Anche se di solito è meglio evitare di lottare contro un'altra persona, in alcuni casi potresti essere costretto a fare a pugni. Se ti trovi in uno scontro fisico e non hai la possibilità di scappare, puoi adottare alcune tecniche per migliorare le tue probabilità di vincere. Esercitati a tirare vari tipi di pugni in modo da migliorare il tuo attacco e tieni le braccia alte così da bloccare i colpi dell'avversario. Con un po' di teoria e di pratica, riuscirai a farti valere in quasi tutti gli scontri.

Metodo 1 di 2:
Attaccare

  1. 1
    Assumi una posizione attiva, in modo da riuscire a muoverti facilmente. Appoggia il peso sulla punta dei piedi e piega leggermente le ginocchia, così da compiere movimenti rapidi. Girati su un fianco, tenendo il lato dominante più lontano rispetto all'avversario. Tieni le mani all'altezza delle guance, in maniera da riuscire a sferrare pugni rapidi e allo stesso tempo a difenderti.[1]
    • Nella posizione neutrale puoi tenere le mani aperte o chiuderle a pugno.
    • Non tendere i muscoli, altrimenti non riuscirai a muoverti in modo efficace.
    • Puoi anche tenere il lato dominante rivolto verso l'avversario, ma avrai più difficoltà a sferrare pugni.
  2. 2
    Quando sferri un pugno, chiudi bene le dita e tieni le mani allineate ai gomiti. Piega le dita in modo da premere al centro del palmo con le punte. Cerca di rendere più piatta possibile la superficie del pugno con cui andrai all'impatto, così da non farti male. Tieni il pollice sotto le dita e spingi verso l'interno, in modo da chiudere ancora di più il pugno. Tieni il dorso della mano allineato con l'avambraccio per bloccare il polso.
    • Non chiudere il pollice dentro le altre dita, altrimenti rischi di farti male sferrando un pugno.
    • Evita di piegare il polso quando colpisci, altrimenti perderai potenza e potresti slogartelo.
  3. 3
    Mira alle parti vulnerabili per fare più male all'avversario. I punti deboli del viso includono occhi, orecchie e naso. Se vuoi porre fine rapidamente allo scontro, cerca di colpire le parti in cui puoi fare più male all'avversario e renderlo meno efficace in combattimento. Se non riesci a colpirlo in faccia, prova a mirare al collo o alla gola per stordirlo.[2]
    • Se tu o un'altra persona rischiate la salute, hai tutto il diritto di giocare sporco.
    • Prova a dare un calcio al tuo avversario all'inguine o al ginocchio, in modo da atterrarlo rapidamente e riuscire a scappare.
  4. 4
    Tira un diretto con il braccio più lontano rispetto all'avversario. Inizia tenendo il pugno all'altezza delle guance. Quando sferri il colpo, distendi rapidamente il braccio dominante e ruota il palmo verso il basso. Mentre il braccio avanza, ruota la spalla dominante in avanti per conferire più potenza al pugno. Mira al naso, agli occhi o alla mandibola dell'avversario, così da provare a stordirlo.[3]
    • Alterna le braccia con cui tiri i diretti, in modo da sferrare molti colpi rapidi.
    • Tieni l'altra mano davanti alla faccia, così da bloccare l'avversario se cerca di colpirti.

    Consiglio: espira velocemente quando sferri un pugno, in modo da aumentare la velocità e rilassare i muscoli.

  5. 5
    Esercitati nei ganci, in modo che il tuo avversario non veda arrivare il pugno. I ganci sono colpi potenti che vengono tirati lateralmente per sorprendere l'altra persona. Mira alla guancia o alla mandibola dell'avversario quando colpisci. Assicurati di bloccare il polso e di tenere il dorso della mano in linea con il gomito, così da esprimere la massima potenza.[4]
    • Alza le mani con i palmi aperti per dare l'impressione di non voler più combattere prima di tirare un gancio con il braccio che hai davanti. Questa è un'ottima tecnica per sorprendere l'avversario e stordirlo.
  6. 6
    Prova a stordire il tuo avversario con una testata. Se siete molto vicini potresti riuscire a colpirlo con la testa e disorientarlo. Porta rapidamente indietro il collo prima di sbattere con la fronte sul naso dell'avversario o nello spazio tra gli occhi. Usa la parte alta della fronte, è il punto più duro del cranio e quindi sentirai meno dolore.[5]
    • Le testate sono mosse proibite dalle regole in molti tipi di combattimenti, come le arti marziali miste.
    • Con una testata puoi far svenire l'altra persona.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Difendersi

  1. 1
    Osserva il tuo avversario, in modo da anticipare le sue mosse. Tieni sempre gli occhi su di lui, in particolare sulle braccia, cercando di notare la direzione del suo sguardo. Fai attenzione a come si muove, così da riuscire a capire dove vuole colpirti. Se devi guardare da un'altra parte, fallo rapidamente prima di tornare a fissare l'avversario.[6]
    • Anche se è importante guardare sempre l'avversario, studia bene anche l'ambiente che ti circonda, in modo da non rischiare di essere messo all'angolo e non inciampare su qualcosa.
  2. 2
    Girati dal lato più difficile da colpire. Posizionati in modo da tenere il lato non dominante del corpo verso il tuo avversario, con la spalla davanti. Tieni il petto e le anche di lato, così l'altra persona avrà meno possibilità di colpirti. Sposta il peso sulla punta dei piedi per muoverti più facilmente e schivare i colpi se necessario.[7]
    • Evita di tenere il corpo perpendicolare all'avversario, che altrimenti riuscirebbe a colpirti facilmente al petto o all'addome.
    • Abbassati leggermente per essere più difficile da colpire. Tuttavia, considera che se resti accovacciato per il tuo avversario diventa più facile colpirti in faccia con un calcio o una ginocchiata.
  3. 3
    Proteggi la faccia con le mani e le braccia, in modo da bloccare i pugni. Tieni le mani alte vicine al petto, così riuscirai a reagire rapidamente ai colpi dell'avversario. Quando vedi arrivare un pugno verso la testa, alza l'avambraccio davanti al viso per bloccarlo con più facilità. Contrai i muscoli del braccio per attutire meglio l'impatto ed evitare di subire un colpo diretto.[8]
    • Assicurati di tenere sempre gli occhi sull'avversario mentre pari i suoi colpi, altrimenti potrebbe colpirti con un pugno che non hai visto arrivare.
    • Abbassa la testa verso il petto quando vedi arrivare un pugno, in modo da proteggere le zone sensibili, come gli occhi e il naso.
  4. 4
    Spingi l'avversario per aumentare la distanza tra di voi. Tra un pugno e l'altro dell'altra persona o subito dopo che ne hai sferrato uno tu, apri le mani e spingila con tutta la forza che hai. Questo può aiutarti a recuperare la posizione ottimale e a prepararti per il prossimo pugno, mentre l'aggressore cerca di recuperare.[9]
    • Cerca di spingere l'avversario all'altezza delle spalle o del petto, in modo da fargli perdere l'equilibrio.
    • Mentre l'avversario cerca di recuperare, cogli l'opportunità per colpirlo con un altro pugno e ottenere un vantaggio nello scontro.
  5. 5
    Per deviare meglio un pugno, cerca di accompagnarlo con il movimento del corpo. Non riuscirai a parare tutti i colpi, quindi dovrai incassarne alcuni. Quando vieni colpito, ruota nella direzione del pugno, in modo da attutire l'impatto e lasciar scivolare il pugno lungo il corpo. Gira sempre il corpo lontano dal colpo e non in quella direzione, altrimenti ti farai ancora più male.[10]
    • Se non riesci a girarti del tutto, puoi provare a oscillare da un lato all'altro per essere più difficile da colpire.

    Consiglio: se il tuo avversario mira alla testa e non riesci a spostarti, avvicina il mento al petto, così da essere colpito nella parte dura della fronte. Sentirai comunque dolore, ma meno rispetto a un pugno in faccia.

  6. 6
    Scappa appena ne hai la possibilità. Non c'è motivo di proseguire uno scontro se sei in grado di scappare o porvi fine. Quando il tuo avversario è stordito o sta recuperando da un colpo, approfitta dell'occasione per allontanarti il più possibile e non rischiare di farti ancora più male.[11]
    • Se hai bisogno di aiuto, urla o chiedi soccorso. Contatta la polizia o le forze dell'ordine se sei preoccupato per la tua incolumità dopo lo scontro fisico.
    Pubblicità

Consigli

  • Non correre e non spostarti troppo rapidamente perché potresti perdere il fiato e combattere in modo meno efficace.
  • Fai il possibile per rimanere in piedi quando lotti. Se vieni atterrato, fai il possibile per proteggere la testa ed evitare danni peggiori.

Pubblicità

Avvertenze

  • Non arrivare alle mani se non è assolutamente necessario. Gli scontri violenti possono farti finire nei guai con le forze dell'ordine se non agisci per autodifesa. Cerca sempre di chiedere aiuto o di scappare quando ne hai la possibilità.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Vincere una Rissa da Strada

Come

Vincere uno Scontro Fisico con un Bullo

Come

Stendere Qualcuno con un Colpo Solo

Come

Difenderti da un Attacco

Come

Battere un Avversario più Alto e più Robusto in una Rissa da Strada

Come

Riconoscere le Cinture del Karate

Come

Vincere una Combattimento a Mani Nude

Come

Comprendere le Basi del Karate

Come

Tirare un Pugno

Come

Nascondersi da un Assassino

Come

Combattere Rapidamente

Come

Mettere Qualcuno al Tappeto

Come

Prevenire un Potenziale Stupro

Come

Atterrare Qualcuno
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Adrian Tandez
Co-redatto da:
Adrian Tandez
Istruttore di Jeet Kune Do
Questo articolo è stato co-redatto da Adrian Tandez. Adrian Tandez è il fondatore e l'istruttore principale della Tandez Academy, una scuola di autodifesa rinomata a livello mondiale. È un istruttore certificato di Jeet Kune Do di Bruce Lee, Arti Marziali Filippine e Silat, arte studiata insieme al leggendario artista marziale Dan Inosanto. Pratica queste discipline da più di 25 anni. Questo articolo è stato visualizzato 90 873 volte
Categorie: Autodifesa
Questa pagina è stata letta 90 873 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità