Sei spaventato o ti vergogni di un'alterazione che si sta verificando ai tuoi organi genitali? Sei preoccupato per la tua salute sessuale? Non temere! Gli accertamenti per le malattie sessualmente trasmissibili (MST) sono rapidi, semplici e molto diffusi. Sebbene non tutte le alterazioni genitali siano causate dalle malattie veneree, sapere come eseguire i test può rasserenarti e, se necessario, aiutarti a sottoporti ai trattamenti appropriati quanto prima possibile.

Parte 1 di 3:
Sottoporsi al Test

  1. 1
    Fissa un appuntamento dal medico di famiglia. Una delle prime cose da fare per trovare le cure adeguate è proprio quella di sottoporti una visita di controllo; il dottore sarà più che disposto ad aiutarti per eseguire gli accertamenti necessari. La classe medica non deve permettersi di giudicarti o deriderti per il problema che ti sta affliggendo. Se hai più di 14 anni,[1] è sicuramente anche disponibile ad aiutarti a superare la malattia senza informare i genitori del reale motivo della tua visita, sebbene questo aspetto dipenda anche dalla località in cui vivi e dalla normativa vigente.[2]
    • Si tratta di un argomento difficile da discutere con altre persone; fortunatamente, non devi dare particolari dettagli al telefono. Se l'operatore telefonico ti pone domande, puoi semplicemente dire che non ti senti bene e che vuoi eseguire una normale visita di controllo, dopodiché, una volta che ti trovi nell'ambulatorio del medico, puoi spiegargli la situazione.
    • Se temi che i genitori possano avere una reazione negativa, puoi dire anche a loro la stessa scusa.
  2. 2
    Approfitta dell'opportunità di parlare con il medico. Non temere di confidarti circa le motivazioni che ti hanno portato a farti visitare; d'altro canto, il suo lavoro è proprio quello di aiutarti e vorrà ottenere i risultati degli esami il prima possibile. Se hai contratto una MST, ti aiuterà a sbarazzartene; ricordati che si preoccupa della tua salute per professione e non deve esserci alcun argomento per il quale devi sentirti a disagio.
    • Se necessario, sarà ben felice di raccomandarti a qualche altra persona che si occupa della questione. Per esempio, potrebbe darti dei riferimenti di agenzie che forniscono preservativi e pillole contraccettive a prezzi economici o anche gratuitamente.
  3. 3
    In alternativa, puoi andare al consultorio. Se sei preoccupato di doverti pagare una visita privata o di riuscire a tenere segreto il problema, puoi recarti presso un consultorio pubblico, presente in tutte le ASL italiane, dove puoi sottoporti agli esami a prezzi economici o spesso anche gratuitamente.[3] Inoltre, quasi sempre in questi centri possono fornirti anche preservativi o pillole anticoncezionali.
    • Se non conosci un centro vicino a casa tua, puoi consultare in modo molto semplice questo sito e trovare la sede più comoda per te. Nel sito trovi anche i numeri di telefono delle varie sedi e puoi chiamare per fissare un appuntamento o semplicemente per chiedere maggiori informazioni in merito agli esami da eseguire.[4]
  4. 4
    Rivolgiti alla clinica scolastica. Molte scuole superiori (ma non tutte) mettono un'infermeria a disposizione degli studenti, a cui puoi rivolgerti quasi sempre in maniera del tutto discreta e anonima per eseguire degli esami per le MST e prevenire possibili gravidanze indesiderate. A volte il costo del trattamento può essere compreso nelle tasse scolastiche; rivolgiti quindi all'infermiere per avere più informazioni.
    • Tieni tuttavia presente che alcuni istituti scolastici (soprattutto quelli di carattere religioso) potrebbero non offrire tale servizio.
  5. 5
    Rivolgiti al telefono verde per l'HIV e le malattie sessualmente trasmissibili. Se stai cercando delle informazioni su dove e come sottoporti ai test, puoi chiamare il numero verde 800-861061 da tutta Italia; il servizio dispone di 6 linee telefoniche, attive dal lunedì al venerdì, dalle 13.00 alle 18.00; puoi avere informazioni affidabili e tempestive circa il disturbo di cui soffri.[5]
    • Segui attentamente le indicazioni del centralino per localizzare la clinica più vicina a te e digita i numeri che ti vengono proposti.
  6. 6
    Assicurati in maniera scrupolosa che le informazioni che fornisci vengano gestite con la massima privacy. La maggior parte dei consigli riportati in questa fase della telefonata è di carattere confidenziale; questo significa che i tuoi genitori non devono sapere dove eseguirai i test. Tuttavia, non è sempre l'opzione standard, quindi devi parlare con il personale del centro presso cui ti rivolgi per definire come procedere in maniera sicura per te. Ecco alcune domande che potresti porre:[6]
    • Mi chiamerete a casa o invierete una lettera per comunicare gli esiti degli esami?
    • Invierete una fattura a casa?
    • Mi spedirete qualche altra comunicazione?
    • Il test risulterà visibile nella fattura dell'assicurazione sanitaria privata della mia famiglia? (se ne è stata stipulata una).
  7. 7
    Valuta di eseguire un test a casa. Da qualche anno vengono resi disponibili alcuni test casalinghi per le MST più diffuse (come HIV, clamidia e gonorrea) e si sono dimostrati test comuni e affidabili. Solitamente è necessario prelevare un campione di urina o qualche tampone in determinate parti del corpo, che deve poi essere inviato presso un laboratorio di analisi. Puoi facilmente trovare questo kit presso le farmacie a prezzi abbastanza economici.
    • Tieni presente che ci sono alcune prove a dimostrazione del fatto che i test casalinghi tendono a dare più "falsi positivi" rispetto agli esami presso le cliniche.[7] Questo significa che se fai il test a casa dal cui esito si evince che hai contratto una malattia venerea, devi comunque eseguire altri accertamenti presso un ospedale o un consultorio per averne la certezza; ci sono infatti alcune possibilità che il test casalingo non sia accurato.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Sapere Quando Fare l'Esame

  1. 1
    Sottoponiti ai test se noti cambiamenti agli organi genitali. Esistono varie ragioni per cui una persona vuole eseguire un test, ma quello più urgente è la presenza di cambiamenti nell'aspetto o nella sensazione degli organi genitali. In linea generale, qualsiasi cosa "fuori dall'ordinario" potrebbe significare una MST, sebbene possano esserci anche molte spiegazioni diverse. Ogni malattia sessualmente trasmissibile ha il proprio periodo di incubazione, ossia il periodo di latenza che dovresti attendere dopo l'esposizione all'agente patogeno e prima di eseguire il test; questo periodo può variare da un giorno fino a tre mesi, a seconda della malattia specifica. Tra i segni a cui devi prestare maggiore attenzione e che devono spingerti a fare maggiori controlli ci sono:
    • Disagio durante la minzione.
    • Insoliti bozzi o piaghe.
    • Prurito o irritazione persistenti.
    • Insolite secrezioni o cattivo odore.
    • Tuttavia, ricorda che tutti questi sintomi non sono causati solo dalle MST; per esempio, alcune ragazze tendono a confondere il dolore e le secrezioni dovute a un'infezione micotica con una malattia venerea.
  2. 2
    Esegui gli esami se non conosci bene la storia sessuale pregressa del tuo partner (o di te stesso). Devi tenere presente che quando hai un rapporto sessuale con una persona, quella stessa persona ha avuto a sua volta rapporti con altri. Se dopo essersi sottoposto ai test per le MST il tuo partner ha avuto incontri intimi con altra gente, devi invitarlo a eseguire ulteriori accertamenti prima di un atto sessuale con te. È possibile contrarre la malattia anche senza esserne consapevole, dato che i sintomi impiegano molto tempo prima di rivelarsi.
    • Al contrario, se hai avuto tu dei rapporti sessuali ma nel frattempo non ti sei sottoposto ai test, dovresti eseguirli prima di iniziare una relazione intima con un nuovo partner.
  3. 3
    Sappi quando fare il test per la clamidia o la gonorrea. I medici consigliano di eseguire esami differenti per le varie malattie veneree; per esempio, le due più comuni (gonorrea e clamidia appunto) prevedono di eseguire un test una volta all'anno se soddisfi questi requisiti:[8]
    • Sei una donna sessualmente attiva e hai meno di 25 anni.
    • Sei una donna di oltre 25 anni ma sei a rischio di contrarre le MST; per esempio, hai più partner o non conosci la storia sessuale del tuo ultimo partner.
    • Sei un uomo e hai rapporti con altri uomini.
    • Hai contratto l'HIV.
    • Sei stato costretto a rapporti o prestazioni sessuali contro la tua volontà.
  4. 4
    Sappi quando sottoporti agli accertamenti per HIV, sifilide ed epatite C. In questi casi è consigliato eseguire i test con una frequenza minore o solo quando si presentano determinate situazioni. Per esempio, dovresti indagare maggiormente su queste tre patologie solo se soddisfi le seguenti condizioni:[9]
    • Sei risultato positivo a diverse MST.
    • Hai avuto più di un partner dall'ultima volta che hai fatto il test.
    • Assumi droghe per via endovenosa (con l'ago).
    • Sei un uomo e hai rapporti sessuali con altri uomini.
    • Sei incinta o vuoi che succeda presto.
    • Sei stato costretto a rapporti o prestazioni sessuali contro la tua volontà.
  5. 5
    Tieni presente che per alcune MST non esistono esami. Sfortunatamente, alcuni test non permettono di diagnosticare determinate malattie veneree in modo assolutamente certo; esistono molti esami a disposizione, ma non sempre sono del tutto accurati ed è possibile che si verifichino dei falsi positivi o negativi. In questi casi, il medico deve formulare una diagnosi esaminando personalmente i sintomi.
    • L'herpes è una MST piuttosto diffusa che non prevede un test definitivo; può essere diagnosticato prelevando del tessuto dalla piaga genitale o attraverso un esame del sangue, ma nessuno di questi è del tutto efficace.
    • Non esiste un test per l'HPV (virus del papilloma umano) per gli uomini e nel loro caso la diagnosi può essere formulata solo attraverso un'osservazione delle vesciche.
    • Diversamente, è possibile eseguire il Pap test sulle donne per verificare la presenza dell'HPV (consigliato ogni tre anni nella fascia d'età tra i 21 e i 65 anni).
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Cosa Fare in Caso di Risultato Positivo

  1. 1
    Prenditi il tempo che vuoi per gestire l'aspetto emotivo del problema. Ricevere un esito positivo per una MST può mettere in subbuglio le tue emozioni; potresti sentirti imbarazzato, frustrato, triste o anche provare vergogna e non sapere come affrontare la situazione. Sappi tuttavia che sono timori o sensazioni del tutto normali, concediti quindi il tempo per superare queste emozioni. Non devi sentirti male per il fatto di avere una malattia venerea; ora sei sicuramente in una situazione migliore di prima, dato che ne sei informato e puoi quindi procedere con il giusto trattamento.
    • Ricorda che non sei il solo a ricevere una diagnosi positiva: le MST sono estremamente diffuse. Per esempio, nei soli Stati Uniti la maggior parte di uomini e donne sessualmente attivi hanno avuto almeno un episodio di HPV durante la vita.[10]
  2. 2
    Condividi l'esito con il tuo partner. Se hai contratto una MST, hai la responsabilità di informare la persona con cui hai avuto rapporti sessuali durante la malattia. Può essere comprensibilmente un argomento delicato e difficile da affrontare, ma è necessario; comunicandogli il problema gli offri la possibilità di sottoporsi a sua volta agli esami in modo che, se contagiato, possa iniziare a curarsi quanto prima possibile. Se risulti positivo a una malattia grave, come l'HIV, informarne tutti i partner che hai avuto in passato può essere una questione di importanza vitale.
  3. 3
    Inizia la terapia consigliata dal medico. Rivolgiti al dottore e discuti gli esiti del test; solitamente puoi parlargli quando ricevi il referto, dato che è accompagnato dalle istruzioni per fissare un appuntamento successivo. Prima inizi le cure, migliore può essere il processo di guarigione.
    • Alcune MST causate da batteri, lieviti e parassiti prevedono delle "cure" che consistono in farmaci che debellano la malattia per sempre; per esempio, la gonorrea viene in genere trattata con gli antibiotici.
    • Tuttavia, per quelle causate da virus non esistono cure vere e proprie; in alcuni casi è necessario aspettare che il corpo combatta il virus spontaneamente. In altri, invece, il virus rimane nell'organismo per tutta la vita e i trattamenti permettono solo di far scomparire o ridurre i sintomi e di limitare il rischio di diffusione.[11]
  4. 4
    Previeni la diffusione della MST, se ne hai contratta una. In questo caso, ricorda che hai la responsabilità di informare ogni partner sessuale prima di avere rapporti con lui, sebbene esistano alcuni tipi di protezione che aiutano a impedire il contagio durante il sesso.
    • Quello più semplice e ampiamente diffuso è l'uso del preservativo. Sia quello maschile sia quello femminile riducono notevolmente le probabilità di trasmettere una malattia venerea al partner; tuttavia, il profilattico non copre completamente l'area infetta e quindi anche questo metodo non è efficace al 100%. In ogni caso, è importante che entrambi prendiate una decisione informata prima di un incontro intimo.[12]
    • Leggi questo articolo per avere maggiori informazioni.
    Pubblicità

Consigli

  • Le malattie sessualmente trasmissibili vengono a volte definite dai professionisti della salute "infezioni sessualmente trasmissibili", o IST.
  • Non è affatto insolito che una MST non generi alcun sintomo; ricorda che il solo modo per sapere con certezza se hai contratto una malattia venerea è quello di sottoporti ai test.
  • Un ente gratuito e che non esprime giudizi in merito alle abitudini sessuali delle persone è il consultorio; puoi ottenere l'aiuto che cerchi rivolgendoti a quello più vicino a casa tua.

Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Liberarsi Velocemente delle Emorroidi

Come

Liberarsi di un'Unghia Incarnita

Come

Trattare una Cisti Sebacea infetta

Come

Far Scrocchiare la Parte Bassa della Schiena

Come

Capire Se Hai un'Intolleranza all'Alcool

Come

Controllare i Linfonodi

Come

Rimuovere una Cisti Sebacea

Come

Alleviare il Dolore delle Unghie Incarnite del Piede

Come

Riconoscere i Sintomi dell'HIV

Come

Trattenere la Pipì

Come

Migliorare la Postura

Come

Trattare uno Strappo Inguinale

Come

Capire se Hai una Neuropatia ai Piedi

Come

Trattare le Scottature alla Bocca
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 9 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 6 836 volte
Questa pagina è stata letta 6 836 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità