Come Eliminare i Rampicanti

In questo Articolo:Conoscere il NemicoMisure di Controllo FisicoControllo ChimicoTrattare Rampicanti ben Radicati

Le piante rampicanti sono spesso invasive e possono essere particolarmente difficili da uccidere. La perseveranza è fondamentale ma, ovviamente, è utile sapere quali metodi di rimozione fisica o chimica si sono rivelati più efficaci contro queste erbacce.

Parte 1
Conoscere il Nemico

  1. 1
    Sappi quel che ti aspetta. I rampicanti sono spesso una delle erbacce più difficile da eliminare. Crescono rapidamente e tendono a mettere radice in altre aree man mano che si espandono, per cui possono rapidamente ricoprire altre zone e attaccarsi ad alberi, edifici e altre piante.
    • Non riuscirai quasi mai a liberarti dei rampicanti in un solo colpo. Una volta che inizia la lotta, dei essere pronto a una lunga e dura battaglia contro queste erbacce.
    • Potresti avere più successo se usi molteplici metodi di controllo. Per esempio, la combinazione di rimozione fisica più controllo chimico spesso vede risultati migliori rispetto all'uso di soltanto una di queste opzioni.
  2. 2
    Determina l'esatta specie di rampicante. Molti rampicanti si comportano in modo simile, per cui le stesse tecniche di base possono essere usate a prescindere da quale specie di rampicante stai affrontando. Se stai avendo grosse difficoltà, però, trova il tempo di scoprire quale specie di rampicante stai cercando di debellare. In questo modo potresti scoprire altri metodi per ucciderla.
    • Potresti chiedere l'opinione di un esperto o postare delle immagini online, attraverso social media o forum sul giardinaggio, chiedendo l'opinione di altri che potrebbero aver avuto a che fare con casi simili in passato.
    • I rampicanti Wisteria sono facilmente identificati dai piccoli e fragranti fiori viola, rosa e bianchi che compaiono in primavera e a metà/fine estate. Sono rampicanti particolarmente aggressivi.
    • Il Kudzu è un altro tipo aggressivo di pianta rampicante. Anche questa specie ha fiori viola, ma questi hanno un profumo più dolce rispetto a quelli di Wisteria e non altrettanto forte. Il rampicante può crescere persino di 30 cm in un giorno.
    • Le Trumpet sono invasive e possono diventare difficili da gestire, ma non sono resistenti come il Kudzu e altre specie più aggressive. Di solito puoi identificarle per i loro fiori a forma di tromba.
    • I rovi delle more sono facili da identificare grazie al loro frutto. Anche queste piante rampicanti sono considerate erbacce nocive, però, dato che le more selvatiche possono diffondersi rapidamente in altre aree e rubare risorse ad altre piante.

Parte 2
Misure di Controllo Fisico

  1. 1
    Tira fuori o estrai i rampicanti con le mani. Se il rampicante è ancora piuttosto piccolo, dovresti essere in grado di rintracciare le radici. Tira fuori le radici a mano o usa una pala o paletta per estrarre del tutto il sistema radicale.
    • Per risultati migliori, fallo quando il terreno e umido e soffice. Sarai in grado di muovere più terra in questo modo, ottenendo un migliore accesso al sistema radicale.
    • Tira fuori l'intero sistema radicale, comprese le radici sotterranee, i bulbi, tuberi o rizomi. Se non togli tutto, alcune delle radici rimaste potrebbero tornare ad aderire al terreno e ricominciare a crescere.
    • Considera che potresti dover estrarre piantine di rampicanti regolarmente per diversi mesi o anni per tenere sotto controllo il problema.
  2. 2
    Taglia via i rampicanti di superficie. Anche se estrarre le radici è un passaggio essenziale se vuoi eliminare del tutto un rampicante, devi anche tagliare e rimuovere le erbacce attaccate a edifici, recinti, alberi o altre superfici.
    • Se lasci in vita questi elementi esterni, è possibile che il rampicante stabilisca nuove radici e continui a crescere ed espandersi.
    • Non usare i rampicanti come compost dopo averli tagliati. Aggiungendoli a un compost per l'esterno, potresti finire per aggiungervi delle radici, e quando poi quel compost viene usato, potrebbe finire per causare un nuovo problema di piante rampicanti.
  3. 3
    Non basta tagliare i rampicanti. Potresti essere tentato di credere che tagliare i rampicanti alla base basti a risolvere il problema, ma finché rimangono le radici, il rampicante sopravviverà. Inoltre, tagliare un rampicante potrebbe persino stimolare una crescita più veloce e vigorosa, a seconda della specie.
  4. 4
    Soffoca il rampicante. Molte specie di rampicanti richiedono grandi quantità di luce e ossigeno. Se puoi coprire il rampicante con erba tagliata o pacciame, potresti essere in grado di privarlo di abbastanza luce ed aria da ucciderlo. Assicurati che lo strato di pacciame sia completo, però, e che nessun pezzo di rampicante fuoriesca.
    • Similmente, potresti coprire i rampicanti con un telo di plastica. Priverai la pianta di aria ma non di luce. Al contrario di altre coperture, una di plastica può causare un rapido aumento di calore, che potrebbe eliminare il rampicante.
  5. 5
    Usa animali. Se hai tanta terra e le risorse per prenderti cura di animali, considera l'uso di capre o bestiame per uccidere i rampicanti. Le capre sono famose per il loro appetito vorace, e sono così in grado di tenere a bada i rampicanti e impedire loro di espandersi ulteriormente.
    • Assicurati che i rampicanti della tua zona non siano tossici per gli animali se ricorri a questa opzione.
  6. 6
    Versa acqua bollente sui rampicanti. Per rampicanti che non sono così invasivi, potresti essere in grado di uccidere i nuovi germogli o tagliarli versando acqua bollente su di essi. Potresti non ottenere risultati eccezionali, ma può essere un'alternativa a erbicidi chimici.
  7. 7
    Considera se assoldare degli esperti di giardinaggio. Se vuoi ricorrere al controllo fisico ma non hai la forza di farlo, potresti pensare di assumere un team di professionisti per fare la parte grossa del lavoro, all'inizio.
    • Nota che dovrai comunque continuare periodicamente a rimuovere ogni piantina che cerca di crescere. È un'operazione che può sempre essere svolta da professionisti stipendiati, ma è piuttosto facile rispetto alla parte iniziale del lavoro, per cui potresti essere in grado di occupartene da solo senza problemi.

Parte 3
Controllo Chimico

  1. 1
    Valuta l'area. Gli erbicidi chimici più efficaci contro i rampicanti sono di solito non-selettivi, per cui possono uccidere piante che vorresti salvaguardare se non sei abbastanza attento. Se non c'è davvero alcun modo di trattare il rampicante senza uccidere le altre piante, potresti voler utilizzare soltanto metodi di controllo fisici.
    • Se i rampicanti sono vicini ad altre piante ma non esattamente su di esse, potresti essere in grado di proteggere adeguatamente queste piante coprendole con fogli o buste di plastica.
  2. 2
    Spruzzali con un erbicida sistemico. Usa circa un quarto di una bottiglia da un litro o più piccola. Scegli un erbicida sistemico etichettato per uso contro i rampicanti. Devi usare abbastanza erbicida da bagnare completamente il fogliame del rampicante. Attento, però, dato che applicare troppo erbicida può causare un trabocco nel terreno e potrebbe danneggiare la terra e le piante vicine.
    • Ci sono un paio di scuole di pensiero sul miglior momento per spruzzare un erbicida. Alcuni sostengono che dovresti farlo subito, sul rampicante intatto. Altri dicono che dovresti tagliarlo, permettergli di rigermogliare e quindi spruzzare le nuove crescite.
    • Devi bagnare solo il fogliame del rampicante. Gli agenti chimici vengono assorbiti dalle foglie ed entrano in circolazione nella pianta. Una volta dentro, il veleno viaggia alle radici e uccide del tutto il rampicante.
    • Se hai rampicanti pieni di erbacce, cerca del glifosato o triclopir acido. Per rampicanti legnosi, usa il tricloplir acido ma opta per il glifosato se devi combattere rampicanti erbacei.
    • Potresti valutare anche l'uso di un erbicida con una qualche combinazione di dicamba o acido 2,4-diclorofenossiacetico. Considera che questi tendono a essere ancora più pericolosi da usare.
    • Considera che anche potenti erbicidi potrebbero non avere pieno effetto contro alcuni rampicanti, come il kudzu.
  3. 3
    Aggiungi acqua, ma rendi il composto 5 volte più forte di quello che spruzzeresti normalmente. Devi riempire la bottiglia a metà circa con il composto.
  4. 4
    Trova un posto sicuro sul terreno vicino al rampicante. Lascerai lì la bottiglia e non vuoi che venga rovesciata o rotta.
  5. 5
    Trova un germoglio fresco che arrivi fino alla bottiglia senza rompere lo stelo o trovane più di uno! A volte devi tirar giù parte del rampicante per avere un germoglio della lunghezza desiderata, dato che nel prossimo passaggio dovrai infilarlo nella bottiglia.
  6. 6
    Inserisci un germoglio del rampicante nella bottiglia. Vuoi che rimanga immerso, per cui non puoi inserirvene uno che tenda a uscire.
  7. 7
    Lascialo immerso. In una settimana o due o tre, il rampicante morirà. Lascia il germoglio nella bottiglia anche dopo che appassisce, dato che il rampicante continuerà ad assimilare l'erbicida, e puoi continuare a eliminare tutte le parti del rampicante.

Parte 4
Trattare Rampicanti ben Radicati

  1. 1
    Identifica le situazioni in cui il normale controllo chimico non può essere usato. Se hai grandi e radicati rampicanti che si espandono sopra alberi, arbusti o recinti, ti sarà impossibile spruzzare gli erbicidi chimici nel solito modo senza pregiudicare l'ambiente circostante.
    • Esiste, tuttavia, un modo in cui usare le sostanze chimiche per uccidere rampicanti come questi.
    • Questo metodo tende ad avere maggiore successo se eseguito in autunno.
  2. 2
    Taglia il rampicante. Usa forbici da giardiniere affilate per tagliare il rampicante vicino alla base, lasciando circa 7,5-10 cm di rampicante che fuoriesce dal terreno.
    • Il troncone che lasci indietro dovrebbe essere piuttosto corto, ma ne deve rimanere abbastanza per poterci lavorare su senza difficoltà.
    • Alcuni rampicanti possono essere tagliati con forbici per potare, mentre altri potrebbero richiedere l'uso di un seghetto.
  3. 3
    Applica erbicida al troncone. Tratta la porzione tagliata del troncone con triclopir acido non diluito. Applicane abbastanza da rivestire l'intero taglio.
    • Lavora velocemente. Devi applicare l'erbicida mentre il taglio è ancora fresco.
    • Trattare il troncone con erbicida previene una nuova germogliazione. Il rampicante assorbirà le sostanze chimiche dal taglio, e una volta assorbite, queste viaggeranno fino al sistema radicale uccidendo il rampicante dalla base.
    • Per rampicanti particolarmente resistenti, come la Wisteria, puoi usare una tecnica di trivellazione. Dopo aver creato un troncone, trapana un buco di 2,5 cm su di esso e su ogni parte di rampicante rimasta usando una punta di 3 mm. I fori dovrebbero essere distanti 6 mm. Applica l'erbicida sia sul troncone tagliato che nei buchi.
  4. 4
    Sbarazzati del resto del rampicante. Di solito, la porzione del rampicante che è intrecciata nel recinto, albero o arbusto morirà da sola una volta staccata dal sistema radicale. Una volta che questa parte del rampicante inizia ad appassire, puoi facilmente rimuoverla a mano.
  5. 5
    Sii costante. Questa tecnica ha spesso successo, ma potresti ancora aver bisogno di agire diverse volte sul rampicante se ha messo radice in più punti.
    • C'è anche il rischio che i rampicanti tornino a crescere dopo che te ne sei occupato la prima volta. Stai combattendo una battaglia sempre viva, per cui dovresti essere pronto a trattare ogni rampicante che ricompare non appena noti la prima ricrescita.

Consigli

  • Una volta che rimuovi i rampicanti dal tuo terreno, la migliore strategia è evitare che vi rientrino. Costruisci un alto recinto o una barriera del genere, e assicurati che si spinga per almeno 10 cm nel terreno. Potresti anche costruire barriere con erba tagliata o altro pacciame.
  • Dopo aver rimosso i rampicanti da una zona, è spesso una buona idea piantare al loro posto una vegetazione fitta e resistente. In questo modo eviterai che nascano nuove piantine.

Avvertenze

  • Lava immediatamente i vestiti.
    • Lava due volte la tua intera superficie cutanea con tanto sapone, facendo particolare attenzione alla faccia, le braccia e le gambe. Devi farlo entro 20 minuti dal contatto con la pianta velenosa. Non tralasciare nessun'area.
    • Sbarazzati delle parti tagliate in modo che nessuno possa entrare in contatto con esse. 'Non bruciare mai edera velenosa, quercia o sommacco velenoso. Il fumo che trasporta l'olio di questi frammenti (urusciolo) può causare una reazione allergica in soggetti sensibili che può colpire il loro sistema respiratorio, a un livello tale da metterli in pericolo di vita.
  • Usa guanti spessi quando tiri fuori i rampicanti e usi erbicidi.
  • Assicurati di identificare le specie velenose prima di iniziare la rimozione dei rampicanti. Se il rampicante è un'edera velenosa, una quercia velenosa o un sommacco velenoso, prendi particolari precauzioni:
    • Evita di entrare in contatto con parti della pianta.
    • Pulisci completamente tutti gli attrezzi (compresi i manici).

Cose che ti Serviranno

Nota bene: non tutti gli oggetti saranno necessari per tutti i metodi di rimozione.

  • Guanti
  • Pala o paletta
  • Forbici o seghetto da potatore
  • Acqua bollente
  • Capre
  • Erbicida sistemico (glifosato o triclipir acido)
  • Pacciame
  • Rivestimento di plastica


Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Giardinaggio

In altre lingue:

English: Kill Vines, Русский: избавиться от лозы, Português: Eliminar Trepadeiras, Español: eliminar las enredaderas, Deutsch: Reben vernichten, Français: tuer des plantes grimpantes, Bahasa Indonesia: Membasmi Tanaman Rambat, Nederlands: Wingerds doden, Tiếng Việt: Diệt dây leo, العربية: التخلص من النباتات المتسلقة, 日本語: つる植物を駆除する

Questa pagina è stata letta 9 486 volte.
Hai trovato utile questo articolo?