Scarica PDF Scarica PDF

I tackle (placcaggi, contrasti o atterramenti) sicuri ed efficaci sono uno degli elementi più importanti di una buona difesa nel football americano, nel calcio e nelle arti marziali miste. In tutti gli sport, per eseguire un buon tackle servono tecnica corretta e allenamento. Anche un atleta più piccolo, con la tecnica corretta può fermare un avversario molto più grande e forte. Questo articolo ti spiegherà come eseguire un tackle in sicurezza, e in modo efficace in tutti e tre gli sport. Inizia dal passaggio 1 per trovare più informazioni.

Metodo 1 di 3:
Placcare nel Football Americano

  1. 1
    Utilizza la tecnica e la posizione corrette per un placcaggio. Dovresti tenere la testa alta e gli occhi sul portatore di palla in ogni momento quando giochi in difesa. Dovresti tenere i piedi alla larghezza delle spalle, con le ginocchia piegate e le spalle indietro. Idealmente, dovresti tenere la schiena a un angolo i 45° da terra.
    • In alcuni questa posizione viene definita di breakdown. Quando ti alleni, prova a saltare in posizione di breakdown e saltellare con i piedi, spostando rapidamente il peso tra di essi, come se ti trovassi sui carboni ardenti. Rimani leggero e mobile, e sarai sulla buona strada.
  2. 2
    Chiudi la distanza tra te e il portatore di palla. Accelera il più rapidamente possibile verso di lui, poi rallenta quando ti trovi a circa tre metri. Se continuassi a muoverti alla massima velocità, ti troverai fuori posizione e l'avversario ti supererà senza problemi. Quando ti avvicini, rallenta e assumi la posizione di breakdown, sfruttando lo scivolamento laterale per realizzare il placcaggio.
    • Servirà un po' di pratica per capire l'angolo giusto da seguire. Questo dipende dalla distanza tra te e il portatore di palla e la sua velocità. Se il portatore di palla è particolarmente veloce, segui un angolo di inseguimento ampio che ti permetta di rimanere tra lui e la zona di meta.
  3. 3
    Assumi la posizione di breakdown e saltella sui piedi per rimanere mobile. Piega le ginocchia, abbassa le anche e tieni le mani dietro. Mantieni un centro di gravità bilanciato, posizionando i piedi alla larghezza delle spalle. Non rimanere mai fermo sui piedi, continua a muoverti e osserva le mosse dell'avversario.
    • Tieni sempre la testa alta e la schiena dritta. Questa posizione è equilibrata e sicura. In nessun caso dovresti avanzare con la testa bassa, perché esporresti a grossi rischi te stesso e il portatore di palla.
  4. 4
    Osserva le anche. Idealmente, dovresti tenere la testa davanti al corpo del portatore di palla e sulla sua strada. Se il portatore di palla va alla tua sinistra, quando compi il placcaggio dovrebbe trovarsi alla destra della tua testa. Ovviamente sarà il contrario se correrà verso la tua destra. Osserva attentamente le anche dell'avversario per avere un'indicazione sulla direzione che prenderà quando ti avvicini. Un placcaggio corretto farà perdere l'equilibrio all'avversario, riducendo le probabilità che cada in avanti e guadagni una yard in più, un elemento che può fare una grande differenza in caso di terzo down.
  5. 5
    Colpisci l'avversario. Quando il portatore di palla entra nel tuo raggio di azione, spingi con tutta la tua forza sui piedi e usa le gambe per contrastare l'avversario. Porta la spalla anteriore verso le anche del portatore di palla. Continua a spingere e caricare sui piedi fino a portarlo a terra. Alza le ginocchia quando spingi, per completare il placcaggio.
  6. 6
    Completa l'azione. Quando il tuo spallaccio entra in contatto con il portatore di palla, usa le braccia e stringilo intorno alle cosce. Questo ti permetterà non solo di farlo cadere, ma anche di alzare le sue gambe da terra, riducendo le probabilità che il tuo placcaggio sia rotto. Questa tecnica ti permette anche di realizzare "colpi" spettacolari e degni di un replay grazie alla sola tecnica, senza dover colpire con grande forza. Non smettere di spingere finché il portatore di palla non è a terra e senti il fischio dell'arbitro.
  7. 7
    Non preoccuparti di recuperare la palla. I buoni placcaggi derivano dalla tecnica corretta e dal giusto posizionamento dell'impatto. Anche se gli highlight dell'NFL sono pieni di placcaggi aerei e colpi che fanno volare il pallone dalle mani dell'avversario, se ti concentrerai sempre su questo aspetto, finirai per mancare dei placcaggi. Rimani concentrato sull'atterrare il portatore di palla e non sul recupero del pallone.
    • Se stai partecipando a un placcaggio, cerca la palla, prova a mettere una mano su di essa e a strapparla con un movimento verso il basso e l'esterno. Se il tuo compagno di squadra ha chiaramente il placcaggio in mano, puoi aiutare la squadra cercando la palla in quel caso, ma non prima.
    • Non saltare mai per realizzare un placcaggio e non colpire mai con la testa avanti. Si tratta di un movimento illegale ed estremamente pericoloso.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
I Tackle nel Calcio

  1. 1
    Vai a terra solo come ultima risorsa. I tackle in scivolata dovrebbero rappresentare un elemento raro del tuo gioco. Un difensore dovrebbe andare a terra solo quando non ha modo di difendere stando in piedi. Se l'attaccante ti sta superando e non hai il sostegno di un compagno, potrebbe essere corretto andare a terra per cercare di fermare l'avversario in scivolata e dare una possibilità al resto della squadra di recuperare. Una buona scivolata solitamente manda la palla fuori dal campo, ti permette di recuperarne il controllo o allontana in altro modo la minaccia per la difesa.[1]
    • Se commetterai un intervento in scivolata violento rischierai un rosso diretto e l'espulsione, con la possibilità di ricevere giornate di squalifica e punizioni dalla squadra. Usa questo movimento solo se assolutamente necessario.
  2. 2
    Corri in senso parallelo al giocatore in possesso di palla. Il momento migliore per un intervento in scivolata è quando tu e il tuo avversario correte paralleli, verso il pallone, e sai che ne perderai il possesso se non agirai subito. Se non riesci a mettere un piede sulla palla rimanendo in piedi, e stai per perdere terreno, è il momento perfetto per una scivolata.
    • Non compiere mai un intervento in scivolata da dietro. Le scivolate frontali o da dietro sono molto pericolose e la probabilità di commettere fallo è alta. E' possibile eseguire questi movimenti in modo corretto in alcune situazioni, ad esempio se tu e l'avversario siete diretti verso la palla che non è in possesso di nessuno dei due, ma non è consigliato a meno che tu non sia certo di riuscire ad anticipare l'altro giocatore.
  3. 3
    Osserva la palla attentamente e attendi il momento in cui si allontana dal piede. Il momento ideale per una scivolata è subito dopo un tocco di palla da parte del giocatore in possesso, che crea uno spazio tra il pallone e il corpo del giocatore stesso. Questo ti darà spazio di manovra per inserire il tuo piede. Tieni gli occhi sulla palla e non guardare alto durante la scivolata. Lo scopo di una buona scivolata è solo quello di allontanare il pallone.[2]
  4. 4
    Controlla le emozioni. Prima di decidere di andare a terra, controlla il tuo stato d'animo. Non devi entrare in scivolata su un giocatore, ma sul pallone per recuperarlo. Cercare di colpire un giocatore ti farà rischiare un cartellino rosso.
  5. 5
    Scivola nell'intervento e non compierlo saltando. Parti con il tuo piede dominante - quello che usi per calciare - e cerca di uncinare la palla con la gamba, entrando in contatto con essa come prima cosa, e scivolando il più delicatamente possibile a terra, oltre il pallone, tagliando la strada al tuo avversario.
    • Una scivolata corretta è simile a quelle del baseball. Non dovresti saltare in aria e cadere sonoramente sulle anche, o rischierai di farti male. Abbassa la spalla più vicina alla palla e scivola con la gamba distesa.
    • Non rallentare mai prima di andare a terra. Dovresti accelerare prima di entrare in scivolata, per assicurarti che la gamba continui il movimento, allontanando la palla e non si fermi a terra.
  6. 6
    Assicurati di prendere la palla. La legalità di una scivolata è determinata unicamente dal fatto che tu riesca o meno a colpire prima la palla. Se allontanerai la palla, e poi il tuo avversario inciamperà su di te e cadrà a terra, la tua azione sarà legale. Se invece colpirai prima lo stinco dell'avversario e poi allontanerai il pallone, riceverai probabilmente un cartellino giallo, e in alcuni casi una punizione peggiore.
  7. 7
    Proteggiti. Non entrare mai in scivolata se non indossi dei parastinchi adatti. Stai posizionando la tua gamba in modo da far inciampare l'avversario e potenzialmente essere calpestata dai suoi tacchetti, perciò proteggerti è fondamentale. I parastinchi non sono molto comodi, ma se vuoi entrare in scivolata, sono indispensabili.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Atterrare un Avversario nelle Arti Marziali Miste

  1. 1
    Impara quando gli atterramenti sono appropriati in un combattimento. Nelle arti marziali miste, i tackle vengono chiamati generalmente atterramenti e vengono usati per portare al tappeto il tuo avversario e combattere a terra. Sono utili in particolare quando stai affrontando un lottatore il cui punto di forza è il combattimento in piedi, e se tu sei bravo nel wrestling a terra, o se pensi di avere una probabilità maggiore di vincere nella lotta a terra.
  2. 2
    Usa l'atterramento a due gambe contro gli avversari che colpiscono duramente in piedi. L'atterramento più comune dell'MMA è quello a due gambe, nel quale porti la spalla sulle anche dell'avversario, afferrando entrambe le sue gambe dietro le ginocchia e tirandole verso di te. Molti lottatori alzano l'avversario subito dopo averlo scalzato da terra, per rendere l'impatto più potente. Per punti bonus, chi lotta nella gabbia può usare la struttura a suo vantaggio spingendo gli avversari contro di essa.
    • Attendi una raffica di pugni per scattare a terra e scalzare le gambe. Georges St. Pierre è particolarmente abile nell'attendere che il suo avversario abbassi la guardia per colpire ed esporsi a un atterramento.[3]
    • Anche chi pratica lotta libera userà spesso questa mossa, ma in un punto più basso dei lottatori di MMA. Dal punto di vista tecnico, chi pratica lotta libera si inginocchierà molto velocemente, lanciandosi verso gli stinchi dell'avversario per farlo cadere, mentre un lottatore di MMA deve difendersi dai colpi, e per questo è costretto a rimanere più dritto.
    • Nel judo, l'atterramento a due gambe è definito "morote-gare", ed è considerata una manovra legale dai primi anni '80.[4]
  3. 3
    Usa l'atterramento body lock se manchi un pugno. Hai mancato abbondantemente il bersaglio dopo aver tirato un pugno con tutta la tua forza? La buona notizia è che probabilmente ti sei avvicinato abbastanza da poter effettuare una presa al corpo. In una presa al corpo, dovrai avvolgere le tue braccia alla vita dell'avversario, con la testa vicina alla sua. Per portarlo al tappeto, porta la tua gamba dominante dietro quelle dell'avversario e ruota le spalle per girarlo e scalzarlo da terra.
    • Preparati a ricevere una ginocchiata nello stomaco o delle gomitate difensive. Non si tratta della posizione più difensiva, ma se eseguirai questa mossa con sufficiente velocità, può esserti utile per uscire da una situazione difficile, e provocare molti danni.
  4. 4
    Usa il passo di atterramento a mezza guardia. Se il tuo avversario è sulla schiena in mezza guarda, il tackle pass è un modo eccellente per romperla e ritornare in controllo dello scontro. Per eseguire la manovra, dovrai far rotolare il tuo avversario usando il peso delle spalle sulle sue anche, facendo abbastanza pressione per inserire un braccio sotto i suoi fianchi e i glutei. Porta la mano sotto l'avversario e stringila con l'altra, facendo pressione e facendolo rotolare sulla schiena.
  5. 5
    Prova un suplex. Non sono più riservati solo ai wrestler professionisti. Da posizione di clinch o doppio uncino, un suplex può essere un modo eccellente e legale di portare il tuo avversario al tappeto. In un suplex, dovrai stringere il torace dell'avversario, da davanti o dietro, poi farlo ruotare in aria e farlo cadere al tappeto. Naturalmente è una tecnica molto più semplice a dirsi che a farsi, e adatta ad avversari più deboli o piccoli, ma fa parte del repertorio di alcuni lottatori di MMA, come Jon "Bones" Jones.[5]
    • Fai pratica in palestra prima di provare questa mossa. Molta pratica. Se la eseguirai in modo scorretto, il tuo avversario cadrà su di te, e ti troverai con un ragazzo arrabbiato che ti siede sul petto, pronto a mandarti ko.
    Pubblicità

Consigli

  • Il posizionamento corretto è il tuo migliore amico. Colpisci l'avversario nel punto giusto e andrà a terra. Rimani basso e usa movimenti esplosivi per colpire nel modo giusto.
  • Se stai cercando di placcare il quarterback, preparati ad alzare le mani se sta per lanciare.
  • Quando ti avvicini, tieni gli occhi sui numeri del portatore di palla. In questo modo sarà più difficile cadere nelle finte di gambe, braccia o testa.
  • Se puoi, colpisci il quarterback durante il rilascio del pallone, perché anche se non riuscirai a realizzare un sack, potresti forzare un passaggio incompleto, o meglio, un intercetto. Ricorda solo di non colpire in ritardo i quarterback indifesi, perché potresti provocare infortuni e rischierai una penalità per la tua squadra.
  • Quando esegui un placcaggio, porta avanti la spalla, e non la testa. In caso contrario rischierai infortuni e persino il decesso. Ricorda anche di tenere sempre la testa alta e il collo disteso.
  • Se il portatore di palla è vicino alla linea laterale, non sprecare energie cercando di portarlo a terra. Spingilo invece fuori dal campo.
Pubblicità

Avvertenze

  • Non abbassare mai la testa! Tienila sempre alta! Se abbasserai la testa, rischierai di rimanere paralizzato. Potresti anche infortunare l'avversario e ricevere una penalità.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 32 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 5 608 volte
Categorie: Sport di Squadra
Questa pagina è stata letta 5 608 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità