Come Eseguire la Respirazione Artificiale su un Bambino

Scritto in collaborazione con: Laura Marusinec, MD

In questo Articolo:Stabilire che cosa è NecessarioEseguire la Respirazione Artificiale su un Bambino con Battito Cardiaco12 Riferimenti

Se un bambino è incosciente e non respira, è estremamente importante fornire assistenza immediata. Se il cervello non riceve abbastanza ossigeno, possono verificarsi dei danni in soli quattro minuti e il bimbo può morire entro 4-6 minuti. La rianimazione cardiopolmonare, o RCP, è una procedura che aiuta il bambino a respirare e prevede le compressioni toraciche per permettere il battito cardiaco fino all'arrivo dei soccorsi. Se il bambino ha polso, devi eseguire solo la respirazione artificiale. Non devi mai eseguire il massaggio cardiaco sui bimbi con più di un anno di età e che hanno un battito cardiaco regolare.[1] È necessario invece eseguirlo sui neonati che hanno polso, ma con una frequenza cardiaca troppo bassa.

Parte 1
Stabilire che cosa è Necessario

  1. 1
    Esamina la situazione. Questa è una fase essenziale per stabilire il tipo di assistenza da prestare al bambino e se puoi procedere in sicurezza. Dovresti:[2][3]
    • Controllare la zona circostante e verificare che sia sicura per eseguire la respirazione artificiale. Accertati che non vi troviate entrambi in pericolo, per esempio che possiate essere investiti da un'auto o che entriate in contatto con cavi elettrici.
    • Controllare il bambino. Toccalo delicatamente e chiedigli ad alta voce se sta bene. Non devi scuoterlo o muoverlo, perché potrebbe avere delle lesioni alla colonna vertebrale e il tuo gesto potrebbe peggiorare la situazione.
    • Se il bambino non risponde, rivolgiti a un passante e chiedigli di chiamare i soccorsi. Se si avvicinano delle persone per guardare, rivolgiti a un soggetto specifico e chiedigli di chiamare l'ambulanza. Se invece sei solo, metti in atto la respirazione artificiale per due minuti e poi chiama il 118.
  2. 2
    Stabilisci le necessità del bambino. A questo punto è di estrema importanza verificare se la vittima respira e se percepisci il battito cardiaco:[4][5]
    • Controlla il respiro. Chinati sul bambino e metti l'orecchio vicino al naso e alla bocca. Guarda se il suo petto si muove al ritmo dei respiri, ascoltane il suono e presta attenzione se senti il suo alito sulla guancia. Non perdere più di 10 secondi per questa verifica.
    • Percepisci il battito cardiaco. Premi il dito indice e medio su un lato del suo collo, sotto la mandibola.
  3. 3
    Posiziona il bimbo per eseguire la RCP. È fondamentale che questo passaggio venga svolto con molta cautela, soprattutto se ci sono delle possibilità che il bimbo abbia subito qualche lesione alla colonna vertebrale. Evita di ruotargli il collo o il corpo e fagli assumere una posizione sdraiata supina.
    • Se necessario, chiedi a qualcuno di aiutarti per far rotolare leggermente il corpo del bimbo e metterlo sdraiato. Coordinate i movimenti in modo da non torcere la spina dorsale durante l'azione.

Parte 2
Eseguire la Respirazione Artificiale su un Bambino con Battito Cardiaco

  1. 1
    Posizionagli la testa per eseguire la procedura. Deve essere dritta e non inclinata sui lati. Metti in pratica le istruzioni descritte di seguito per aprirgli le vie aeree ed eseguire la respirazione artificiale nel modo più efficace possibile:[6][7]
    • Metti una mano sotto il suo mento e l'altra sopra la testa. Inclinagli delicatamente la testa indietro e sollevagli un po' il mento.
    • Usa il pollice e l'indice per chiudergli il naso. Se il bimbo ha meno di un anno, non è necessaria questa manovra, perché dovrai soffiare nel naso e nella bocca simultaneamente.
    • Non muovergli la testa più del necessario, se temi che abbia subito lesioni alla colonna vertebrale.
  2. 2
    Esegui la respirazione artificiale. Inspira e appoggia le tue labbra su quelle del bimbo, in modo che si sigillino in modo ermetico. Se ha meno di un anno, devi coprire sia la bocca sia il naso con la tua bocca. Espira in maniera delicata e costante all'interno della sua bocca per circa un secondo o un secondo e mezzo, prestando attenzione che il suo petto si sollevi.[8][9]
    • Dopo avergli soffiato nella bocca, ruota la tua testa e osserva se il suo petto si abbassa come durante la normale espirazione. Questo dettaglio ti permette di capire che la tua azione è stata efficace e che le vie aeree non sono ostruite.
    • Se hai una mascherina con una valvola di ritegno, indossala mentre esegui la respirazione artificiale. In questo modo ti proteggi dalle potenziali infezioni del bambino.
  3. 3
    Libera le vie aeree, se necessario. Se sono ostruite, dovresti notare che il tuo soffio non riesce a gonfiare i polmoni della piccola vittima. Potresti anche renderti conto che l'aria ritorna sul tuo viso, anziché entrare nel petto del bimbo. Se ciò si verifica, devi controllare che le vie aeree siano pervie.[10][11]
    • Apri la bocca del piccolo. Guarda al suo interno per cercare piccoli pezzetti di cibo o altri elementi che possano aver causato il soffocamento. Se li trovi, rimuovili.
    • Non infilare le dita o un altro oggetto in profondità nella gola del bambino, altrimenti corri il rischio di spingere il corpo estraneo ancora più a fondo.
    • Se non vedi alcun oggetto, rimetti la testa del bimbo nella posizione corretta e prova ancora a praticare la respirazione artificiale. Se non riesci a portare aria nei suoi polmoni, valuta di mettere in atto delle manovre contro un possibile soffocamento o per estrarre un corpo estraneo.
  4. 4
    Continua nella tua azione. Non interrompere la respirazione artificiale ed esegui un soffio ogni tre secondi. Controlla il battito cardiaco ogni due minuti mentre metti in atto questa procedura e passa a una rianimazione cardiopolmonare completa, se perdi il polso della piccola vittima. Continua finché non si manifesta uno dei seguenti avvenimenti:[12]
    • Il bimbo comincia a respirare da solo. Puoi accorgerti di questo miglioramento se il piccolo inizia a tossire o muoversi.
    • Arrivano i soccorsi, che a questo punto affronteranno la situazione al posto tuo.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995.

Categorie: Incidenti & Ferite

In altre lingue:

English: Provide Rescue Breathing for a Child, Español: dar respiración boca a boca a un niño, ไทย: ผายปอดให้เด็ก, Tiếng Việt: Giúp Trẻ Bất tỉnh Lấy lại Nhịp thở, العربية: عمل التنفس الاصطناعي للأطفال, Čeština: Jak provádět umělé dýchání u dětí, Bahasa Indonesia: Memberikan Pernapasan Bantuan untuk Anak Anak, Nederlands: Een kind beademen, 中文: 给儿童做人工呼吸, Русский: делать искусственное дыхание ребенку, 한국어: 아이에게 인공호흡 하는 법, Português: Fazer Reanimação Cardiopulmonar em uma Criança

Questa pagina è stata letta 703 volte.
Hai trovato utile questo articolo?