Le pellicine sono fastidiosi lembi di pelle che si sviluppano quando un pezzetto di epidermide si stacca da una cuticola o da un'unghia. Sono di piccole dimensioni, ma possono essere piuttosto dolorose quando rimangono impigliate nei vestiti o tra i capelli. Oltre a questo, esiste anche la possibilità che si infettino, quindi è importante prendersene cura e rimuoverle correttamente, in modo da evitare tagli profondi, cicatrizzazione, gonfiore e infezioni.

Parte 1 di 2:
Riparare le Pellicine

  1. 1
    Immergi le dita nell'acqua tiepida per 5-10 minuti. Aiuterà ad ammorbidire la pelle e le unghie, quindi sarà più facile tagliare le pellicine.
    • Puoi anche versare alcune gocce di olio di vitamina E o di oliva per rendere più idratante questo trattamento.
  2. 2
    Taglia le pellicine. Utilizza forbici per cuticole pulite e affilate. Prova a tagliare il più vicino possibile alla base della pellicina [1] . In questo modo, sarà meno probabile che si impiglino nei vestiti e in altre cose.
    • Non strappare la pellicina. Questo causerebbe una rottura disomogenea a livello cutaneo, irritando ulteriormente la zona e potenzialmente facendola sanguinare.
    • Non tagliare più pelle o unghia del necessario. Questo può causare un taglio profondo che potrebbe sanguinare e infettarsi.
  3. 3
    Applica una pomata antibatterica. Ti aiuterà a eliminare e tenere a debita distanza i batteri dalla zona della pellicina – inoltre favorirà la guarigione. Te ne serve solo una piccola quantità per coprire l'intera area.
    • Se la pellicina era profonda, puoi mettere un cerotto sulla zona per evitare che si infetti [2] .
  4. 4
    Idrata la zona della pellicina. Se era piccola e poco profonda, massaggia dell'olio di vitamina E sull'area interessata; la pelle lo assorbirà molto velocemente. Questo favorirà il processo di guarigione, inoltre eviterà che le cuticole diventino secche e fragili, due fattori che possono causare la comparsa del problema [3] .
    • Applica l'olio 2-3 volte al giorno, specialmente dopo avere lavato le mani.
    • Puoi usare altri prodotti idratanti, come vaselina, miele, olio d'oliva o di cocco, per combattere le pellicine. Manterranno anche le mani morbide e idratate.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Prevenire le Pellicine

  1. 1
    Mantieni idratato il letto ungueale. La secchezza è la causa principale delle pellicine, quindi è molto importante mantenere le mani idratate applicando lozioni profondamente nutrienti e/o oli.
    • Quando le mani devono entrare a contatto con detersivo o acqua, cerca di indossare dei guanti di gomma. Questa precauzione aggiuntiva le proteggerà dalla secchezza [4] .
  2. 2
    Elimina le pellicine quando sono corte. Invece di stuzzicarle o strapparle, tagliale il prima possibile con un buon paio di forbici per unghie o un tagliacuticole. In questo modo, non si impiglieranno tra i vestiti e non si allungheranno, diminuendo dunque il rischio di farti male [5] .
    • Se ti accorgi che la pelle intorno alla pellicina si è arrossata, gonfiata o riempita di pus, probabilmente hai un'infezione. In caso di paronichia batterica (infezione della pelle che circonda le unghie), puoi iniziare a trattarla in casa immergendo il dito interessato nell'acqua calda 2-3 volte al giorno. Se dopo qualche giorno non noti miglioramenti, oppure l'infezione è peggiorata, vai dal tuo medico: potresti avere bisogno di antibiotici su prescrizione [6] .
  3. 3
    Evita di mangiarti o stuzzicarti le unghie. Questa brutta abitudine danneggia le unghie e la pelle circostante: ciò aumenta il rischio di avere delle pellicine [7] .
    • Inoltre, portando le dita nella zona della bocca, le probabilità che si infetti l'area intorno alla pellicina sono superiori a causa dei batteri presenti nella cavità orale.
  4. 4
    Taglia regolarmente le unghie con il tagliaunghie. Non farle diventare troppo lunghe, così preverrai lo sviluppo di pellicine. Inoltre, utilizza un bastoncino in legno d'arancio per spingere indietro le cuticole dolcemente ed evitare che crescano sull'unghia.
    • Un bastoncino in legno d'arancio è uno strumento sottile apposito per la manicure. Ha un bordo angolato che viene utilizzato per spingere indietro le cuticole; l'altra estremità è appuntita e viene usata per pulire la zona sottostante delle unghie.
    • Cerca di tagliare le unghie dopo averle ammorbidite con dell'acqua tiepida. Questo faciliterà parecchio la procedura.
    • Una manicure regolare può aiutare ad avere unghie sane, mantenendo sotto controllo la crescita.
  5. 5
    Evita i solventi per unghie a base di acetone. È una sostanza molto efficace per rimuovere lo smalto, ma secca anche mani e unghie. Dal momento che le pellicine si formano quando la pelle e le unghie sono secche, non usare prodotti che inaridiscono le mani [8] .
    • Potresti usare solventi meno aggressivi, come acetato di etile, alcol isopropilico o carbonato di propilene, per rimuovere lo smalto. Puoi inoltre provare solventi contenenti ingredienti idratanti, come glicerina, pantenolo e soia [9] .
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Avere delle Belle Unghie

Come

Far Crescere le Unghie

Come

Smettere di Mangiare le Unghie

Come

Mettersi lo Smalto sulle Unghie

Come

Rinforzare le Unghie

Come

Avere un Arco Mandibolare Definito

Come

Eliminare le Macchie di Nicotina dalle Dita

Come

Ridurre il Gonfiore e l'Arrossamento dei Brufoli

Come

Trattare i Brufoli nelle Orecchie

Come

Eseguire una Pulizia del Viso con il Vapore

Come

Schiacciare un Brufolo

Come

Eliminare le Rughe sulla Fronte

Come

Usare un Derma Roller

Come

Sbarazzarsi un Brufolo Schiacciato in una Notte
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 36 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 71 767 volte
Categorie: Cura della Pelle
Questa pagina è stata letta 71 767 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità