ridurre il rischio di sviluppare entrambi i tipi di infezione.[13]
    • Il vaccino antinfluenzale non ti proteggerà da tutti i virus o batteri. Pur riducendo il rischio, potresti ammalarti comunque.

Consigli

  • Il vaccino antinfluenzale può aiutarti a prevenire le infezioni virali.
  • Seguire le regole base per vivere in buona salute è importante per guarire da un'infezione virale o batterica. Bevi molta acqua e riposa più del normale. Se possibile, rimani a casa dal lavoro o da scuola fino a che permangono i sintomi.[14]

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Disturbi & Trattamenti

In altre lingue:

English: Tell a Viral from a Bacterial Infection, Español: diferenciar una infección viral de una infección bacteriana, Português: Diferenciar uma Infecção Viral de uma Bacteriana, Français: faire la différence entre une infection virale et une infection bactérienne, Русский: отличить вирусную инфекцию от бактериальной, Deutsch: Eine Virusinfektion von einer bakteriellen Infektion unterscheiden, Bahasa Indonesia: Membedakan Infeksi Virus dan Bakteri, 한국어: 바이러스와 박테리아 감염 구분하는 법, العربية: التفرقة بين العدوى الفيروسية والبكتيرية, Tiếng Việt: Phân biệt giữa nhiễm virus và nhiễm vi khuẩn, Nederlands: Een virusinfectie van een bacteriële infectie onderscheiden, ไทย: แยกอาการติดเชื้อไวรัสกับแบคทีเรีย

Questa pagina è stata letta 264 944 volte.

Hai trovato utile questo articolo?