Per diventare una madre surrogata servono grandi doti di generosità. Questo processo prevede una serie di problemi fisici, emotivi e legali; è quindi fondamentale considerare con attenzione tutti i vantaggi e gli svantaggi correlati, prima di prendere la decisione migliore per te. A prescindere dal fatto che tu voglia rivolgerti a un'agenzia che ti riconoscerà un compenso o che tu ti offra di portare a termine la gravidanza per una persona cara, documentati sulla procedura che dovrai seguire prima di prendere la decisione finale. In Italia la maternità surrogata è vietata per legge, quindi questo articolo fa riferimento alla normativa e alle pratiche vigenti negli Stati Uniti, per quanto non siano uniformi a livello federale.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Prepararsi alla Gravidanza

  1. 1
    Cerca di capire se sei una buona candidata. Non esistono dei requisiti legali per diventare una madre surrogata, ma la maggior parte delle agenzie segue un proprio protocollo. Di solito, le donne devono avere un'età compresa fra 21 e 45 anni, essere in buona salute fisica, avere una vita familiare stabile e avere già partorito in precedenza senza alcuna complicazione.[1]
  2. 2
    Sottoponiti a una visita pre-concepimento. Prima di restare incinta, devi fare una visita per accertarsi delle condizioni di salute. Il medico eseguirà un esame fisico, degli esami del sangue e raccoglierà l'anamnesi personale e familiare.[2]
    • Se soffri di qualche patologia cronica o in passato ci sono state complicazioni durante la gravidanza, il dottore ti spiegherà quali sono i rischi e come minimizzarli.
    • Se stai prendendo la pillola anticoncezionale, ricordati di chiedere al ginecologo quanto tempo prima devi interrompere l'assunzione rispetto alla data della fecondazione.
    • Dovrai vaccinarti contro alcune patologie che potrebbero essere pericolose per il feto, incluse la varicella e la rosolia.
    • Dovresti considerare anche l'opportunità di sottoporti ai test per le malattie sessualmente trasmissibili, come l'HIV e la clamidia. Queste patologie sono pericolose per il feto, potrebbero causare complicazioni durante la gestazione e portare all'infertilità. Se hai deciso di rivolgerti a un'agenzia per la maternità surrogata, sappi che questi test sono obbligatori.
    • I futuri genitori potrebbero anche chiederti di sottoporti a determinati controlli di screening, come quelli per alcune malattie che potrebbero contagiare te o il bambino durante la gravidanza, oltre alla stesura di un profilo psicologico e genetico.
  3. 3
    Sottoponiti a una valutazione psicologica. Se hai deciso di avvalerti dei servizi di un'agenzia, dovrai fare alcuni colloqui con lo psicologo, per accertarsi che tu non abbia il desiderio nascosto di tenere il bambino. Puoi approfittare di questa occasione per discutere anche del tuo benessere emotivo, sebbene non sia un aspetto indispensabile.[3]
    • È molto importante che tu comprenda quanto possa essere difficile separarsi da un bambino che hai portato in grembo per nove mesi. La maternità surrogata è un argomento ampiamente dibattuto, perché molte persone ritengono che una madre non sia in grado di acconsentire in maniera davvero consapevole alla cessione del bimbo prima che questo sia nato.[4]
  4. 4
    Inizia ad assumere le vitamine prenatali. Per offrire al feto tutti i benefici di questi integratori, dovresti iniziare a prendere delle vitamine con acido folico prima della fecondazione. L'acido folico è l'elemento più importante per il feto durante le prime settimane di sviluppo; per questo motivo, se aspetti di conoscere il risultato del test di gravidanza prima di iniziare ad assumerlo, potresti non soddisfare le necessità del feto nel momento cruciale.[5]
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Disporre il Consenso alla Maternità Surrogata

  1. 1
    Documentati sulle diverse tipologie di maternità surrogata. Ne esistono di due tipi: quella tradizionale (detta anche maternità surrogata parziale) e quella gestazionale (detta anche maternità surrogata totale).[6]
    • In una surrogazione tradizionale, l'ovulo della donna che porterà a termine la gravidanza verrà fecondato con lo spermatozoo del futuro padre della coppia che alleverà il figlio oppure con quello di un donatore. In questo caso, c'è un legame genetico fra il nascituro e la madre surrogata. Questa procedura crea molte complicazioni legali, perché in alcuni Stati la donna che ha partorito può reclamare la potestà sul bambino, forte del legame genetico.[7]
    • Con la surrogazione gestazionale, la donna che porta avanti la gravidanza si sottopone a una fecondazione in vitro, cioè nel suo utero viene impiantato un embrione creato in laboratorio con gli ovuli e gli spermatozoi dei futuri genitori o di donatori. In tal caso, la madre surrogata e il bambino non hanno alcun legame genetico.
    • Puoi decidere di offrirti per la surrogazione gestazionale a favore di un familiare molto stretto. Non puoi invece optare per quella tradizionale nel caso il padre fosse un tuo consanguineo, perché aumenta il rischio di malattie genetiche per il bambino.
  2. 2
    Informati sugli aspetti legali. Le normative che regolano questa pratica sono estremamente complicate negli Stati Uniti. Questo perché non c'è una legge federale e ogni Stato ha elaborato delle proprie norme. In alcuni Stati è illegale concludere qualunque accordo di surrogazione e potresti rischiare il carcere. In altri, invece, non solo è del tutto legale stringere un accordo e sottoporsi alla procedura, ma è prevista anche la possibilità di ricevere un compenso. [8]
    • Molti Stati consentono la surrogazione gestazionale, ma non quella tradizionale, a causa dei potenziali conflitti per l'affidamento del bambino.
    • Se vivi in uno Stato dove la surrogazione non viene riconosciuta, potresti essere costretta a garantire il sostentamento del bambino e ne sarai responsabile davanti alla legge, soprattutto se è il frutto di una maternità surrogata tradizionale.
    • In altri Stati, inoltre, i futuri genitori devono inoltrare una formale richiesta di adozione dopo la nascita del bambino, mentre in altri ancora l'affidamento è stabilito prima della data del parto.[9]
  3. 3
    Valuta se vuoi affidarti a un'agenzia. Se hai deciso di diventare una madre surrogata avvalendoti dei servizi di terzi, questi si occuperanno di abbinarti a una coppia che desidera un figlio. Se invece vuoi aiutare una coppia che già conosci a formare una famiglia, non hai bisogno di rivolgerti a un'agenzia.[10]
    • Puoi accordarti per una surrogazione anche con qualcuno che non conosci rispondendo a un annuncio oppure pubblicandone uno tu. Tuttavia, ricorda che le agenzie selezionano i candidati (sia le madri surrogate sia i futuri genitori), mentre se procedi in maniera autonoma non godrai di tali garanzie.
    • Dovrai compilare una richiesta e sottoporti a dei test medici per essere accettata come madre surrogata da un'agenzia. In certi casi è necessario soddisfare determinati requisiti, oltre a quelli di buona salute, per essere presa in considerazione.
    • A prescindere dal fatto che tu ti affidi o meno a un'agenzia, è fondamentale che tu abbia fiducia nei futuri genitori. Dovrai mantenere un rapporto molto stretto con loro durante tutta la gravidanza, quindi è indispensabile che siano persone affidabili e di sostegno.
    • Prima di firmare qualunque documento, accertati che l'agenzia sia seria e affidabile, perché non tutte le sono.
  4. 4
    Rivolgiti a un avvocato affinché stenda un contratto. La maternità surrogata prevede moltissime potenziali complicazioni di carattere legale, quindi devi assolutamente avere un buon avvocato che protegga i tuoi interessi durante tutto il periodo. Egli dovrà redigere un contratto esauriente in cui si prendano in considerazione i diritti e le responsabilità di tutte le parti coinvolte. Questo andrebbe fatto prima che tu ti sottoponga a qualunque procedura medica.[11]
    • Accertati che il contratto affronti ogni questione importante in merito al tuo compenso, a chi dovrà pagare le spese mediche, chi avrà la custodia del bambino nel caso succedesse qualcosa ai futuri genitori durante la gravidanza, cosa accadrebbe se dalla gravidanza surrogata nascessero due o più gemelli, se una delle parti in causa volesse porre fine alla gestazione e se ci fosse un aborto spontaneo. L'avvocato dovrebbe consigliarti per il meglio per ogni altro aspetto legale che deve essere chiarito nel contratto.
    • Trova un avvocato diverso da quello che rappresenta la coppia dei futuri genitori.
    • Se ti sei affidata a un'agenzia, questa dovrebbe occuparsi del contratto per tuo conto. Tuttavia, vale sempre la pena avere un legale di fiducia che supervisioni i documenti prima di firmarli, per essere certa di ottenere tutte le garanzie.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Portare Avanti la Maternità Surrogata

  1. 1
    Recati dal ginecologo per la fecondazione. Una volta fatti tutti gli esami medici e aver definito i termini del contratto di surrogazione, dovrai sottoporti alla procedura di fecondazione, sia essa artificiale o in vitro, per restare incinta. Entrambe le procedure prevedono l'inserimento di un catetere uterino che viene eseguito in cliniche ginecologiche specializzate. In seguito, dovrai sottoporti a dei test per confermare la gravidanza.
    • L'inseminazione intrauterina è la tecnica più sicura, perché lo sperma viene inoculato direttamente nell'utero. Questa è una procedura molto rapida e indolore.[12]
    • Potrebbe venirti somministrato un blando sedativo con una flebo endovenosa. Non dovresti provare dolore, ma solo un po' di disagio.[13]
    • Prima della procedura dovrai assumere degli integratori ormonali per aumentare le probabilità di successo.[14]
  2. 2
    Mantieni tutti gli impegni che ti sei presa. Il contratto di maternità surrogata potrebbe includere delle clausole per garantire una gestazione sana. Recati a tutte le visite di controllo con il ginecologo e segui le sue raccomandazioni per mantenere uno stile di vita salutare.
    • È altrettanto fondamentale mantenere un buon rapporto di comunicazione con i futuri genitori. Con ogni probabilità, saranno parecchio coinvolti nella tua gestazione.
  3. 3
    Ottieni tutto il supporto di cui hai bisogno. Potresti accorgerti che questo percorso è più difficile di quanto ti aspettavi, quindi non temere di palesare i tuoi sentimenti. Molte madri surrogate devono gestire delle emozioni complesse durante la gestazione, quindi ricorda che non sei sola.[15]
    • Confidati con tuo marito o il partner, se ce l'hai.
    • Vai agli appuntamenti del gruppo di supporto per madri surrogate oppure cerca aiuto online. Queste donne comprendono perfettamente cosa stai passando.
    • Se necessario, recati dallo psicologo. Molte donne nelle tue stesse condizioni hanno bisogno di aiuto professionale per affrontare le difficoltà psicologiche correlate al fatto di portare in grembo il figlio di qualcun altro.
    Pubblicità

Consigli

  • Non permettere a nessuno di convincerti a diventare una madre surrogata, se pensi che non sia una buona idea.
  • Fai in modo che sia ben chiaro quale sarà il rimborso che l'agenzia metterà a tua disposizione e qual è invece la cifra destinata alle spese sanitarie.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Morire SerenamenteMorire Serenamente
Riconoscere i Genitori TossiciRiconoscere i Genitori Tossici
Convincere i Tuoi Genitori a Farti Fare Qualsiasi CosaConvincere i Tuoi Genitori a Farti Fare Qualsiasi Cosa
Aiutare Qualcuno a Superare la Perdita di un ParenteAiutare Qualcuno a Superare la Perdita di un Parente
Dire Creativamente a Tuo Marito che Diventerà PadreDire Creativamente a Tuo Marito che Diventerà Padre
Affrontare il Fatto che i Tuoi Genitori non Ti AmanoAffrontare il Fatto che i Tuoi Genitori non Ti Amano
Vivere Dopo la Morte del ConiugeVivere Dopo la Morte del Coniuge
Affrontare la Morte di un GenitoreAffrontare la Morte di un Genitore
Infastidire tua SorellaInfastidire tua Sorella
Far Fare il Ruttino a un Bambino che DormeFar Fare il Ruttino a un Bambino che Dorme
Dire ai Tuoi Genitori che Hai un RagazzoDire ai Tuoi Genitori che Hai un Ragazzo
Affrontare la Morte di un NonnoAffrontare la Morte di un Nonno
Disconoscere la Propria FamigliaDisconoscere la Propria Famiglia
Superare la Morte di Tuo Padre (per Giovani)Superare la Morte di Tuo Padre (per Giovani)
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 14 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 5 474 volte
Categorie: Famiglia | Salute
Questa pagina è stata letta 5 474 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità