Ci sai fare con le persone, presti attenzione ai dettagli, sai come rispettare un budget e sei creativo? Allora hai le carte in regola per diventare un pianificatore di eventi! Ecco come!

Metodo 1 di 4:
Formazione ed Esperienza

  1. 1
    Se stai per iscriverti alle superiori, opta per l'istituto alberghiero. Ti sei appena diplomato? Scegli un corso di laurea in Scienze del Turismo e poi fai un master in event planning.
    • Gli altri corsi di laurea, come Scienze della Comunicazione o Relazioni Pubbliche, rappresentano un buon background per una professione di questo genere.
    • Se non vuoi iscriverti all'università, puoi seguire un corso più breve indirizzato al settore alberghiero, ai viaggi, al turismo e alla pianificazione di eventi.
    • Hai una laurea che non ha niente a che vedere con questo campo? Puoi completare un programma di certificazione per diventare event planner, con l'opportunità di specializzarti nei matrimoni, negli eventi sportivi o in quelli incentrati sull'intrattenimento.
    • Cosa studierai? Tra le altre materie, sicuramente ti troverai di fronte al marketing per l'organizzazione degli eventi, alle operazioni riguardanti le strutture nelle quali si tengono gli eventi, alle strategie per tenere sotto controllo i costi, alla coordinazione degli eventi, alla gestione del rischio e all'etica economica e professionale.
  2. 2
    Cerca un mentore, una persona in grado di insegnarti i trucchi del mestiere, di incoraggiarti e di guidarti nella carriera. In genere, questa figura corrisponde ad una persona che ammiri.
    • Pensa alle caratteristiche che dovrebbe avere il tuo mentore ideale. Hai bisogno di un modello per quanto concerne il comportamento professionale? Le tue abilità riguardanti la gestione finanziaria necessitano ancora di tanto impegno? Vuoi diventare un comunicatore più efficiente? Avvicinati alle persone che già conosci e stimi e capaci di condividere le loro conoscenze con te. Non devono necessariamente appartenere al tuo settore, quel che conta è che tu possa ricavare un profitto dal rapporto.
    • Puoi gravitare intorno ad una persona di successo, ma probabilmente sarà molto impegnata. Prima di chiedere aiuto, pensa a quello che puoi fare per non esserle d'intralcio. Offriti di prendere parte ad un progetto, organizza la sua agenda, fai delle commissioni, insomma, dalle qualcosa in cambio del suo tempo.
    • Considera di rivolgerti agli altri studenti per ottenere supporto ed incoraggiamento. Fonda un gruppo on-line o all'università per invitare le persone dagli obiettivi simili ai tuoi, allo scopo di condividere informazioni e consigli.
    • Amplia la tua ricerca con i gruppi di alumni, gli eventi di networking e gli incontri delle organizzazioni professionali.
  3. 3
    Metti in pratica le tue conoscenze. Probabilmente, questo campo ti interessa perché già ti appassiona organizzare party ed eventi. Offriti come volontario per le feste di compleanno e di inaugurazione delle case e per i matrimoni della tua famiglia e dei tuoi amici.
    • Se fai volontariato, ti ritroverai a progettare numerosi eventi annuali. Darai una mano alla tua comunità e, nel frattempo, farai pratica.
    • Crea dei campioni dei tuoi lavori. Scatta foto ai saloni e alle decorazioni e realizza un portfolio. Fai delle copie dei budget, della cronologia del processo, dei menù e delle fatture. Dimostrerai di essere la persona giusta per organizzare degli eventi di successo.
  4. 4
    Chiedi dei pareri sul tuo lavoro dopo ogni evento. Puoi fare un piccolo sondaggio presso i partecipanti.
    • Quando ti candidi come volontario, metti in chiaro che vorrai ricevere un feedback: sarà questo il tuo compenso per il tuo duro lavoro. I commenti dei partecipanti, positivi o negativi che siano, sono inestimabili per imparare meglio.
    • Origlia quello che dice la gente all'evento per capire se si diverte (“Il cibo è delizioso”, “I fiori sono meravigliosi”) e quali sono i punti deboli (“Perché non è stata adibita un'area per i cappotti?”, “Abbiamo dovuto parcheggiare lontanissimo da qui!”).
    Pubblicità

Metodo 2 di 4:
Trova un Lavoro

  1. 1
    Crea il portfolio con tutti i campioni degli eventi organizzati come volontario per assicurarti di apparire credibile e di fare una buona impressione sui datori di lavoro.
    • Conserva tutto quello che puoi ogni volta che organizzi un evento: fotografie, inviti, feedback dei clienti... Inserisci tutti i documenti in una cartellina dall'aspetto professionale. Se possibile, scannerizzali per inviarli via email.
    • Prepara un curriculum professionale per includere la tua formazione e le tue esperienze lavorative. Includi gli impegni con il volontariato e con le organizzazioni studentesche delle quali sei membro.
    • Scrivi una lettera di presentazione personalizzata per ogni annuncio. Indirizzala alle esigenze specifiche dell'impresa.
  2. 2
    Comincia a fare networking. Racconta in giro che stai cercando lavoro: non sai chi potrebbe offrirtene uno o aver sentito di una posizione vacante.
    • Apri un account su LinkedIn. Questo social network ti permette di pubblicare il CV e il portfolio e di unirti ai gruppi del tuo settore.
    • Aggiungi i tuoi compagni di scuola o dell'università ai tuoi contatti. Se uno dovesse trovare un lavoro, puoi chiedergli se l'azienda sta assumendo altri professionisti.
    • Commissiona dei biglietti da visita e portali sempre con te. Sono relativamente economici. Non si sa mai chi potresti incontrare e chi potrebbe darti una mano a trovare un lavoro.
  3. 3
    Naviga su internet. Una buona parte delle assunzioni passa attraverso questo mezzo, dunque visita i siti giusti. Inoltre, puoi fare una ricerca dettagliata e trovare delle opportunità anche in altri posti.
    • Monster.com, HotJobs.com e CareerBuilder.com sono delle pagine popolari. Fai una ricerca basata su parole chiave come “event planner”, “management eventi”, “wedding planner”, “coordinatore di eventi” o “settore alberghiero”.
    • Se cerchi lavoro negli USA, clicca sui siti careers.mpiweb.org, specialeventsite.com e careers.nace.net.
  4. 4
    Se cerchi lavoro nella tua zona, fai una lista delle compagnie dedicate alla pianificazione di eventi e consegna personalmente il tuo curriculum: ciò farà la differenza, quindi non mandarlo per posta.
    • Prima della visita, vestiti in maniera professionale. Assicurati di sapere il nome del manager e chiedi se è possibile fare un incontro veloce. Qualora non potessi, lascia il CV e la lettera di presentazione senza alterarti e telefona qualche giorno dopo.
    • Portati dietro il portfolio per prepararti all'eventualità di un colloquio.
  5. 5
    Considera la possibilità di lavorare come freelancer o di aprire la tua compagnia. Generalmente, questo passo viene dato dopo qualche anno di esperienza nel campo, ma forse la tua idea è sempre stata quella di lavorare in autonomia.
    • Studia la concorrenza dell'area, in particolare quella specializzata nel tuo stesso ramo. Se riesci a distinguerti dagli altri, avrai un vantaggio competitivo ed attirerai clienti.
    • Parla con gli altri freelancer o proprietari di imprese. Non devi per forza imparare tutto con le cattive. Fai tesoro dell'esperienza altrui per evitare degli errori comuni derivanti dal lavoro autonomo.
  6. 6
    Continua a provarci. Trovare lavoro non è facile, ma la costanza paga, dunque sii ottimista.
    • Crea un gruppo di sostegno con i tuoi amici disoccupati. Circondati di persone sulla tua stessa barca per non scoraggiarti né isolarti durante la ricerca.
    • Festeggia le piccole vittorie. I colloqui sono sempre positivi, anche se non dovessero farti ottenere subito un lavoro. Ricevere un riscontro significa che sei sul percorso giusto e che agli altri interessa quello che fai e quello che hai da offrire.
    Pubblicità

Metodo 3 di 4:
Ottieni un Certificato

  1. 1
    Richiedilo presso le associazioni più note del settore. Non hai bisogno di un certificato per lavorare come event planner, ma occorre ammettere che potrebbe aprirti più porte e farti entrare in contatto con i professionisti che danno peso agli standard elevati del settore.
    • Questo riconoscimento può essere ottenuto solo dimostrando la tua expertise, la tua esperienza professionale e il superamento dei test dell'organizzazione.
    • Le certificazioni più prestigiose a livello internazionale sono la Certified Special Event Professional (CSEP), offerta dall'ISES, la Certified Meeting Professional (CIC) e la Certified Meeting Planner (MPI).
    • Ogni programma presenta certi requisiti, dunque mettiti in contatto con l'associazione di tuo interesse per saperne di più.
  2. 2
    Valuta la possibilità di diventare socio di un'organizzazione del settore. I benefici? Nuovi contatti e opportunità lavorative e di networking, le quali sono previste solo per i membri.
    • Se hai intenzione di specializzarti in un ramo della pianificazione di eventi, cerca un'organizzazione specifica per la tua area di expertise. Per esempio, se vuoi diventare wedding planner, opta per un gruppo come la Association of Bridal Consultants and Weddings Beautiful Worldwide.
    • Se segui o hai seguito un corso di event planning riconosciuto, chiedi se è possibile ricevere degli sconti, giacché la quota di iscrizione può essere elevata al principio.
    Pubblicità

Metodo 4 di 4:
Definisci il Tuo Brand

  1. 1
    Decidi per cosa vuoi essere famoso. Quando ti affacci sul mercato, scegli come essere percepito dal resto del mondo del lavoro. Il brand incorpora quello che fai meglio e quello che sei.
    • Fai brainstorming per trovare una lista di parole capaci di descrivere te stesso e la tua esperienza. Usale come base del tuo programma di marketing e pubblicitario.
    • Sii presente sul web. Le persone cercheranno i servizi che offri, dunque falli conoscere in modo professionale e utile.
      • Crea una pagina Facebook per la tua impresa. Pubblica un tuo ritratto professionale e mostra regolarmente i progetti ai quali lavori. Includi le foto dei tuoi eventi (ma prima chiedi il permesso ai clienti o agli invitati).
      • Apri un blog per partecipare in quanto esperto del settore. Pubblica dei brevi articoli fai-da-te per aiutare i lettori, parla degli eventi che hai organizzato e mostra le tendenze che hai notato nonché le news sul tuo settore.
      • Apri un account su Twitter. Avvia discussioni, dai i tuoi pareri in quanto esperto, fai delle previsioni sui trend della stagione. Sii interessante e piacevole da seguire.
  2. 2
    Fai networking. Se vuoi che gli altri sappiano chi sei e cosa fai, devi metterti in mostra. Unisciti alle organizzazioni professionali, frequenta le fiere del settore e partecipa ai seminari formativi. Questi metodi sono perfetti per instaurare delle connessioni e far conoscere i tuoi servizi.
    • Collabora con i professionisti degli altri settori. Conosci un ottimo fioraio? Hai incontrato un eccellente fotografo? Presentati e resta in contatto con loro: potranno mandarti nuovi clienti, e viceversa.
  3. 3
    Continua ad inseguire le nuove idee. Le basi della pianificazione degli eventi non cambiano mai: devi essere un eccellente comunicatore, sapere come rispettare un budget e curare alla perfezione i dettagli. Ma gli stili e le mode cambiano, dunque seguili per creare dei progetti sempre freschi e attuali.
    • Aggiornati leggendo riviste, in rete e partecipando ai workshop e ai nuovi corsi.
    • Segui le tendenze della moda, dell'arredamento e del cibo per sapere cosa è trendy. Scopri cosa è popolare su Pinterest. Mantenerti aggiornato ti consentirà di organizzare eventi sempre all'ultimo grido.
    Pubblicità

Consigli

  • Fatti aiutare nella ricerca di un programma di studio legittimo. Consulta il Meeting Professionals International prima di iscriverti ad uno. Potranno dirti se il programma di tuo interesse offre il tipo di formazione necessario per ottenere una certificazione.
  • Cerca di studiare almeno un'altra lingua, specialmente se ti occuperai di eventi diplomatici.
  • L'esperienza nel catering è estremamente utile e trasferibile a questa professione.
  • Puoi avere un talento naturale per questo lavoro, ma, naturalmente, un percorso di studi appropriato alle tue spalle favorisce la tua credibilità. Lo US Bureau of Labor Statistics (BLS) ha suggerito che i planner laureati e certificati hanno più successo rispetto a quelli privi di titoli. Tale istituzione ha inoltre scoperto che il reddito medio annuale dei planner di eventi e di meeting statunitensi ammontava, nel 2008, a 44.260 dollari. I professionisti più pagati sono risultati essere quelli delle zone dalla maggiore concentrazione di imprese e di uffici governativi, come New York, il Distretto di Columbia e il Maryland.

Pubblicità

Avvertenze

  • Occhio ai certificati rilasciati on-line: rischi di seguire un corso poco formativo e di pagare per una certificazione priva di valore. Fai delle ricerche per controllare l'autenticità e la reputazione di un corso tenuto su internet.
  • Pensa a dei piani di emergenza per salvarti dall'imbarazzo e dalla frustrazione qualora l'evento dovesse andare male. Quando ne pianifichi uno, analizza tutto ciò che potrebbe succedere.
  • Questo non è il classico lavoro da ufficio; avrai bisogno di essere molto flessibile e disponibile nei giorni feriali, di sera e nei weekend. Può essere difficile se devi conciliarlo con la formazione di una famiglia o se non riesci a stare sveglio fino a tardi.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Formazione e qualifiche
  • Fondi per la tua start-up se decidi di metterti in proprio

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 9 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 11 172 volte
Categorie: Occupazione
Questa pagina è stata letta 11 172 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità