Come Eliminare le Cicatrici dell'Acne a Casa Senza Prodotti Chimici

In questo Articolo:Usare Rimedi NaturaliSeguire dei Rituali di BellezzaPrevenire Sfoghi Acneici e CicatrizzazioneEvitare le Cause dell'AcneTrattamenti Chirurgici

Se hai problemi di acne, non sei il solo. È una malattia cutanea molto diffusa che si manifesta quando il sebo e le cellule morte occludono i pori. Solitamente interessa viso, torace, schiena e collo. Senza un trattamento adeguato, si rischia l'iperpigmentazione, ovvero una comparsa di macchie scure che può portare a una cicatrizzazione permanente una volta che l'acne sarà guarita. È per questo che è importante mantenere la pelle pulita, seguire una dieta salutare ed evitare sostanze che possono peggiorarla.

Parte 1
Usare Rimedi Naturali

  1. 1
    Fai un peeling all'acido salicilico. Puoi comprare un kit pronto all'uso: ne esistono vari sul mercato. L'acido salicilico tratta efficacemente l'acne e l'infiammazione, ma anche l'iperpigmentazione che si manifesta quando lo sfogo passa o tra i soggetti che hanno una carnagione più scura. È un composto chimico che si trova nella corteccia del salice, trasformato dall'organismo in acido (salicilico) [1]. Contrariamente al perossido di benzoile o d'idrogeno, non schiarisce la pelle rendendola soggetta alle radiazioni ultraviolette. L'acido salicilico ha effetti collaterali minimi, ma non è consigliato in caso di allergia all'aspirina [2].
    • Prima di comprare un kit per fare un peeling all'acido salicilico, puoi chiedere consiglio al tuo dermatologo, oppure sottoporti a questo trattamento nel suo studio [3].
  2. 2
    Usa un gel a base di alfaidrossiacidi e betaidrossiacidi. Applicalo sulla zona interessata fino a 2 volte al giorno. Assicurati di non usare un prodotto con una concentrazione di AHA o acido glicolico superiore al 20%, in quanto può eliminare il sebo e disidratare la pelle. Puoi trovare gel che diminuiscono le cicatrici a base di alfaidrossiacidi e betaidrossiacidi in farmacia o in profumeria. Anche il tuo dermatologo può eseguire un peeling all'acido glicolico nel suo studio [4].
    • Gli alfaidrossiacidi (AHA), come acido lattico, acido malico, acido citrico, acido tartarico e acido glicolico, si trovano naturalmente in cibi come agrumi, canna da zucchero, latte acido, mele e altri frutti [5]. Possono aiutare a ridurre la visibilità di cicatrici, imperfezioni e rughe esfoliando delicatamente lo strato superficiale della pelle [6].
  3. 3
    Applica un gel all'estratto di cipolla. Puoi trovarlo in erboristeria. Applicalo 1 o 2 volte al giorno finché non osserverai una diminuzione delle cicatrici. Secondo alcuni studi, l'estratto di cipolla aiuta a curare cicatrici e scottature. Contiene un antiossidante naturale che lenisce l'infiammazione, stimola la crescita cellulare e ripara i tessuti danneggiati. Anche lo zolfo (con proprietà antibatteriche) che si trova nelle cipolle può aiutare a combattere gli sfoghi acneici, ridurre le imperfezioni e attenuare l'iperpigmentazione [7][8].
  4. 4
    Prepara un composto a base di estratto di cipolla in casa. Utilizza una grattugia elettrica per ridurre in poltiglia una cipolla piccola. Metti il composto nel frigorifero per 20 minuti, in modo da ridurre quell'odore pungente potenzialmente irritabile. Toglilo dal frigo e applicalo sulle zone interessate. Lascialo agire per 10-15 minuti, quindi risciacqua con acqua fresca.
    • Questo metodo può essere usato una volta al giorno finché le cicatrici non si saranno attenuate. Ci vorranno circa 4-10 settimane. Se osservi una grave irritazione, smetti di utilizzarlo [9][10].
  5. 5
    Applica il gel di aloe vera. Puoi trovare quello interamente naturale in erboristeria o nei supermercati più forniti. Applicalo regolarmente per ridurre la visibilità delle cicatrici. L'aloe vera contiene principi attivi che attenuano l'infiammazione, stimolando la crescita e la riparazione cellulare. È un trattamento piuttosto diffuso per ferite, cicatrici e scottature. Inoltre, è un buon idratante grazie al suo elevato contenuto di acqua [11].
    • Cerca di trovare un gel che contenga il minor numero possibile di additivi. Puoi anche usarlo estraendolo direttamente da una pianta di aloe vera. Basta tagliare una foglia e spremere il gel sulla zona interessata.
  6. 6
    Prova una pomata alla calendula. Puoi usare un unguento con una concentrazione di calendula del 2-5%. Applicalo 3-4 volte al giorno secondo necessità. Ridurrà la visibilità delle cicatrici e delle imperfezioni post-acneiche, in quanto la calendula, o "oro di Maria", stimola la crescita e la riparazione cellulare. Inoltre, ottimizza l'idratazione e la compattezza cutanea. Puoi anche preparare un detergente per il viso lasciando in infusione 2-3 g di fiori in una tazza di acqua tiepida [12].
    • Ricorda che le persone allergiche a piante della famiglia delle Asteraceae, tra cui il crisantemo e l'ambrosia, possono esserlo anche alla calendula [13].
  7. 7
    Applica una maschera al limo marino. Puoi comprarne una in farmacia o in profumeria. Applicala 2 volte alla settimana, o in base alle raccomandazioni del tuo dermatologo e al tuo tipo di pelle. Ricorda che lo zolfo e il sale marino possono irritare una cute secca e sensibile, mista o con cicatrici infiammate [14].
    • Il limo marino è un tipo di fango contenente sale marino. Presenta principi attivi benefici come acidi grassi insaturi, zolfo e alghe. Ha proprietà antinfiammatorie e lenitive. Può anche aiutare a uniformare la grana della pelle: elimina infatti cellule morte e batteri, senza contare che migliora la visibilità generale delle cicatrici [15].
  8. 8
    Prepara una maschera all'avocado. Togli la polpa da un avocado, pestala e applicala sulla zona interessata per 10-15 minuti. Risciacqua con acqua fresca e tampona la pelle con un asciugamano morbido. Questo rimedio può essere usato quotidianamente da chi ha la pelle secca e sensibile, 2 volte alla settimana da chi ha la cute grassa [16][17].
    • L'avocado è un frutto ricco di vitamine, nutrienti e acidi grassi che stimolano la produzione di collagene e la riparazione dei tessuti. Vitamine come la A e la C hanno proprietà antinfiammatorie e antiossidanti che aiutano a proteggere la pelle dai radicali liberi. La vitamina E aiuta a idratare l'epidermide e riduce la visibilità delle cicatrici [18][19].
  9. 9
    Applica il miele. Basta spalmarne uno strato sottile sulla zona interessata. Non usarlo per trattare le scottature, dal momento che secondo una ricerca potrebbe ritardare la guarigione. Il miele aiuta a ridurre o prevenire le infezioni, ma dovrebbe essere usato su consiglio del proprio dermatologo.
    • Il miele ha proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. Possono aiutare ad attenuare le cicatrici e ridurre l'infiammazione. Se da un lato alcune ricerche affermano che è un valido trattamento topico, non accelera sostanzialmente la guarigione [20].

Parte 2
Seguire dei Rituali di Bellezza

  1. 1
    Scegli un detergente delicato che non sia a base di sapone. La pelle assorbe quasi il 60% delle sostanze che vi applichi. I detergenti senza sapone sono privi di sostanze chimiche come il laurilsolfato di sodio, un tensioattivo schiumogeno che può causare irritazioni e cicatrici su una pelle a tendenza acneica. Preferisci un prodotto biologico e privo di sostanze chimiche per evitare ulteriori infiammazioni e cicatrici. Molti detergenti naturali sono facilmente reperibili in farmacia e in erboristeria [21].
    • Prima di fare dei trattamenti per le cicatrici, è importante assicurarsi di non avere un'infiammazione in corso o un'acne cistica. Se hai la pelle sensibile, evita i detergenti astringenti, perché possono seccarla e irritarla [22].
  2. 2
    Prepara un detergente e un tonico naturali. Se non vuoi comprarli, vai in cucina e preparali tu stesso. Lascia in infusione un cucchiaino di tè verde, che contiene antiossidanti naturali, in una tazza di acqua tiepida per 3-5 minuti. Filtra il tè in una ciotola pulita e lascialo raffreddare per 15-20 minuti. Imbevi un batuffolo di cotone, una salvietta per il viso o un panno in microfibra e applicalo sulla pelle [23].
    • Mai truccarti subito dopo aver lavato il viso. Potresti ostruire i pori, causando ulteriori imperfezioni. Inoltre, assicurati di usare cosmetici non oleosi per pelle e capelli.
  3. 3
    Lava il viso con il detergente. Prima di applicarlo, lavati le mani, in modo che lo sporco e i batteri non occludano i pori. Inumidisci delicatamente la pelle con acqua tiepida o fredda. Massaggia dolcemente il prodotto sulla cute per 3-5 minuti con le dita, poi risciacqua con acqua fredda e tampona con un asciugamano morbido [24].
    • I dermatologi raccomandano di limitare il lavaggio a 2 volte al giorno e ai momenti di sudorazione intensa. Lava il viso una volta al mattino e una di sera, ma anche dopo aver sudato molto (fallo il prima possibile, altrimenti rischi di irritare la pelle) [25].
  4. 4
    Utilizza un esfoliante delicato e naturale. L'esfoliazione può migliorare la grana della pelle e rimuovere le cellule morte, prevenendo l'acne [26]. Per preparare uno scrub naturale, porta a ebollizione 60 ml di acqua con un cucchiaio di fiocchi d'avena biologici. Una volta che il composto si sarà raffreddato, massaggialo delicamente sul viso. L'avena è un detergente di estrazione vegetale con proprietà antinfiammatorie e fotoprotettive. La sua alta concentrazione di amidi favorisce anche una buona idratazione cutanea, quindi è sicura per chi ha la pelle sensibile [27].
    • Prima di usare prodotti esfolianti, chiedi al dermatologo di consigliarti un trattamento adatto al tuo tipo di pelle. Chi ha l'epidermide secca e sensibile dovrebbe limitare l'esfoliazione a 1-2 volte alla settimana, mentre chi ha la cute grassa e spessa può esfoliarla tutti i giorni.
  5. 5
    Utilizza una crema idratante. La pelle secca può irritarsi, ma anche presentare cicatrici e imperfezioni più evidenti. Un prodotto idratante non comedogeno può aiutare a prevenire la secchezza e mantenere la pelle fresca. Cerca una crema o una lozione naturale e biologica, con estratti vegetali antinfiammatori, come camomilla, tè verde, aloe vera, calendula o avena [28]. Assicurati di applicarla regolarmente dopo il lavaggio o l'esfoliazione. Puoi scegliere uno dei seguenti prodotti:
    • Una crema idratante con alfaidrossiacidi (come acido glicolico, acido lattico, acido malico, acido citrico e acido tartarico): può aiutare a ridurre la visibilità di cicatrici, imperfezioni e rughe;
    • Acido ialuronico (ampiamente disponibile sotto forma di lozione, tonico o in spray): aiuta la pelle a preservare naturalmente la propria idratazione e può prevenire l'invecchiamento cutaneo [29];
    • Aloe vera (ampiamente disponibile sotto forma di crema idratante o gel): riduce l'infiammazione, stimola la crescita e la riparazione cellulare, può ridurre la visibilità delle cicatrici con un'applicazione regolare;
    • Olio di cocco vergine (disponibile nei negozi di cibi biologici): contiene una combinazione di acidi grassi dalle proprietà antinfiammatorie che combattono i batteri responsabili di altre infezioni cutanee. Applica 1-2 gocce di olio di cocco sulla pelle 2 volte al giorno per ridurre notevolmente la secchezza, riparare le cellule cutanee e diminuire la cicatrizzazione. Non va usato da chi è allergico alle noci [30][31].
  6. 6
    Evita di esporti eccessivamente al sole. Prendere un po' di sole fa bene al sistema immunitario, ma le cicatrici acneiche che vengono esposte eccessivamente alle radiazioni ultraviolette possono diventare permanenti. Per proteggere la pelle dai danni solari, applica una crema non comedogena con un SPF (fattore di protezione solare) di minimo 30. Alcune sostanze chimiche contenute in questi prodotti possono causare allergie, quindi chiedi al tuo dermatologo di consigliartene uno adatto a te [32].
    • Un'esposizione eccessiva al sole può anche causare macchie o lentiggini solari. Iniziano a formarsi negli strati cutanei profondi, per poi causare piccole chiazze scure sulla superficie della pelle con il passare degli anni [33].
  7. 7
    Evita i parabeni. Sono conservanti usati in molti cosmetici. Molteplici studi hanno scoperto che possono sconvolgere l'equilibrio ormonale, ma anche incidere maggiormente sul rischio di contrarre cancro al seno o all'utero. Possono inoltre causare irritazioni e infiammazioni cutanee tra chi soffre di acne. Infine, sono potenziali allergeni [34].
    • Il butilparabene e il propilparabene vengono considerati più tossici del metilparabene e dell'etilparabene, ma questi ultimi vengono assorbiti con maggiore facilità dal corpo umano [35].

Parte 3
Prevenire Sfoghi Acneici e Cicatrizzazione

  1. 1
    Bevi molta acqua. Per essere idratato, bevi almeno 250 ml di acqua ogni 2 ore. Cerca di consumare perlomeno 2-4 litri di acqua al giorno. Mantenere una buona idratazione può migliorare l'elasticità della pelle. Questo può ridurre la visibilità delle rughe e diminuire la profondità delle cicatrici acneiche a pozzetto, o ice pick [36].
    • La disidratazione causa secchezza cutanea, ma può anche indebolire il sistema immunitario. Se sei disidratato, il corpo non espelle le tossine attraverso il sudore e altre secrezioni. Diventa quindi più difficile che guariscano le ferite superficiali, come le cicatrici acneiche.
  2. 2
    Prendi lo zinco. Secondo alcuni studi, una terapia orale a base di zinco può aiutare a curare l'acne [37]. Lo zinco è un minerale traccia essenziale contenente proprietà antiossidanti. Aiuta a proteggere le cellule dai danni arrecati da batteri e virus [38]. È normale avere livelli di zinco leggermente bassi, ma prendere un multivitaminico e seguire un'alimentazione sana dovrebbe dartene la giusta quantità. Se da un lato puoi prendere integratori, le migliori fonti alimentari sono:
    • Ostriche, gamberetti, granchio e altri crostacei;
    • Carni rosse;
    • Pollame;
    • Formaggio;
    • Fagioli;
    • Semi di girasole;
    • Zucca;
    • Tofu;
    • Miso;
    • Funghi;
    • Verdure cotte;
    • Zinco di facile assorbimento: zinco picolinato, citrato di zinco, acetato di zinco, gluconato di zinco e zinco monometionina. Se il solfato di zinco irrita lo stomaco, puoi provarne un'altra forma, come il citrato di zinco.
  3. 3
    Assumi più vitamina A, o retinolo. Secondo alcuni studi, chi soffre di una forma severa di acne potrebbe avere livelli di vitamina A bassi. Il retinolo è un antinfiammatorio che equilibra gli ormoni e può aiutare a ridurre la produzione di sebo. Puoi aumentarne il consumo seguendo un'alimentazione bilanciata ed evitando grassi poco sani, come margarina, oli idrogenati e cibi trattati [39].
    • La vitamina A si trova soprattutto in salmone, tuorli, tonno, carote, verdure a foglia verde e frutti gialli o arancioni. Le fonti naturali di vitamina A non hanno effetti collaterali. Se prendi un integratore, la dose quotidiana consigliata è di 10000-25000 UI (unità internazionali). Alti dosi di vitamina A possono causare effetti collaterali tossici, tra cui difetti congeniti e depressione, quindi fai attenzione a quanta ne assumi.
  4. 4
    Prendi più vitamina C, o acido ascorbico. Può rafforzare il sistema immunitario producendo collagene, un'importante proteina usata per riparare il tessuto cutaneo, le cartilagini e i vasi sanguigni, ma anche per curare le ferite. Puoi assumerne 2-3 dosi al giorno, per un totale di 500 mg. Puoi anche mangiare più cibi che ne sono ricchi. Ecco alcune fonti naturali di acido ascorbico [40][41]:
    • Peperoni rossi o verdi;
    • Agrumi, come arance, pomelo, pompelmo, lime o succhi di agrumi non concentrati;
    • Spinaci, broccoli e cavoletti di Bruxelles;
    • Fragole e lamponi;
    • Pomodori.
  5. 5
    Bevi tè verde. È ricco di antiossidanti chiamati polifenoli, che stimolano la produzione di collagene, riparano le cellule cutanee, combattono i radicali liberi, proteggono dalle radiazioni ultraviolette, riducono le rughe e aiutano ad attenuare lo stress. Per prepararlo, lascia in infusione 2-3 g di foglie di tè verde in una tazza di acqua calda (80-85 °C) per 3-5 minuti. Puoi prenderlo 2-3 volte al giorno [42][43].
    • Anche i trattamenti topici contenenti tè verde possono ridurre efficacemente la visibilità delle cicatrici.
  6. 6
    Fai attività fisica regolarmente. Dovresti fare almeno 30-40 minuti di esercizio moderato (come passeggiate e nuoto ricreativo) o 10-15 minuti di sport intenso (come pallacanestro, calcio ed escursionismo) al giorno. Allenarti aiuta a ridurre ormoni dello stress come adrenalina e cortisolo. Inoltre, stimola la produzione di endorfine, sostanze chimiche prodotte dal cervello che migliorano l'umore. L'attività fisica permette anche di aumentare l'autostima e rafforzare il sistema immunitario [44].
    • Assicurati di indossare vestiti morbidi e puliti. Evita capi di fibre sintetiche e attillati. Quando i caschi, le maschere, le fasce per capelli e altri accessori sportivi che aderiscono al viso strofinano la pelle, possono peggiorare l'infiammazione dell'acne. Puliscili regolarmente e fai la doccia dopo esserti allenato [45].
  7. 7
    Evita lo stress. L'acne e la relativa cicatrizzazione possono causare bassa autostima, ansia e depressione. Se hai cicatrici, ricorda che è possibile fare diversi trattamenti. Secondo alcuni studi, lo stress emotivo può peggiorare l'acne (specialmente tra le donne) e spesso causare pensieri suicidari. Ecco alcuni modi per gestire la tensione [46][47]:
    • Ascoltare la musica. Secondo diverse ricerche, la musica rilassante può abbassare la pressione arteriosa, il battito cardiaco e l'ansia.
    • Ritagliarti del tempo per staccare la spina. Sostituisci gli impegni inutili e che prosciugano il tuo tempo con attività piacevoli o interessanti.
    • Meditazione. Prova a sederti con le gambe incrociate in un ambiente silenzioso, respira profondamente e lentamente. Meditare regolarmente può diminuire la pressione arteriosa, il dolore cronico, l'ansia e il colesterolo.
    • Altre tecniche di meditazione includono esercizi come tai chi, yoga, biofeedback e terapia del massaggio.
  8. 8
    Cambia frequentemente le federe dei cuscini. La biancheria da letto può intrappolare batteri, sporco e cellule morte. La sporcizia può finire nei pori mentre dormi e causare ulteriori sfoghi acneici, quindi altre cicatrici. Sostituisci spesso le federe e, se applichi dei prodotti sul viso prima di andare a dormire, prova a mettere un asciugamano pulito sul cuscino ogni sera [48].

Parte 4
Evitare le Cause dell'Acne

  1. 1
    Cerca di capire quali sono le cause della cicatrizzazione. Meno sfoghi acneici hai, meno è probabile che si formino delle cicatrici. Trattare l'acne è importante per prevenire la cicatrizzazione, soprattutto nei seguenti casi [49]:
    • Cisti e noduli gravi e dolorosi. I noduli sono brufoli duri, grandi e infiammati, mentre le cisti brufoli pieni di pus e dolorosi. Entrambi si formano in profondità e spesso possono lasciare cicatrici.
    • Stuzzicare, schiacciare o spremere i brufoli. Queste azioni possono causare ulteriori sfoghi e cicatrici acneiche permanenti.
    • Acne iniziata in giovane età. I soggetti che cominciano a soffrire di acne in preadolescenza spesso assistono a un peggioramento della malattia cutanea negli anni. Trattarla prima che si aggravi ha diversi vantaggi, tra cui un rischio inferiore che si formino delle cicatrici.
    • Esposizione eccessiva ai raggi solari. Questo causa fotoinvecchiamento e iperpigmentazione a causa delle radiazioni ultraviolette.
    • Strofinare aggressivamente la pelle può aggravare un'acne già esistente, aumentando il rischio di avere una cicatrizzazione permanente.
    • Consanguinei che hanno cicatrici acneiche. La tendenza a sviluppare cicatrici spesso è ereditaria.
    • Infiammazione. La cicatrizzazione può anche essere causata da un'infiammazione dovuta ad allergeni, tagli o ferite profonde.
  2. 2
    Determina che tipo di cicatrici hai. La cicatrizzazione spesso è permanente, ma può essere ridotta con un trattamento topico o chirurgico. L'iperpigmentazione si manifesta quando rimangono dei segni rossi o scuri dopo la guarigione di un brufolo. Queste macchie non sono vere cicatrici e possono restare per mesi o anni prima di sbiadire. A ogni modo, il trattamento per l'iperpigmentazione e per le cicatrici acneiche solitamente è piuttosto simile. Ecco alcuni tipi comuni di cicatrici:
    • Cicatrici a pozzetto o ice pick: si tratta di fori profondi causati dall'acne cistica, solitamente caratterizzati da dimensioni inferiori ai 2 mm. Creano delle depressioni nella pelle, dando l'impressione che sia stato realizzato un foro circolare;
    • Grandi cisti isolate: questi fori, chiamati crateri, possono avere un diametro massimo di 0,5 cm. In genere è necessaria un'operazione di chirurgia estetica minore;
    • Cicatrici a boxcar: sono spigolose e con bordi verticali taglienti, simili alle cicatrici lasciate dalla varicella. Possono essere superficiali o profonde, molto spesso si trovano su guance e tempie;
    • Cicatrici rolling: vengono causate da danni che hanno interessato la parte sottostante della superficie cutanea. Tendono a essere ampie e superficiali, dando un aspetto ondulato alla pelle;
    • Cicatrici ipertrofiche: meno comuni, in rilievo sulla superficie cutanea e dall'aspetto grumoso. Tendono a comparire sulla schiena e sul torace, ma anche sul collo e sul viso. Generalmente rimangono nei confini della ferita originale e le dimensioni possono diminuire nel tempo.
  3. 3
    Evita di toccare il viso. Quando stuzzichi eccessivamente la pelle, lo sporco e i batteri che si trovano sulle mani possono ostruire i pori e peggiorare l'infezione. Se la senti irritata a causa dell'acne, utilizza una salvietta delicata e priva di oli per rimuovere lo sporco in eccesso e lenire l'infiammazione. Non strizzare o schiacciare i brufoli, altrimenti corri il rischio di avere delle brutte cicatrici. In alcuni casi, questo può anche far proliferare ulteriormente i germi [50].
    • Non coprire le imperfezioni con i capelli. Tienili lontani dal viso raccogliendoli con elastici, fasce o fermagli. I dermatologi raccomandano anche di lavarli frequentemente se sono grassi, perché il sebo può trasferirsi sulla fronte e sul resto del viso, causando imperfezioni [51].
  4. 4
    Evita di fumare. Il fumo può causare una patologia chiamata "acne del fumatore". In una situazione del genere, il corpo non produce una risposta infiammatoria per curare la pelle tanto velocemente quanto lo farebbe in caso di acne normale. I fumatori sono anche 4 volte più predisposti ad avere un'acne moderata dopo l'adolescenza, particolarmente le donne di età compresa tra i 25 e i 50 anni. Il fumo di sigaretta può inoltre irritare le pelli sensibili.
    • Si sa che fumare causa anche altri disturbi cutanei, come rughe e invecchiamento precoce. Questo succede perché genera radicali liberi, compromette la produzione di collagene e degrada le proteine della pelle. Un'acne severa può causare molte altre cicatrici, mentre una produzione del collagene compromessa può rallentarne il tasso di guarigione [52].
  5. 5
    Evita il perossido di benzoile. Alcuni dermatologi suggeriscono di usarlo in alternativa ai trattamenti antibiotici, ma può fare più male che bene [53]. Questo principio attivo combatte l'acne principalmente grazie alla sua funzione antinfiammatoria e antisettica sulla superficie cutanea. Può essere utilizzato occasionalmente in piccole concentrazioni, ma un uso regolare può causare effetti collaterali. Eccone alcuni:
    • Irritazione cutanea, come secchezza, rossore, prurito, infiammazione e screpolature;
    • Pigmentazione irregolare tra i soggetti che hanno la pelle scura e pelle chiazzata tra chi ha la carnagione chiara;
    • Aumento della sensibilità al sole e possibile invecchiamento precoce;
    • Danni cutanei dovuti alla produzione di radicali liberi;
    • Possibile associazione con il cancro alla pelle quando viene usato in concentrazioni superiori al 20%.
      • Il perossido di benzoile non si consiglia a chi ha la pelle secca e sensibile o alle donne incinte.
  6. 6
    Fai attenzione all'utilizzo di retinoidi. Sono composti derivati dalla vitamina A. La vitamina A che assimili attraverso l'alimentazione stimola la produzione di retinolo sano, che mantiene in buona salute il sistema immunitario e ripara la pelle. Invece, i trattamenti a base di retinoidi per uso orale sono stati associati a depressione, ansia, pensieri suicidari ed episodi di violenza. In gravidanza, evitali e non assumere grandi quantità di vitamina A, in quanto possono essere estremamente tossiche per il bambino e causare difetti congeniti [54].
    • I retinoidi più diffusi per il trattamento dell'acne sono l'isotretinoina e l'acido retinoico, chiamato anche tretinoina. Aiutano a ridurre i sintomi dell'acne controllando la produzione del sebo e normalizzando l'eliminazione delle cellule morte, in modo che non occludano i pori.

Parte 5
Trattamenti Chirurgici

  1. 1
    Informati sulle iniezioni. Se hai delle cicatrici in rilievo, fare delle iniezioni di steroidi antinfiammatorie può aiutare a ridurle. Non è necessario un periodo di recupero, ma potresti avere effetti collaterali come reazioni allergiche, ematomi, necrosi, vasi sanguigni dilatati, pelle sbiadita e iperpigmentazione [55].
    • Il costo delle singole iniezioni cambia a seconda della cicatrice. Tieni a mente che probabilmente dovrai ripeterle nel giro di vari mesi finché la pelle non migliorerà. Parla con il tuo dermatologo per capire se questo trattamento sarà efficace per te.
  2. 2
    Considera la criochirurgia. Se hai cicatrici in rilievo, potresti provare questo trattamento, che consiste nel congelare il tessuto cicatriziale con azoto liquido. Il tessuto cicatriziale morirà e cadrà lentamente. Parla con il tuo dermatologo per capire se questa opzione fa al caso tuo [56].
    • Ricorda che la crioterapia può causare la formazione di macchie chiare permanenti sulla pelle trattata, quindi non è raccomandata a chi ha la carnagione scura. Altri effetti collaterali includono gonfiore, iperpigmentazione e vescicole che possono impiegare 3-4 settimane per guarire.
  3. 3
    Chiedi al tuo dermatologo di illustrarti le varie soluzioni chirurgiche. Per chi ha cicatrici estese o particolarmente evidenti, esistono diverse strade. Lo specialista può aiutarti a capire qual è il trattamento più adeguato per le tue esigenze individuali. Ecco alcune opzioni chirurgiche [57]:
    • Laser resurfacing: se hai cicatrici gravi, può essere usato il laser per rimuovere la pelle danneggiata affinché possa essere sostituita dalla nuova epidermide. Questa procedura consiste nel passare il laser sulla zona interessata 1-3 volte. Può richiedere pochi minuti per le aree più piccole e un'ora per quelle più estese. Esistono alcuni effetti collaterali comuni, tra cui rossore prolungato, cicatrici in rilievo, vasi sanguigni dilatati, cisti, acne, eczema, pelle sbiadita o iperpigmentazione.
    • Dermoabrasione: se hai un'acne severa, il tuo dermatologo userà una bacchetta con punta di diamante, una spazzola dotata di filo metallico o della carta vetrata specifica per rimuovere la superficie cutanea danneggiata, appianare le cicatrici superficiali e ridurre quelle più profonde. Alcuni degli effetti collaterali più diffusi includono sensibilità al sole, cicatrici in rilievo, vasi sanguigni dilatati, eczema, pelle sbiadita o iperpigmentazione.
    • Fogli e cerotti di silicone: un dermatologo li applica sulla pelle per ridurre il fastidio e le dimensioni delle cicatrici. Vanno utilizzati costantemente finché non noterai miglioramenti. Il silicone può causare reazioni allergiche, secchezza o irritazione cutanea.
    • Peeling chimici leggeri: i dermatologi possono fare peeling con alfaidrossiacidi o betaidrossiacidi per esfoliare la pelle. Dopo il trattamento, sarà sensibile, con possibili rossori e screpolature.

Consigli

  • Se non sei sicuro del tuo tipo di acne o non osservi miglioramenti con i trattamenti da banco, parla con un dermatologo per riuscire a creare un piano di trattamento efficace.
  • Evita di usare il dentifricio sull'acne. Si crede che sia un trattamento naturale per i brufoli e le cicatrici, ma certi ingredienti, come il laurilsolfato di sodio, il triclosano e la menta piperita, possono effettivamente irritare e aggravare ulteriormente l'acne [58].
  • Usa salviette per il viso non oleose, non comedogene e non abrasive quando non hai tempo per lavarlo con un detergente.
  • Evita i cosmetici contenenti coloranti sintetici come E102, E129, E132, E133 ed E143; è stato dimostrato che sono neurotossine con proprietà cancerogene.
  • Un panno morbido in microfibra per il micropeeling che aspira lo sporco e il sebo dai pori senza alcuna pressione o abrasione è un ottimo strumento per esfoliare la pelle. Dopo aver lavato il viso con un detergente, tamponalo con un asciugamano morbido. Inumidisci leggermente il panno per il micropeeling e massaggialo delicatamente sulla cute per 3-5 minuti. Dopo ogni utilizzo, assicurati di lavarlo con del sapone e lascialo asciugare.
  • Dal momento che la vitamina E e lo zinco sono necessari per la formazione di vitamina A, dovrebbero essere aggiunti alla tua alimentazione. Quando assunta con la vitamina A, la dose consigliata di vitamina E è di 400-800 UI.

Avvertenze

  • Se pensi di essere depresso o hai pensieri suicidari, parlane immediatamente con il tuo medico.
  • Se le cicatrici non sembrano attenuarsi nel giro di 3-4 settimane, parlane con il tuo dermatologo.

Riferimenti

  1. http://www.healthline.com/health/willow-bark-natures-aspirin# 1
  2. Gabriel, J. (2012) The Acne Diet, ISBN: 978-0-9563558-4-3
  3. Gabriel, J. (2012) The Acne Diet, ISBN: 978-0-9563558-4-3
  4. Gabriel, J. (2012) The Acne Diet, ISBN: 978-0-9563558-4-3
  5. http://www.webmd.com/vitamins-supplements/ingredientmono-977-alpha%20hydroxy%20acids.aspx?activeingredientid=977&activeingredientname=alpha%20hydroxy%20acids
  6. Gabriel, J. (2012) The Acne Diet, ISBN: 978-0-9563558-4-3
  7. Gabriel, J. (2012) The Acne Diet, ISBN: 978-0-9563558-4-3
  8. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3390235/
  9. Gabriel, J. (2012) The Acne Diet, ISBN: 978-0-9563558-4-3
Mostra altro ... (49)

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 28 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Cura della Pelle

In altre lingue:

English: Get Rid of Acne Scars at Home Without Chemicals, Español: deshacerse de las cicatrices del acné sin productos químicos, Português: Acabar com Cicatrizes de Espinha Sem Químicos, Deutsch: Aknenarben ohne Chemie loswerden, Français: se débarrasser des cicatrices d'acné à la maison et sans produit chimique, Русский: убрать следы от угрей без применения химических веществ, 中文: 不用药品在家去除痘印, Bahasa Indonesia: Menghilangkan Bekas Jerawat di Rumah Tanpa Bahan Kimia, العربية: إزالة ندبات حب الشباب بدون مواد كيميائية

Questa pagina è stata letta 29 093 volte.
Hai trovato utile questo articolo?