Come Dormire con il Dolore della Gotta

Scritto in collaborazione con: Chris M. Matsko, MD

In questo Articolo:Trattare il Dolore Acuto per Dormire MeglioPrepararsi per Dormire Durante un Attacco di GottaTrattare la Gotta con i FarmaciApportare Cambiamenti nell'AlimentazioneRiconoscere la Gotta21 Riferimenti

La gotta, conosciuta anche come artrite gottosa, è una patologia artritica causata da alti livelli di acido urico nei tessuti, nelle articolazioni e nel sangue. Le persone che ne soffrono producono una quantità eccessiva di questo acido oppure non riescono a espellerlo in maniera efficiente;[1] quando la concentrazione nell'organismo è troppo alta, provoca dolore, arrossamento e gonfiore.[2] Dato che gli attacchi dolorosi si verificano spesso durante la notte, è opportuno sapere come evitarli e come alleviare il dolore una volta che si manifesta.

Parte 1
Trattare il Dolore Acuto per Dormire Meglio

  1. 1
    Applica del ghiaccio sulla zona interessata. In linea generale, le prime 36-48 ore dall'inizio dell'attacco sono le più dolorose, ma puoi trovare sollievo e fare tutto il possibile per porre fine quanto prima alla fase infiammatoria. Per lenire il disagio applica del ghiaccio sull'articolazione; usa un impacco freddo avvolto in un asciugamano e appoggialo sulla zona sofferente per 20-30 minuti per ogni ora in cui sei sveglio.[3]
    • Solleva la zona interessasta quanto più possibile mentre applichi la borsa del ghiaccio, per impedire il ristagno del sangue.
  2. 2
    Assumi degli antidolorifici da banco. Puoi prendere i comuni farmaci contro il dolore, come l'ibuprofene (Brufen) e il naprossene sodico (Momendol). Non seguire però la terapia troppo a lungo, perché un'assunzione prolungata di questi medicinali può aumentare le probabilità di infarto o ictus, oltre a incrementare il rischio di ulcere ed emorragie; per la tua sicurezza attieniti scrupolosamente alle indicazioni riportate sul bugiardino.[4]
    • Tuttavia, evita l'aspirina e qualsiasi prodotto topico a base di acido acetilsalicilico (come il Diprosalic o altre pomate simili), perché possono aumentare i depositi di acido urico nelle articolazioni.
    • Il paracetamolo (Tachipirina) non è un farmaco antinfiammatorio e non è utile per questo disturbo.
    • Puoi anche assumere la colchicina, ma in questo caso è necessaria la prescrizione medica.
    • Se vuoi mantenere costantemente sotto controllo gli attacchi gottosi, dovresti prendere l'allopurinolo, che riduce la quantità di acido urico nell'organismo.[5]
  3. 3
    Prova delle creme o dei gel topici antidolorifici. Gli analgesici per uso topico si sono dimostrati molto efficaci, soprattutto sulle articolazioni come dita dei piedi, caviglie, ginocchia, gomiti e mani.[6] Per esempio, il Voltaren Emulgel è un FANS topico in libera vendita in grado di ridurre notevolmente il dolore causato dalla gotta; chiedi al medico maggiori dettagli in merito.[7] Tra gli altri trattamenti topici da banco utili per la tua patologia ci sono:
    • Pomata alla capsaicina: questa è una sostanza estratta dal pepe di Cayenna ed è in grado di bloccare l'emissione della sostanza P - un segnale di dolore. Assicurati di lavarti bene le mani dopo averla applicata, altrimenti potrebbe causare una forte sensazione di bruciore, soprattutto se la spalmi vicino agli occhi;
    • Creme omeopatiche: ne esistono diverse che contengono una miscela di rimedi omeopatici contro il dolore;
    • Pomate per alleviare la gotta: in erboristeria puoi trovare diverse creme a base di erbe medicinali in grado di lenire la sofferenza.

