Scarica PDF Scarica PDF

Molte persone ritengono che l'infezione da tenia, o verme solitario, colpisca cani e gatti. Sebbene questi animali ne siano particolarmente suscettibili, in realtà anche gli esseri umani possono ammalarsi, mangiando alimenti crudi o carne di manzo, di maiale o pesce poco cotti.[1] I soggetti infetti possono diffondere questo parassita se non si lavano accuratamente le mani dopo avere defecato e prima di preparare i pasti.[2] Nella maggioranza dei casi, le persone infestate dalla tenia manifestano pochi sintomi. Tuttavia, è importante trattare il disturbo, perché l'infezione può provocare dei problemi di salute più gravi, come la cisticercosi, un'infezione dei tessuti che provoca convulsioni.[3]

Parte 1 di 3:
Diagnosi

  1. 1
    Valuta l'ambiente circostante, oltre ai viaggi recenti. Il verme solitario è presente ovunque, ma l'incidenza dell'infezione varia nei differenti Paesi. Sebbene ogni anno vengano colpiti da questo parassita più di 10 milioni di persone,[4] in realtà si calcolano meno di 1000 casi all'anno nei soli Stati Uniti.[5] Le diverse specie animali ospitano differenti tipi di tenie.
    • Il verme solitario del maiale e del bovino è presente più spesso nelle aree geografiche in via di sviluppo, come l'Africa, il Medio Oriente, l'Est europeo, il Sud-est Asiatico, l'America Centrale e del Sud, in particolare dove i maiali vengono allevati all'aperto.[6] [7]
    • Anche la tenia dei bovini è piuttosto diffusa nelle zone come l'Europa orientale, la Russia, l'Africa orientale e l'America Latina, dove a volte il manzo viene mangiato crudo.[8]
    • Il parassita nel pesce è invece più comune nelle aree dove la gente mangia pesce crudo, come l'Europa dell'Est, la Scandinavia e il Giappone.[9]
    • La tenia nana (Hymenolepis nana) si diffonde tra gli esseri umani, soprattutto nei bambini, in quelle regioni sovraffollate o dove le condizioni igieniche sono pessime.
    • A volte la tenia del cane si trasmette alle persone.[10]
  2. 2
    Pensa a cosa hai mangiato recentemente. L'infezione di solito si verifica dopo aver mangiato della carne cruda o poco cotta di un animale infetto, ma può anche essere trasmessa a coloro che mangiano della carne cucinata da una persona malata.[11]
    • Cerca di ricordare se hai mangiato carne cruda o poco cotta.
    • Valuta se sei stato in zone dove gli alimenti vengono preparati in condizioni igieniche precarie.
  3. 3
    Esamina le feci. Il principale segno di infezione da tenia è la presenza di segmenti di verme solitario che vengono espulsi durante l'evacuazione.[12] Questi sono simili a dei piccoli chicchi di riso bianco;[13] potresti notarli sulla carta igienica o sulla biancheria intima.[14]
    • I segmenti di tenia iniziano a comparire nelle feci solo due o tre mesi dopo che il parassita si è stabilizzato nell'ospite.[15]
    • Potrebbe essere necessario far analizzare dei campioni di feci in più occasioni, per verificare la presenza di questi pezzi di verme solitario.[16]
  4. 4
    Presta attenzione ad altri sintomi di infezione. Tra i più comuni ci sono problemi del tratto digestivo, come dolori addominali, debolezza, inappetenza, perdita di peso, diarrea e nausea.[17] Tuttavia, si tratta di sintomi che potrebbero indicare anche altre possibili malattie. Ricorda, inoltre, che molte persone infette sono del tutto asintomatiche.
    • Anche se raramente, la presenza del parassita può causare i seguenti sintomi gravi: febbre, massa cistica o nodulo, reazioni allergiche alle larve, infezioni batteriche, segni o sintomi neurologici, tra cui le convulsioni. Si tratta di sintomi che possono svilupparsi quando l'infezione non viene trattata adeguatamente, quindi è importante cercare cure mediche, a prescindere dalla gravità dei sintomi.
  5. 5
    Fatti visitare dal medico. Per ottenere una diagnosi appropriata, probabilmente il dottore farà analizzare un campione di feci. Questo gli permette di escludere l'infestazione o di definire il tipo di tenia e sarà possibile trovare la cura farmacologica adatta al tipo specifico di infezione.[18]
    • Oltre a determinare l'eventuale presenza del verme solitario, l'analisi delle feci permette anche di individuare diversi problemi digestivi, come infezioni, carenze nutrizionali e il cancro.[19]
    • L'esame del sangue permette, inoltre, di individuare gli anticorpi prodotti dall'organismo come reazione all'infestazione.[20]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Trattamenti

  1. 1
    Fatti prescrivere i farmaci. Una volta che il medico ha diagnosticato l'infezione, ti prescriverà dei medicinali da assumere per bocca. Generalmente la tenia viene curata con tre tipi differenti di farmaci: praziquantel, albendazolo e nitazoxanide. Il medicinale che ti verrà prescritto dipende dal tipo di tenia che ti ha infestato.[21]
  2. 2
    Attieniti al regime farmacologico stabilito. Oltre a prendere regolarmente e correttamente i farmaci, devi anche prestare attenzione per non infettarti una seconda volta (o diffondere la malattia ad altri). I farmaci contro la tenia non agiscono sulle uova dei parassiti, quindi potresti ammalarti ancora, se non segui delle buone norme igieniche in cucina e in bagno.[22]
    • Se sei stato colpito da qualche infezione più grave, come la cisticercosi, il medico ti sottoporrà a un trattamento terapeutico più lungo e impegnativo, che potrebbe prevedere farmaci su prescrizione, antinfiammatori, una terapia antiepilettica o anche un intervento chirurgico.[23]
  3. 3
    Accertati che l'infezione sia stata debellata. Dopo aver preso i farmaci per il tempo necessario a completare la cura, il medico vorrà visitarti una seconda volta. In base alla gravità dell'infezione, potrebbe essere necessario fare la visita di controllo entro 1-3 mesi dall'inizio del trattamento.[24]
    • I farmaci su prescrizione risultano risolutivi nell'85-100% dei casi; l'efficacia dipende soprattutto dal tipo di tenia e dalla localizzazione dell'infezione.[25]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Prevenzione

  1. 1
    Non mangiare la carne cruda. Le varie specie animali di cui si nutrono gli esseri umani, come i bovini, i suini, il pesce, le pecore, le capre e i conigli, possono ospitare il verme solitario. Se elimini dalla tua dieta la carne cruda o poco cotta, hai maggiori probabilità di non ammalarti.[26]
    • Tieni presente che esiste anche la tenia del pollame, ma non è molto diffusa nei moderni impianti di allevamento, perché la trasmissione del parassita avviene tramite un insetto ospite, come il lombrico o il coleottero.[27]
  2. 2
    Cucina la carne correttamente. Quando cuoci tagli interi di carne, come le bistecche o le braciole, assicurati che la temperatura interna raggiunga almeno i 63 °C; la carne macinata deve essere cotta a una temperatura interna di 71 °C.[28]
    • Congela la carne e il pesce a una temperatura inferiore a -10 °C per almeno 48 ore, così le uova e le larve della tenia muoiono.[29]
  3. 3
    Disinfetta la frutta e la verdura quando viaggi in aree geografiche in cui questo parassita è abbastanza diffuso. Puoi acquistare delle soluzioni igienizzanti chimiche per pulire accuratamente questi alimenti oppure puoi lavarli semplicemente usando acqua sicura, preventivamente bollita.[30]
  4. 4
    Lava scrupolosamente le mani prima di preparare e mangiare gli alimenti, così come dopo avere maneggiato carni o pesci crudi. In questo modo, sei certo che le uova e le larve della tenia non si trasferiscano dal cibo al sistema digestivo, oltre a non diffondere l'infezione ad altre persone.
    • Assicurati di lavarle per almeno 20 secondi. Prova a canticchiare la canzone dell'alfabeto o "Tanti Auguri" due volte, per essere certo di avere tutto il tempo necessario per lavare le mani in modo accurato.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Liberarsi delle PulciLiberarsi delle Pulci
Vomitare nella Maniera Meno Scomoda PossibileVomitare nella Maniera Meno Scomoda Possibile
Ammorbidire le FeciAmmorbidire le Feci
Evitare di VomitareEvitare di Vomitare
Preparare un ClisterePreparare un Clistere
Mettere una SuppostaMettere una Supposta
Sapere se Hai Vermi IntestinaliSapere se Hai Vermi Intestinali
Indurre il VomitoIndurre il Vomito
Alleviare la Stitichezza con il Massaggio AddominaleAlleviare la Stitichezza con il Massaggio Addominale
Alleviare la Costipazione dopo un Intervento ChirurgicoAlleviare la Costipazione dopo un Intervento Chirurgico
Riconoscere l'Intolleranza al GlutineRiconoscere l'Intolleranza al Glutine
Liberarti Velocemente della DiarreaLiberarti Velocemente della Diarrea
Abbassare i Livelli di Ammonio nel SangueAbbassare i Livelli di Ammonio nel Sangue
Espellere i Vermi Parassiti dell'IntestinoEspellere i Vermi Parassiti dell'Intestino
Pubblicità
  1. http://www.nhs.uk/Conditions/Tapeworm-infections/Pages/Causes.aspx
  2. http://www.webmd.com/digestive-disorders/tapeworms-in-humans
  3. http://www.cdc.gov/parasites/taeniasis/gen_info/faqs.html
  4. http://www.nhs.uk/conditions/Tapeworm-infections/Pages/Introduction.aspx
  5. http://emedicine.medscape.com/article/786292-clinical
  6. http://www.cdc.gov/parasites/taeniasis/health_professionals/index.html
  7. http://www.cdc.gov/parasites/taeniasis/diagnosis.html
  8. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/tapeworm/basics/symptoms/con-20025898
  9. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/tapeworm/basics/tests-diagnosis/con-20025898
  10. https://myhealth.alberta.ca/health/Pages/conditions.aspx?hwid=aa80714
  11. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/tapeworm/basics/tests-diagnosis/con-20025898
  12. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/tapeworm/basics/treatment/con-20025898
  13. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/tapeworm/basics/treatment/con-20025898
  14. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/tapeworm/basics/treatment/con-20025898
  15. http://www.webmd.com/digestive-disorders/tapeworms-in-humans
  16. http://emedicine.medscape.com/article/786292-treatment
  17. http://emedicine.medscape.com/article/786292-overview# a5
  18. http://www.organicvet.co.uk/Poultryweb/disease/tape/tape.htm
  19. http://www.foodsafety.gov/keep/charts/mintemp.html
  20. http://www.nhs.uk/Conditions/Tapeworm-infections/Pages/Prevention.aspx
  21. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/tapeworm/basics/prevention/con-20025898

Informazioni su questo wikiHow

Victor Catania, MD
Co-redatto da:
Medico di Medicina Generale
Questo articolo è stato co-redatto da Victor Catania, MD. Il Dottor Catania è un Medico di Medicina Generale Iscritto all'Albo in Pennsylvania. Si è laureato in Medicina alla Medical University of the Americas nel 2012. Questo articolo è stato visualizzato 35 688 volte
Categorie: Apparato Digerente
Questa pagina è stata letta 35 688 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità