Come Eliminare la Gramigna Rossa

Scritto in collaborazione con: Lauren Kurtz, Orticoltrice

La gramigna rossa è una specie di erba invasiva, comune in molte parti del mondo. Se non viene controllata, può diffondersi in pochissimo tempo. Il segreto per fermarla è eliminare del tutto il sistema di radici capace di espandersi rapidamente. Uno dei metodi più efficaci per riuscirci è spruzzarla con un potente erbicida come il glifosato, finché non diventa marrone e inizia a marcire. Se preferisci non impiegare sostanze chimiche aggressive nel tuo giardino, prova a soffocare l'erba con uno strato di cartone e pacciame, a bruciarla con la solarizzazione o a strapparla semplicemente a mano.

Metodo 1 di 5:
Soffocare il Sistema di Radici con il Cartone

  1. 1
    Estirpa le crescite più abbondanti a mano. Prima di poter soffocare le erbacce, dovrai rimuoverne il più possibile dalla zona colpita. Prendi i ciuffi vicino al terreno e tirali con forza verso l'alto, fino a estirpare le radici. Liberare il terreno ti aiuterà a evitare l'insorgere di nuove escrescenze, rendendo la copertura più efficace.[1]
    • Usa un sacchetto o una carriola per buttare le erbacce estirpate, in modo da non rischiare di spargere piccole parti per il giardino. Dovresti gettarla subito nell'immondizia invece di usarla per il compostaggio, così che non possa diffondersi.
    • Se preferisci non estirpare l'erba a mano, puoi provare a tosare il prato molto basso.
  2. 2
    Copri l'erbaccia con due o tre strati di cartone. Questo materiale agisce come isolante, in modo da impedire alle radici di raggiungere la luce del sole, l'umidità e le sostanze nutrienti. Per il tipo di erbacce che nascono nella maggior parte dei giardini bastano due strati. Se invece hai un'infestazione grave, utilizza tre strati.[2]
    • Quasi tutti i negozi di articoli per la casa vendono fogli di cartone a prezzi bassi. Se vuoi spendere ancora meno, cerca delle scatole da buttare o riciclare.
    • Sovrapponi i bordi di tutte le sezioni, in modo da impedire che l'erba si infiltri tra gli strati.
    • Se non hai il cartone, puoi usare molti strati di fogli di giornale bagnati.
    • Puoi avere successo usando anche teli da pacciamatura al posto del cartone, in modo da ottenere lo stesso effetto nelle zone in cui la copertura del terreno non è molto fitta.[3]
  3. 3
    Spala del pacciame sopra il cartone. Crea uno strato di circa 10-15 cm. In questo modo, riuscirai comunque a piantare piccoli fiori e cespugli senza rischiare di esporre le radici della gramigna. Una volta che hai steso il pacciame, compattalo delicatamente con la parte piatta di una vanga o con una cazzuola.[4]
    • Puoi utilizzare qualsiasi pacciame da giardinaggio oppure scegliere un mix organico al 100% di scarti vegetali e compost.
  4. 4
    Attendi due-sei mesi che la copertura elimini le radici. Nel frattempo, evita per quanto possibile di disturbare il pacciame o il cartone sottostante. Dopo aver passato molto tempo senza acqua, luce del sole e sostanze nutrienti, la gramigna non sopravviverà.[5]
    • Le coperture leggere verranno distrutte dopo pochi mesi; le infestazioni più gravi richiedono maggiore pazienza.[6]
    • Se vuoi controllare l'efficacia del metodo, scava una piccola sezione del cartone e sollevala, in modo da osservare il terreno sottostante.
    Pubblicità

Metodo 2 di 5:
Soffocare la Gramigna Rossa con i Teli da Pacciamatura

  1. 1
    Elimina più erba possibile. Tosa la gramigna vicinissima al terreno ed estirpala a mano. Rimuovere la gran parte delle erbacce rallenta molto la loro crescita, dando tempo ai teli di svolgere il loro compito.[7]
    • L'erba più corta si distribuisce anche in modo più uniforme sotto il telo.
  2. 2
    Metti un telo da pacciamatura sopra la zona colpita. Stendilo e allungalo sopra le parti del giardino in cui l'infestazione è più grave. Assicurati che sia liscio e piatto. Questi teli sono ideali per coprire vaste aree di terreno in cui la gramigna cresce abbondante.[8]
    • Taglia il telo come richiesto per coprire le zone strette o dalla geometria insolita.
    • Fai attenzione a non strappare, accartocciare o danneggiare il telo in alcun modo mentre lo maneggi.[9]
  3. 3
    Pratica dei fori nel telo da pacciamatura per fare spazio alle piante. Usa un paio di forbici o un coltello per praticare fori abbastanza grandi da permettere la crescita delle piante già presenti. Se pensi di aggiungere altre piante in futuro, attendi di essere pronto a piantarle prima di praticare nuovi fori. In questo modo ridurrai i punti in cui le erbacce possono uscire dal telo.[10]
    • Non praticare fori più grandi del necessario per dare spazio alle piante. Se lo fai, ti accorgerai presto che la gramigna si è diffusa in tutti gli spazi disponibili.
    • Pratica i fori solo per le piante a cespuglio o altre sempreverdi. Coltivare piante stagionali ti costringerebbe a rimuovere il telo troppo spesso.
  4. 4
    Copri il telo con uno strato di pacciame di 10-15 cm di spessore. Deve essere abbastanza profondo da consentirti di piantare altre piante in futuro. Lascia 5-8 cm di spazio intorno alla base delle piante esistenti, in modo da non soffocare le radici e i gambi.[11]
    • Seleziona un mix di pacciame che contiene l'umidità e i nutrienti necessari per far prosperare le tue piante esistenti.
  5. 5
    Ispeziona periodicamente la zona intorno al telo per cercare nuove erbacce. Il materiale compatto fermerà la crescita delle radici sottostanti entro sei-otto settimane circa. Nel frattempo, tieni d'occhio i bordi e le aperture, in modo da essere certo che la gramigna non si sia infiltrata. Estirpa a mano tutti i ciuffi che vedi.[12]
    • I teli da pacciamatura sono un'alternativa più rapida alla copertura di cartone e pacciame. Tuttavia, lasciano più opportunità di crescita alle erbacce persistenti, se non vengono installati e mantenuti nel modo corretto.
    • Non dovresti piantare un prato sopra un telo da pacciamatura.
    Pubblicità

Metodo 3 di 5:
Solarizzare la Gramigna Rossa

  1. 1
    Tosa le erbacce. Falciale appena sopra il livello del terreno, in modo da rimuoverne il più possibile. Minore è l'entità dell'infestazione, più sarà facile eradicarla.[13]
    • Taglia l'erba a mano o con un decespugliatore nei punti in cui non riesci ad arrivare con il tosaerba.
    • Questo metodo funziona meglio in estate, o nelle regioni con climi caldi e secchi che ricevono molta luce del sole diretta.
  2. 2
    Stendi un telo di plastica trasparente sopra le zone infestate. Assicurati che la plastica sia liscia sopra l'area colpita, senza pieghe o grinze. Il materiale trasparente amplifica i raggi del sole, sfruttandone il calore per bruciare letteralmente l'erbaccia. Per le zone di grandi dimensioni, può essere necessario utilizzare più teli sovrapposti.[14]
    • Se necessario, taglia il telo in base alle dimensioni e alle forme richieste per coprire le parti del prato infestate dalla gramigna rossa.
    • I giardinieri e gli esperti di architettura del paesaggio spesso fanno riferimento al metodo che utilizza la luce UV concentrata per eliminare le specie invasive con il termine "solarizzazione".[15]
  3. 3
    Assicura il perimetro della plastica. Fissa i bordi con paletti di metallo da giardinaggio o delle pietre pesanti a distanza di poche decine di centimetri l'una dall'altra. Quando hai ancorato bene il telo, non dovrai preoccuparti che animali o soffi di vento possano sollevarlo.
    • Per essere del tutto certo che la plastica non si muova, sotterra i bordi con 10 cm circa di terriccio.[16]
  4. 4
    Lascia la plastica per quattro-sei settimane. Tutti i giorni, il calore intenso e la luce bruceranno le erbacce. Le foglie restanti seccheranno e diventeranno fragili, alla fine portando alla morte l'intero sistema di radici. Ti basta continuare a curare il giardino come hai sempre fatto e assicurarti che la plastica non sia danneggiata o smossa.[17]
    • Un beneficio della copertura di plastica è che consente di controllare i progressi senza doverla rimuovere temporaneamente.
    Pubblicità

Metodo 4 di 5:
Estirpare la Gramigna Rossa a Mano

  1. 1
    Falcia l'erba. Potresti dover passare il tosaerba un paio di volte sui punti in cui l'infestazione è peggiore prima di passare allo scavo. Liberare le zone infestate in anticipo ti permette di raggiungere le radici senza perdere troppo terreno.
  2. 2
    Scava l'erba sotto la radice. Usa una cazzuola a mano per smuovere il terreno ben sotto le radici. Poi, estirpa l'intera struttura integra; dovrebbe fare poca resistenza. Butta i ciuffi estirpati in un sacchetto di plastica o in una carriola, in modo che non restino in contatto con la terra.[18]
    • Tutte le radici vive che non noterai possono ritrovare la strada verso il terriccio smosso e provocare il ritorno dell'infestazione.
    • Se sei preoccupato di perdere il tuo prezioso terreno, metti i ciuffi su un telo e lasciali seccare al sole per un giorno intero, poi scuoti il terreno attaccato alle radici e rimettilo nel giardino.[19]
  3. 3
    Setaccia il terreno sotto l'erba per eliminare le radici restanti. Ispeziona la zona smossa con attenzione, alla ricerca di radici e parti di foglie che hai lasciato indietro. Raccogli a mano tutti i resti che vedi. Assicurati di non lasciare alcuna traccia visibile quando hai finito.[20]
    • Osserva attentamente il giardino o il prato nelle settimane a venire, in modo da assicurarti che un nuovo ceppo di gramigna non abbia sostituito quello vecchio.[21]
    • Estirpare una vasta area di gramigna rossa un ceppo alla volta può essere noioso, ma si tratta di uno dei metodi più economici e meticolosi per essere certo di liberarti per sempre dell'infestazione.
    Pubblicità

Metodo 5 di 5:
Applicare un Erbicida Chimico

  1. 1
    Acquista del glifosato. Questo ingrediente attivo di molti erbicidi è una scelta comune per fermare la diffusione delle erbacce invasive come la gramigna rossa. Cerca l'erbicida nei negozi locali di articoli di giardinaggio. Di solito sono venduti in forma di spray, in modo da rivestire con facilità intere aree del prato.[22]
    • Ricorda che il glifosato non è un erbicida selettivo; questo significa che è nocivo per tutte le piante con cui entra in contatto e non solo per le erbacce.
    • Ricorda che il glifosato è tossico, quindi dovresti usarlo con attenzione. Assicurati di seguire tutte le istruzioni sull'etichetta e di indossare attrezzature protettive.
  2. 2
    Annaffia bene il prato per una o due settimane prima di applicare l'erbicida. Usa una pompa dell'acqua a bassa pressione sulla gramigna rossa due volte al giorno, giusto per bagnarla. L'acqua aiuta le foglie a crescere verdi e rigogliose. Questo aiuta l'erbicida chimico a svolgere il proprio compito, perché viene assorbito dalle foglie e non dalle radici.[23]
    • Se annaffi il prato con un irrigatore, bagna l'erba a intervalli regolari.
    • Il momento migliore per usare gli erbicidi per contrastare la gramigna rossa ostinata è la primavera o l'estate, quando le foglie assorbono più nutrienti.
  3. 3
    Spruzza il glifosato sulla gramigna. Rivesti uniformemente la zona infestata con una dose abbondante di erbicida. Quando verrà assorbito dalle foglie, inizierà a rompere gli enzimi necessari alla crescita dell'erbaccia. Lascia asciugare l'erba al sole ed evita di falciarla o bagnarla per i giorni seguenti.[24]
    • Segui con attenzione le istruzioni sull'etichetta, così da utilizzare la sostanza chimica in modo sicuro e corretto.[25]
    • Quando lavori con il glifosato, è una buona idea indossare guanti e una mascherina o un respiratore, in modo da proteggere le vie respiratorie.
  4. 4
    Ripeti il trattamento fino a eliminare le erbacce. La gramigna rossa è una specie particolarmente ostinata e resistente, quindi raramente basterà un'applicazione di erbicida. Continua a trattare il prato una volta a settimana per contrastare la diffusione dell'infestazione. Potresti dover ripetere il procedimento anche cinque volte per neutralizzare completamente la gramigna.[26]
    • Prima di morire, la gramigna rossa si secca e inizia a diventare marrone.
    • Assicurati di cercare tutti i punti in cui la gramigna può crescere senza essere notata.
    • Considera che l'applicazione dell'erbicida rende difficile la coltivazione delle altre piante in futuro. È meglio attendere almeno due mesi prima di piantare qualsiasi pianta nel terreno che ha subito il trattamento.
    Pubblicità

Consigli

  • Per la salute del tuo prato, è meglio iniziare con la soluzione meno distruttiva (come l'estirpazione manuale o il soffocamento) e provare solo in seguito i metodi più aggressivi.
  • Tosare spesso il prato può aiutare a rallentare la diffusione della gramigna rossa, impedendo alla testa del seme di svilupparsi.
  • Se non riesci a sradicare la gramigna rossa da solo, chiama un giardiniere specialista che studi il tuo problema.

Pubblicità

Avvertenze

  • Persino dopo aver rimosso la gramigna rossa, le spore dei ceppi vicini possono facilmente infestare di nuovo la zona pulita. Questo significa che potresti dover continuare a liberare le stesse aree prima di eliminare del tutto l'erbaccia.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Orticoltrice
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Lauren Kurtz. Lauren Kurtz è una Naturalista e Specialista in Orticoltura nella città di Aurora, in Colorado. Gestisce attualmente il Water-Wise Garden presso il Centro Comunale di Aurora per il Dipartimento di Conservazione dell’Acqua.
Categorie: Casa & Giardino
Questa pagina è stata letta 1 208 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità