Come Eliminare i Granuli di Fordyce

Scritto in collaborazione con: Laura Marusinec, MD

I granuli di Fordyce sono piccole protuberanze bianche o di colore rosso chiaro che possono comparire sulla vulva, sullo scroto, lungo il pene o sulle labbra. Sostanzialmente, sono ghiandole sebacee ipertrofiche, che producono il sebo dei capelli e della pelle.[1] Di solito, si presentano durante la pubertà e sono di natura benigna – non sono contagiosi né causati da malattie sessualmente trasmissibili come l'herpes e le verruche genitali. In genere, non è necessaria nessuna cura, anche se vengono eliminati per ragioni estetiche. Il laser e altri trattamenti chirurgici sono le procedure più efficaci.

Parte 1 di 2:
Eliminare i Granuli di Fordyce

  1. 1
    Consulta un dermatologo. Se noti sui genitali o intorno ai bordi delle labbra delle piccole escrescenze fastidiose alla vista che non scompaiono, chiedi al medico curante di consigliarti un dermatologo, ovvero uno specialista della pelle. Sarà in grado di effettuare una diagnosi e tranquillizzarti, perché a volte i granduli di Fordyce possono somigliare a piccole verruche o confondersi con lo stadio iniziale di uno sfogo da herpes. Tuttavia, si tratta di un fenomeno piuttosto comune che si manifesta nell'85% circa della popolazione – gli uomini sono più soggetti delle donne.[2]
    • Tieni conto che i granuli di Fordyce sono benigni, asintomatici, non contagiosi e non richiedono cure. Si procede all'ablazione solo per motivi estetici.
    • Sono molto più evidenti quando la pelle viene tesa, ovvero durante l'erezione del pene (negli uomini) o durante l'epilazione nella zona dei genitali (nelle donne).
  2. 2
    Informati sui trattamenti laser. Se decidi di rimuovere i granuli di Fordyce per ragioni estetiche, rivolgiti al tuo dermatologo per conoscere i trattamenti laser disponibili. Sono le procedure più usate per sbarazzarsi di questo fenomeno e altre condizioni della pelle.[3] In questi casi risultano efficaci i trattamenti laser a gas (per esempio ad anidride carbonica), ma è utile anche il laser a colorante pulsato. Chiedi al tuo medico quale soluzione potrebbe essere più adatta alle tue esigenze di salute e alle tue possibilità economiche.
    • Il laser ad anidride carbonica è stato la prima tecnologia laser a gas e resta ancora oggi il trattamento laser a onda continua più potente usato per risolvere vari problemi cutanei.
    • Tuttavia, l'ablazione col laser ad anidride carbonica può lasciare cicatrici, quindi potrebbe essere poco indicata per rimuovere i granuli di Fordyce dal viso.
    • In alternativa, il trattamento con il laser a colorante pulsato è più costoso, ma è meno probabile che lasci cicatrici.[4]
  3. 3
    Considera la tecnica micro-punch. Si tratta di un trattamento di tipo chirurgico che prevede l'utilizzo di un dispositivo a forma di penna con cui si pratica un piccolo foro nella pelle e si procede alla rimozione del tessuto. Spesso, viene usato nel trapianto dei capelli, ma è stata dimostrata la sua efficacia anche nell'ablazione dei granuli di Fordyce, soprattutto nella zona dei genitali.[5] Il rischio che con questa procedura chirurgica restino cicatrici è inferiore rispetto a quello comportato dal laser ad anidride carbonica. Inoltre, sembra che i granuli non si riformino – cosa che potrebbe verificarsi dopo i trattamenti laser.
    • È necessaria un'anestesia locale per inibire il dolore durante l'intervento.
    • Il tessuto rimosso con la tecnica micro-punch non viene distrutto (a differenza della terapia laser), quindi può essere esaminato al microscopio per escludere patologie dermatologiche più gravi, come verruche e tumori.
    • In genere, i trattamenti col micro-punch sono rapidi e possono rimuovere decine di granuli in pochi minuti. Quindi, sono la soluzione ideale per i soggetti che ne hanno grosse quantità sui genitali o sul viso.
  4. 4
    Considera le creme per uso topico. Secondo alcuni studi, lo squilibrio ormonale che si verifica durante la pubertà, la gravidanza e la menopausa può causare o favorire la formazione dei granuli di Fordyce nello stesso modo in cui può scatenare l'acne (brufoli).[6] Pertanto, è possibile che le creme utilizzate per combattere l'acne e altre eruzioni cutanee siano utili anche contro i granuli di Fordyce. Chiedi al tuo dermatologo se puoi usare creme a base di glucocorticoidi, retinoidi, clindamicina, pimecrolimus o perossido di benzoile.
    • Le creme a base di clindamicina sono efficaci soprattutto contro l'infiammazione delle ghiandole sebacee, anche se è raro che i granuli di Fordyce si gonfino.
    • Per le donne più giovani, i contraccettivi orali possono ridurre o eliminare i granuli di Fordyce così come l'acne.
    • L'ablazione col laser ad anidride carbonica viene effettuata in combinazione con l'applicazione di acidi esfolianti per uso topico, come l'acido tricloroacetico e dicloracetico.[7]
  5. 5
    Informati sulla terapia fotodinamica.[8] Si tratta di un trattamento che sfrutta la luce. Si applica sulla pelle un medicinale a base di acido 5-aminolevulinico, si lascia penetrare la sostanza fotosensibile di cui è composto e, in seguito, viene attivata con una fonte luminosa, in genere una luce blu o un laser a colorante pulsato. Con questo trattamento è anche possibile curare e prevenire l'acne e alcuni tipi di tumori della pelle.
    • Tieni presente che si tratta di una terapia costosa.
    • Inoltre, rende temporaneamente la pelle sensibile al sole.
  6. 6
    Considera l'isotretinoina.[9] Il trattamento può durare diversi mesi, ma offre risultati permanenti. È efficace contro l'acne e altre simili condizioni a carico delle ghiandole sebacee.
    • L'isotretinoina comporta alcuni rischi importanti e possibili effetti collaterali, tra cui le malformazioni congenite, pertanto bisognerebbe prenderla in considerazione solo nei casi più gravi. Le donne che assumono questo farmaco devono astenersi dai rapporti sessuali o utilizzare la pillola contraccettiva.
  7. 7
    Informati sulla crioterapia. La crioterapia è una procedura che grazie all'uso dell'azoto liquido permette di congelare verruche ed eruzioni cutanee.[10] Consulta il dermatologo per capire se puoi ricorrere a questo trattamento per eliminare i granuli di Fordyce.
  8. 8
    Valuta l'elettro-dessicazione o la cauterizzazione. È una terapia laser che brucia i granuli di Fordyce.[11] Chiedi al dermatologo se è adatta alle tue esigenze.
  9. 9
    Cura la tua igiene personale. Mantenendo la pelle pulita e impedendo l'accumulo di sebo e batteri, potrai ridurre la formazione dei granuli di Fordyce, in particolare durante l'adolescenza e la gravidanza, quando i livelli ormonali si alzano, ma non è un metodo affidabile per sbarazzarsi di quelli già esistenti.[12] Se utilizzi un detergente per la pulizia del viso e dei genitali, sarai in grado di eliminare le ostruzioni dei pori e delle ghiandole sebacee e, in questo modo, preverrai punti neri e brufoli.
    • Lava regolarmente i genitali e il viso, soprattutto se ti sei allenato e hai sudato.
    • Per pulire la pelle, considera l'utilizzo di un agente esfoliante non aggressivo, come una spugnetta di loofah.
    • Se i granuli di Fordyce sono concentrati sui genitali, evita di rasare i peli del pube perché le protuberanze potrebbero diventare più evidenti. L'epilazione laser è una scelta migliore.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Distinguere i Granuli di Fordyce da Altre Patologie

  1. 1
    Non confondere i granuli di Fordyce con l'herpes. Anche se compaiono nelle stesse aree del corpo in cui compaiono le lesioni causate dall'herpes (intorno alle labbra e sui genitali), si tratta di due fenomeni molto diversi. A differenza dei granuli, le lesioni provocate dall'herpes si presentano sotto forma di vesciche rosse o ulcere, che in un primo momento procurano un forte prurito prima di diventare dolorose – di solito, il dolore è di tipo bruciante.[13] Inoltre, sono più grandi dei granuli di Fordyce.
    • L'herpes è causato dal virus herpes simplex (tipo 1 o 2) e, a differenza dei granuli di Fordyce, è contagioso.
    • Dopo l'insorgenza di un focolaio, le lesioni dell'herpes svaniscono e ricompaiono solo nei periodi di stress. Talvolta, i granuli di Fordyce svaniscono, ma di solito permangono o addirittura peggiorano con l'avanzare dell'età.
  2. 2
    Distingui i granuli di Fordyce dalle verruche genitali. Somigliano alle verruche genitali, soprattutto all'inizio quando queste ultime sono piuttosto piccole. Inoltre, si localizzano entrambi sui genitali. Tuttavia, le verruche possono raggiungere dimensioni più grandi di quelle dei granuli e sono causate dall'HPV (papilloma virus umano).[14] Anche l'HPV è contagioso e si trasmette principalmente col contatto cutaneo mediante un taglio, un'abrasione o una piccola lesione della pelle.
    • Man mano che le verruche genitali crescono, spesso si dispongono a grappolo, secondo una forma che ricorda quella di un cavolfiore, o somigliano a minuscole protrusioni simili a steli. Al contrario, i granuli di Fordyce sono simili alla pelle del pollo senza penne, specialmente quando si tira la zona in cui si concentrano.
    • Spesso, le verruche genitali si diffondono nella regione anale, mentre i granuli di Fordyce raramente arrivano in questo punto.
    • Le verruche genitali fanno aumentare il rischio del cancro della cervice uterina. Al contrario, i granuli di Fordyce non sono associati a nessun'altra patologia.
  3. 3
    Non confondere i granuli di Fordyce con la follicolite. La follicolite è un'infiammazione dei follicoli piliferi che sovente compare intorno all'apertura della vagina e alla base del pene.[15] Comporta la formazione di piccole pustole intorno ai follicoli dei peli pubici. Spesso causano prurito, talvolta sono dolorose e arrossate e, se premute, rilasciano pus – simile a quello dei brufoli. Al contrario, i granuli di Fordyce raramente procurano prurito, non sono mai dolorosi e, se premuti, possono rilasciare un liquido consistente e oleoso – simile a quello dei punti neri. In genere, la follicolite è determinata dall'epilazione della regione pubica e dalla conseguente irritazione dei follicoli piliferi. Talvolta, può diventare batterica, anche se non è considerata una malattia contagiosa.
    • È possibile curare la follicolite usando creme topiche o antibiotici orali e migliorando le misure igieniche, ad esempio smettendo di depilarsi col rasoio.
    • Non è consigliabile premere i granuli di Fordyce perché possono infiammarsi e diventare più grandi.
    Pubblicità

Consigli

  • Consulta sempre il medico se noti protuberanze insolite sul viso o intorno ai genitali.
  • Proteggiti quando hai rapporti sessuali, anche se sai che i granuli di Fordyce non sono contagiosi. Metti al corrente il tuo partner della tua condizione.
  • In alcuni casi, i granuli di Fordyce scompaiono completamente con l'avanzare dell'età, anche se in alcuni soggetti possono peggiorare.
  • Si stima che i granuli di Fordyce siano diffusi nella popolazione maschile quasi due volte di più rispetto a quella femminile.[16]

Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Dottoressa in Medicina
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995.
Categorie: Cura della Pelle
Questa pagina è stata letta 34 776 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità