Come Eliminare L'Acne con L'Acqua Ossigenata

Scritto in collaborazione con: Laura Marusinec, MD

In questo Articolo:Combattere l'Acne con l'Acqua OssigenataAlleviare l'Acne con Metodi NaturaliCombattere l'Acne con Terapie Mediche20 Riferimenti

Come forse già saprai, la pelle è formata da migliaia di minuscole cavità chiamate pori. Tutti i pori coincidono con lo sbocco delle ghiandole sebacee che producono un grasso chiamato, appunto, sebo. In circostanze normali, il sebo esce dai pori senza causare problemi. In altre, invece, i pori si ostruiscono e si infettano impedendo al sebo di fuoriuscire e producendo i brufoli. All'inizio, i brufoli compaiono sotto forma di punti neri (comedoni) o punti bianchi, talvolta troppo piccoli per essere visti a occhio nudo. Se le pareti dei pori si rompono, si formano brufoli che, infiammati, danno origine a papule e pustole.[1]

1
Combattere l'Acne con l'Acqua Ossigenata

  1. 1
    Consulta prima il tuo medico. Rivolgiti al tuo medico curante o a un dermatologo prima di provare l'acqua ossigenata. Molti esperti ne sconsigliano l'uso in caso di acne perché rischia di irritare e seccare la pelle. Il perossido di idrogeno (H2O2) è una sostanza chimica che può agire sia come schiarente sia come disinfettante. In realtà, il corpo lo produce in piccole quantità per attirare i globuli bianchi verso le zone colpite da infezioni. Grazie alle sue proprietà disinfettanti, uccide i batteri, ma non seleziona quelli da eliminare e l'organismo contiene molti batteri sani e indispensabili.[2]
  2. 2
    Scegli la concentrazione giusta. L'acqua ossigenata utilizzata per eliminare l'acne si presenta sotto due forme: in crema, con una concentrazione dell'1%, e sotto forma liquida "pura", con una concentrazione non più alta del 3%. Esistono anche concentrazioni superiori al 3%, ma non è consigliabile applicarle sulla pelle.[3]
    • Puoi acquistare l'acqua ossigenata al 3% anche al supermercato, nella corsia dei prodotti per la salute. Se riesci a trovare solo quella ad alta concentrazione (normalmente al 35%), devi diluirla con acqua prima di applicarla sul viso. Per stemperarla in modo che arrivi al 3%, dovrai usare 11 parti di acqua per ogni parte di prodotto.[4]
    • Se scegli la crema, segui le istruzioni riportate sulla confezione per sapere come devi applicarla sul viso e con quale frequenza.
  3. 3
    Lava il viso come al solito. Se soffri di acne, adopera un detergente delicato e applicalo esclusivamente con le mani, senza usare salviette o spugne. Lava il viso con l'acqua tiepida per favorire l'apertura dei pori prima di detergerlo utilizzando il perossido di idrogeno. Asciuga bene la pelle perché, se asciutta, tende ad assorbire meglio l'acqua ossigenata.
  4. 4
    Applica il perossido di idrogeno sulla pelle pulita. Utilizza un dischetto di cotone, un batuffolo di ovatta o anche un cotton fioc. Bagnalo con l'acqua ossigenata e applicalo sulle zone interessate. Non metterlo dove non serve, ovvero sulle parti sane. Lascialo agire per 5-7 minuti.
    • Prima di applicarlo estesamente, provalo su una piccola porzione di pelle per essere sicuro di riuscire a tollerarlo ed escludere il rischio che si scateni una forte irritazione. Se non è adatto, chiedi al medico un trattamento alternativo.
    • Non usare il perossido di idrogeno più di una volta al giorno.
  5. 5
    Applica una crema idratante senza olio. Una volta che il perossido di idrogeno sarà penetrato nella pelle, spalma delicatamente una crema idratante per il viso senza olio. Uno dei motivi per cui l'acqua ossigenata agisce contro l'acne è perché aiuta a eliminare l'eccesso di sebo. La crema idratante ti permette di non seccare completamente la pelle e mantenerla morbida e liscia.

2
Alleviare l'Acne con Metodi Naturali

  1. 1
    Prova il perossido di benzoile o l'acido salicilico. Il perossido di benzoile è simile all'acqua ossigenata perché agisce come agente antibatterico e aiuta a ridurre il sebo in eccesso.[5] L'acido salicilico, invece, riduce o elimina i brufoli alleviando l'infiammazione e liberando i pori.[6] Sia il perossido di benzoile sia l'acido salicilico sono i principi attivi alla base dei trattamenti topici per la pelle (come creme e lozioni) o dei detergenti prodotti per curare l'acne. Puoi acquistarli in farmacia senza obbligo di ricetta medica.[7]
    • Sii paziente perché potresti impiegare 6-8 settimane prima che comincino a fare effetto. Se non noti miglioramenti dopo 10 settimane, prova qualcos'altro.
  2. 2
    Tonifica la pelle con il succo di limone. Il succo di limone funziona come agente antibatterico e come esfoliante: non solo uccide i batteri che causano l'acne, ma aiuta anche a rimuovere il sebo in eccesso e le cellule morte del viso. Può anche agire come schiarente naturale e, quindi, contribuire a eliminare gli inestetismi delle cicatrici causate dall'acne nel corso del tempo. Dopo aver lavato il viso, applica uno o due cucchiaini di succo di limone puro sulle zone interessate, usando un dischetto di cotone o un batuffolo di ovatta. Lascialo per almeno 30 minuti. Se esegui questo trattamento prima di coricarti la sera, puoi farlo assorbire e andare direttamente a letto. Se lo applichi durante il giorno, elimina il succo di limone dal viso con l'acqua fredda.[8] Dopodiché applica la crema idratante sulla pelle asciutta.
    • Fai attenzione se usi il succo di limone in caso di ferite aperte, perché può bruciare.
    • Dal momento che ha un'azione schiarente, non adoperarlo se il colorito della tua pelle è scuro.
  3. 3
    Utilizza l'olio di melaleuca. L'olio di melaleuca (o tea tree) è una sostanza naturale dalle proprietà antibatteriche, piuttosto efficace contro gli agenti patogeni responsabili dell'acne. È anche più delicato rispetto ad altri trattamenti più acidi. Puoi usarlo puro direttamente sui brufoli una volta lavato il viso, oppure mescolarlo con il gel di aloe vera o il miele per ottenere una crema da applicare sui brufoli.[9]
    • Prepara un esfoliante unendo 50 g di zucchero, un cucchiaio di miele, 120 ml di olio d'oliva o di sesamo e 10 gocce di olio di melaleuca. Una volta amalgamato il tutto, applica l'impasto sul viso e strofina per 3 minuti in modo da esfoliare la pelle, quindi risciacqua con acqua tiepida.
    • In alcuni soggetti affetti da acne, l'olio di melaleuca può essere troppo irritante, quindi provalo su una piccola zona prima di spalmarlo diffusamente e sospendi l'applicazione in caso di forte irritazione.
  4. 4
    Prepara una pasta a base di bicarbonato di sodio. Il bicarbonato di sodio è un ottimo esfoliante naturale, ed è anche molto economico. Puoi mescolarlo con l'acqua tiepida fino a ottenere una pasta, dopodiché applicala sul viso come se fosse una maschera e tienila al massimo per 15 minuti. Prima di sciacquare, strofina delicatamente la pelle per rimuovere il sebo in eccesso e le cellule morte. Puoi anche unire un cucchiaino di bicarbonato al normale detergente per il viso prima di lavare la faccia. In questo modo, avrà anche un'azione esfoliante.[10]

3
Combattere l'Acne con Terapie Mediche

  1. 1
    Consulta un dermatologo per conoscere i possibili trattamenti topici. Dopo aver spiegato il tuo problema, chiedigli se può sviluppare un piano terapeutico personalizzato adatto alle tue esigenze. Esistono vari trattamenti topici a base di creme, lozioni o gel efficaci contro l'acne da prescrivere, tra cui:[11]
    • Antibiotici per uso topico da tamponare sulle zone da trattare per eliminare i batteri responsabili dell'acne.
    • Farmaci retinoidi per uso topico a base di vitamina A che contribuiscono a liberare i pori e migliorare l'efficacia degli antibiotici.
  2. 2
    Informati sugli antibiotici orali. In caso di acne, il dermatologo potrebbe anche prescrivere antibiotici orali (ovvero sotto forma di compresse), se li ritiene indicati per il paziente. La loro azione è analoga a quella di tanti altri omologhi che si assumono in caso di infezioni, per esempio alle vie urinarie. Aiutano a uccidere i batteri che causano l'acne.
    • Di fronte a una paziente con problemi di acne, talvolta il medico considera anche l'uso dei contraccettivi orali (ovvero la pillola anticoncezionale). Quelli a basso dosaggio, che contengono una combinazione di estrogeni e progestinici, possono effettivamente tenere a bada e ridurre considerevolmente l'acne.[12]
  3. 3
    Informati sull'estrazione dei brufoli. Probabilmente avrai imparato che non bisogna schiacciare i brufoli (ed è vero!), ma non vuol dire che non possa farlo il medico! Se eseguita da uno specialista, la rimozione dei brufoli permette di aprire i pori infetti senza il rischio che si formino cicatrici. Dal momento che questa procedura è mirata a eliminare in modo circostanziato le lesioni acneiche, probabilmente dovrai tornare dal medico in caso di nuove eruzioni cutanee.[13]
    • Anche le Spa e i centri termali che offrono trattamenti per il viso contro l'acne possono eseguire le estrazioni. È sicuramente una scelta migliore rispetto all'idea di schiacciare i brufoli da solo. Tuttavia, potresti chiedere che tipo di prodotti applicano sulla pelle per assicurarti che non ostruiscano nuovamente i pori!
  4. 4
    Prova il peeling chimico. Deve essere eseguito da un professionista. Consiste nell'utilizzare una soluzione ad alta concentrazione di acido salicilico, acido glicolico o acido tricloroacetico allo scopo di rimuovere gli strati cutanei più superficiali del viso (o di qualunque parte del corpo vi siano problemi). Questa operazione aiuta a eliminare il sebo in eccesso e le cellule morte affinché i pori possano svolgere correttamente il loro compito.[14]
    • Il peeling chimico non deve essere effettuato in caso di assunzione di retinoidi orali (come l'isotretinoina), perché la combinazione dei due prodotti potrebbe causare gravi irritazioni cutanee.
    • Anche se una sola seduta di peeling chimico produce risultati visibili, probabilmente dovrai sottoporti a un trattamento più lungo per assicurarti un effetto duraturo.
  5. 5
    Fai un'iniezione di cortisone. Il cortisone è un farmaco antinfiammatorio steroideo che può essere iniettato direttamente nelle lesioni acneiche. Ne riduce il gonfiore entro 24-48 ore. Naturalmente, poiché viene infiltrato direttamente nel brufolo, agisce più come un trattamento localizzato che come una soluzione generale e si somministra nei soggetti affetti da acne severa.[15]
  6. 6
    Informati sulla luminoterapia. Questa tecnica si è dimostrata efficace nelle persone che soffrono di acne, ma è un trattamento ancora in evoluzione. L'idea alla base della luminoterapia è che alcune tipologie di luce (come quella blu) siano in grado di combattere i batteri responsabili dell'acne, alleviando l'infiammazione a carico dei pori. In genere viene eseguita da un professionista in una clinica, tuttavia esistono alcuni dispositivi che si possono usare autonomamente.[16]
    • Allo stesso modo, vengono impiegati alcuni tipi di laser per eliminare i brufoli e le cicatrici.
  7. 7
    Chiedi al dermatologo se puoi prendere un retinoide orale. L'isotretinoina, un retinoide da assumere oralmente, contribuisce a ridurre la quantità di sebo secreta dai pori e, di conseguenza, allevia l'infiammazione e l'acne.[17] Tuttavia, questa sostanza, conosciuta perlopiù col nome commerciale di Accutane, viene prescritta dai medici come extrema ratio ai pazienti affetti da gravi forme di acne qualora altre terapie non siano risultate efficaci. Di solito il trattamento dura solo 4-5 mesi.[18]
    • L'isotretinoina comporta alcuni effetti collaterali molto gravi. Può aumentare enormemente il livello di lipidi nel sangue e compromettere la funzionalità epatica. Può anche causare grave secchezza della pelle, in particolare alle labbra e nelle zone affette dall'acne. Di solito i medici sottopongono i pazienti a un regolare screening dei valori ematici per tenere sotto controllo l'eventuale comparsa di questi effetti collaterali.
    • L'effetto collaterale più grave scatenato dall'isotretinoina sono le anomalie congenite, quindi non devi assumerla se sei in stato interessante, se stai programmando una gravidanza o se stai cercando di rimanere incinta. Se hai rapporti sessuali durante l'assunzione dell'isotretinoina, devi proteggerti con almeno due forme di contraccezione per evitare di rimanere incinta.[19]

Consigli

  • Gli studi scientifici non hanno ancora scoperto la causa precisa dell'acne, ma sanno che è legata agli ormoni, alla genetica e allo stress. Attualmente non esiste nessuna prova scientifica a sostegno del fatto che sia determinata dall'alimentazione.[20]
  • Oltre alle sue proprietà antibatteriche, il perossido di idrogeno aiuta anche a pulire la pelle rimuovendo lo strato di cellule morte e l'eccesso di sebo che si deposita in superficie ostruendo i pori.
  • Se hai la pelle scura e non puoi usare un tonico al limone, provane uno a base di aceto di mele. Per prepararlo, ti basta unire 2 parti di acqua e 1 di aceto.

Avvertenze

  • Ogni tipo di pelle reagisce all'acqua ossigenata in modo diverso. Se manifesti effetti indesiderabili dopo l'applicazione del perossido di idrogeno (o di qualsiasi altro prodotto chimico), sospendila immediatamente e consulta il medico.
  • Se sei in cura da un dermatologo, chiedigli il suo parere prima di ricorrere a un metodo che non ti ha suggerito.

Riferimenti

Mostra altro ... (11)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995.

Categorie: Disturbi della Pelle

In altre lingue:

English: Clear up Acne With Hydrogen Peroxide, Español: eliminar el acné con peróxido de hidrógeno, Português: Remover Acne Utilizando Peróxido de Hidrogênio, Русский: очистить прыщи, используя перекись водорода, Deutsch: Akne mit Hydrogenperoxid klären, Français: combattre l'acné avec du peroxyde d'hydrogène, Bahasa Indonesia: Menghilangkan Jerawat dengan Hidrogen Peroksida, العربية: إزالة حب الشباب بالماء الأكسجيني, Nederlands: Acne verwijderen met waterstofperoxide, Tiếng Việt: Điều trị mụn trứng cá bằng Hydro Peroxit

Questa pagina è stata letta 15 716 volte.
Hai trovato utile questo articolo?