Parte 2
Prepararsi per Dormire Durante un Attacco di Gotta

  1. 1
    Trova una sistemazione quanto più confortevole possibile. Gli sfoghi di gotta si manifestano spesso durante la notte, in qualsiasi momento, per esempio quando la coperta esercita pressione sulle dita sofferenti dei piedi, provocando un estremo dolore. Se sai che questo fattore può essere una causa del tuo dolore e stai per avere un attacco gottoso, evita tale disagio aumentando la temperatura della stanza e togliendo la coperta dall'area del corpo sofferente.
    • Puoi sentirti più a tuo agio, almeno nella prima parte della notte, dormendo su una poltrona o una sedia reclinabile che permetta di tenere sollevata l'articolazione sofferente.
    • Se il dolore è localizzato nelle dita dei piedi, nelle caviglie o nelle ginocchia, è meglio non usare una coperta oppure disporla come una "tenda" sopra l'area interessata, se possibile.
  2. 2
    Gestisci i disturbi del sonno. La gotta è associata anche a vari problemi di questa natura, come l'apnea nel sonno. Se ti sei svegliato in passato nel bel mezzo della notte a causa della gotta, rivolgiti al medico per trovare dei trattamenti per i disturbi del sonno.
    • Non assumere alcuno stimolante, come la caffeina o i prodotti del tabacco, ed evita anche alimenti e bevande ricchi di purine; tra questi, i principali sono: carne rossa, acciughe, molluschi, pesci grassi, asparagi, spinaci e la maggior parte dei legumi secchi.[8] Se vuoi dormire in maniera più profonda, evita tali prodotti.
    • Bevi molta acqua. Sebbene non contribuisca necessariamente a farti dormire, aiuta però a espellere l'acido urico che si è accumulato.
  3. 3
    Prendi i tuoi farmaci un'ora prima di coricarti. In questo modo, il principio attivo ha tutto il tempo per agire efficacemente; per esempio, se stai prendendo degli antidolorifici topici, applicali circa 20-30 minuti prima di andare a letto.
    • Se stai assumendo dei FANS, dovresti prenderli con gli alimenti, come uno yogurt o dei cracker con burro di arachidi; il cibo riveste infatti le pareti dello stomaco e riduce le probabilità di sviluppare ulcere o emorragie gastrointestinali.
  4. 4
    Pratica una corretta igiene del sonno. Evita i rumori intensi o le luci troppo brillanti e accendi una musica rilassante o una macchina per il "rumore bianco" per rilassarti. Se puoi, fai una doccia o un bagno caldo prima di metterti a letto, dato che può aiutarti ancora di più a tranquillizzarti.
    • Metti in pratica alcuni esercizi di respirazione profonda, accendi della musica rilassante o pratica la meditazione per cercare di allontanare la tensione quanto più possibile.
    • Alzati al mattino e vai a letto la sera sempre alla stessa ora ogni giorno. Non sforzarti di dormire a tutti i costi: se non riesci ad addormentarti, fai qualcosa finché non ti senti stanco; risolvi inoltre i conflitti e i problemi prima di andare a dormire. Non bere alcolici e non fumare prima di coricarti, cerca di fare attività fisica al mattino e non allenarti nelle ultime quattro ore prima di dormire.

Parte 3
Trattare la Gotta con i Farmaci

  1. 1
    Ottieni una diagnosi. Se pensi di soffrire di gotta, è importante consultare il medico, che può aiutarti ad alleviare i sintomi e consigliarti le cure più adeguate. Solitamente, la gotta viene diagnosticata semplicemente verificando i sintomi e raccogliendo l'anamnesi.
    • Il dottore può anche prendere un campione di liquido sinoviale per controllare le caratteristiche dei cristalli di acido urico, prescriverti un esame del sangue per misurarne i livelli, una radiografia, un'ecografia o una tomografia computerizzata, sebbene gli esami diagnostici per immagini vengano usati raramente.[9]
  2. 2
    Prendi i farmaci che ti vengono prescritti. Per trattare la gotta è necessario assumere dei medicinali che bloccano la produzione di acido urico, come l'allopurinolo (Zyloric) e il febuxostat (Adenuric), oppure che ne aumentano l'espulsione, come il probenecid (Probalan). Come puoi immaginare, questi medicinali provocano significativi effetti collaterali:
    • L'allopurinolo può causare sfoghi cutanei, anemia e a volte aumentare il dolore articolare. Le persone di origine asiatica e africana corrono un elevato rischio di eruzioni cutanee assumendo questo farmaco.
    • Il medicinale viene usato per trattare solo la gotta cronica e non è adatto per i casi acuti. Se stai soffrendo di quest'ultima forma di gotta, devi assumere la colchicina per alleviare i sintomi, dato che l'allopurinolo non è molto efficace.[10]
    • Il febuxostat può alterare parecchio gli enzimi epatici;[11] anche questo farmaco è usato solo per i casi di gotta cronica.[12]
    • Il probenecid può provocare emicrania, dolore articolare e respirazione accelerata.[13]
    • Tra gli altri farmaci indicati per questa patologia ci sono i FANS su prescrizione, come l'indometacina (Indoxen) o il celecoxib (Celebrex); in alternativa, vengono prescritti a volte anche gli steroidi antinfiammatori e la colchicina (Colchicina Lirca), sebbene quest'ultima sia di vecchia generazione e venga usata con minore frequenza a causa dei gravi effetti collaterali.
  3. 3
    Segui le raccomandazioni del medico per cambiare lo stile di vita. Oltre all'assunzione di farmaci, per trattare la gotta e lenire il dolore a essa associato è necessario apportare dei cambiamenti nell'alimentazione e nello stile di vita. Il medico può fornirti diversi consigli per procedere in questo senso, in modo da alleviare il malessere e dormire meglio.

Parte 4
Apportare Cambiamenti nell'Alimentazione

  1. 1
    Evita gli alimenti che possono aumentare le probabilità di episodi acuti. Se stai vivendo il tuo primo attacco o non hai ancora apportato dei cambiamenti alla dieta, è arrivato il momento di ridurre il consumo di alimenti ricchi di purine. Queste sostanze organiche si scompongono nell'organismo producendo l'acido urico; devi evitarle completamente quando hai un episodio acuto di gotta e almeno per il mese successivo. Una volta guarito, non devi comunque superare le 2-4 porzioni a settimana di uno qualsiasi di questi alimenti, e precisamente:[14][15]
    • Alcolici;
    • Bibite zuccherate;
    • Alimenti grassi, come fritti, burro, margarina e latticini ricchi di grassi;
    • Frattaglie (fegato, reni, cervello), che rappresentano gli alimenti con il livello più alto di purine;
    • Manzo, pollo, maiale, pancetta, vitello, cervo;
    • Acciughe, sardine, aringhe, cozze, merluzzo, capesante, trota, eglefino, granchi, ostriche, aragoste, gamberi.
  2. 2
    Aumenta il consumo di cibi che aiutano a sbarazzarti del disturbo. Oltre a evitare determinati alimenti, dovresti anche incrementare l'apporto di quei prodotti che ti proteggono da livelli eccessivi di acido urico; tra questi considera:[16]
    • Alimenti ricchi di fitati: sembra che questi sali dell'acido fitico siano in grado di prevenire la formazione di diversi tipi di calcoli renali, inclusi quelli di acido urico; tra questi cibi ci sono fagioli, legumi in genere e cereali integrali. Dovresti incorporare 2-3 porzioni di tali prodotti nella dieta quotidiana;
    • Tè verde: riduce il rischio di sviluppare calcoli renali contenenti acido urico; bevine circa 2-3 tazze ogni giorno;
    • Alimenti ricchi di calcio, tra cui i prodotti lattiero-caseari magri;
    • Succo di amarena: viene usato tradizionalmente nella medicina naturopatica per trattare la gotta e i calcoli renali. Se soffri di un attacco, puoi bere 3-4 bicchieri da 250 ml di succo biologico di amarena ogni giorno; dovresti ottenere sollievo entro 12-24 ore.
  3. 3
    Prendi gli integratori che ti vengono consigliati. Non forniscono un sollievo immediato per riuscire a dormire, ma riducono la frequenza e la durata degli episodi acuti nel lungo periodo. Se stai già assumendo dei farmaci su prescrizione per trattare la gotta, consulta il medico prima di considerare tali prodotti; inoltre, assicurati di seguire con attenzione le indicazioni riportate sulla confezione per quanto riguarda la posologia. Tra quelli più utili per la tua situazione ci sono:[17] [18]
    • Acidi grassi omega-3, soprattutto l'EPA;
    • Bromelina: un enzima estratto dall'ananas che viene usato spesso per trattare i disturbi digestivi, ma per la gotta agisce come un antinfiammatorio;
    • Acido folico: una vitamina del gruppo B che agisce sullo stesso enzima (xantina ossidasi) che viene inibito dal farmaco allopurinolo, riducendo quindi i livelli di acido urico;
    • Quercetina: un bioflavonoide che agisce inibendo la xantina ossidasi;
    • Artiglio del diavolo (Harpagophytum procumbens): viene usato tradizionalmente per trattare la gotta perché è in grado di ridurre i livelli di acido urico;
    • Se soffri di gotta, devi evitare gli integratori di vitamina C o niacina, dato che entrambi aumentano i livelli dell'acido "incriminato".

Parte 5
Riconoscere la Gotta

  1. 1
    Cerca i sintomi. Solitamente, appaiono improvvisamente e spesso durante la notte; i principali sono:[19]
    • Intenso dolore alle articolazioni, in genere piedi, caviglie, ginocchia e polsi, sebbene quella più colpita sia in genere la base dell'alluce;
    • La gotta colpisce di solito solo un'articolazione alla volta, ma in certi casi ne sono coinvolte diverse, soprattutto se vi è una causa di fondo che non viene gestita;
    • Disagio all'articolazione dopo l'attacco iniziale;
    • Arrossamento e altri segni di infiammazione, per esempio calore, gonfiore e dolenzia al tatto;
    • Ridotta capacità di movimento dell'articolazione colpita.
  2. 2
    Valuta se l'alimentazione può favorire il disturbo. Una dieta basata principalmente su cibi e bevande ricchi di purine e con alti livelli di fruttosio (come le bibite e le bevande analcoliche) può aumentare il rischio di gotta; gli alimenti che possono potenzialmente scatenare un attacco sono:[20][21]
    • Birra e liquori;
    • Bibite zuccherate;
    • Cibi grassi (fritti, burro, margarina, latticini ricchi di grassi);
    • Frattaglie (fegato, reni, cervello);
    • Manzo, pollo, maiale, pancetta, vitello, cervo;
    • Acciughe, sardine, aringhe, cozze, merluzzi, capesante, trota, eglefino, granchio, ostriche, aragoste, gamberi.
  3. 3
    Esamina i fattori di rischio. La gotta può svilupparsi a tutte le età, ma è più diffusa negli uomini adulti e nelle donne in postmenopausa. Tuttavia, esistono diversi elementi, oltre l'alimentazione, che possono influire notevolmente sulla patologia; tra questi considera:
    • Obesità o sovrappeso;
    • Ipertensione non trattata, diabete, sindrome metabolica, patologie cardiache e renali;
    • Farmaci, inclusi i diuretici tiazidici, aspirina a basso dosaggio, immunosoppressori;
    • Familiarità per la gotta;
    • Recenti interventi chirurgici o traumi: se monitori la quantità di purine nell'alimentazione, ma ti cade un oggetto pesante sull'alluce, potresti scatenare un attacco acuto di gotta.

Avvertenze

  • Se i sintomi non migliorano entro 2-3 giorni, rivolgiti al medico.
  • Se stai assumendo dei farmaci, assicurati di informare il medico nel caso in cui decidi di prendere degli integratori o dei prodotti erboristici.

Riferimenti

  1. http://www.emedicinehealth.com/gout/article_em.htm
  2. http://www.orthop.washington.edu/?q=patient-care/articles/arthritis/gout.html
  3. http://www.arthritis.org/about-arthritis/types/gout/articles/how-to-stop-a-gout-attack.php
  4. http://www.fda.gov/downloads/Drugs/DrugSafety/ucm089162.pdf
  5. http://www.webmd.com/arthritis/understanding-gout-treatment
  6. http://www.health.harvard.edu/blog/rub-on-pain-reliever-can-ease-arthritis-discomfort-201301185817
  7. http://www.arthritis.org/living-with-arthritis/treatments/medication/drug-types/nsaids/voltaren-gel-relief.php
  8. http://www.webmd.com/arthritis/understanding-gout-treatment?page=2
  9. http://www.arthritis.org/about-arthritis/types/gout/diagnosing.php
Mostra altro ... (12)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Chris M. Matsko, MD. Il Dottor Matsko è un Medico in pensione che vive in Pennsylvania. Si è laureato presso la Temple University School of Medicine nel 2007.

Categorie: Disturbi & Trattamenti

In altre lingue:

English: Sleep Through Gout Pain, Português: Dormir Sentindo Dor de Gota, Español: dormir con el dolor provocado por la gota, Deutsch: Trotz Gichtschmerzen schlafen, Français: bien dormir malgré la douleur des crises de goutte

Questa pagina è stata letta 3 117 volte.
Hai trovato utile questo articolo?