Come Diventare un Pilota di Linea

In questo Articolo:Requisiti PrincipaliRequisiti AvanzatiAcquisire EsperienzaAvanzamento di Carriera

Essere un pilota di linea è molto affascinante, eccitante ed è una professione incredibilmente gratificante. Ma esattamente come si diventa piloti di linea? Non puoi semplicemente inviare il tuo curriculum e aspettare che qualcuno ti chiami con un'offerta di lavoro. Il processo vero e proprio richiede molto tempo e dedizione; occorre inoltre essere in grado di soddisfare determinati requisiti e il percorso da seguire per fare carriera in questo settore può essere piuttosto dispendioso. Inutile dire che dovrai impegnarti seriamente. Metticela tutta e segui i passaggi elencati in questo articolo e poi chissà, magari un giorno potresti diventare un pilota di linea!

Parte 1
Requisiti Principali

  1. 1
    Ottieni il diploma di scuola media superiore. In alternativa dovrai superare un test di Matematica, Fisica e Inglese. Sono queste infatti le tre materie fondamentali che un pilota deve conoscere.
  2. 2
    Iscriviti a una scuola di volo certificata o approvata dall'ENAC (Ente Nazionale per l'Aviazione Civile). Il corso è costituito da una parte teorica e da una parte pratica in volo e/o su un simulatore di volo. Per ottenere la licenza devi superare un esame teorico-pratico presso tale ente. L'età minima per l'iscrizione è 16 anni, 17 per conseguire la prima licenza. [1]
  3. 3
    Ottieni il certificato di idoneità psicofisica. Per poter frequentare un corso di pilotaggio devi sottoporti a visite mediche presso l'Istituto Medico Legale dell'Aeronautica Militare o un ambulatorio della Sanità Marittima del Ministero della Salute.
    • Esistono due diverse tipologie di certificati di idoneità: di prima classe per chi vuole diventare pilota commerciale e di linea e di seconda classe per chi vuole diventare pilota privato.
    • Le visite per ottenere uno dei due certificati comprendono esami del sangue, esame delle urine, visita oculistica, visita audiometrica, visita otorinolaringoiatrica, visita cardiologica, elettrocardiogramma, colloquio con lo psicologo.
    • Il certificato ha validità biennale sino al quarantesimo anno di età, successivamente occorre sottoporsi alle visite ogni anno.

Parte 2
Requisiti Avanzati

  1. 1
    Dopo esserti iscritto a una scuola di volo, consegui la licenza di pilota privato (PPL – Private Pilot Licence). Questa licenza abilita a condurre un aereo o un elicottero con passeggeri non paganti e per ottenerla sono sufficienti 47 ore di volo pratico (37 ore in doppio comando con l'istruttore, 10 in solitaria, più un'ora di esame). [2]
    • Per diventare pilota privato non è obbligatoria la conoscenza della lingua inglese.
  2. 2
    Prosegui con l'addestramento per la licenza di pilota commerciale (CPL – Commercial Pilot Licence). Questa seconda licenza consente al pilota di essere retribuito per la sua attività di volo, pilotando aerei di piccole e medie dimensioni che richiedono un solo pilota o aerei che richiedono due piloti in qualità di copilota. Sono richieste almeno 150 ore di volo come pilota comandante.
    • Per diventare pilota commerciale bisogna essere in possesso della licenza PPL e conoscere la lingua inglese.
  3. 3
    Completa il tuo percorso e raggiungi la meta: diventa pilota di linea. L'ultima licenza viene denominata ATPL (Airline Transport Pilot Licence) ed è indispensabile per poter essere assunti come piloti dalle compagnie aeree.
    • Il corso è articolato in due parti: l'addestramento teorico, caratterizzato da 750 ore di istruzione ripartite tra le varie materie, quali Meteorologia, Navigazione Aerea, Legge, Human Performance, ecc. e l'addestramento pratico.
    • Dopo aver superato l'esame di teoria ottieni il cosiddetto “frozen ATPL”, ovvero l'idoneità teorica che ha una validità di 7 anni.
    • Una volta terminato l'addestramento pratico e superato l'esame in volo, con 1500 ore di volo totali, ottieni il cosiddetto “full ATPL”, ovvero la licenza che ti abilita a pilotare un aereo di linea in qualità di comandante.

Parte 3
Acquisire Esperienza

  1. 1
    Con le qualifiche adeguate e almeno 1500 ore di volo all'attivo potrai essere assunto da qualsiasi compagnia aerea. Dopo l'ATPL potrai seguire un ulteriore corso denominato Type Rating, grazie al quale il pilota ha la possibilità di specializzarsi su un determinato aeromobile.[3]
    • I piloti di linea devono essere in possesso della licenza ATPL, per il conseguimento della quale l'età minima è di 21 anni. Oltre alle 1500 ore di esperienza in volo, i piloti di solito hanno anche una o più qualifiche avanzate a seconda dei requisiti richiesti per un determinato lavoro. Poiché i piloti devono essere in grado di prendere decisioni in tempi rapidi e fare valutazioni accurate sotto pressione, molte compagnie aeree respingono i candidati che non hanno superato i test psicologici e attitudinali. Tutte le licenze sono valide a condizione che il pilota superi le visite mediche periodiche, l'esame della vista e i test per l'abilità al volo specificati nel regolamento della compagnia aerea.
  2. 2
    Cerca lavoro in ambiti diversi che riguardano l'aviazione. I piloti possono trovare lavoro sia nelle grandi compagnie di bandiera, sia all'interno di compagnie aeree private più piccole e per avanzare nella professione puoi fare esperienza in vari modi. Ecco alcuni esempi:
    • Prova con l'insegnamento. Molti piloti iniziano la carriera come istruttori di volo nelle scuole che rilasciano la licenza di pilota commerciale.
    • Cerca lavoro presso le compagnie specializzate in voli charter, spedizioni internazionali o servizi privati di aero-taxi.
    • Fai domanda per pilotare jet privati o aziendali.
  3. 3
    Prendi in considerazione la carriera militare. Diventare un pilota dell'Aeronautica Militare non è affatto semplice, poiché occorrono grandi qualità fisiche e psichiche, un'ottima capacità di autocontrollo e sangue freddo per riuscire a gestire l'aereo anche in situazioni limite. È per questo che le scuole militari di volo sono molto rigide nella selezione dei candidati.[4]

Parte 4
Avanzamento di Carriera

  1. 1
    Nelle compagnie aeree l'avanzamento di carriera è determinato solitamente dall'anzianità e dalle ore di volo effettuate.
  2. 2
    L'anzianità ti aiuterà inoltre ad avere un trattamento preferenziale nella determinazione dei turni di volo. In base alla tua anzianità all'interno della compagnia aerea verrà stabilito quando volerai, se volerai durante i fine settimana, a Natale o in occasione di altre festività.

Avvertenze

  • La tua carriera dipenderà sempre dal certificato medico che garantisce la tua forma fisica.
  • Fare il pilota è un lavoro stressante. La responsabilità più importante per un pilota è la sicurezza dei passeggeri e/o del carico che trasporta e questo significa fare molti sacrifici: seguire un addestramento costante ed essere soggetti a continue valutazioni, sottoporsi ai test su alcool e droga, accettare orari difficili, essere assenti da casa per brevi periodi, viaggiare di notte e nei giorni festivi e avere grandi responsabilità. Rifletti a lungo prima di intraprendere questa carriera.
  • Negli ultimi anni le compagnie aeree hanno effettuato dei tagli agli stipendi dei piloti, ai giorni liberi, alla qualità degli alberghi, alle spese per le uniformi, ai piani di assistenza medica e dentistica e ai periodi di vacanza. Se gli stipendi di base non vengono aumentati, potrebbe non essere conveniente investire tempo e denaro per ottenere le licenze di volo.
  • Potresti anche rimanere a lungo lontano da casa e dalla tua famiglia. Non potrai fare altrimenti. Indipendentemente da quello che sta succedendo a casa tua, sarai costretto a rimetterti in volo.
  • Le compagnie aeree di solito impongo limiti nel rapporto fra peso e altezza per essere assunti. Devi avere una buona vista, ma se porti gli occhiali non significa automaticamente che sarai escluso.
  • Saranno elementi indispensabili: una mente analitica unita alla capacità di comprendere i dati tecnici, fiducia in te stesso, capacità di comando e comunicazione, capacità di prendere decisioni importanti in breve tempo, saper mantenere la calma nelle situazioni di stress e avere una buona coordinazione manuale e visiva.
  • Il decollo e l'atterraggio sono le fasi più difficili perché i piloti, mentre manovrano i comandi, devono controllare la strumentazione ed effettuare variazioni in caso di necessità. Devono quindi mettersi in contatto con i controllori di volo per ottenere l'autorizzazione al decollo.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Occupazione

Questa pagina è stata letta 55 075 volte.
Hai trovato utile questo articolo?