Come Eseguire un Trattamento per la Pediculosi con l'Aceto

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 16 Riferimenti

In questo Articolo:Usare l'Aceto contro i PidocchiUsare Altri Rimedi per i Pidocchi

I pidocchi sono piccoli parassiti che vivono sul cuoio capelluto umano e si nutrono di sangue.[1] Possono camminare ma non possono volare, quindi si diffondono tra le persone solo attraverso un contatto molto ravvicinato. Questo è il motivo per cui i bambini sono gli individui più colpiti: perché tendono a giocare stando molto vicini tra loro. Si stima che nei soli Stati Uniti, ogni anno, vengano infestati dai pidocchi tra i 6 e i 12 milioni di bambini in età scolare.[2] L'aceto è un vecchio rimedio casalingo usato per combattere i pidocchi impedendo alle uova (lendini) di fissarsi sui capelli. Esistono altri trattamenti specifici, sia naturali sia farmaceutici, per uccidere direttamente gli insetti. Il modo migliore per trattare questi fastidiosi parassiti probabilmente consiste nell'usare una combinazione di diverse soluzioni e strategie.

Parte 1
Usare l'Aceto contro i Pidocchi

  1. 1
    Scopri i vantaggi e i limiti dell'uso dell'aceto. Si tratta di un rimedio casalingo piuttosto diffuso per trattare i pidocchi, ma alcune persone pensano erroneamente che sia in grado di uccidere gli insetti adulti e le uova, chiamate lendini. In realtà, l'aceto non uccide direttamente i parassiti, perché non è una sostanza tossica per loro. Tuttavia, può eliminare le uova che si sono attaccate sui capelli, evitando così nuove covate e ulteriori infestazioni.[3] Per entrare più nello specifico, l'acido acetico presente nel prodotto dissolve l'involucro protettivo attorno alle uova impedendo loro di attaccarsi ai capelli.
    • Una volta applicato l'aceto, le lendini cadono direttamente o diventa comunque più facile toglierle dalla testa con un pettine a denti stretti.
    • Sebbene l'aceto non riesca a uccidere gli esemplari adulti, può però uccidere i pidocchi appena nati, chiamati ninfe. Sono necessarie ulteriori ricerche per capire meglio l'impatto dell'aceto o dell'acido acetico su questi parassiti.
  2. 2
    Usa prima un uno shampoo trattato che puoi trovare in farmacia senza bisogno di prescrizione medica. Dal momento che l'aceto non uccide pidocchi e uova, è importante agire sui pidocchi con questo tipo di prodotto prima di tutto. Questo tipo di trattamento è noto anche come "pediculicida".[4] Dopo aver applicato il prodotto, potrai usare l'aceto per rimuovere i pidocchi dai capelli.
    • Usando prima lo shampoo medico ti assicura di uccidere i pidocchi adulti e questo ti permette di ridurre il rischio di infestazione.
  3. 3
    Scegli il tipo di aceto. Tutti i tipi contengono acido acetico, ma in alcune tipologie o marche l'ingrediente principale è più concentrato. In linea generale, dovresti procurarti un prodotto che abbia circa il 5% di acido acetico – questo è un quantitativo sufficiente per sciogliere la pellicola che ricopre le lendini, ma non abbastanza da irritare la pelle della maggior parte delle persone.[5] L'aceto bianco è un normale acido acetico diluito con acqua e solitamente è anche l'opzione meno costosa. Quello rosso è meno economico e spesso contiene tra il 5% e il 7% di principio attivo. Anche l'aceto di mele è efficace, ma assicurati di prendere quello non filtrato e pastorizzato, dato che in genere ha la concentrazione maggiore (circa il 5% di acido acetico).
    • Una concentrazione maggiore di ingrediente attivo (più del 7%) può irritare il cuoio capelluto, sebbene un prodotto più blando potrebbe non essere in grado di dissolvere le lendini attaccate ai capelli. Scegline uno che abbia il 5-7% di acido acetico.
    • La sensazione di prurito che lasciano i pidocchi è dovuta alla reazione allergica alla loro saliva. Non tutte le persone, però, manifestano una reazione o provano prurito.
  4. 4
    Mettiti sotto la doccia o nella vasca da bagno e applica l'aceto. Una volta scelto il tipo di aceto e la sua concentrazione, spogliati e mettiti nella doccia o nella vasca. Bagna i capelli con un po' d'acqua (ma non fino al punto da farli gocciolare) e quindi versa l'aceto direttamente sul cuoio capelluto. Massaggialo su tutto il capo e cerca di coprire la maggior quantità possibile di capelli – potrebbe essere piuttosto difficile se hai i capelli lunghi, ma dedica a questa operazione tutto il tempo necessario. Al termine, lascia agire l'aceto per 5-10 minuti, il tempo sufficiente per sciogliere l'esoscheletro delle lendini (la loro copertura).[6]
    • Assicurati di chiudere gli occhi quando applichi l'aceto. L'acido acetico diluito non può creare danni agli occhi, ma sicuramente provoca una sensazione pungente per alcuni minuti.
    • Fai attenzione a non versare l'aceto sugli abiti perché potrebbe macchiarli, soprattutto se stai usando l'aceto di mele.
  5. 5
    Fai scorrere un pettine a denti stretti lungo tutti i capelli. Dopo aver tenuto l'aceto sulla testa per almeno 5 minuti, procedi in questo modo con un pettine a denti stretti, specifico per la rimozione dei pidocchi. Pettinandoti accuratamente puoi eliminare le lendini ormai allentate e diversi esemplari adulti.[7] Per ottenere risultati migliori, puoi decidere di acquistare un pettine speciale per lendini in farmacia o anche online (può essere di metallo o in plastica con i denti molto fitti). Dopo aver pettinato i capelli per alcuni minuti, risciacqua l'aceto residuo e asciugali con un telo; fai attenzione però a non condividere l'asciugamano con nessun altro nel periodo in cui hai ancora i pidocchi.
    • L'aceto è un'ottima soluzione per staccare ed eliminare le uova dai capelli, ma non uccide gli esemplari adulti. Per questo motivo non devi sorprenderti se vedi ancora dei parassiti dopo il trattamento.
    • Puoi usare questo rimedio ogni giorno finché non vedi più alcuna lendine attaccata ai capelli. L'acido acetico rimuove anche il sebo naturale presente sui capelli, quindi questi potrebbero apparire secchi e crespi al termine del trattamento.
    • Le uova si schiudono dopo 7-9 giorni e l'esemplare adulto vive fino a 3-4 settimane. Pertanto, se per combattere l'infestazione stai usando solo l'aceto, potrebbe essere necessario anche un mese prima di eliminare completamente tutti gli insetti.

Parte 2
Usare Altri Rimedi per i Pidocchi

  1. 1
    Chiedi informazioni al medico in merito agli shampoo da banco contro la pediculosi. Per prima cosa, fissa un appuntamento dal medico o dal dermatologo per ottenere una diagnosi corretta. Quindi chiedi al dottore alcuni consigli circa gli shampoo e i balsami per i pidocchi più efficaci. Potrebbe indicartene alcuni da banco a base di piretrina, un composto estratto dai fiori di crisantemo e tossico per i pidocchi.[8] Tra i prodotti presenti in commercio puoi trovare Nix (una versione sintetica di piretrina) o altri che possono essere una miscela di piretrina con altri composti tossici per i pidocchi.
    • Gli shampoo a base di piretrina sono efficaci per uccidere i parassiti, ma di solito non eliminano le lendini. Per questo motivo potresti combinare un trattamento con l'aceto e uno con questo composto, in modo da sbarazzarti sia delle uova sia degli esemplari adulti.[9]
    • Tra gli effetti collaterali di questa sostanza chimica ci sono irritazione, arrossamento e prurito del cuoio capelluto, soprattutto tra i bambini allergici al crisantemo o all'ambrosia.
    • I pidocchi non trasmettono malattie (batteriche o virali), ma il prurito può indurre a grattarsi eccessivamente, provocando delle piaghe infette in alcune persone.[10]
    • Non usare shampoo normali o il balsamo dopo aver applicato lo shampoo medico. Non farebbe altro che ridurre l'efficacia del trattamento contro i pidocchi.
  2. 2
    Consulta il medico per farti prescrivere dei farmaci. Se non riesci a tenere sotto controllo l'infestazione con l'aceto e con gli shampoo specifici, parla con il medico per trovare delle soluzioni più forti. In alcune località geografiche i pidocchi hanno sviluppato una resistenza ai trattamenti da banco come gli shampoo, pertanto i farmaci su prescrizione possono essere più efficaci. Quelli che vengono prescritti più spesso contengono alcool benzilico (Ulesfia), malathion (Aftir) o lindano.[11] I farmaci che uccidono i pidocchi vengono definiti pediculicidi e devono essere usati con molta cautela, soprattutto sui bambini.
    • L'alcool benzilico uccide i parassiti presenti sul cuoio capelluto privandoli dell'ossigeno. È efficace, ma tra i suoi effetti collaterali ci sono irritazione della cute, reazioni allergiche e convulsioni, pertanto non è consigliato per i bambini che hanno meno di 6 mesi.
    • L'uso dello shampoo al malathion è approvato solo per i bambini che hanno almeno 6 anni, per i suoi effetti collaterali potenzialmente gravi. Fai attenzione a non esporre questo shampoo all'aria molto calda dell'asciugacapelli o a una fiamma viva, a causa dell'alto contenuto di alcol.
    • Il trattamento con lo shampoo al lindano dovrebbe essere considerato come "ultima risorsa" contro i pidocchi, perché ha un elevato rischio di gravi effetti collaterali (incluse le convulsioni). Pertanto l'American Academy of Pediatrics ne sconsiglia l'uso sui bambini di qualunque età e sulle donne incinte.[12]
  3. 3
    Valuta di usare un rimedio naturale a base di erbe. Alcune ricerche hanno riscontrato che certi oli vegetali possono avere un effetto tossico sui pidocchi e sulle loro uova.[13] Tra quelli più indicati per combattere questo tipo di infestazione ci sono l'olio di melaleuca, l'olio d'anice, l'olio essenziale di ylang ylang e il nerolidolo (un composto presente in molte piante). Sebbene questi oli vegetali non siano approvati dalla Food and Drug Administration (FDA) americana per il trattamento dei pidocchi, ci sono diverse prove a dimostrazione della loro sicurezza e, se il tuo budget te lo permette, vale la pena fare un tentativo.
    • Gli oli naturali come quello di melaleuca sono spesso presenti in diversi shampoo medicati per trattare la forfora e la psoriasi, ma solitamente sono efficaci anche contro un'infestazione di pidocchi.
    • Generalmente si tratta di prodotti sicuri per bambini e adulti e non si sono riscontrati gravi effetti collaterali.
    • Altri trattamenti naturali che possono uccidere i pidocchi "per asfissia" (privandoli dell'ossigeno) prevedono l'uso dell'olio d'oliva o del burro. Per ottenere i migliori risultati applica indifferentemente uno dei due ingredienti sul cuoio capelluto per 5-10 minuti prima di risciacquare la testa con uno shampoo medicato.
    • I pidocchi non possono volare o saltare, quindi in genere si diffondono con il contatto diretto tra due teste.[14] Tuttavia, possono diffondersi anche in modi indiretti, come attraverso i cappelli, le spazzole, i pettini, gli asciugamani, i cuscini, le sciarpe, gli accessori per capelli e le cuffie.

Consigli

  • Potresti non essere consapevole di avere i pidocchi, sebbene alcuni sintomi più comuni siano: prurito al cuoio capelluto e alle orecchie, una grande quantità di puntini grigiastri (della grandezza approssimativa dei semi di sesamo) sulla testa simili alla forfora, puntini di colore marrone scuro lungo i capelli.[15]
  • L'infestazione dei pidocchi (dal nome scientifico Pediculus humanus capitis) in genere non è un indicatore di cattiva igiene o di uno stile di vita trasandato, molto spesso è dovuta al contatto diretto con persone che sono già infestate.[16]
  • Se un familiare ha i pidocchi, è importante controllare attentamente anche tutti gli altri membri della famiglia.
  • Per facilitare la ricerca dei pidocchi e delle lendini separa i capelli in diverse sezioni e osservali sotto una luce brillante usando una lente d'ingrandimento.
  • Le lendini possono apparire simili alla forfora, ma restano saldamente attaccate al gambo del capello e non si sfaldano come invece fa la forfora.
  • Dopo aver usato il pettine o la spazzola, immergi lo strumento in acqua molto calda (almeno 55 °C) per circa 5 minuti, in modo da uccidere i parassiti.
  • Non usare gli insetticidi spray sulla tua testa o su quella dei bambini, perché possono essere tossici se inalati o assorbiti attraverso il cuoio capelluto.
  • Insegna a tuo figlio a non entrare in contatto diretto con la testa di altri bambini quando è a scuola o al parco giochi, in modo da ridurre il rischio di infestarsi.
  • Ricorda che gli animali domestici (cani o gatti) non possono trasmetterti i pidocchi, perché questi insetti si nutrono solo di sangue umano e preferiscono la temperatura e la protezione del cuoio capelluto.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Igiene Personale

In altre lingue:

English: Treat Head Lice with Vinegar, Español: eliminar los piojos con vinagre, Português: Tratar Piolhos Com Vinagre, Русский: вывести вшей с помощью уксуса, Deutsch: Bekämpf Kopfläuse mit Essig, Français: se débarrasser des poux avec du vinaigre, Bahasa Indonesia: Mengatasi Kutu Rambut dengan Cuka, Nederlands: Hoofdluis behandelen met azijn, العربية: علاج قمل الرأس بالخل, 中文: 用醋治疗头虱, Tiếng Việt: Trị chấy bằng giấm

Questa pagina è stata letta 102 179 volte.
Hai trovato utile questo articolo?