Scarica PDF Scarica PDF

L'oidio è un fungo dall'aspetto e dalla consistenza simile al borotalco che colpisce le piante, spesso sotto forma di chiazze circolari. In genere compare sulle foglie, ma può anche attecchire su stelo, fiori e frutti. Le foglie infette possono accartocciarsi, spezzarsi, ingiallirsi e infine seccarsi. Per risolvere il problema, è necessario applicare uno spray fungicida. Fortunatamente, puoi prepararne uno biologico in casa. Inoltre, ti conviene adottare altre precauzioni che ti aiutino a prevenire l'insorgere di questa malattia.

Parte 1 di 3:
Preparare Varie Soluzioni Fungicide da Nebulizzare

  1. 1
    Prova il bicarbonato di sodio con un olio vegetale e il detersivo per piatti. Il bicarbonato di sodio è un ingrediente fondamentale nella composizione dei fungicidi biologici. Affinché aderisca efficacemente alle foglie, devi unirlo a un olio e un detergente. Mescolane 15 g (1 cucchiaio) con 15 ml (1 cucchiaio) di olio vegetale e 5 ml (1 cucchiaino) di detersivo per piatti in 4 litri di acqua.[1]
    • Mescola gli ingredienti in modo da amalgamarli e trasferisci la soluzione in un flacone spray pulito.
    • Puoi anche utilizzare un sapone a base di olio invece di impiegare i due ingredienti separati. Ti basta unirne 30 ml (2 cucchiai) con 55-60 g (4 cucchiai) di bicarbonato in 4 litri di acqua.
    • Puoi sostituire il bicarbonato di sodio con quello di potassio. È meno aggressivo, ma sulle piante risulta efficace quanto il bicarbonato di sodio.
  2. 2
    Prepara una soluzione a base di acqua e aceto. Mescola 30-45 ml (3-4 cucchiai) di aceto bianco o di mele in 4 litri di acqua. Versa la soluzione in un flacone spray pulito.
    • Per quanto riguarda l'aceto, usa le dosi indicate perché una concentrazione troppo elevata rischia di bruciare le piante. Prova la soluzione su una foglia prima di spruzzarla liberamente sulle piante infette.
  3. 3
    Prova una soluzione a base di olio di neem. Il neem è una pianta da cui si ricava un olio noto per le sue proprietà insetticide e fungicide. Mescolane 5 ml (1 cucchiaino) con 2,5 ml di detersivo per piatti in 1 litro d'acqua. Versa la miscela in un flacone spray pulito.[2]
    • Puoi trovare l'olio di neem nei negozi di giardinaggio, nei vivai, in alcuni negozi di articoli per la casa e online.
  4. 4
    Prova una soluzione composta con latte e acqua. Potrà sorprenderti, ma anche il latte possiede proprietà antifungine ed è efficace contro l'oidio. Mescolane 350 ml con 850 ml di acqua e versa la soluzione in un flacone spray pulito.[3]
    • Puoi usare sia il latte intero sia quello scremato perché le proprietà fungicide sono contenute nelle proteine, non nei grassi.
  5. 5
    Prepara una soluzione a base di aglio e acqua. Metti 2 bulbi d'aglio sbucciati nel frullatore e aggiungi 1 litro di acqua. Accendi l'apparecchio per 5-10 minuti. Filtra la miscela con la stamigna e a ogni utilizzo diluiscila, unendone 1 parte con 9 parti di acqua all'interno di un flacone spray.[4]
    • Conserva il composto non diluito in frigorifero all'interno di un contenitore appositamente etichettato finché la miscela trasferita nello spray non finisce.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Applicare Correttamente la Soluzione Preparata in Casa

  1. 1
    Prova la soluzione fatta in casa sulla pianta prima di usarla. A volte, gli spray fungicidi possono bruciare e danneggiare le foglie. Qualunque soluzione tu abbia scelto di preparare, all'inizio nebulizzala su un punto circoscritto della pianta da trattare – ad esempio, una piccola foglia in basso – prima di applicarla diffusamente. Spruzzala abbondantemente in modo da impregnare tutta la foglia e lasciala asciugare.[5]
    • Se la foglia comincia a diventare gialla o marrone, è probabile che il composto sia troppo aggressivo. Prova vari tipi di soluzioni fungicide su foglie diverse, fino a trovare quella più adatta.
  2. 2
    Alterna le miscele in modo che l'oidio non sviluppi una resistenza. L'oidio è un fungo ostinato che si adatta e crea resistenza agli agenti che lo combattono. Appena trovi un paio di soluzioni efficaci, alternale in modo che l'oidio non diventi resistente alla loro azione.[6]
    • Ad esempio, prova a utilizzare lo spray a base di bicarbonato di sodio per una settimana e quello con latte o aceto la settimana successiva.
  3. 3
    Tratta le piante infette la mattina, non più di una volta alla settimana. Per iniziare un trattamento contro l'oidio, dovresti nebulizzare la sostanza fungicida al mattino per fare in modo che evapori al sole. In genere, si vedono miglioramenti già dopo la prima applicazione.[7]
    • Aspetta almeno una settimana prima di procedere alla seconda applicazione e solo se non si riscontri miglioramenti dopo la prima.
  4. 4
    Passa un panno pulito sulle foglie per rimuovere grossolanamente la muffa. Prima di trattare le foglie infette, puliscile con un panno pulito e asciutto in modo da eliminare le tracce di oidio più evidenti e ridurre la quantità di muffa che tende a cadere sul terreno una volta nebulizzata la soluzione.[8]
    • In alternativa, strofina le foglie infette l'una contro l'altra.
  5. 5
    Aspetta che la miscela cada dalle foglie. Quando usi una soluzione fungicida fatta in casa, spruzzala sopra ogni foglia infetta abbastanza generosamente da farla gocciolare. Non asciugarla, ma falla cadere ed evaporare in modo naturale.[9]
  6. 6
    Fai attenzione ai fungicidi chimici. Si tratta di prodotti efficaci che, tuttavia, rischiano di causare altri problemi in giardino. Possono danneggiare i microrganismi buoni presenti nel terreno, così come le api e altri insetti impollinatori che aiutano a mantenere il giardino florido. Possono anche influire sulla sicurezza degli ortaggi su cui vengono applicati, quindi segui attentamente tutte le istruzioni contenute nella confezione se decidi di utilizzarli sulle verdure del tuo orto.[10]
    • Poiché è molto facile preparare un fungicida biologico in casa, ti conviene ricorrere a questo genere di trattamento prima di affidarti a soluzioni chimiche.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Tenere a Bada e Prevenire l'Oidio

  1. 1
    Taglia le foglie infette nella parte inferiore della pianta per ridurre la diffusione della muffa. Se noti in tempo un'infezione di oidio, puoi impedire che si diffonda rimuovendo le foglie infette con un paio di forbici o cesoie. Non compostarle perché la muffa rischia di propagarsi nel terriccio e contaminare altre piante.[11]
    • Butta le foglie infette nella pattumiera per evitare il rischio di diffusione dell'oidio.
  2. 2
    Fai in modo che l'aria circoli adeguatamente tra le piante. L'oidio prospera quando c'è umidità, quindi prova a posizionare le piante in aiuole spaziose esposte a una leggera brezza. Se puoi, accendi un ventilatore nella loro direzione nei giorni più caldi e umidi.[12]
    • Sposta le piante nei vasi in zone aperte e all'esterno durante l'estate se si sono ammuffite stando in casa. L'aria fresca contribuirà a diminuire la ricorrenza dell'infezione fungina.
  3. 3
    Esponile alla luce del sole. Troppa ombra impedisce alle foglie di asciugarsi dopo la pioggia e l'innaffiatura. In quantità adeguate, il sole rende le piante più forti e meno vulnerabili alle infezioni. Coltivale in base alle esigenze luminose di ognuna.[13]
    • Se vivi in una zona piovosa o nuvolosa, scegli piante da giardino in grado di crescere in queste condizioni.
  4. 4
    Potale se sono troppo frondose. Dal momento che le piante hanno bisogno di una buona circolazione dell'aria, sono particolarmente vulnerabili all'oidio quando sono sovraccariche di foglie. Quindi, potale se hanno un fogliame che ostruisce il passaggio della luce solare a quelle limitrofe ed elimina le piante e le foglie deboli o morte ogni due settimane.[14]
    • Se sono sane, ma si contendono varie risorse, trasferiscile in vasi o aiuole più spaziose per offrire loro l'aria e la luce di cui hanno bisogno.
  5. 5
    Non innaffiarle eccessivamente. Se le foglie restano umide, possono diventare bersaglio dell'oidio. Innaffia le piante vicino alla base, permettendo all'acqua di penetrare nel terreno prima di versarne altra. Non irrigare il giardino nei giorni di pioggia per evitare che prendano troppa acqua.[15]
    Pubblicità

Consigli

  • In genere, le foglie più vecchie sono quelle più esposte al rischio di infezione; possono ingiallirsi e diventare fragili una volta che si ammalano.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Flaconi spray
  • Panno pulito
  • Bicarbonato di sodio o potassio
  • Olio vegetale
  • Detersivo per piatti
  • Aceto
  • Olio di neem
  • Latte
  • Aglio
  • Acqua

wikiHow Correlati

Piantare un Albero di Avocado
Raccogliere il BasilicoRaccogliere il Basilico
Potare e Raccogliere la LavandaPotare e Raccogliere la Lavanda
Innaffiare le OrchideeInnaffiare le Orchidee
Ravvivare un'Orchidea che non FiorisceRavvivare un'Orchidea che non Fiorisce
Fare un Irrigatore a Goccia con una Bottiglia di Plastica
Eliminare le Formiche dalle Piante in VasoEliminare le Formiche dalle Piante in Vaso
Coltivare un Albero di GiadaColtivare un Albero di Giada
Fare Talee di RosaFare Talee di Rosa
Essiccare la LavandaEssiccare la Lavanda
Piantare i Semi di CiliegioPiantare i Semi di Ciliegio
Prendersi Cura delle OrchideePrendersi Cura delle Orchidee
Favorire la Fioritura delle OrchideeFavorire la Fioritura delle Orchidee
Rinvigorire una Pianta di Aloe Vera AppassitaRinvigorire una Pianta di Aloe Vera Appassita
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Artemisia Nursery
Co-redatto da:
Vivaio e Negozio di Giardinaggio
Questo articolo è stato co-redatto da Artemisia Nursery. Artemisia Nursery è un vivaio che vende al dettaglio. Si trova nella zona nord-est di Los Angeles e si specializza in piante native della California. Artemisia Nursery è una piccola azienda di proprietà dei lavoratori che ha intenzione di diventare una cooperativa di proprietà dei dipendenti. Oltre alle piante autoctone della California, Artemisia Nursery offre una selezione di piante grasse, piante antiche, piante per la casa, ceramica, strumenti e forniture per il giardinaggio. Attingendo alle conoscenze dei fondatori, offre anche consulenze, design e installazioni. Questo articolo è stato visualizzato 19 151 volte
Categorie: Giardinaggio
Questa pagina è stata letta 19 151 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità