Come Eliminare la Muffa Nera

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 17 Riferimenti

In questo Articolo:Adottare delle Misure di SicurezzaPulire le Zone InteressatePrevenire lo Sviluppo della Muffa Nera

La muffa nera è un fungo che può crescere in casa. Come tutte le muffe, prospera negli ambienti umidi, quindi le zone ad alto tasso di umidità, come scantinati, docce, bagni e aree in cui vi sono perdite d'acqua, ne favoriscono la crescita. Poiché può provocare reazioni allergiche, attacchi d'asma e problemi respiratori, è importante rimuoverla non appena la vedi. Il trucco per eliminarla consiste nell'arrivare alla radice e ucciderla insieme allo strato superficiale, dopodiché adottare delle misure che ne impediscono il ritorno.

Parte 1
Adottare delle Misure di Sicurezza

  1. 1
    Individuala. La muffa nera cresce frequentemente in zone umide, luoghi spesso bagnati o ambienti in cui vi sono danni o perdite di acqua. I posti più comuni includono scantinati, vespai, bagni e lavanderie. Ecco alcune caratteristiche che ti permettono di riconoscerla:[1]
    • Colore nero;
    • Crescita a schema circolare;
    • Macchie composte da numerosi puntini;
    • Aspetto viscoso su superfici bagnate;
    • Aspetto polveroso su superfici asciutte.
  2. 2
    Isola l'area. Per impedire che le spore della muffa si disperdano e si diffondano nell'aria, sigilla la stanza. Copri con dei fogli di plastica le porte e le prese d'aria che comunicano con altre zone della casa. Usa il nastro adesivo plastificato per fissarli e isolare l'ambiente.[2]
    • Le prese d'aria da chiudere comprendono le condutture dell'impianto di riscaldamento e climatizzazione e i bocchettoni di aerazione. Lascia aperti i condotti collegati direttamente con l'esterno.
    • Isolando l'area, potrai prevenire la diffusione delle spore da una zona all'altra della casa.
    • Tuttavia, non impedirai alla muffa di crescere in altre parti dell'abitazione. Le spore della muffa sono sempre presenti nell'aria; il problema può quindi svilupparsi in tutti gli ambienti più umidi.
  3. 3
    Apri le finestre. I prodotti antimuffa e quelli per la pulizia della casa possono irritare occhi, pelle e polmoni, quindi devi aerare il più possibile il locale. Apri quante più finestre puoi nella zona in cui intendi eliminare la muffa.[3]
    • In inverno, quando le temperature esterne sono molto basse, apri almeno una o due finestre per far passare l'aria.
  4. 4
    Accendi le prese d'aria e i ventilatori. Per scacciare le spore dalla stanza e dalla casa, accendi gli aspiratori nell'area in cui lavori. Puoi anche posizionare un ventilatore di fronte a una finestra aperta, puntandolo verso l'esterno. In questo modo, farai in modo che le spore vengano risucchiate e spinte fuori.
    • Per evitare che circolino nella stanza, usa il ventilatore solo di fronte alla finestra in modo che soffi l'aria verso l'esterno.
  5. 5
    Indossa le attrezzature di protezione. L'esposizione alla muffa può provocare malattie alle vie aeree superiori, ma anche i prodotti antimuffa possono essere dannosi e corrosivi. Per proteggerti mentre pulisci, considera di usare indumenti protettivi, tra cui:[4]
    • Occhiali protettivi;
    • Guanti non porosi;
    • Maschera o respiratore.
  6. 6
    Non mischiare le soluzioni detergenti. È importante scegliere un prodotto antimuffa e non mischiarlo con nessun altro detersivo, altrimenti potrebbe venire a crearsi reazioni chimiche imprevedibili e molto pericolose.[5]
    • Non combinare mai l'ammoniaca con la candeggina o altri prodotti di pulizia per la casa.
  7. 7
    Considera di sostituire i materiali assorbenti. Non è semplice rimuovere la muffa da questo genere di materiali perché possono danneggiarsi o causare ulteriori problemi. Pertanto, la maggior parte dei professionisti raccomanda di eliminarli e sostituirli.
    • I materiali assorbenti che andrebbero sostituiti includono il cartongesso, i pannelli delle controsoffittature, mobili e moquette.[6]

Parte 2
Pulire le Zone Interessate

  1. 1
    Strofina l'area con acqua saponata. Riempi un secchio con acqua tiepida e aggiungi 30 ml di detersivo liquido per piatti. Gira finché non si forma la schiuma. Immergi all'interno una spazzola a setole rigide e strofinala sulla superficie ammuffita.[7] Intingila regolarmente e passala fino a ricoprire l'area con la schiuma. Dopodiché eliminala con acqua pulita.
    • Pretrattando la zona in questo modo, riuscirai a indebolire lo strato superficiale della muffa affinché la soluzione saponata penetri fino alla radice uccidendola.
  2. 2
    Prepara la soluzione detergente. Esistono differenti prodotti da utilizzare per rimuovere la muffa. I più efficaci sono i detergenti biocidi o antimicrobici, formulati appositamente contro la muffa.[8] Tuttavia, vi sono altre soluzioni da provare altrettanto efficaci, tra cui:[9]
    • Ammoniaca e acqua in parti uguali;
    • 240 ml di candeggina con 4 l di acqua;
    • Aceto puro distillato;
    • 5 ml di olio essenziale di melaleuca e 240 ml di acqua;
    • Bicarbonato di sodio e acqua in parti uguali, mescolate in una ciotola fino a ottenere una pasta;
    • Una parte di perossido di idrogeno unito a due parti di acqua;
    • 410 g di borace sciolto in 4 l di acqua;
    • 100 g di borace sciolto in 120 ml di aceto e 950 ml di acqua tiepida.
  3. 3
    Applica il detergente e lascialo agire. Se usi una soluzione liquida, spruzzala abbondantemente sulla superficie ammuffita che hai pretrattato. In alternativa, se adoperi una pasta, applicala sull'area interessata con un coltello, un pennello o uno spazzolino da denti usato.
    • Lascia agire il prodotto per circa 15 minuti. In questo modo, avrà il tempo di penetrare nella muffa ed eradicarla, impedendole di riformarsi.[10]
  4. 4
    Strofina i materiali porosi. Una volta che il detergente avrà avuto il tempo di agire, friziona la superficie con una spazzola a setole rigide. Così facendo, riuscirai a staccare la muffa e lavorare ancora più in profondità.[11]
    • Puoi anche utilizzare una spugna non abrasiva per pulire l'area.
  5. 5
    Risciacqua e asciuga la zona. Per rimuovere i residui di muffa e detergente, sciacqua la superficie con acqua pulita. Una volta tolti, asciugala con un panno o un lavavetri. In questo modo, andrai a eliminare l'umidità in eccesso e impedirai la crescita della muffa.[12]
    • La muffa comincia a formarsi sulle superfici umide nel giro di 24 ore. Pertanto, è fondamentale mantenerla asciutte dopo averle pulite.
  6. 6
    Sappi quando chiamare un professionista. Non è semplice eliminare la muffa, specialmente nei punti più difficili da raggiungere e su determinati materiali, come il cartongesso e altre superfici porose. Quindi, in alcuni casi è meglio chiamare un professionista in questo campo, anche se:[13]
    • La pulizia effettuata non è stata efficace;
    • L'area interessata è più grande di 3 metri quadrati;
    • Sospetti che ci sia muffa nel sistema di riscaldamento, raffreddamento o ventilazione;
    • Hai problemi di salute dovute alle spore della muffa;
    • Il problema è causato da acqua o fognature contaminate.

Parte 3
Prevenire lo Sviluppo della Muffa Nera

  1. 1
    Elimina l'umidità. Finché c'è una fonte di umidità, può formarsi della muffa. Quindi, dopo aver pulito, devi innanzitutto rimuovere il problema che sta all'origine dalla sua comparsa.[14] A seconda del punto in cui si trovavano le tracce di muffa, i possibili problemi di umidità potrebbero includere:
    • Perdite;
    • Inondazioni;
    • Fuoriuscite d'acqua;
    • Umidità dovuta ai vapori della cucina o del bagno;
    • Mancanza di una protezione contro l'umidità nel seminterrato.
  2. 2
    Cerca di abbassare il tasso di umidità. La muffa cresce negli ambienti in cui il livello di umidità è superiore al 50%. Per prevenirne la formazione, installa un igrometro e tieni d'occhio il tasso di umidità. Se si alza eccessivamente, ecco i modi per ridurlo:[15]
    • Accendere il deumidificatore;
    • Accendere il condizionatore d'aria;
    • Aprire le finestre;
    • Aumentare l'aerazione;
    • Aprire le finestre e usare il ventilatore quando la cucina è in funzione.
  3. 3
    Asciuga la doccia dopo averla usata. Le docce e le vasche da bagno sono i posti in cui la muffa cresce più spesso perché restano sempre bagnate. Per evitare questo inconveniente, tieni un lavavetri in bagno e chiedi a tutti i familiari e gli ospiti di pulire le pareti dopo essersi lavati.
    • Dovresti anche aprire la finestra o accendere il termoventilatore ogni volta che qualcuno fa la doccia o il bagno.
  4. 4
    Ripara immediatamente le perdite. Le perdite d'acqua creano numerosi problemi di umidità in casa perché producono un ambiente privilegiato per la crescita della muffa. Tuttavia, puoi prevenirla anche in caso di perdite, ma devi ripararle e asciugare rapidamente la zona. Le perdite a cui prestare attenzione includono:[16]
    • Tubature lesionate;
    • Tubature che perdono;
    • Perdite sul tetto;
    • Perdite nel seminterrato e nelle fondamenta della casa.
  5. 5
    Tratta immediatamente le zone inondate. Spesso le alluvioni possono generare problemi di muffa perché portano in una sola volta una grande quantità di acqua che non sempre è possibile asportare in tempi rapidi. Quindi, ecco la pulizia da effettuare il prima possibile dopo un'inondazione:[17]
    • Rimuovere tutta l'acqua in eccesso;
    • Usare un aspiraliquidi per eliminare l'umidità;
    • Sostituire la moquette, pavimenti e cartongesso che hanno subito danni;
    • Adoperare detergenti antimuffa.

Avvertenze

  • Rivolgiti al medico e chiama un esperto nella rimozione della muffa se sospetti che possa causare problemi di salute.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Pulizia

In altre lingue:

English: Kill Black Mold, Español: eliminar el moho negro, Português: Matar Mofo Preto, Deutsch: Schwarzen Schimmel bekämpfen, Русский: уничтожить черную плесень, Français: éliminer la moisissure noire, 中文: 消灭黑霉, Nederlands: Zwarte schimmel doden, हिन्दी: ब्लैक मोल्ड (Black Mold) को हटायें, العربية: القضاء على العفن الأسود, Tiếng Việt: Tiêu diệt nấm mốc đen, ไทย: กำจัดราดำ, 한국어: 검은 곰팡이 없애는 방법, 日本語: 黒カビを除去する

Questa pagina è stata letta 104 367 volte.
Hai trovato utile questo articolo?