Scarica PDF Scarica PDF

La pulizia profonda dei denti, definita anche con i termini "pulizia sottogengivale" e "levigatura radicolare", permette al dentista di rimuovere la placca che si trova sotto la linea gengivale. Questa procedura, che va eseguita da uno specialista, aiuta a trattare le tasche gengivali, dovute alla malattia parodontale. Prima di realizzarla, devi parlare con un dentista per esaminare opzioni e rischi. Durante il procedimento, viene rimossa la placca, mentre le radici dei denti vengono levigate [1] . A trattamento ultimato, prenditi cura delle gengive per prevenire possibili infezioni.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Prepararsi per l'Appuntamento

  1. 1
    Fissa un appuntamento dal dentista. La pulizia profonda viene solitamente raccomandata dopo aver diagnosticato la parodontite. È bene eseguirla il prima possibile per evitare che si sviluppino tasche gengivali più profonde.
    • Se ti è stata diagnosticata una parodontite acuta, il tuo dentista potrebbe mandarti da un parodontista, ovvero uno specialista esperto in patologie gengivali, per eseguire una pulizia profonda [2] .
  2. 2
    Informati sul trattamento laser. In alcuni casi è possibile rimuovere la placca avvalendosi delle ultime tecnologie laser. Meno dolorose, riducono anche sanguinamento e gonfiore in seguito alla procedura. Se il tuo dentista ha la possibilità di impiegare questa tecnica, chiedigli se è possibile applicarla al tuo caso specifico [3] .
  3. 3
    Condividi la tua storia clinica con il dentista. Certe patologie possono aumentare il rischio di contrarre un'infezione dopo aver eseguito una pulizia profonda. Il dentista deve essere al corrente della tua anamnesi, incluse eventuali malattie gengivali. Se sa che sei un paziente a rischio, può prescriverti un antibiotico per prevenire eventuali infezioni. Assicurati di dare opportune spiegazioni nei seguenti casi:
    • Problemi cardiaci che ti espongono al rischio di endocardite, come HIV, valvulopatie o un difetto cardiaco congenito;
    • Malattie o problemi associati al sistema immunitario;
    • Recente intervento chirurgico;
    • Presenza di protesi, come anca artificiale o valvola cardiaca [4] ;
    • Fumo.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Affrontare la Procedura

  1. 1
    Prima di iniziare, il dentista dovrebbe determinare quali sono le parti della cavità orale che necessitano effettivamente di una pulizia profonda. Nel caso di alcuni pazienti, il problema interessa solo una zona della bocca, quindi la procedura non è necessaria in altre aree. In altre circostanze, la patologia colpisce l'intera cavità orale, richiedendo dunque una pulizia sottogengivale e una levigatura radicolare completa [5] .
  2. 2
    Informati sull'anestesia. Nella maggior parte dei casi, viene somministrata un'anestesia locale per desensibilizzare le gengive durante la procedura. Viene generalmente eseguita un'iniezione nelle gengive stesse per intorpidire questa zona, le labbra e la lingua. In alternativa, il dentista potrebbe usare un gel, che addormenta solo le gengive [6] .
    • Se la bocca è intorpidita, non dovresti mangiare fino a quando l'anestesia non avrà smesso di fare effetto, altrimenti rischi di morderti accidentalmente la lingua.
    • L'anestesia non è necessaria, ma è solitamente raccomandata. Qualora preferissi che non venga somministrata, puoi chiedere al dentista se è possibile evitarla.
  3. 3
    Lascia che il dentista esegua la pulizia sottogengivale, la prima parte della procedura. Il dentista ti inviterà a spalancare il più possibile la bocca. Aiutandosi con uno strumento a forma di gancio, rimuoverà la placca che si trova al di sotto della linea gengivale. Alcuni specialisti usano un dispositivo a ultrasuoni che elimina in maniera simile la patina dentaria. Entrambi gli strumenti vengono passati intorno al dente lungo la linea gengivale [7] .
  4. 4
    Sottoponiti alla levigatura radicolare, la seconda parte della pulizia profonda. Durante questo procedimento, le gengive vengono levigate nel punto di congiunzione con il dente per eliminare le tasche che si sono formate appunto fra la gengiva e il dente [8] .
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Prendersi Cura delle Gengive

  1. 1
    Controlla l'emorragia. Se le gengive sono sensibili o sanguinano, puoi alleviare il fastidio facendo dei risciacqui con dell'acqua tiepida salata. Premendo un pezzo di garza o una bustina di tè inumidita sul punto interessato, è possibile ridurre o frenare l'emorragia [9] .
    • L'emorragia cessa solitamente nel giro di 1 o 2 giorni, anche se è possibile accusare indolenzimento o sensibilità fino a una settimana. Se dopo 2 giorni le gengive continuano a sanguinare, chiama il tuo dentista.
  2. 2
    Prendi i medicinali che ti vengono prescritti. Il dentista potrebbe prescriverti delle compresse per prevenire l'infezione e alleviare il dolore o un collutorio specifico. Segui alla lettera le sue istruzioni, indipendentemente dal trattamento prescritto [10] .
    • Invece di prescrivere compresse, a volte i dentisti applicano dei farmaci mirati direttamente sulle gengive. In questo caso, evita di mangiare per 12 ore in seguito alla procedura e non usare il filo interdentale per una settimana. Può anche esserti raccomandato di evitare i cibi duri, gommosi o appiccicosi.
  3. 3
    Vai alla visita di controllo. Alla fine dell'appuntamento il dentista ti inviterà a fissarne un altro per valutare la situazione e misurare la profondità delle tasche gengivali in seguito alla pulizia profonda. Se si sono ingrandite, può essere necessario adottare misure più drastiche, come un intervento chirurgico parodontale [11] .
    • La seconda visita può essere fissata a distanza di qualche settimana o mese dalla procedura.
  4. 4
    Cerca di adottare una buona igiene orale per evitare che la malattia gengivale peggiori e scongiurare il rischio di avere problemi in futuro. Spazzola i denti 2 volte al giorno e passa il filo interdentale almeno una volta al giorno [12] .
    • Anche smettere di fumare può aiutare a combattere i problemi gengivali.
    • Bisogna andare dal dentista almeno 1 o 2 volte all'anno per fare una pulizia e un controllo generale. Lo specialista può continuare a verificare la profondità delle tasche gengivali per assicurarsi che la patologia non si stia acuendo.
    Pubblicità

Consigli

  • In gravidanza è possibile sottoporsi a qualsiasi tipo di procedura dentistica [13] .
  • Segui sempre i consigli del dentista per prenderti cura della cavità orale in seguito alla procedura.
Pubblicità

Avvertenze

  • Se non osservi le istruzioni postoperatorie indicate dal dentista, la parodontite potrebbe acuirsi.
  • Durante la pulizia profonda, i batteri della cavità orale possono entrare nel flusso sanguigno. Per i pazienti in buona salute ciò non costituisce un rischio, ma in presenza di una patologia è possibile che si manifesti un'infezione [14] .
Pubblicità

wikiHow Correlati

Rimuovere Calcoli TonsillariRimuovere Calcoli Tonsillari
Fermare il Prurito alle GengiveFermare il Prurito alle Gengive
Riconoscere i Segni del Carcinoma OraleRiconoscere i Segni del Carcinoma Orale
Tenere Sotto Controllo il Riflesso FaringeoTenere Sotto Controllo il Riflesso Faringeo
Togliere un Dente in Maniera IndoloreTogliere un Dente in Maniera Indolore
Fare Cadere un Dente Allentato Senza TirarloFare Cadere un Dente Allentato Senza Tirarlo
Arrestare un'Emorragia alla LinguaArrestare un'Emorragia alla Lingua
Rimuovere il Cibo dai Buchi dei Denti del Giudizio EstrattiRimuovere il Cibo dai Buchi dei Denti del Giudizio Estratti
Raddrizzare i Denti senza Usare l'ApparecchioRaddrizzare i Denti senza Usare l'Apparecchio
Pulire uno Spazzolino Elettrico
Sistemare Temporaneamente un Filo Metallico che si è Staccato dall'ApparecchioSistemare Temporaneamente un Filo Metallico che si è Staccato dall'Apparecchio
Gestire un Espansore del PalatoGestire un Espansore del Palato
Curare un Taglio in BoccaCurare un Taglio in Bocca
Alleviare una Scottatura sulla LinguaAlleviare una Scottatura sulla Lingua
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Alina Lane, DDS
Co-redatto da:
Dentista
Questo articolo è stato co-redatto da Alina Lane, DDS. La Dottoressa Alina Lane è una dentista che gestisce All Smiles Dentistry, uno studio di odontoiatria generale che si trova a New York. Dopo essersi laureata in Odontoiatria alla University of Maryland, ha completato un anno di tirocinio in implantologia nella stessa università, dove si è concentrata sul restauro avanzato di impianti dentali. Ha approfondito la sua formazione realizzando un internato in odontoiatria generale al Woodhull Medical Center, affiliato della NYU School of Medicine. In questo centro ha ricevuto il premio di internista dell'anno 2012-2013. Questo articolo è stato visualizzato 6 147 volte
Categorie: Denti & Bocca
Questa pagina è stata letta 6 147 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità