Come Eseguire il Tar di una Directory

Il metodo più semplice e impiegato comunemente per gestire grandi insiemi di file sui sistemi Linux consiste nell'utilizzare il comando tar. Quando si esegue il comando "tar" su una directory tutti gli elementi contenuti in quest'ultima vengono raggruppati in un singolo archivio. Il file ottenuto con il comando "tar" può poi essere facilmente spostato o archiviato. In alternativa può anche essere compresso per ridurre lo spazio che occupa su disco.

Passaggi

  1. 1
    Comprendi come funziona il formato "TAR". Sui sistemi Linux, l'archiviazione di file multipli si esegue mediante l'utilizzo del comando tar. Quest'ultimo crea un singolo archivio composto da più file permettendone poi il facile trasferimento su un altro sistema oppure la compressione e il salvataggio su nastro o su un altro dispositivo di archiviazione. Il file risultante avrà l'estensione .tar e spesso, in gergo tecnico, si fa riferimento a questo tipo di file con il termine tarball.
    • È bene ricordare che il comando tar crea semplicemente un archivio composto da tutti gli elementi presenti in un determinato percorso senza eseguire alcun tipo di compressione. Questo significa che la dimensione del file risultante sarà uguale alla somma delle dimensioni dei file originali. È comunque possibile comprimere un file .tar utilizzando il comando gzip o bzip2, ottenendo un archivio con l'estensione .tar.gz o .tar.bz2. Questo passaggio verrà spiegato alla fine dell'articolo.[1]
  2. 2
    Crea un file TAR partendo da una singola directory. Quando si crea un "tarball" di una cartella il comando "tar" da usare è composto da diverse parti. Di seguito viene fornito un esempio dell'utilizzo del comando tar:[2]
    tar -cvf nome_file_TAR.tar /percorso/della/directory
    
    • tar - esegue il programma di archiviazione "tar".
    • c - questo parametro indica al programma di "Creare" un file ".tar" e dovrebbe essere sempre il primo parametro del comando completo.
    • v - questo parametro indica che il processo di creazione visualizzerà a video l'elenco completo di tutti i file che vengono aggiunti al file TAR durante la creazione. Si tratta di un parametro opzionale, che spesso non viene utilizzato dato che produrrebbe un output a video lungo e inutile.
    • f - questo parametro indica che la prossima parte del comando "tar" fa riferimento al nome che dovrà assumere l'archivio TAR finale. Normalmente viene sempre indicato come ultimo parametro della lista completa dei parametri del comando.
    • nome_file_TAR.tar - si tratta del nome che verrà assegnato al file TAR risultante. Puoi utilizzare il nome che preferisci. La cosa importante è includere l'estensione .tar alla fine del nome. Se hai l'esigenza di creare il file TAR in una cartella diversa da quella in cui stai lavorando, puoi specificare il percorso di destinazione insieme al nome del file TAR.
    • /percorso/della/directory - si tratta del percorso dove è memorizzata la directory sorgente che verrà utilizzata per creare il file TAR finale. Il percorso è relativo alla cartella di lavoro associata al tuo account utente. Per esempio se il percorso completo della directory è ~/home/nome_utente/Immagini e attualmente ti trovi nella cartella /home, dovrai usare il seguente percorso /nome_utente/Immagini. Ricorda che all'interno del file TAR finale verranno incluse anche tutte le sottocartelle presenti nella directory sorgente.
  3. 3
    Crea un file TAR che includa più directory. Farlo è molto semplice, basta infatti inserire alla fine del comando tutti i percorsi delle cartelle sorgenti da includere. Ecco un esempio di comando tar che crea un archivio TAR partendo da directory multiple:
    tar -cvf nome_file_TAR.tar /etc/directory1 /var/www/directory2
    
  4. 4
    Aggiungi un file o una cartella (o più elementi) a un archivio TAR già esistente. Per aggiungere un nuovo file o una nuova directory a un file TAR esistente, occorre utilizzare il parametro "append":[3]
    tar -rvf nome_file_TAR.tar file.txt percorso/altra/directory/sorgente
    
    • r – si tratta del parametro "append". In questo caso va a sostituire il parametro c, dato che il file TAR non va creato perché esiste già.
  5. 5
    Comprimere un file TAR esistente. Per comprimere velocemente un file ".tar" occorre usare il comando "gzip". Se hai la necessità di ottenere un rapporto di compressione più alto (per ridurre ulteriormente le dimensioni del file TAR), puoi usare il comando "bzip2". In quest'ultimo caso il processo di compressione sarà più lungo rispetto a quello relativo al comando "gzip".
    gzip nome_file_TAR.tar
    bzip2 nome_file_TAR.tar
    
    • Il comando gzip crea un file compresso con l'estensione .gz, quindi il nome del file finale sarà nome_file_TAR.tar.gz
    • Il comando bzip2 aggiunge l'estensione .bz2, quindi il nome completo del file compresso sarà nome_file_TAR.tar.bz2
  6. 6
    Comprimi il file TAR direttamente durante il processo di creazione. Per comprimere un file TAR esistente è possibile utilizzare i comandi descritti nel passaggio precedente, ma per creare un file TAR già compresso occorre utilizzare i parametri appropriati:[4]
    tar -czvf nome_file_TAR.tar.gz /percorso/della/directory
    tar -cjvf nome_file_TAR.tar.bz2 /percorso/della/directory
    
    • z - questo parametro indica al programma che il file TAR che verrà generato dovrà essere compresso con il comando "gzip". In questo caso occorre inserire manualmente l'estensione .gz alla fine del nome del file.
    • j - questo parametro indica al programma che il file TAR che verrà generato dovrà essere compresso con il comando "bzip2". In questo caso occorre inserire manualmente l'estensione .bz2 alla fine del nome del file.[5]

Consigli

  • Per poter visualizzare l'elenco completo di tutti i parametri del comando "Tar" basta eseguire il seguente comando "tar -help".

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Linux

In altre lingue:

English: Tar a Directory, Português: Criar um Arquivo Tar, Español: usar Tar con un directorio, Русский: заархивировать папку в Linux, Deutsch: Mit TAR ein Verzeichnis packen, Français: archiver un répertoire avec la commande « tar », Bahasa Indonesia: Mengompresi Direktori dengan Tar

Questa pagina è stata letta 466 volte.

Hai trovato utile questo articolo?