A nessuno piace l'idea di fare il bagno in una vasca sudicia. La costante esposizione all'umidità, ai batteri e alla muffa crea dei depositi di sporcizia sulle pareti che non sono solo sgradevoli alla vista, ma anche poco igienici. Pulire in maniera diligente la vasca è il modo migliore per evitare che lo sporco e il sudiciume prendano il sopravvento, ma a volte devi passare alle "maniere forti" per sbarazzarti delle macchie incrostate. Per fortuna, puoi utilizzare alcuni prodotti per le pulizie domestiche e un po' di "olio di gomito".

Metodo 1 di 3:
Vasca in Acrilico

  1. 1
    Non usare prodotti chimici abrasivi. Quando devi pulire una vasca in acrilico non puoi utilizzare le polveri astringenti come Ajax o Vim e neppure i detergenti aggressivi come la candeggina. L'acrilico è un materiale che tende a rovinarsi spesso e questi prodotti potrebbero danneggiare facilmente la finitura.[1]
    • Vale la pena iniziare con il detergente più delicato che hai a disposizione e poi scegline gradatamente altri via via più aggressivi, nel caso non ottenessi i risultati sperati.
  2. 2
    Spruzza le macchie con l'aceto. Quello distillato è un perfetto detergente naturale, soprattutto sulle superfici lisce come l'acrilico che non assorbono la sporcizia. Riempi una bottiglia a spruzzo con l'aceto e tienila a portata di mano per le pulizie ordinarie del bagno; applicane quanto ne vuoi sulla zona da trattare.[2]
    • Se hai del limone in frigorifero, sappi che il suo succo è una valida alternativa.
  3. 3
    Lascia che l'aceto agisca per 10-20 minuti. Nel frattempo, l'acido contenuto nel liquido disgrega la muffa, la sporcizia e le macchie che puoi poi strofinare via senza difficoltà; puoi anche notare che gli aloni si dissolvono e scorrono via da soli ancora prima di strofinare.[3]
    • Concedi all'aceto parecchio tempo per agire.
    • Se devi trattare dei punti particolarmente difficili, versa un po' di bicarbonato sulla superficie bagnata di aceto.[4]
  4. 4
    Strofina via le macchie con una spugna morbida. La parte gialla di una normale spugna per i piatti dovrebbe essere efficace. Una volta che l'aceto ha svolto la sua funzione, dovresti riuscire a raschiare via la sporcizia con pochissimo sforzo; strofina con movimenti lineari e continua a trattare le macchie finché non svaniscono.[5]
    • Puoi anche usare degli strumenti speciali, come la "gomma magica" che è composta da una schiuma porosa di melammina, che è molto aggressiva sullo sporco.[6]
  5. 5
    Risciacqua le pareti interne della vasca. Apri il rubinetto per alcuni minuti e lava via le ultime tracce di aceto e sporco. Se la vasca è dotata di doccino regolabile, rivolgi il flusso sulle superfici che hai appena trattato. Una volta pulita, la vasca deve asciugarsi per evitare che i batteri responsabili delle macchie proliferino nuovamente.[7]
    • La maggior parte delle macchie è causata dai germi che creano un residuo simile a una pellicola man mano che si accumulano.[8]
    • Lascia la tenda aperta e accendi la ventola del bagno per garantire un costante flusso di aria.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Vasca Smaltata

  1. 1
    Fai un primo tentativo con l'aceto. Sebbene sia un detergente naturale, è però abbastanza potente per eliminare la maggior parte delle macchie, purché venga applicato in abbondanza e gli venga concesso abbastanza tempo per agire. Spruzza la superficie della vasca con cura, aspetta alcuni minuti e poi strofina con una spugna o una spazzola a setole rigide. Se noti delle zone ancora sporche, puoi passare a metodi più aggressivi.
    • A un certo punto non è più sufficiente aggiungere dosi sempre maggiori di aceto.
  2. 2
    Utilizza un detergente spray senza candeggina. I prodotti come Mastro Lindo Bagno, Smac o Amuchina sono perfetti per eliminare le macchie senza danneggiare le superfici delicate. Dato che contengono più o meno gli stessi ingredienti, funzionano tutti allo stesso modo; assicurati solamente che non siano a base di candeggina che può indebolire gravemente lo strato di smalto.[9]
    • Acquista i detergenti che sono stati approvati per le superfici smaltate del bagno. Controlla attentamente l'etichetta prima di comprare il detergente, per assicurarti che sia esattamente quello di cui hai bisogno.
  3. 3
    Prepara una soluzione naturale. Se sei restio all'acquisto di prodotti commerciali, puoi realizzarne uno universale per la pulizia del bagno mescolando acqua calda, bicarbonato di sodio, sapone di Castiglia e oli essenziali in una bottiglia a spruzzo. Tutti questi ingredienti sono ampiamente disponibili e sicuri da usare, ma quando vengono mescolati creano una soluzione abbastanza potente. Spruzza il composto sulla vasca sporca e lascia che agisca per alcuni minuti prima di strofinare.[10]
    • Se non riesci a trovare il sapone di Castiglia, l'acqua ossigenata è un valido sostituto.
    • Gli oli essenziali come quello di melaleuca o di menta piperita agiscono come disinfettanti naturali.[11]
  4. 4
    Lascia agire la soluzione per diversi minuti. Vaporizzala sulle superfici e aspetta un po'; presta particolare attenzione alle zone molto sporche e scure. Il composto dovrebbe sciogliere le macchie quasi subito.[12]
    • Più lasci agire il prodotto e più efficace è la sua azione.
    • Indossa dei guanti e lavora in una zona ben ventilata quando maneggi i prodotti chimici.
  5. 5
    Strofina delicatamente la superficie. Usa una spugna morbida o un panno in microfibra per evitare di lasciare segni o strisciate. Ripassa le macchie con movimenti circolari leggeri; al termine, risciacqua via ogni residuo e lascia che la vasca si asciughi completamente.[13]
    • Se necessario, applica ancora un po' di detergente; strofina e ripeti i passaggi descritti in precedenza finché lo smalto non torna pulito.
    • Utilizzando dei prodotti più abrasivi puoi rovinare la finitura smaltata.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Vasca di Ceramica

  1. 1
    Prendi una confezione di detergente abrasivo in polvere. Per eliminare le incrostazioni dalla vasca in ceramica, devi usare qualcosa di più aggressivo. Prendi una polvere come Ajax o Vim le cui piccole particelle sono in grado di penetrare nelle macchie ormai fissate e rimuoverle.[14]
    • I detergenti in polvere contengono delle sostanze chimiche note come tensioattivi che hanno delle leggere proprietà abrasive. Queste caratteristiche rendono i prodotti più efficaci contro i residui induriti e incrostati.[15]
    • Applica il detergente con moderazione. Nella maggioranza dei casi è sufficiente una dose per una pulizia approfondita (leggi sulla confezione la quantità che corrisponde a una dose dello specifico prodotto che hai scelto).[16]
  2. 2
    Considera alcune alternative naturali. Le macchie difficili, come quelle di ruggine e di calcare, possono essere trattate con un composto di acqua ossigenata e cremor tartaro. Mescola i due ingredienti finché non assumono la consistenza di una glassa per torte e spalmali direttamente sulle macchie. Dopo 10 minuti, strofina la superficie con una spazzola di nylon o una pietra pomice finché tutte le tracce di sporcizia non sono scomparse.[17]
    • Le miscele casalinghe, come quella appena descritta, sono le preferite dalle persone che sono consapevoli degli effetti dei prodotti chimici sulla Terra e sull'ambiente.
    • L'acqua ossigenata aiuta a trattare le macchie causate dall'invecchiamento e sbianca la finitura della vasca.[18]
  3. 3
    Diffondi il detergente in polvere sulla zona da trattare. Nella maggioranza dei casi è sufficiente una piccola dose; la polvere da sola non aderisce alla ceramica, ma quando viene mescolata con un liquido forma un impasto spalmabile.[19]
    • Ricorda di coprire accuratamente il fondo della vasca su cui si accumula la muffa, la quale potrebbe esporti al rischio di scivolare.
  4. 4
    Versa acqua a sufficienza per creare un impasto. Spruzza quella purificata o di rubinetto sul detergente; grazie a un po' di umidità la polvere assume una consistenza densa e schiumosa. Strofinala sulle zone sporche e concedile almeno mezz'ora per agire.[20]
    • Puoi anche bagnare una spugna pulita o un panno da utilizzare in seguito per strofinare il prodotto finché non si addensa.[21]
    • Fai attenzione a non esagerare con l'acqua; se è troppo diluito, il detergente non è efficace.
  5. 5
    Strofina le macchie con uno spazzolino robusto. La ceramica è un materiale duro, resistente e puoi strofinarla in sicurezza con un oggetto abrasivo senza timore di graffiarla. Per ottenere i migliori risultati, opta per una spazzola a setole rigide o la pietra pomice; tratta la zona finché il colore scuro non è completamente sparito, risciacqua poi la superficie e lascia che si asciughi prima di riutilizzare la vasca.[22]
    • Se non hai una spazzola per la vasca, puoi utilizzare il lato verde e abrasivo di una spugnetta per i piatti.
    • Non scegliere mai la paglietta di lana d'acciaio o altri oggetti simili per strofinare la vasca di ceramica; sebbene sia un materiale molto resistente ai graffi, si può comunque danneggiare a causa delle pagliette.[23]
    Pubblicità

Consigli

  • Impegnati per pulire regolarmente la vasca da bagno (in teoria ogni due settimane circa); in questo modo, non devi dedicare troppo tempo a una pulizia approfondita in seguito.
  • Scegli sempre un detergente sicuro per il materiale di cui è composta la vasca.
  • Gli shampoo normali sono utili per eliminare le macchie leggere, dato che sono formulati per sciogliere lo sporco e il sebo.
  • Lascia la porta aperta mentre lavori, per permettere all'aria fresca di circolare nel bagno.
  • Tieni una scorta dei prodotti di pulizia in bagno o in una stanza attigua per averli sempre a portata di mano.
  • Acquista una spazzola a manico lungo per evitare di sforzarti per inginocchiarti o chinarti durante le pulizie.

Pubblicità

Avvertenze

  • I prodotti chimici aggressivi possono lasciare delle macchie sui materiali sintetici come l'acrilico; dato che queste macchie cambiano il colore della finitura, sono praticamente impossibili da eliminare.
  • Non mescolare diversi detergenti chimici, come l'ammoniaca e la candeggina; questa miscela rilascia vapori caustici pericolosi per inalazione o per contatto con la pelle.
  • Prova lo smacchiatore su una zona nascosta e piccola della superficie prima di distribuirlo su tutta la vasca, in modo da assicurarti di non rovinare la finitura.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Rimuovere Macchie di Grasso o di Olio dai Vestiti

Come

Togliere lo Smalto dai Tessuti

Come

Eliminare le Macchie Secche di Sangue dai Tessuti

Come

Rimuovere la Resina dai Vestiti

Come

Togliere il Sangue dalle Lenzuola

Come

Rimuovere la Vernice dai Tessuti

Come

Eliminare le Macchie dal Legno

Come

Cancellare l'Inchiostro di un Pennarello Indelebile

Come

Rimuovere la Salsa di Pomodoro dai Tessuti

Come

Eliminare il Pennarello Indelebile da una Superficie Liscia

Come

Rimuovere l'Inchiostro dai Vestiti

Come

Rimuovere l'Olio da un Vialetto

Come

Rimuovere le Macchie di Inchiostro dalla Pelle

Come

Rimuovere le Macchie di Urina da un Materasso
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 56 178 volte
Questa pagina è stata letta 56 178 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità